La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli aspetti contabili della fusione a cura del prof. Gianfranco Capodaglio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli aspetti contabili della fusione a cura del prof. Gianfranco Capodaglio."— Transcript della presentazione:

1 Gli aspetti contabili della fusione a cura del prof. Gianfranco Capodaglio

2 2 Si possono identificare le seguenti tipologie di fusione: A.fusione propria (o pura o per unione): le società partecipanti si estinguono e danno origine ad una nuova entità giuridica; B.fusione per incorporazione: la società incorporata si estingue nella società incorporante (già esistente); lincorporante effettua un aumento di capitale al servizio della fusione, con attribuzione ai soci della società incorporata di azioni/quote della incorporante. In tale ambito si può ulteriormente distinguere tra: i.fusione per incorporazione tra società fra le quali esiste una rapporto di partecipazione; ii.fusione per incorporazione tra società fra le quali non esiste una rapporto di partecipazione.

3 3. La fusione produce i seguenti effetti: lestinzione della società incorporata/fusa; il trasferimento alla incorporante o alla società risultante dalla fusione dellintero patrimonio della società incorporata/fusa e della totalità dei rapporti giuridici che ad essa fanno capo (si parla di successione universale); la conversione delle partecipazioni di cui erano titolari i soci della società incorporata/fusa in partecipazioni di uguale valore reale nella società incorporante/risultante dalla fusione, con il conseguente annullamento delle azioni/quote della prima e la sostituzione con azioni/quote della seconda (concambio di azioni/quote).

4 4 Il rapporto di cambio deriva dal confronto tra il valore economico della società incorporata/fusa e il valore economico della società incorporante/risultante dalla fusione. la sua quantificazione richiede la valutazione del capitale economico (W) delle società partecipanti alla fusione un esperto nominato dal Tribunale deve verificare la congruità del rapporto di cambio;

5 5 il rapporto di cambio è determinato sulla base della seguente formula: Laumento di capitale è pari al rapporto di cambio per il n. di azioni dellincorporata per il valore nominale delle azioni dellincorporante

6 6 Gli aspetti contabili La data di effetto contabile della fusione normalmente coincide con la data di effetto giuridico (cioè la data dellultima iscrizione dellatto di fusione nel registro delle imprese); Può essere retrodatata, non oltre linizio dellesercizio in cui si realizza la fusione. In tal caso, gli effetti delle operazioni svolte dalla incorporata/fusa dall1.1 alla data di effetto giuridico sono imputati alla società incorporante/risultante dalla fusione; il documento OIC 4) fusione e scissione, al par , così recita: >.

7 7 Alla data di effetto contabile della fusione: la società fusa/incorporata deve: chiudere i propri conti; trasferire i saldi patrimoniali ed economici alla società incorporante/risultante dalla fusione; la società incorporante/risultante dalla fusione deve: aprire i conti della società fusa/incorporata (le attività e le passività della fusa/incorporata sono riportate al loro valore contabile); eseguire un aumento di capitale sociale al servizio della fusione (salvo fusione con incorporazione di società detenuta al 100%); eliminare il valore della (eventuale) partecipazione detenuta nella società fusa/incorporata; rilevare le differenze di fusione.

8 8 Le differenze di fusione: natura Differenze da concambio: si originano nelle fusioni tra società non legate da rapporti di partecipazione totalitari. Sono così determinate: valore dellaumento di capitale sociale della incorporante - patrimonio netto contabile della incorporata se < 0 (aumento CS 0 (aumento CS>quota PNC di terzi), si ha un disavanzo da concambio:

9 9 Le differenze di fusione: natura Differenze da annullamento: si originano nelle fusioni tra società legate da rapporti di partecipazione. Sono così determinate: valore di carico della partecipazione della incorporata nella incorporante - quota di patrimonio netto contabile della incorporata di pertinenza della incorporante se < 0 (partecipazione 0 (partecipazione>quota PNC), si ha un disavanzo da annullamento: la partecipazione ha un valore superiore al suo patrimonio netto contabile, poiché al momento dellacquisto è stato pagato un prezzo maggiore rispetto al patrimonio netto.

10 10 Le differenze di fusione: trattamento Lart bis così recita : 4] Nel primo bilancio successivo alla fusione le attività e le passività sono iscritte ai valori risultanti dalle scritture contabili alla data di efficacia della fusione medesima; se dalla fusione emerge un disavanzo, esso deve essere imputato, ove possibile, agli elementi dell'attivo e del passivo delle società partecipanti alla fusione e, per la differenza e nel rispetto delle condizioni previste dal numero 6 dellart. 2426, ad avviamento. Se dalla fusione emerge un avanzo, esso è iscritto ad apposita voce del patrimonio netto, ovvero, quando sia dovuto a previsione di risultati economici sfavorevoli, in una voce dei fondi per rischi ed oneri.

11 11 Differenze da concambio: secondo lOIC 4 il rapporto di cambio, determinato a seguito di un negoziato tra le parti, determina (almeno in parte) il costo di acquisizione dellincorporata (da parte dellincorporante ndr.) e, nel caso di disavanzo, è giustificato da un effettivo maggior valore della incorporata rispetto al suo attivo netto contabile. Lesempio che segue dimostra lesatto contrario : secondo la dottrina prevalente lentità ed il segno delle differenze da concambio sono puramente casuali.

12 12 Le differenze di fusione: trattamento Differenze da annullamento: Derivano dal confronto fra il valore di carico della partecipazione annullata e lammontare del capitale netto della società partecipata: se la differenza è positiva, il disavanzo può avere la natura di maggior valore degli elementi patrimoniali rispetto al valore di libro, ivi compreso lavviamento. Si sostiene che potrebbe trattarsi di un cattivo affare e pertanto dovrebbe chiudere a C/E. Si osserva che, in tal caso, si sarebbe dovuta già svalutare la partecipazione.

13 13 Nel caso di differenza negativa, lavanzo può avere la natura di rettifica (in diminuzione) da apportare agli elementi patrimoniali, o di fondo spese future per la ristrutturazione aziendale. Anche in questo caso si sostiene che, se si tratta di un buon affare, il relativo importo può costituire una riserva del netto, o, addirittura (IAS) un componente positivo di reddito. Potrebbe avere la natura di avviamento negativo. Il fondo rischi o spese future andrebbe utilizzato al momento dell'effettivo sostenimento dei costi, girandolo a componenti positivi di reddito.

14 14

15 15

16 16 LAVVIAMENTO Utilizzando il disavanzo per aumentare o introdurre poste dellattivo, lOIC sostiene che si debba tener conto delleventuale fiscalità differita, in tutti i casi, tranne che nel caso dellavviamento, in quanto considerato valore differenziale Lo standard IAS 36 (riduzione durevole di valore delle attività) al paragrafo 79 riporta una propria definizione dellavviamento connesso ad operazione di aggregazione di imprese: >. Troviamo la stessa definizione nello standard IFRS 3 (aggregazioni aziendali), al paragrafo 52.

17 17 LAVVIAMENTO NEGLI IAS/IFRS viene rescisso il legame della voce avviamento con il complesso aziendale di riferimento; lavviamento viene legato ad altre combinazioni di fattori, che costituiscono le unità generatrici di flussi finanziari; i flussi vengono stimati con riferimento a decisioni prese dalla direzione aziendale successivamente allacquisto che ha generato lavviamento; fra tali decisioni assumono particolare rilievo quelle relative a ristrutturazioni aziendali, che, se pur non ancora realmente iniziate, hanno comportato limpegno dellimpresa;

18 18 La fusione in ambiente IFRS Disciplina di riferimento: IFRS 3 – Business Combination Ambito di applicazione IFRS 3: 1.la fusione è tra imprese non under common control; 2.la fusione è tra imprese in funzionamento; 3.la fusione comporta lacquisizione del controllo da parte di una delle imprese partecipanti alloperazione (non necessariamente la società incorporante o risultante dalla fusione). Purchase method of accounting

19 19 Il purchase method of accounting 1.Identificazione del soggetto acquirente: è limpresa che, per effetto della fusione, acquisisce il controllo della/e società partecipante/i alla fusione. 2.Misurazione del costo dellacquisizione: fair value del corrispettivo (nel caso di fusione le azioni date in concambio: abbiamo visto, però che lentità dellaumento di capitale dipende da fenomeni del tutto casuali); costi direttamente attribuibili alloperazione.

20 20 1.Purchase Price Allocation (PPA): rilevazione nel bilancio dellacquirente alla data dellacquisizione del fair value delle attività nette delle imprese acquisite, anche se non iscritte in precedenza nel bilancio di queste; leventuale eccedenza positiva (negativa) tra (i) costo dacquisto e (ii) fair value delle attività nette acquisite, deve essere iscritta nel bilancio dellacquirente come avviamento.

21 21 Il purchase method of accounting Il purchase metod of accounting richiede la scomposizione del prezzo pagato (corrispettivo), tramite liscrizione nel bilancio dellacquirente di: a)fair value delle attività materiali (+); b)fair value delle attività immateriali identificabili e separabili (+); c)fair value delle passività e delle passività potenziali (-); d)imposte differite da rilevare separatamente (+/-). La differenza tra fair value del corrispettivo e somma algebrica del valore delle attività/passività iscritte in bilancio (precedenti punti a)-d)) costituisce (i) avviamento, se positiva, ovvero (ii) componente positivo di reddito, se negativa.

22 22 Il purchase method of accounting: esempio A acquista (tramite fusione) una partecipazione del 100% in B. Prezzo di acquisto (a)1.000 Fair Value attività nette di B acquisite (b) Fair Value attività acquisite Fair Value passività acquisite400 - Imposte differite200 Avviamento (c=a-b)400

23 23 La PPA management Goodwill proprio Attività materiali nette Goodwill Attività imm. specifiche Prezzo pagato Goodwill improprio Attività materiali nette Goodwill Attività materiali nette

24 24 La PPA management : esempio A acquista una partecipazione del 100% in B. Hp 1: Nessuna rilevazione di attività immateriali spec. Prezzo di acquisto1.000 Fair Value attività nette di B acquisite600 - Fair Value attività acquisite Fair Value passività acquisite400 - Imposte differite200 Avviamento400

25 25 La PPA management : esempio A acquista una partecipazione del 100% in B. Hp 2: Rilevazione di attività immateriali specifiche Prezzo di acquisto1.000 Fair Value attività nette di B acquisite800 - Fair Value attività acquisite Fair Value passività acquisite400 - Fair Value Customer Relationship300 - Imposte differite300 Avviamento200

26 26 La PPA management : esempio Effetti sul Return On Equity (ROE) Ipotesi 1Ipotesi 2 Reddito consolidato A100 Ammortamento attività immateriali- 30 = (300*10%) Reddito netto consolidato A10070 Patrimonio Netto consolidato di A = ( ) ROE10%7,2%


Scaricare ppt "Gli aspetti contabili della fusione a cura del prof. Gianfranco Capodaglio."

Presentazioni simili


Annunci Google