La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Testo di riferimento: Testo di riferimento: Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione. Diagnosi infermieristiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Testo di riferimento: Testo di riferimento: Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione. Diagnosi infermieristiche."— Transcript della presentazione:

1 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Testo di riferimento: Testo di riferimento: Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione. Diagnosi infermieristiche e problemi collaborativi. di Lynda Juall Carpenito Casa Editrice Ambrosiana.

2 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. LINFERMIERISTICA come disciplina: LINFERMIERISTICA come disciplina: -Profondità e ampiezza del FOCUS rispetto alle altre discipline. -VASTITA di discipline di cui si avvale. Minor PROFONDITA nelle singole discipline.

3 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Modello BIFOCALE dellATTIVITA CLINICA : Modello BIFOCALE dellATTIVITA CLINICA : 1 ) Diagnosi Infermieristica 2) Problema Collaborativo

4 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. La DIAGNOSI INFERMIERISTICA: è un giudizio clinico riguardante le risposte di una persona, famiglia o comunità a problemi di salute/processi vitali, problemi che possono essere reali o potenziali. La DIAGNOSI INFERMIERISTICA: è un giudizio clinico riguardante le risposte di una persona, famiglia o comunità a problemi di salute/processi vitali, problemi che possono essere reali o potenziali.

5 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. L.J.Carpenito raggruppa le Diagnosi Infermieristiche in base ai modelli funzionali di salute. L.J.Carpenito raggruppa le Diagnosi Infermieristiche in base ai modelli funzionali di salute. Tali modelli sono: Tali modelli sono: 1) Modello di percezione della salute – gestione della salute. 2) Modello nutrizionale - metabolico

6 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. 3) Modello di eliminazione 4) Modello di attività - esercizio 5) Modello di sonno – riposo 6) Modello cognitivo – percettivo 7) Modello di percezione di sé 8) Modello di ruolo – relazioni

7 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. 9) Modello di sessualità – riproduzione 10) Modello di coping – tolleranza allo stress 11) Modello di valori - convinzioni

8 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Il PROBLEMA COLLABORATIVO : Il PROBLEMA COLLABORATIVO : i problemi collaborativi sono certe complicanze che gli infermieri controllano per individuarne la comparsa o una modificazione. Gli infermieri gestiscono il problema collaborativo con interventi di prescrizione medica e infermieristica volti a ridurre al minimo le complicanze di determinati eventi.

9 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Anche i problemi collaborativi vengono raggruppati secondo complicanze potenziali legate ad organi, sistemi, apparati. Anche i problemi collaborativi vengono raggruppati secondo complicanze potenziali legate ad organi, sistemi, apparati. Complicanze potenziali: Complicanze potenziali: 1) Complicanza potenziale (CP) : cardiaco/vascolare

10 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. 2) CP : respiratoria 3) CP : renale/urinaria 4) CP : gastrointestinale-epatica-biliare 5) CP : metabolica/immunitaria/ematopoietica

11 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. 6) CP : neurologica/sensoriale 7) CP : muscolare/scheletrica 8) CP : riproduttiva 9) CP : multisistemica

12 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. La DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA: La DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA: Necessità di standard applicabili. Necessità di standard applicabili. Esempio di standard scelto, secondo lAmerican Nurses Association: Esempio di standard scelto, secondo lAmerican Nurses Association: 1)Dati di accertamento rilevati 2)diagnosi infermieristiche 3)Obiettivi misurabili

13 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. 4)piano di assistenza 5)interventi 6)risposte del cliente 7)revisione delle diagnosi, del risultato, del piano assistenziale

14 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. La documentazione infermieristica serve per : La documentazione infermieristica serve per : -definire gli aspetti centrali dellAssistenza Infermieristica rivolta ad una persona o a un gruppo. -differenziare la responsabilità dellinfermiere da quella di altri membri dellequipe assistenziale

15 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. -fornire i criteri per la revisione e la valutazione dellassistenza (miglioramento della qualità) -fornire i criteri per la classificazione dei pazienti -fornire una giustificazione per il rimborso (USA)

16 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. -fornire dati per revisioni amministrative e legali -aderire agli standard previsti dalla legislazione o dallaccreditamento e agli standard professionali -fornire i dati necessari ai fini di ricerca e formazione.

17 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. LA SCRITTURA IN FORMA DI TESTO LIBERO DEVE ESSERE MINIMA O ASSENTE A MENO CHE NON SI SIA VERIFICATA UNA SITUAZIONE INSOLITA O INSODDISFACENTE. LA SCRITTURA IN FORMA DI TESTO LIBERO DEVE ESSERE MINIMA O ASSENTE A MENO CHE NON SI SIA VERIFICATA UNA SITUAZIONE INSOLITA O INSODDISFACENTE.

18 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. ESEMPIO PRATICO SULLA TEORIA: ESEMPIO PRATICO SULLA TEORIA: Lesioni termiche (ustioni): Problemi collaborativi: -ipossia-ipovolemia/shock -acidosi metabolica Ecc…

19 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Diagnosi infermieristiche : -rischio elevato di nutrizione alterata correlato ad aumentato fabbisogno proteico, calorico e vitaminico per la guarigione dellustione e diminuito apporto secondario a dolore, diminuzione dellattività e della mobilità, possibili nausea e vomito.

20 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. -rischio elevato di disturbo del concetto di sé, correlato ad effetti dellustione sullaspetto, maggiore dipendenza dagli altri e modificazioni dello stile di vita e delle responsabilità di ruolo.

21 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Problema collaborativo: ipossia Problema collaborativo: ipossia Obiettivo : linfermiere identificherà, tratterà e ridurrà al minimo le complicanze delle lesioni termiche. Obiettivo : linfermiere identificherà, tratterà e ridurrà al minimo le complicanze delle lesioni termiche. Interventi : Interventi : - valutare e monitorare la funzionalità respiratoria: suoni respiratori, frequenza e ritmo respiratorio, ossimetria ed emoglobina

22 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Interventi : Interventi : -monitorare per rilevare i segni e i sintomi di lesioni inalatorie : ustione facciale, ciglia o peli nasali bruciati, tempo di soggiorno in ambiente incendiato. -monitorare segni e sintomi di avvelenamento di monossido di carbonio : cefalea, vertigini, nausea, vomito, dispnea, cute color ciliegia. Ecc…

23 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Diagnosi infermieristica: rischio elevato di nutrizione alterata per … Diagnosi infermieristica: rischio elevato di nutrizione alterata per … Obiettivo: il cliente riprenderà ad assumere il fabbisogno nutrizionale quotidiano che include: una selezione di cibi dei gruppi alimentari di base, 2000/3000 ml. di liquidi al giorno, quantità adeguata di vitamine, fibre e minerali.

24 Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Interventi : Interventi : -discutere del fabbisogno nutrizionale e delle fonti dietetiche. -consultare il dietista -determinare le preferenze e il modello alimentare del cliente -spiegare le cause dellanoressia e della nausea Ecc…

25 Lynda Juall Carpenito: la Teoria.


Scaricare ppt "Lynda Juall Carpenito: la Teoria. Testo di riferimento: Testo di riferimento: Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione. Diagnosi infermieristiche."

Presentazioni simili


Annunci Google