La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto strategico: Strategie di prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie malformative, dismetaboliche e neoplastiche Coordinatore: Prof. P. Paolucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto strategico: Strategie di prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie malformative, dismetaboliche e neoplastiche Coordinatore: Prof. P. Paolucci."— Transcript della presentazione:

1 Progetto strategico: Strategie di prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie malformative, dismetaboliche e neoplastiche Coordinatore: Prof. P. Paolucci Titolo e Responsabile SottoprogettoComponentiDipartimenti SP1 – Origine fetale ed aspetti pediatrici delle malattie cardiovascolari e metaboliche delladulto Prof. F. Balli Balli, Facchinetti, Iughetti, Ferrari Dipartimento Materno- Infantile SP2 – Strategie innovative pre- e peri-natali nella diagnosi e terapia medica e chirurgica delle malformazioni congenite Prof. F. Ferrari Ferrari, Cacciari, Mavilla, Pinna, Forabosco Dipartimento Materno- Infantile Dipartimento Neuroscienze (AUSL di Modena) SP3 – Preservazione della fertilità e sessualità nei pazienti oncologici Prof. A. Volpe Volpe, De Pol, Conte, Torelli, Bianchi, Paolucci Dipartimento Materno- Infantile, Dipartimento di Oncologia ed Ematologia, Dipartimento di Anatomia ed Istologia, Dipartimento di Chirurgia e Specialità Chirurgiche SP4 – Strategie innovative nella diagnosi e nel trattamento di malattie rare Prof. A. Forabosco Forabosco, Balli, Caffo, Volpe, Paolucci Dipartimento Materno- Infantile SP5 – Eziopatologia del disturbo mentale in età evolutiva: prospettive preventive Prof. E. Caffo CaffoDipartimento Materno- Infantile

2 Linee di sviluppo SP1 ASviluppare unUnità Funzionale di Perinatologia per prevenire linsorgenza di disturbi cardiovascolari e metabolici delladulto attraverso la gestione del momento del parto in gravidanze ad alto rischio BIntrodurre un counselling multidisciplinare per il controllo preconcezionale dellobesità allo scopo di ridurre i rischi metabolici della madre e del feto CIndividuare precocemente la Sindrome Metabolica e definire una strategia terapeutica multidisciplinare in età evolutiva DIndividuare nuove mutazioni nellipercolesterolemia familiare e svilupparne la diagnosi precoce SP2 AStudiare gli aspetti genetici, neurofisiologici e neuroradiologici delle malformazioni cerebrali BSviluppare la terapia neurochirurgica delle malformazioni cerebrali passibili di chirurgia precoce CCostituire un registro regionale / nazionale delle malformazioni cerebrali DApprofondire liter diagnostico e definire una strategia terapeutica medica e chirurgica in epoca perinatale o successiva delle malformazioni extracerebrali ESviluppare un follow-up longitudinale delle patologie malformative SP3 AApprofondire ed aumentare le conoscenze sulla funzione ovarica e testicolare e sul loro danno nei pazienti affetti da neoplasie BCreare un centro interdipartimentale per la ricerca e lassistenza nella preservazione della fertilità dei pazienti oncologici SP4 AImplementare lanalisi del DNA fetale libero nel sangue materno per una diagnosi prenatle non invasiva BOrganizzare il trapianto di midollo per le malattie metaboliche lisosomiali CAcquisire competenze nel campo della terapia cellulare somatica delle malattie rare mediante cellule staminali fetali

3 Aspetti di Unicità / Competitività Dalla realizzazione dei vari sottoprogetti del Dipartimento si può prevedere la realizzazione di diversi Centri Specialistici a valenza regionale/nazionale per: 1)la diagnosi e il trattamento dell'ipercolesterolemia familiare in età evolutiva e la prevenzione dell'insorgenza della Sindrome Metabolica con un approccio multidisciplinare 2) la diagnosi e la cura precoce delle malformazioni cerebrali ed extra- cerebrali, in epoca neonatale 3)la preservazione della fertilità nei pazienti oncologici mediante counselling specifici e sviluppo di nuove tecniche di congelamento delle gonadi e dei gameti 4)la gestione delle gravidanze ad alto rischio 5)lanalisi del DNA fetale libero nel sangue materno per una diagnosi prenatle non invasiva 6)sviluppo di terapia cellulare somatica delle malattie rare mediante cellule staminali fetali

4 Ricadute Formazione Formazione specialistica in Ostetricia nella direzione della completa integrazione con la Neonatologia, tesa alla identificazione della nuova figura di Perinatologo. Formazione specifica incentrata sulla diagnosi e terapia integrata delle malformazioni e delle malattie rare delletà evolutiva. Ricerca Sviluppo di nuove tecniche di congelamento di embrioni e gameti. Diagnosi precoce delle malformazioni cerebrali ed extra-cerebrali, in epoca neonatale. Ulteriore sviluppo della diagnosi prenatale, anche non invasiva, di malattie genetiche e rare. Assistenza Organizzazione di una unità funzionale di Perinatologia nella gestione delle gravidanze ad alto rischio ai fini della prevenzione di malattie cardiovascolari e metaboliche delladulto. Gestione pluridisciplinare del contenimento dellobesità della gravida e della diagnosi precoce della S. Metabolica in età evolutiva Sviluppo della correzione chirurgica neonatale delle malformazioni cerebrali ed extra cerebrali. Organizzazione di un centro per la preservazione della fertilità nei pazienti oncologici

5 Ruoli richiesti (in priorità) RuoloSSD NuovoUp- grading Sottoprogetto Altri progetti * PAMED-40 SP 3 POMED-47 SP 1 DIDATTICO CDL OSTETRICIA RUMED-38 In quota Neonatologia SP 2 PAMED-20 SP 2 RUMED-38 In quota Pediatria SP 1 1) IMPLEMETAZIONE E SVILUPPO DI UN CORE INTERDIPARTI-MENTALE PER LO STUDIO E LA CURA DELLE MALATTIE EREDITARIE E METABOLICHE DEL FEGATO ATTRAVERSO LA TERAPIA CELLULARE E GENICA 2) DIDATTICO CDL MEDICINA-CHIRURGIA PAMED-03 SP 4 RUMED-38 In quota Oncoematologia Pediatrica SP 4 1)CELLULE STAMINALI E MEDICINA RIGENERATIVA 2)CENTRO PER LA RICERCA CLINICA E TRASLAZIONALE E LA TRASFERIBILITA NELLA PRATICA CLINICA


Scaricare ppt "Progetto strategico: Strategie di prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie malformative, dismetaboliche e neoplastiche Coordinatore: Prof. P. Paolucci."

Presentazioni simili


Annunci Google