La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Az. USL 2 LUCCA U.F. P.I.S.L.L. ZONA VALLE DEL SERCHIO SERT ZONA VALLE DEL SERCHIO CENTRO ALCOLOGICO REGIONALE SEMINARIO DI SENSIBILIZZAZIONE ALCOL LAVORO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Az. USL 2 LUCCA U.F. P.I.S.L.L. ZONA VALLE DEL SERCHIO SERT ZONA VALLE DEL SERCHIO CENTRO ALCOLOGICO REGIONALE SEMINARIO DI SENSIBILIZZAZIONE ALCOL LAVORO."— Transcript della presentazione:

1 Az. USL 2 LUCCA U.F. P.I.S.L.L. ZONA VALLE DEL SERCHIO SERT ZONA VALLE DEL SERCHIO CENTRO ALCOLOGICO REGIONALE SEMINARIO DI SENSIBILIZZAZIONE ALCOL LAVORO E CAVE CASTELNUOVO G. 22 Ottobre 2009 Dott.ssa Livia Rondina

2 PREMESSE.

3 IL PROGETTO ALCOL E LAVORO è un PROGETTO NAZIONALE che AFFRONTA I PROBLEMI RELATIVI all USO di BEVANDE ALCOLICHE nell AMBITO delle ATTIVITA LAVORATIVE IL PROGETTO ALCOL E LAVORO è un PROGETTO NAZIONALE che AFFRONTA I PROBLEMI RELATIVI all USO di BEVANDE ALCOLICHE nell AMBITO delle ATTIVITA LAVORATIVE LADESIONE AL PROGETTO DA PARTE DELLE AZIENDE E VOLONTARIA

4 OBIETTIVI 1.Migliorare la percezione del rischio legato alluso e allabuso di bevande alcoliche, tra i lavoratori. 2.Prevenire luso di bevande alcoliche nelle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni. 3.Favorire lauto individuazione e lindividuazione precoce dei comportamenti a rischio. 4.Gestire correttamente i casi conclamati di abuso di sostanze alcoliche.

5 FASI DEL PROGETTO 1.Contatti con il medico competente. 2.Incontro con le figure dirigenziali e istituzionali ( incontro di oggi ) 3.Somministrazione ai lavoratori di un questionario anonimo. 4.Incontro di sensibilizzazione con i lavoratori. 5.Distribuzione di materiale illustrativo.

6 INFORMAZIONE E fondamentale che i Responsabili facciano informazione ai lavoratori sui rischi legati alluso delle sostanze alcoliche nei luoghi di lavoro.

7 ASPETTI LEGISLATIVI Art. 32 della Costituzione Italiana: La Repubblica tutela la salute come diritto fondamentale dellindividuo ed interesse della collettività… Sottolineo interesse della collettività.

8 LEGGE 125/01 E LA LEGGE QUADRO in MATERIA DI ALCOL E DI PROBLEMI ALCOL CORRELATI, per la TUTELA della SALUTE e della SICUREZZA dell INDIVIDUO e per la SALVAGUARDIA degli ALTRI.

9 LEGGE 125/01 ART.15 Lart.15 dice: Nelle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, l incolumità o la salute dei terzi … è fatto divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche

10 LART. 15 PREVEDE INOLTRE : La possibilità di essere sottoposti a controlli alcolimetrici da parte del medico competente aziendale o dei medici del lavoro della USL. Nei casi di dipendenza da alcol, la possibilità per il lavoratore di usufruire di un programma terapeutico e di riabilitazione e di mantenere il posto di lavoro per tutta la durata del trattamento per un periodo fino a tre anni.

11 ALLEGATO alla L. 125/01 è lELENCO delle ATTIVITA LAVORATIVE che COMPORTANO un ELEVATO RISCHIO di INFORTUNI TRA QUESTE ANCHE TUTTE LE ATTIVITA CHE SI SVOLGONO NELLE CAVE

12 Nelle Nelle ATTIVITA LAVORATIVE … Questa espressione significa la condizione di essere sobri durante lattività lavorativa, quindi di non bere alcolici non solo durante il lavoro ma neppure prima di entrare al lavoro.

13 Perché la Legge Infortuni denunciati all INAIL ogni anno in Italia : ca In base alle modalita di accadimento e ad indagini fatte, si stima che luso di bevande alcoliche sia causa o concausa del 10% - 20% di tutti gli infortuni. (L INAIL non indennizza gli infortuni dovuti alluso di bevande alcoliche ).

14 LUSO DELL ALCOL NELLE ATTIVITA LAVORATIVE E UN FATTORE DI RISCHIO AGGIUNTIVO e TRASVERSALE LUSO DELL ALCOL NELLE ATTIVITA LAVORATIVE E UN FATTORE DI RISCHIO AGGIUNTIVO e TRASVERSALE.

15 DECRETO LEGISLATIVO 81/08 In vari Articoli si fa riferimento allimportanza della piena efficienza psico-fisica dei lavoratori.

16 Art. 15 Misure generali di tutela della salute … Art. 18 Obblighi del D.d.L. e del Dirigente Art. 19 Obblighi del preposto Art. 20 Obblighi dei lavoratori Art. 25 Obblighi del M.Comp. Art. 15 Misure generali di tutela della salute … Art. 18 Obblighi del D.d.L. e del Dirigente Art. 19 Obblighi del preposto Art. 20 Obblighi dei lavoratori Art. 25 Obblighi del M.Comp..

17 NOVITA DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA NOVITA DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA.

18 Le visite mediche per lidoneità alla mansione specifica … … nei casi ed alle condizioni previste dallordinamento sono altresì finalizzate alla verifica di assenza di condizioni di alcol dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti CRITICITA…

19 Concludo con questa riflessione: Cerchiamo di considerare la legge non come una odiosa imposizione ma come una risorsa per la salute e la sicurezza di tutti Concludo con questa riflessione: Cerchiamo di considerare la legge non come una odiosa imposizione ma come una risorsa per la salute e la sicurezza di tutti

20 Riferimenti telefonici Az. USL 2 LUCCA : U.F. P.I.S.L.L. Zona Valle del Serchio 0583 / U.F. Servizio Tossicodipendenze Zona Valle del Serchio 0583 / ACAT Garfagnana Sig. Antonio Bravi 392 /


Scaricare ppt "Az. USL 2 LUCCA U.F. P.I.S.L.L. ZONA VALLE DEL SERCHIO SERT ZONA VALLE DEL SERCHIO CENTRO ALCOLOGICO REGIONALE SEMINARIO DI SENSIBILIZZAZIONE ALCOL LAVORO."

Presentazioni simili


Annunci Google