La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIREZIONE REGIONALE DELLEMILIA ROMAGNA IL MODELLO UNICO ALLA LUCE DELLE ULTIME MODIFICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIREZIONE REGIONALE DELLEMILIA ROMAGNA IL MODELLO UNICO ALLA LUCE DELLE ULTIME MODIFICHE."— Transcript della presentazione:

1 DIREZIONE REGIONALE DELLEMILIA ROMAGNA IL MODELLO UNICO ALLA LUCE DELLE ULTIME MODIFICHE

2 Direzione Reg. Emilia Romagna 2 RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 7 aprile 2003, n. 80 (Delega al Governo per la riforma de sistema fiscale statale) Legge 27 dicembre 2002, 289 (Legge finanziaria 2003) Legge 24 dicembre 2003, n. 350 (Legge finanziaria 2004)

3 Direzione Reg. Emilia Romagna 3 RIFERIMENTI di PRASSI Circolare n. 2 del 15 gennaio 2003 Circolare n. 15 del 5 marzo 2003 Circolare n. 10 de 15 marzo 2004

4 Direzione Reg. Emilia Romagna 4 Le principali novità fiscali 2004 (1) la modifica delle aliquote e degli scaglioni di reddito; lintroduzione di una deduzione dal reddito complessivo determinato in base allammontare dello stesso ed alla tipologia di reddito; la modifica, negli importi e nella modalità di determinazione, delle detrazioni per lavoro dipendente e pensione;

5 Direzione Reg. Emilia Romagna 5 Le principali novità fiscali 2004 (2) la previsione di un nuovo onere deducibile per le erogazioni liberali a favore della ricerca scientifica sulle malattie neoplastiche; linnalzamento del limite massimo, ammesso alla detrazione del 19%, delle erogazioni liberali in denaro in favore delle società sportive dilettantistiche ed estensione del beneficio alle associazioni sportive dilettantistiche; Limitazione dellesenzione fiscale prevista per i redditi dei frontalieri ad 8000 euro.

6 Direzione Reg. Emilia Romagna 6 Le principali novità fiscali 2004 (3) la possibilità per i soggetti di età non inferiore a 75 e 80 anni di ripartire la detrazione del 36%, relativa alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, rispettivamente in 5 e 3 rate annuali; lestensione della detrazione del 36% alle spese riguardanti gli interventi di bonifica dallamianto.

7 Direzione Reg. Emilia Romagna 7 Le principali novità fiscali 2004 (4) Un regime agevolato per i contribuenti con redditi di lavoro autonomo o dimpresa che hanno aderito al concordato preventivo. Proroghe dellagevolazione cd. Tremonti-bis limitatamente ad alcuni investimenti. Disposizioni antielusive in materia di crediti dimposta sui dividendi. Nuove regole IRAP.

8 Direzione Reg. Emilia Romagna 8 La modifica delle aliquote e degli scaglioni di reddito 45%Oltre 69721,68 39%Da 30987,41 a 69721,68 32%Da 15493,71 a 30987,41 24%Da 10329,14 a 15493,71 18%Fino a euro 10329,14 Aliquote Irpef 2002 Reddito per scaglioni %Oltre %Da a %Da a %Da a %Fino a euro Aliquote Irpef 2003 Reddito per scaglioni 2003

9 Direzione Reg. Emilia Romagna 9 Le deduzioni Lart. 10-bis, comma 1, del TUIR, (ora art. 11) prevede A favore di tutti i contribuenti a prescindere dalla tipologia di reddito prodotto, una deduzione base, per assicurare la progressività dellimposizione, pari a 3000 euro.

10 Direzione Reg. Emilia Romagna 10 Ulteriori deduzioni (1) euro indipendentemente dalla tipologia di reddito prodotto euro per i pensionati euro per i lavoratori autonomi o titolari di impresa minore euro per i lavoratori dipendenti

11 Direzione Reg. Emilia Romagna 11 Ulteriori deduzioni (2) Le deduzioni previste in favore dei lavoratori dipendenti ed assimilati, dei pensionati e dei lavoratori autonomi e delle imprese minori non sono cumulabili tra loro. Il contribuente potrà scegliere di applicare quella per lui più favorevole.

12 Direzione Reg. Emilia Romagna 12 Un esempio di deduzioni Nel caso di un rapporto di collaborazione la deduzione spettante sarà: , se si tratta di collaborazioni a progetto; , se si tratta di collaborazioni autonome con contratto dopera , se si tratta di collaborazioni occasionali.

13 Direzione Reg. Emilia Romagna 13 Calcolo della deduzione fruibile ( euro + Oneri deducibili (art. 10) + Nuove deduzioni teoriche – Reddito complessivo – Credito dimposta dividendi) euro = Percentuale di deduzione spettante Se la percentuale è: minore o uguale a zerola deduzione non spetta Maggiore o uguale a unola deduzione spetta per intero Maggiore di zero e inferiore a uno la deduzione spettante è pari alla percentuale di deduzione per la deduzione teorica

14 Direzione Reg. Emilia Romagna 14 Esempio n. 1 Reddito di lavoro dipendente euro Oneri deducibili euro 0 Credito dimposta sui dividendieuro 0 ( – – 0) = 0, =0,5192*7500 = deduzione spettante

15 Direzione Reg. Emilia Romagna 15 Esempio n. 2 Reddito di lavoro dipendente euro Oneri deducibili euro 1000 ( –35000) _______________________= inferiore a zero La deduzione non spetta

16 Direzione Reg. Emilia Romagna 16 Esempio n.3 Reddito di lavoro dipendente euro Oneri deducibili euro 300 Credito dimposta sui dividendieuro 0 Redditi di fabbricatieuro 1300 – (di cui abitazione principale)euro500 ( – ( ) = 0, =0,50*7500 = deduzione spettante

17 Direzione Reg. Emilia Romagna 17 La clausola di salvaguardia (Art. 2, comma 3, L. 27/12/2002, n. 289) I contribuenti hanno la possibilità di confrontare la nuova modalità di tassazione con quella prevista fino al 31 dicembre 2002 ed applicare quella a loro più favorevole

18 Direzione Reg. Emilia Romagna 18 Redditi da pensione, le agevolazioni redditi da pensione non superiori a euro; redditi da pensione compresi tra e euro;

19 Direzione Reg. Emilia Romagna 19 Redditi da pensione, alcuni esempi Esempio 1: Reddito da pensione euro Reddito dellabitazione principale 500 euro Imposta dovuta 100 euro Esempio 2: Reddito da pensione euro Imposta dovuta 100 euro

20 Direzione Reg. Emilia Romagna 20 Esempio1 Persona fisica Redditi da pensione abitazione principale 500(ininfluente ai fini dellagevolazione)) Deduzione spettante = – * 7000 = 6838, Reddito imponibile = 8100 – ,3 = 761,7 Imposta netta = * 23% = 175,19 Poiché limposta calcolata secondo le regole ordinarie è superiore alla differenza tra il reddito complessivo del contribuente pari a 7600 ( euro) e limporto di 7.500, limposta dovuta è pari a 100.

21 Direzione Reg. Emilia Romagna 21 Esempio 2 Persona fisica con solo: Redditi da pensione di Deduzione spettante = * 7000 = 6.838, Reddito imponibile = – 6.838,3 = 761,7 Imposta netta = * 23% = 175,19 Poiché limposta calcolata secondo le regole ordinarie è superiore alla differenza tra il reddito complessivo del contribuente (7600 euro) e limporto di 7.500, limposta dovuta è pari a – = 100

22 Direzione Reg. Emilia Romagna 22 Le detrazioni La detrazione: viene commisurata al reddito complessivo del contribuente e non più ai singoli redditi, non deve essere rapportata al periodo di lavoro o pensione nellanno. Il reddito complessivo su cui calcolare le detrazioni deve essere considerato al netto della deduzione prevista per labitazione principale e le relative pertinenze.

23 Direzione Reg. Emilia Romagna 23 Le nuove detrazioni per redditi di lavoro dipendente 130 euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro27.000< Reddito < Detrazioni 2003Scaglioni di Reddito complessivo

24 Direzione Reg. Emilia Romagna 24 Le detrazioni per redditi da pensioni 25 euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < DetrazioniReddito complessivo

25 Direzione Reg. Emilia Romagna 25 Le detrazioni per redditi da lavoro autonomo 80 euro < Reddito < euro < Reddito < euro < Reddito < DetrazioniReddito complessivo

26 Direzione Reg. Emilia Romagna 26 Un esempio di calcolo 100Onlus 2.582spese ristrutturazione al 36% 2 figliAl 50%Detrazioni fam. carico Rendita cat. 930 euroA3 Al 50%Fabbricati Rendita cat. 97 euroC6 al 50% Rendita cat. 775 euro Canone annuo A3 al 100% (locato) euroOccasionaleReddito da lav. Aut Interessi passiviAl 50% Spese sanitarie Per 365 gg 2.066Oneri detraibili 1.586Oneri deducibili euroReddito da lav dip.

27 Direzione Reg. Emilia Romagna 27 Liquidazione con le regole attuali Reddito complessivo Totale deduzioni4.141 Imponibile Imposta lorda6.204 Totale detrazioni1.513 Imposta netta 4.691

28 Direzione Reg. Emilia Romagna 28 Liquidazioni con le regole 2002 Reddito complessivo Totale deduzioni2.125 Imponibile Imposta lorda6.624 Totale detrazioni1.822 Imposta netta 4.802

29 Direzione Reg. Emilia Romagna 29 Clausola di salvaguardia Imposta calcolata con le regole attuali Imposta calcolata con le regole Convenienza non chiedere lapplicazione delle regole in vigore al 31 dicembre 2002

30 Direzione Reg. Emilia Romagna 30 Clausola di salvaguardia Esempio n. 2 Reddito di pensione euro 5358 Reddito di fabbricati euro 5674 di cui abitazione princ. euro 820

31 Direzione Reg. Emilia Romagna 31 Segue esempio n. 2 Euro 691Euro 938Imposta netta Euro 1147detrazioni Euro 1838Euro 938Imposta lorda Euro 10212Euro 4077imponibile Euro 6135Deduz. 10 bis Euro 820 Ded. Abit. Princ. Euro Redd. comples Normativa 2002Normativa 2003

32 Direzione Reg. Emilia Romagna 32 Oneri deducibili Le erogazioni liberali in denaro Fatte da persone fisiche Nei primi 4 mesi del 2003 In favore della ricerca scientifica sulle malattie neoplastiche Sono deducibili dal reddito complessivo ai fini IRPEF limitatamente ad un importo non superiore a 500 euro.

33 Direzione Reg. Emilia Romagna 33 Oneri detraibili Le erogazioni liberali in denaro, In favore di: società sportive dilettantistiche associazioni sportive dilettantistiche sono detraibili, nei limiti del 19%, per un importo annuo di 1500 euro

34 Direzione Reg. Emilia Romagna 34 Le spese di ristrutturazione Detrazione dimposta del 36%; Fino ad un limite massimo di spesa di 48 mila euro; Per ogni immobile su cui sono eseguiti interventi di recupero edilizio; Ripartita in 10 rate annue Per i contribuenti di età non inferiore a 75 ed 80 anni la detrazione può essere ripartita, rispettivamente, in 5 e 3 anni.

35 Direzione Reg. Emilia Romagna 35 Le spese di ristrutturazione 10 5 o 10 Numero di rate %2003, ,5336% ,5336%2000 e ,5341%Prima del 2000 Limite massimo di spesa Detrazione IRPEF Anno di sostenimento spese

36 Direzione Reg. Emilia Romagna 36 I frontalieri I redditi derivanti da lavoro dipendente prestato in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto, allestero in zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi da soggetti residenti nel territorio dello Stato concorrono a formare il reddito complessivo per limporto eccedente euro.

37 Direzione Reg. Emilia Romagna 37 Novità IRAP (1) Nuove modalità di calcolo: Deduzione per lavoro dipendente: euro per un massimo di 5 dipendenti, impiegati da soggetti con componenti positivi che concorrono alla formazione del valore della produzione non superiore a euro. Deducibilità integrale dei contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro, delle spese relative agli apprendisti, ai disabili e delle spese relative al personale assunto con contratto di formazione lavoro. Deducibilità dei costi sostenuti per lacquisizione di beni e servizi destinati a categorie di dipendenti e collaboratori

38 Direzione Reg. Emilia Romagna 38 Indeducibilità, ai fini della determinazione della base imponibile, delle somme pagate per retribuire le prestazioni di impresa svolte occasionalmente. Modifiche degli scaglioni che determinano la deduzione spettante in relazione al valore della produzione e modifica degli importi delle singole deduzioni. Nel settore autotrasporto è stata introdotta la deducibilità delle indennità di trasferta previste contrattualmente per la parte che non concorre a formare il reddito del dipendente. Novità IRAP (2)

39 Direzione Reg. Emilia Romagna 39 Tremonti-bis Proroghe delle disposizioni agevolative di cui allart. 4, comma 1, della cd. Tremonti bis (legge n. 383/2001): fino al 2^ periodo dimposta successivo a quello in corso alla data del 25 ottobre 2001 degli investimenti realizzati: entro il 31 dicembre 2003 in sedi operative ubicate nei comuni interessati dagli eventi sismici dell11 aprile entro il 31 luglio 2003 in sedi operative ubicate nei comuni interessati da eventi calamitosi. Per gli investimenti immobiliari la proroga riguarda quelli realizzati entro il 3^ periodo dimposta successivo a quello in corso alla data del 25 ottobre 2001 e, comunque, entro il 31 luglio 2004.

40


Scaricare ppt "DIREZIONE REGIONALE DELLEMILIA ROMAGNA IL MODELLO UNICO ALLA LUCE DELLE ULTIME MODIFICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google