La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Tra il 2005 e il tra 2012 ci sono state 5 maternità di 3 dipendenti (di cui 3 tra il 2007 e 2010)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Tra il 2005 e il tra 2012 ci sono state 5 maternità di 3 dipendenti (di cui 3 tra il 2007 e 2010)"— Transcript della presentazione:

1 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Tra il 2005 e il tra 2012 ci sono state 5 maternità di 3 dipendenti (di cui 3 tra il 2007 e 2010) 3 maternità delle 2 consulenti esterne Laboratorio Accreditato Accredia n. 412 per la ISO Riconosciuto da Ministero della Sanità e Regione Piemonte Nel 2007 lo studio è stato certificato ISO 9001:2000 Analisi microbiologiche, chimiche, merceologiche Sicurezza alimentare - Sistemi qualità e HACCP - Formazione del Personale 6 dipendenti di cui 4 donne 4 consulenti esterni donne

2 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Progetto C.A.S.A. e Studio Arclab Qualità OrganizzazioneAutocontrollo Prevenzione Valutazione dei rischi Non conformità Azione correttiva Azione preventiva Prevenzione è la nostra forma mentis, oltre che la nostra visione aziendale C.A.S.A. integra un progetto finanziato POR FESR 2007/2013 – Asse I – Attivita I.3.2. "Adozione ICT"

3 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Progetto C.A.S.A. Conciliazione, Automazione Studio Arclab API di Torino, con lappoggio e la supervisione di Apid Imprenditorialità Donna, ha dato pieno appoggio alla realizzazione del progetto C.A.S.A affinché lesperienza costituisca un precedente incoraggiante per altri/e imprenditori/trici Associati/e con le medesime esigenze di conciliazione.

4 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 LAssociazione ApiD- Imprenditorialità Donna si propone di a) promuovere azioni di sostegno per lo sviluppo dellimprenditorialità femminile; b) collaborare con tutte le istituzioni competenti in ambito provinciale, regionale, nazionale, comunitario ed internazionale; c) attingere informazioni sulle esperienze ed iniziative in atto in ciascun paese comunitario e porsi come interlocutore propositivo in ciascuna azione; d) favorire occasioni di sviluppo e formazione professionale, studi e ricerche utili agli scopi sopra descritti; e) costituire un punto di riferimento per donne, o iniziative di donne, che intendono avviare nuove aziende e/o presentare progetti fornendo loro consulenza e informazioni atte ad agevolarle a livello nazionale e comunitario; f) promuovere la creazione di nuove imprese ed iniziative locali occupazionali; g) promuovere limmagine dellAPI e le sue specificità culturali e sociali curando la promozione del ruolo femminile, collaborando in tutti i settori in cui lAPI persegue le sue finalità istituzionali; h) sostenere azioni positive per linserimento delle donne nellambito delle associazioni di categoria e degli organismi direttivi dellAPI.

5 Progetto C.A.S.A. – I problemi riscontrati Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 ALLINIZIO le beneficiarie erano Donna di 40 anni con 2 figli di 4 e 18 mesi con part time di 6 ore Donna di 45 anni con 2 figli di 7 e 5 anni con part time di 6 ore Donna di 29 anni sposata da 2 anni Donna di 35 anni, non sposata e senza figli con contratto a 16 ore settimanali e residente 20 km di distanza dallo studio Donna di 47 anni con 3 figli di 17, 15 e 7 anni ORA le beneficiare sono Donna di 35 anni, non sposata e senza figli con contratto a 16 ore settimanali e residente 20 km di distanza dallo studio Donna di 47 anni con 3 figli di 17, 15 e 7 anni 2 donne sotto i 29 anni, non sposate e senza figli Il 15/2/13 il fornitore dei servizi informatici, nonché i docenti, sono stati cambiati Lindividuazione delle attività da svolgere in remote non è stato un problema

6 Sara Cambiotti Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Biologa Amministratrice dello studio Arclab dal 2005 Biologa Amministratrice dello studio Arclab dal dipendente (11-12 ore fuori da casa a 30 km di distanza da casa) Dal 1998 al 2005 libera professionista Insegnante in una scuola superiore dal 1999 al dipendente (11-12 ore fuori da casa a 30 km di distanza da casa) Dal 1998 al 2005 libera professionista Insegnante in una scuola superiore dal 1999 al 2001 Nel 2000 vengo a conoscenza della Legge 53/2000 Nel 2007 inizio a seguire le attività di ApiDonna e i loro progetti Tre figli di 17, 16 e 8 anni Un marito assente da casa per giorni interi per trasferte di lavoro Tre figli di 17, 16 e 8 anni Un marito assente da casa per giorni interi per trasferte di lavoro

7 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013

8 Cosa ha cambiato C.A.S.A.? Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 La segretaria amministrativa abita a 20 km di stanza da Beinasco e ha un contratto part time di 16 ore alla settimana. Ora 8 ore sono svolte a casa, risparmiando tempo e benzina. La responsabile del laboratorio ha dovuto fare una lunga convalescenza per malattia e lavorare da casa le ha permesso di portarsi avanti con il lavoro ed al rientro era meno ansiosa Un tecnico (uomo) ha usufruito del telelavoro per esigenze di assistenza anziani in famiglia Io con i miei tre figli sono più presente in casa e riesco a gestire le mie problematiche familiari. I miei figli sono più contenti e tranquilli che mamma sia più presente e quindi attenta alle loro esigenze. Il clima in casa è più sereno perché io sono più serena anche se devo gestire le loro continue interruzioni. In caso di malattia, scioperi e vacanze del bambino ho minori costi di baby sitter. Io con i miei tre figli sono più presente in casa e riesco a gestire le mie problematiche familiari. I miei figli sono più contenti e tranquilli che mamma sia più presente e quindi attenta alle loro esigenze. Il clima in casa è più sereno perché io sono più serena anche se devo gestire le loro continue interruzioni. In caso di malattia, scioperi e vacanze del bambino ho minori costi di baby sitter. Lorganizzazione delle attività in studio è meno a rischio, lavoriamo tutti più tranquilli per una migliore gestione dei tempi lavorativi. Il clienti sono più soddisfatti e ci percepiscono più efficienti

9 Il futuro di C.A.S.A. ? Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 In punto di partenza per altri progetti in cantiere Diffondere la nostra esperienza ad altri laboratori tramite il nostro servizio di consulenza e piccole realtà aziendali tramite ApiDonna Sarà di supporto per lo svolgimento dei prelievi e delle consulenze grazie all accesso in remote al nostro server

10 Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Grazie a tutti

11 Recapiti Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Strada Antica di None, Beinasco (TO)


Scaricare ppt "Welfare aziendale e conciliazione Torino, 16 maggio 2013 Tra il 2005 e il tra 2012 ci sono state 5 maternità di 3 dipendenti (di cui 3 tra il 2007 e 2010)"

Presentazioni simili


Annunci Google