La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2 Il nuovo assetto della previdenza I° Pilastro - obbligatorio PREVIDENZA PUBBLICA DI BASE II° Pilastro - di natura contrattuale Adesione collettiva a:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2 Il nuovo assetto della previdenza I° Pilastro - obbligatorio PREVIDENZA PUBBLICA DI BASE II° Pilastro - di natura contrattuale Adesione collettiva a:"— Transcript della presentazione:

1

2 2 Il nuovo assetto della previdenza I° Pilastro - obbligatorio PREVIDENZA PUBBLICA DI BASE II° Pilastro - di natura contrattuale Adesione collettiva a: FONDI PENSIONE NEGOZIALI FONDI PENSIONE APERTI III°Pilastro - su base individuale F.I.P. o P.I.P attuati mediante: FONDI PENSIONE APERTI CONTRATTI DI ASS.NE CON FINALITA PREVIDENZIALE

3 3 PUBBLICAPUBBLICA INDIVIDUALEINDIVIDUALE COMPLEMENTARECOMPLEMENTARE PREVIDENZA

4 4 Come nasce Fondogommaplastica Sindacato lavoratori Associazione Imprese CCNL

5 5 Le caratteristiche principali è una associazione che non ha fini di lucro Ladesione è volontaria Capitalizzazione individuale Autorizzazione Min. Lavoro Prestazioni pensionistiche complementari Gestione risorse affidata a società specializzate IL FONDO PENSIONE

6 6 La pensione pubblica Il meccanismo della ripartizione I contributi versati OGGI dal lavoratore servono a pagare le pensioni degli ATTUALI PENSIONATI

7 7 FONDI PENSIONE : LA CAPITALIZZAZIONE INDIVIDUALE

8 8 DESTINATARI lavoratori operai, qualifiche speciali, impiegati e quadri non in prova con contratto: A tempo indeterminato Di inserimento Di apprendistato A tempo determinato di durata non inferiore a 6 mesi dipendenti di aziende a cui si applica il ccnl Gomma-plastica.

9 9 Modalità di adesione dall 1.1.al : 3 opzioni Il Tfr maturato alla data del resta in azienda o nei fondi La nuova norma non riguarda chi è già iscritto e versa 100% Tfr Dichiarare in modo esplicito di di non aderire alla previdenza Non dichiarare alcuna scelta (modalità tacite di adesione- silenzio/assenso) Dichiarare in modo esplicito di aderire a un fondo di previdenza complementare che ha adeguato il proprio statuto alla nuova normativa

10 10 1. Non adesione alla previdenza Entro il termine dei 6 mesi (30/06/2007) il lavoratore comunica formalmente allazienda la volontà di non adesione/non conferimento tfr residuo alla previdenza complementare Aziende fino a 49 dipendenti: tfr (residuo o 100% ) non affluito a previdenza resta in azienda Aziende con 50 o più dipendenti: tfr (residuo o 100% ) non affluito a Previdenza va a Tesoreria dello stato Tutti i diritti inerenti la liquidazione, lanticipo e il rendimento restano inalterati.

11 11 2. Conferimento Tfr a Previdenza silenzio/assenso Il Tfr dei silenti viene conferito: 1.Alla forma pensionistica collettiva prevista dagli accordi o contratti collettivi, anche territoriali, salvo diverso accordo aziendale 1.a quello con il maggior numero di aderenti, in caso di presenza di più forme pensionistiche complementari 3.al Fondo Pensione Complementare INPS 3.al Fondo Pensione Complementare INPS (non ancora istituito) negli altri casi. Attenzione: non centra con il fondo presso la Tesoreria dello stato di cui alla Finanziaria!!!!!!

12 12 2.Conferimento Tfr a Previdenza Silenzio/assenso Non iscritto 100% TFR nel comparto garantito possibilità di cambio anche prima del periodo minimo di permanenza Nessun altra componente contributiva Possibilità di adesione successiva con diritto alla contribuzione contrattuale L iscritto che versa il 33% del Tfr passa al 100%+ altre componenti contributive. Il 67% del Tfr confluisce nel comparto garantito salvo esplicita indicazione di destinarla al comparto prescelto Le imprese provvedono al versamento dal del Tfr ( 100% o 67%) che matura dall ( da verificare)

13 13 3. Conferimento Tfr a Previdenza Adesione esplicita scelta della forma pensionistica complementare ed iscrizione esplicita alla stessa Fpa Pip Solo con ladesione a Fondogommaplastica si ha diritto al contributo dellazienda Fondogommaplastica

14 14 Adesione esplicita Contributo lav. 1,06% (non obbligatorio) contributo azienda 1,06% calcolati su retribuzione utile ai fini della determinazione del tfr La contribuzione è deducibile dal reddito Lavoratore di prima occupazione ant non iscritto 33% elevabile fino al 100% del tfr - dubbio su ante 93 già iscritti Lavoratore di prima occupazione succ : 100% tfr Le imprese provvedono al versamento dal del Tfr + contribuzioni azienda/ lavoratore che matura dal mese successivo a quello di iscrizione (da verificare)

15 15 Il Tfr che non affluisce ai fondi pensione (100% o residuo) perché conferito agli stessi a partire da luglio per i silenti o dal mese successivo alla domanda di iscrizione per gli altri resterà in azienda o sarà trasferito al Ministero del Tesoro (+/- 50 addetti ) (da verificare) Tfr non affluito a previdenza

16 16 Dall i soci possono versare una quota aggiuntiva pari al La contribuzione volontaria è: deducibile fiscalmente esente da oneri amministrativi Il contributo aziendale rimane invariato. Contribuzione Volontaria aggiuntiva 1 %2 %3 %4 %5 %

17 17 - Contribuzione volontaria aggiuntiva - Misura della contribuzione Modalità di attivazione Variazioni possibilità 1 % retribuzione utile al calcolo del TFR 2 % retribuzione utile al calcolo del TFR Compilare e consegnare allazienda il modulo fornito dal Fondo La VARIAZIONE e la SOSPENSIONE della contribuzione volontaria dovranno essere richieste con un preavviso di 3 mesi e avranno vigore dallanno solare successivo a quello della richiesta.

18 18 Esempio: Retribuzione Annua REDDITO LORDO IRPEF : (si suppone coincidente con quello utile x Tfr) CONTRIBUTO LAVORATORE (1,06%) : 212 CONTRIBUTO AZIENDA (1,06%) :212 TOTALE CONTRIBUTO DEDUCIBILE : 424 TFR VERSATO AL FONDO 33% Pari al 2,28% : 456 TFR VERSATO AL FONDO 100% Pari al 6,91% : RISPARMIO FISCALE 27% :114,48 Versamento al netto del vantaggio fiscale309,52 di cui effettivamente a carico del lavoratore 154,76

19 19 Le anticipazioni dall 01/01/2007 Per spese sanitarie (aderente, coniuge, figli) Per altre esigenze Per lacquisto o ristrutturazione della prima casa (aderente, figli) - in qualsiasi momento - fino al 75% tassazione agevolata al 15% - dopo 8 anni - fino al 75% Tassazione al 23% - dopo 8 anni - fino al 30% tassazione al 23% Facoltà di reintegro anche tramite contribuzioni annuali che superino 5.164,57, con credito di imposta pari allimposta pagata sugli importi anticipati.

20 20 LE SPESE Amministrative Finanziarie laccordo istitutivo fissa un limite di spesa costi service amministrativo struttura operativa funzionamento commissioni di banca depositaria di gestione finanziaria contenute al minimo grazie alla dimensione del fondo

21 21 I fondi negoziali costano meno di quelli aperti e dei P.I.P. poiché: Non hanno fini di lucro Non hanno i costi della rete commerciale Parte dei costi amministrativi sono a carico delle Imprese Le commissioni di gestione sono contenute al minimo Internet LE SPESE

22 22 I Costi di FONDOGOMMAPLASTICA Oneri amministrativi: max 0,12% della retribuzione utile al calcolo del TFR

23 23 I Costi di FONDOGOMMAPLASTICA Oneri finanziari Commissione media di gestione:0,11% Oneri di Banca Depositaria:0,02% _______ Totale:0,13 %

24 24 Incidenza degli Oneri sul Patrimonio Lincidenza dei costi amministrativi sul patrimonio si abbassa costantemente e progressivamente

25 25 Ipotesi: Reddito lordo: TFR Versato: 100% Età: 30 anniPermanenza: 35 anni Rendimento annuo: 4% Anno Contributi Versati Fondogommaplastica Patrimonio Maturato Fondo Aperto Patrimonio Maturato Differenza Differen za % , , , ,215 2,92 % , , , ,017 5,53 % , , , ,210 8,31 % , , , ,945 11,28 % , , , ,204 14,44 % , , , ,278 17,80 % , , , ,384 21,37 % Attenti ai costi!!

26 26 La gestione finanziaria Caratteristiche: 1) Professionalità 2) Prudenza 3) Diversificazione 4) Controllo

27 27 1) Professionalità Selezione Gestori Professionali Bando pubblico Mandati a termine con controllo della performance

28 28 2) Prudenza governative area EMUgovernative area EMU alti ratingalti rating senza rischio cambiosenza rischio cambio Governativi: A- Corporate: investment grade OBBLIGAZIONI AZIONI in prevalenza europee – NO paesi emergenti in prevalenza europee – NO paesi emergenti non europee – concentrate su Stati Uniti e Giappone non europee – concentrate su Stati Uniti e Giappone

29 29 3) Diversificazione oltre 300 titoli in portafoglio oltre 300 titoli in portafoglio pluralità di gestori pluralità di gestori versamenti periodici versamenti periodici (P.A.C.- Piano di Accumulo di Capitale)

30 30 4) Controllo Il C.d.A. controlla loperato dei gestori avvalendosi della consulenza di una società specializzata. Il controllo è: di efficacia della gestione (performance) di rispetto della normativa di legge e delle Convenzioni di gestione

31 31 Multicomparto monocomparto 70% obbl. -30% azioni Conservativo 100% obbl. Dinamico 40% obbl.- 60% azioni Bilanciato 70% obbl. – 30% azioni

32 32 Comparto CONSERVATIVO Obiettivo: crescita graduale ma costante INDICATO PER: i lavoratori prossimi alla pensione o con forte avversione al rischio finanziario Tipologia di investimento Obbl. gov. 1-3 anni EMU Obbl. gov. Tutte le durate EMU Obbl. infl. Linked EURO 70%15%15%

33 33 Comparto BILANCIATO Obiettivo: Crescita interessante attraverso un mix di investimenti azionari e, in maggior misura, obbligazioni INDICATO PER: lavoratori con permanenza nel fondo da 10 a 20 anni, con profilo di rischio medio Tipologia di investimento Obbl. gov 1-3 anni EMU Obbl. gov. Tutte le durate EMU Obbl. infl. Linked EURO Obbligazionario Corporate EMU Azionario Europa Azionario Extra Europa 35,0% 20,0% 7,5% 17,5% 12,5%

34 34 Comparto DINAMICO Obiettivo: Crescita di lungo periodo con forte % di azioni Tipologia di investimento INDICATO PER: aderenti più giovani, maggiori rendimenti delle azioni con tempo per recupero fasi negative Obbl. gov. Tutte le durate EMU Obbligazionario Corporate EMU Azionario Europa Azionario Extra Europa 25% 15% 35% 25%

35 35 Il comparto garantito Linea a maggior contenuto prudenziale: Garanzia di restituzione capitale versato rendimento comparabile con rivalutazione legale Tfr mediante un profilo di investimento prudenziale (probabilità non certezza) costi commissionali più alti

36 36 I comparti: dimensione % ader. sul tot. Cons. 1,2 % Bil. 97,6 % Din. 1,2 % Comp.

37 37 Quota FONDOGOMMAPLASTICA anno 2005: +10,03% Anno Rendimento fondo Rendimento TFRDifferenza 2002*3,91%1,56%2,35% 20032,59%2,85%-0,26% 20044,91%2,50%2,41% ,03%2,63%7,40% Media annua 5,84%2,60%3,24% Cumulato 23,05%9,90%13,15%

38 38 Evoluzione della quota al 30 agosto 2006 Tabella rendimenti da maggio 2002 da agosto 2005 Comparto Conservativo 22,75%2,63% Comparto Bilanciato 23,95%3,64% Comparto Dinamico 24,74%4,30%

39 39 ADESIONE ESPLICITA O SILENZIO/ASSENSO? Ladesione esplicita è più conveniente perchè: si ha diritto al contributo aziendale si beneficia della deducibilità fiscale sulle contribuzioni si ottengono maggiori rendimenti nel medio periodo si pagano costi commissionali più bassi

40 40 Ladesione esplicita al Fondogommaplastica è la soluzione migliore Vantaggi rispetto al Tfr in azienda/tesoreria Contributo aziendale Maggiori rendimenti Minore tassazione: deducibilità contributi aliquote vantaggiose sulle prestazioni (15% anziché aliquota 23%) Vantaggi rispetto a Fpa e Pip Minori costi Tutela ccnl-partecipazione Contributo aziendale

41 41 Prestazioni complementari: i requisiti per la pensione dall Maturazione dei requisiti di accesso alla pensione pubblica Almeno 5 anni di iscrizione al fondo pensione complementare

42 42 Al momento del pensionamento la prestazione può essere riscossa sotto forma di capitale nella misura max del 50% di quanto accantonato Prestazioni 50% Se non si possiede il requisito di anzianità associativa minima si ha diritto a riscattare lintero ammontare del capitale (100%)

43 43 Prestazione in forma di capitale rendita < 50% assegno sociale INPS conversione 70 % posizione maturata rendita < 50% assegno sociale si può riscuotere tutto in capitale

44 44 Tfr contributo azienda contributo lavoratore interessi rendita vitalizia, rivalutabile ed eventualmente reversibile I fondi dovranno stipulare apposite convenzioni con le assicurazioni per lerogazione delle rendite Caratteristiche della pensione complementare

45 45 Capitale: interessi maturati: esenti da imposta contributi dedotti: tassazione separata con aliquota media degli ultimi 5 anni Rendita: quota da interessi: esente quota restante: tassazione ordinaria (IRPEF) Prestazioni pensionistiche complementari: la fiscalità

46 46 Nuovo regime fiscale dall01/01/2007: Aliquota unica del 15%, ridotta dello 0,30% per ogni anno successivo al 15° ( aliquota minima 9% ) Fiscalità il nuovo regime fiscale si applica al tfr in azienda/ il nuovo regime fiscale non si applica al tfr in azienda/tesoreria

47 47 Perdita dei requisiti di partecipazione Possibilità di riscattare tutto il capitale maturato Mantengo la posizione anche in assenza di contribuzione Trasferisco la posizione presso: altro fondo negoziale altra forma pensionistica individuale

48 48 Novità nel caso di perdita dei requisiti: - riscatto - Riscatto parziale (50%) Riscatto totale - inoccupazione da 1 a 4 anni o mobilità/cassa integrazione tassazione agevolata al 15% - invalidità permanente e inoccupazione oltre 4 anni tassazione agevolata al 15% - altre cause Tassazione al 23%

49 49 - Erogazioni dallinizio delloperatività * Operazioni di riscatto 10,3 milioni* 388* Operazioni di trasferimento ad altri fondi 1,2 milioni* TEMPI DI LIQUIDAZIONE: In media 3 mesi Largamente inferiori a quanto previsto dalla normativa (max 6 mesi) * Dati aggiornati a settembre 2006

50 50 Quando puoi uscire dal fondo? in costanza del rapporto di lavoro facoltà di trasferimento della propria posizione ad altra forma pensionistica complementare (fpa, pip) almeno 2 anni di iscrizione al fondo

51 51 In caso di decesso dellassociato, la posizione individuale è riscattata dagli E R E D I in mancanza è possibile designare altri soggetti beneficiari Decesso in costanza di attività lavorativa dall

52 52 INFORMATIVA AGLI ASSOCIATI Comunicazione periodica agli associati redatta in conformità delle disposizioni emanate dalla COVIP Sito Internet: accesso alle informazioni. Attribuzione di un codice aderente e di una password per laccesso alla posizione individuale Comunicazioni e circolari periodiche Previsioni Contrattuali Informazione ai neoassunti Distribuzione materiale predisposto dal fondo e dalle parti istitutive


Scaricare ppt "2 Il nuovo assetto della previdenza I° Pilastro - obbligatorio PREVIDENZA PUBBLICA DI BASE II° Pilastro - di natura contrattuale Adesione collettiva a:"

Presentazioni simili


Annunci Google