La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Fisco e Scuola Agenzia delle Entrate e istituzioni scolastiche per la promozione di una cultura fiscale Bologna, 10 Marzo 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Fisco e Scuola Agenzia delle Entrate e istituzioni scolastiche per la promozione di una cultura fiscale Bologna, 10 Marzo 2006."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Fisco e Scuola Agenzia delle Entrate e istituzioni scolastiche per la promozione di una cultura fiscale Bologna, 10 Marzo 2006

2 LAgenzia delle Entrate Ente pubblico non economico, in funzione dal 1° gennaio Obiettivi istituzionali: miglioramento dei servizi di assistenza e informazione prevenzione e contrasto allevasione LAgenzia delle Entrate si articola in: Strutture centrali Direzioni regionali (19, più 2 Direzioni Provinciali) Uffici Locali (386 distribuiti sul territorio nazionale)

3 Il progetto Fisco e Scuola 6 maggio 2004: convenzione tra Agenzia delle Entrate e MIUR. Finalità della convenzione: promuovere forme di collaborazione per lo sviluppo della coscienza civica nei cittadini migliorare la conoscenza della materia fiscale nelle nuove generazioni con il coinvolgimento di scuole e famiglie fornire ai docenti strumenti idonei per la realizzazione del progetto Il protocollo di intesa

4 Il sito Entrate in classe È il contenitore delle iniziative intraprese a livello locale dagli Uffici dellAgenzia, in collaborazione con le scuole. È un punto di riferimento per il reperimento di informazioni e documentazione, rivolto a: insegnanti e studenti dipendenti dellAgenzia che aderiscono al progetto Il sito Entrate in classe

5 Il Progetto Fisco e Scuola in Emilia-Romagna Il 3 agosto 2004 la Direzione Regionale Emilia-Romagna ha rinnovato il Protocollo di intesa con lUfficio Scolastico regionale, al fine di agevolare la realizzazione di percorsi formativi nelle scuole di ogni ordine e grado. Nel 2005: 22 Uffici dellAgenzia hanno aderito al progetto 52 istituti scolastici hanno stipulato convenzioni con Uffici dellAgenzia

6 Il progetto Fisco e Scuola sul web Il sito della Direzione Regionale contiene: le iniziative della Direzione Regionale le iniziative degli Uffici lelenco dei referenti del progetto

7 I referenti del Progetto Fisco e Scuola In ogni Ufficio della regione è stato nominato un referente Fisco e Scuola, a cui listituto scolastico può rivolgersi per elaborare progetti comuni. Il referente è un importante punto di contatto tra il mondo della scuola e lAgenzia delle Entrate, promuovendo la cultura fiscale e fungendo da supporto alle attività di formazione intraprese dagli insegnanti. Lelenco completo dei referenti è consultabile, oltre che sul sito internet regionale, anche sul depliant informativo.

8 Fisco e bambini: lesperienza di Piacenza LEmilia-Romagna si è distinta per aver studiato e realizzato percorsi formativi per gli alunni delle scuole elementari. LUfficio di Piacenza si è segnalato per una serie di iniziative, realizzate in collaborazione con lIstituto Comprensivo Parini di Podenzano (PC), tra cui: il Quaderno didattico …e adesso ve le raccontiamo noi le tasse! la rappresentazione teatrale A spasso nel tempo con le signore Tasse, presso il Teatro Antoniano di Bologna

9 Fisco e ragazzi Il progetto Fisco e Scuola coinvolge anche gli studenti delle scuole medie e superiori. Attività promosse: incontri presso le scuole, con lintervento di funzionari dellAgenzia visite guidate presso gli Uffici delle Entrate tirocini formativi, per gli studenti delle scuole superiori Resta fondamentale il ruolo dellinsegnante: lAgenzia delle Entrate non vuole sostituirsi alleducatore, ma affiancarsi per realizzare insieme percorsi di educazione civica.

10 Generazioni a confronto fiabe, giochi, internet per conoscere il mondo delle tasse Generazioni a confronto prosegue il progetto nazionale Fisco e Scuola, iniziativa che ha lobiettivo di avvicinare i giovani ai principi fondamentali della giustizia e dellequità fiscale diffondendo il concetto di partecipazione per il buon funzionamento dei servizi pubblici. Lidea di base è già stata sperimentata con gli alunni della classe III elementare della scuola Filippo Bassi di Castelmaggiore.

11 Generazioni a confronto: obiettivi diffondere i principi di educazione fiscale promuovere limmagine dellAgenzia cercando di avvicinarsi ai cittadini, anche al di fuori delle sedi istituzionali. Liniziativa è rivolta non solo ai bambini ma più in generale alle famiglie, particolare importanza viene data alla figura del nonno.

12 Perché i nonni? la relazione nonno-nipote è un momento di crescita reciproca i nonni hanno generalmente tempo da dedicare ai nipoti anche i nonni hanno necessità di conoscere ed aggiornarsi

13 Generazioni a confronto: gli strumenti noi stessi le guide dellAgenzia i siti internet dellAgenzia, nazionale e regionale la posta elettronica due favole e un gioco di ruolo un pieghevole che illustra i servizi dellAgenzia

14 Generazioni a confronto: le fasi FASE 1: incontro di coinvolgimento, presso la scuola FASE 2: gioco di ruolo a cui partecipano anche i nonni, presso la scuola FASE 3: incontro per lavvicinamento allinformatica dei bambini e dei nonni, presso i nostri uffici

15 Generazioni a confronto: fase 1 Durante il primo incontro a scuola verranno coinvolti i bambini con facili domande mirate a far scoprire che lo Stato è una grande famiglia che, come tutte le famiglie, ha: bisogni regole (che nel caso dello Stato si chiamano leggi) risorse per soddisfare i propri bisogni Introdotto il concetto di tasse e spiegato il ruolo dell'Agenzia delle Entrate, viene distribuito ai bambini il materiale didattico

16 Fase 1: mezzi DEPLIANT sui servizi dellAgenzia rivolto al famiglie DUE FAVOLE SUL FISCO, senza finale. I bambini dovranno scrivere il finale scegliendo una delle due favole. I finali migliori saranno pubblicati nel sito internet della Direzione Regionale nella pagina dedicata al Progetto Fisco e Scuola LETTERA in cui il bambino si rivolge al nonno, descrivendo la sua esperienza e invitandolo ai successivi incontri SCHEDA che descrive cosè un gioco di ruolo, introducendo lo scenario del gioco SCHEDA-personaggio e relativi allegati

17 Generazioni a confronto: fase 2 Il secondo incontro è dedicato allo svolgimento del gioco di ruolo. Ogni bambino interpreta il suo personaggio, i nonni collaborano al gioco, che si concluderà con lapprovazione della Legge Finanziaria.

18 Generazioni a confronto: fase 3 Questultima fase si svolge presso gli Uffici dellAgenzia. Saranno spiegate ai bambini alcune semplici regole per accedere ad internet e per lutilizzo della posta elettronica. In particolare, verrà illustrato il sito internet nazionale dellAgenzia delle Entrate e quello della Direzione Regionale Emilia-Romagna, con i relativi servizi. I bambini accederanno alla pagina dedicata al Progetto Fisco e Scuola, con la possibilità di leggere i finali delle fiabe da loro scritti e la Legge approvata durante il gioco di ruolo.

19 Scheda personaggio: Antonio Segugio – Commissario Ho 54 anni sono sposato e ho due figli. Sono un tipo dinamico e modestia a parte sono piuttosto geniale a detta di molti ho un fiuto infallibile. Sono il Commissario del distretto di Polizia di Evadilandia da lungo tempo. In questi ultimi anni la situazione è precipitata i criminali si sono moltiplicati, molti dei miei agenti sono andati in pensione e non sono stati sostituiti con altro personale. Ho dei ritmi di lavoro frenetici, il mio telefono squilla a tutte le ore della notte. Mia moglie, poverina, si lamenta spesso ma ha una gran pazienza e la massima stima nei mie confronti. Ho avuto una segnalazione da un un amico – collega di un altro distretto: probabilmente quel mascalzone di Furbastri (il vecchio Sindaco) si nasconde nella foresta di Tassingam. Ho fatto alcune indagini bancarie, una ingentissima somma di denaro è stata versata in un libretto al portatore in una banca della zona. Vorrei partire son certo di riuscire a stanare il Furbastri ma non posso farlo, lasciando la città in mano ai delinquenti locali. Note per il commissario: Battiti per ottenere nuovo personale. Tutti sono consapevoli dellimportanza della sicurezza. Larresto di Furboni potrebbe scoraggiare anche gli altri criminali, non sempre i cattivi la fanno franca! E il recupero del bottino sarebbe una vera boccata daria fresca per le casse comunali. P.S. Tieni docchio il sig. Martelli il tuo fiuto ti dice che ha qualcosa da nascondere. Recupera qualche oggetto che richiama il tuo personaggio (una lente… una pipa…..???)

20 Coordinatore dei Saggi Sono il coordinatore dei Saggi e oggi ho un ruolo molto importante: deliberare (decidere), assieme agli altri Saggi, la Legge Finanziaria Dovrò, ascoltati tutti i personaggi, capire qual è la decisione migliore per la nostra città. Dovrò fare da moderatore nella discussione, ricordandomi e ricordando agli altri che: - Il bilancio purtroppo parla chiaro - Abbiamo la metà dei soldi che ci servono, per sostenere tutte le spese. - non possiamo imporre nuove tasse ai cittadini anzi per il prossimo anno le dobbiamo diminuire. Sicuramente non riusciremo ad accontentare tutti a meno che non ci venga unidea geniale!(?) Note per il Coordinatore: Hai un ruolo veramente molto importante per la riuscita di questo gioco, devi tirare le fila e concretizzare le idee se sei in difficoltà puoi chiedere aiuto al moderatore. Puoi fare domande ai personaggi. Recupera qualche oggetto che richiama il tuo personaggio

21 Il Bilancio della città di Evadilandia Euro Euro che abbiamo da spendere


Scaricare ppt "Progetto Fisco e Scuola Agenzia delle Entrate e istituzioni scolastiche per la promozione di una cultura fiscale Bologna, 10 Marzo 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google