La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sassari, 21-22 marzo 2008 – presso liceo Azuni Venerdì 22 pomeriggio Edoardo Lugarini, La riflessione sulla lingua nella comprensione analitica del testo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sassari, 21-22 marzo 2008 – presso liceo Azuni Venerdì 22 pomeriggio Edoardo Lugarini, La riflessione sulla lingua nella comprensione analitica del testo."— Transcript della presentazione:

1 Sassari, marzo 2008 – presso liceo Azuni Venerdì 22 pomeriggio Edoardo Lugarini, La riflessione sulla lingua nella comprensione analitica del testo (anche) letterario Discussione plenaria Leducazione linguistico-letteraria nel biennio della scuola superiore Competenze, strategie, processi di insegnamento/apprendimento Giovedì 21 pomeriggio Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi Attività operativa dei corsisti divisi in gruppi e coordinati da docenti locali su materiali forniti dal relatore Interventi conclusivi che mettano in relazione le tematiche delle due giornate alla presenza di entrambi i relatori

2 Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi La reading literacy secondo lOcse Pisa Perché la letto-scrittura? Percorsi di educazione linguistica Possibili unità di letto-scrittura… soglia? Esempi e… tanto per cominciare con una nota di ottimismo….

3 Indagine Fischer lettura Top Ten Il mio libro preferito Lamico ritrovatoTre metri sopra il cielo SiddhartaHarry Potter Il fu Mattia PascalIl codice da Vinci Va dove ti porta il cuoreHo voglia di te Il ritratto di Dorian GrayIl Signore degli anelli Noi, ragazzi dello zoo di BerlinoIo non ho paura Alice e i giorni della drogaEragon La coscienza di ZenoLamico ritrovato I MalavogliaSe questo è un uomo Orgoglio e pregiudizioIl ritratto di Dorian Gray 12 ItI Promessi Sposi 17 Delitto e castigoIo uccido

4 Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi La reading literacy secondo lOcse Pisa

5 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Competenza di lettura (Reading literacy) Letà di Leonardo La competenza di lettura consiste nella comprensione e nellutilizzazione di testi scritti e nella riflessione sui loro contenuti al fine di raggiungere i propri obiettivi, di sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità e di svolgere un ruolo attivo nella società. PISA (2003), it., p.11

6 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Competenza di lettura/2 Letà di Leonardo Le definizioni di lettura e di reading literacy sono cambiate nel tempo contestualmente ai cambiamenti avvenuti nella società, nelleconomia e nella cultura. I concetti di apprendimento e, in particolare, quello di apprendimento per tutta la vita (lifelong learning), hanno ampliato i principi e i requisiti che definiscono la competenza di lettura. Questa non è più considerata come unabilità che si acquisisce unicamente nellinfanzia, durante i primi anni di scuola, ma piuttosto come un insieme di conoscenze, abilità e strategie in continua evoluzione, che gli individui sviluppano nel corso della vita in diverse situazioni e attraverso linterazione con i pari e con i gruppi più ampi di cui fanno parte. PISA (2003), it., p.110

7 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Processi e profilo di competenza Letà di Leonardo individuare informazioni: il lettore deve riconoscere, localizzare e selezionare singole informazioni fornite dal testo sulla base di stimoli letterali o tramite riformulazioni; deve individuare e confrontare informazioni poste in punti vicini o fra loro lontani nel testo; comprendere il significato generale di un testo: il lettore deve cogliere largomento e il senso generale del testo, lo scopo, le caratteristiche essenziali; deve inoltre separare gli spetti centrali da quelli secondari e saper compiere generalizzazioni e semplici processi di sintesi; sviluppare uninterpretazione: il lettore deve collegare fra loro le diverse parti del testo, seguirne la coerenza interna, cogliere i nessi coesivi, produrre inferenze, stabilire relazioni logiche di tipo temporale o causale, individuare analogie e differenze, risalire alle intenzioni comunicative dellautore implicite nel testo; riflettere sul contenuto di un testo e valutarlo: il lettore riflette sugli argomenti e sulle informazioni, mettendoli in relazione con elementi che stanno fuori dal testo, ad esempio conoscenze che provengono da altre fonti o con le proprie conoscenze, arricchendo le possibilità interpretative del testo in modo da poter formulare valutazioni o giudizi sulle cose dette; riflettere sulla forma di un testo e valutarlo: il lettore osserva in modo distaccato il testo, ne conosce e valuta la struttura, il genere, il registro linguistico, ne valuta gli aspetti formali, stilistici, retorici; in questo caso giudica non tanto che cosa viene detto, ma come, con quale efficacia, da quale punto di vista da parte dellautore;

8 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione La riduzione a tre processi Letà di Leonardo Individuare informazioni Comprendere il significato generale Sviluppare una interpretazione Riflettere sul contenuto del testo e valutarlo Riflettere sulla forma del testo e valutarla Individuare informazioni Interpretare il testo Riflettere e valutare

9 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Le variabili adottate: i processi di comprensione Letà di Leonardo

10 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Le variabili adottate: i tipi di testo Letà di Leonardo

11 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Le situazioni o domini Letà di Leonardo I contesti più significativi di utilizzo della lingua nella realtà scolastica ed extrascolastica, che il rilevamento OCSE/PISA trae dal quadro comune europeo di riferimento per le lingue dove sono definiti domini, in riferimento ai contesti ampi di impiego della lingua (sfere dazione o aree di interesse), e riconduce a quattro corrispondenti situazioni in cui si esercita la lettura: lettura a uso privato (personale) PISA (2003), it., p. 120 letture a uso pubblico lettura a fini professionali lettura a fini scolastici

12 Lindagine OCSE-PISA: spunti di riflessione Le variabili adottate: i domini Letà di Leonardo

13

14 Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi Perché la letto-scrittura?

15 dallalto revisione pianificata dal basso assimilazione della manifestazione lineare del testo attribuzione/ riconoscimento di significati al testo e alle sue parti concettualizzazione degli argomenti elaborazione/ previsione- controllo di rappresentazioni mentali dei contenuti e delle conoscenze COMPRENSIONE PRODUZIONE RI-SCRITTURE realizzazione della STESURA lineare del testo PIANIFICAZIONE della struttura testuale (tematica e espositiva) IDEAZIONE della dimensione tematica, controllo delle variabili espositive e contestuali di getto elaborazione/ previsione- controllo di rappresentazioni mentali dei contenuti e delle conoscenze attribuzione/ riconoscimento di significati al testo e alle sue parti Complementarità e reciprocità cognitiva dei processi di lettura e scrittura il testo/la testualità struttura linguistica: scelte lessicali, strutture morfosintattiche, nessi coesivi struttura e coerenza testuale matrici ideative e tematiche, espositive, pragmatiche

16 ideazione/progettazione/stesura Lettura e scrittura: la reciprocità cognitiva LEGGERE e capire Ideare e SCRIVERE parole e frasi del testo portatrici di significato ( e di senso) successione delle parti e degli argomenti idee generali e scelte pragmatiche bottom-up top-down correzione

17 attività linguistica e cognitiva che consente di passare da un testo A a un testo B… in modi e con finalità diverse… Le riscritture : la dimensione procedurale Testo A Testo B parole e frasi del testo portatrici di significato ( e di senso) successione delle parti e degli argomenti idee generali e scelte pragmatiche

18 assunto come … Le riscritture : per una tipologia Testo A Testo B per realizzare un … BASE da… - parafrasare, - riassumere - ampliare - modificare (variare registro, stile) - parodiare trasformazioni linguistiche e testuali MATERIALE da - selezionare - citare - confutare riuso consapevole MODELLO da… - applicare - imitare - adattare applicazioni inventive OGGETTO da… - interrogare - annotare - analizzare - commentare osservazione analitica ANTECENDENTE o SPUNTO - da svolgere - da rielaborare - cui rispondere interazione produttiva

19 Assumere il TESTO come…... in differenti percorsi didattici BASE da comprendere e… - parafrasare, riassumere, rappresentare - modificare, ampliare trasformazioni linguistiche e testuali MODELLO da comprendere e… applicare - imitare - adattare applicazioni inventive MATERIALE da comprendere e… selezionare, citare, confutare ri-usi consapevoli OGGETTO da comprendere e… interrogare, annotare, analizzare, commentare osservazione analitica ANTECEDENTE o SPUNTO per… svolgere - rielaborare - rispondere interazione produttiva Elenco tassonomico di riscritture / percorsi di ed. ling. SCRITTURA CREATIVA OCCASIONI, MOMENTI E ALTRE SUGGESTIONI LETTOSCRITTURA DOCUMENTATA LETTOSCRITTURA ANALITICA E CRITICA SCRITTURA imitativa e ricostruttiva di tipologie e generi testuali

20 Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi Possibili unità di letto-scrittura… soglia?

21 Ad esempio, sono possibili aree di competenza attivabili: Adottare strategie autonome di selezione e raccolta delle informazioni da testi espositivi per ampliare le proprie conoscenze su argomenti noti Leggere testi giornalistici su temi di attualità contemporanea per informarsi Leggere testi espositivi su tematiche disciplinari per ampliare le proprie conoscenze Scrivere lettere per comunicare a destinatari noti o ignoti attorno a tematiche di interesse individuale o collettivo Leggere e scrivere testi autobiografici di adolescenti (contemporanei e del passato) per provare il piacere di leggerle, riconoscere le caratteristiche essenziali del genere e confrontarsi con altri lettori

22 Leggere, analizzare e scrivere testi di natura autobiografica per prendere coscienza della dimensione sia soggettiva che collettiva di particolari problematiche individuali e sociali, storicizzandone almeno alcuni aspetti Confrontare testi narrativi con realizzazioni filmiche per accrescere le capacità di fruizione consapevole e di interpretazione critica Leggere e analizzare testi argomentativi su temi di attualità (sportiva, di cronaca, politica) particolarmente (semplici/complessi) su quotidiani e riviste per confrontare opinioni, ampliare punti di vista, confutare credenze (anche proprie) Imitare forme di scrittura espositiva su tematiche disciplinari per incrementare le proprie capacità di comprensione, gestione e produzione di testi espositivi su argomenti oggetti di studio in contesti disciplinari diversi Progettare e realizzare un blog di classe per scambiarsi opinioni, suggerimenti, interventi di mutuo soccorso.

23 Mario Ambel, Strategie e livelli di comprensione e riuso dei testi Percorsi di educazione linguistica

24 La progettazione dei percorsi di educazione linguistica/1a apprezzarne gli usi creativi ed estetici Educazione letteraria Educazione linguistica comunicare didattiche disciplinari acquisire e rielaborare conoscenze Usare il linguaggio verbale per… A B C

25 La progettazione dei percorsi di educazione linguistica/1b accrescere e consolidare le proprie risorse cognitive, linguistiche e comunicative acquisire e consolidare le competenze che consentono di.. aumentare la conoscenza, la capacità di analisi e di uso consapevole del codice linguistico, della lingua in uso e dei testi partecipare agli universi della comunicazione interpersonale e sociale accedere alla dimensione creativa, ludica, estetica del linguaggio e alla rappresentazione letteraria del mondo acquisire e rielaborare linguaggi, conoscenze e modelli interpretativi disciplinari A B C accrescere la cognizione e il controllo procedurale e strategico di tutte le strumentazioni idonee a produrre, conservare e scambiare messaggi e testi

26 La progettazione dei percorsi di ed. ling. /comunicare comunicare Ricerca, ricava e usa informazioni da fonti diverse utili a risolvere problemi concreti: orientarsi in situazioni complesse, fare scelte, prendere decisioni. Legge e comprende testi informativi su argomenti di attualità; ne utilizza in testi propri le informazioni ricavate Racconta esperienze vissute (da sé o da altri) a voce o per scritto, esprimendo stati danimo, opinioni, valutazioni personali. Descrive aspetti della realtà (personale e sociale) da punti di vista e con scopi diversi, con funzione informativa o argomentativa Progetta e scrive testi argomentativi nei quali esprime opinioni, punti di vista, giudizi personali (e discute quelli di altri) su varie problematiche relative a contesti diversi

27 La progettazione dei percorsi di ed. ling. /letterarietà accedere agli usi creativi ed estetici Legge autonomamente (per il piacere di farlo) testi narrativi di vario genere liberamente scelti e congeniali ai propri interessi. Opportunamente guidato, legge e comprende testi narrativi e poetici adeguati, ne riconosce alcuni aspetti specifici ed è in grado di parlarne e scriverne, in relazione alle caratteristiche formali, ai significati e in riferimento ai contesti culturali e storici Riconosce, per averne fatta concreta esperienza (anche di scrittura), le principali forme in cui si realizzano gli usi creativi e letterari della lingua, sia in prosa che in versi. Riconosce e commenta le caratteristiche essenziali della letterarietà nei principali generi antichi e moderni (fiabe, miti, leggende, poemi, poesia lirica, teatro, racconti, romanzi)

28 La progettazione dei percorsi di ed. ling./studiare acquisire e rielaborare saperi discipl. Riconosce e ricava da testi espositivi informazioni implicite e esplicite, sulla base di criteri dati Riconosce argomenti e conoscenze di testi disciplinari ed è in grado di sintetizzarli in vari modi funzionali a esigenze diverse Utilizza adeguati strumenti di rappresentazione delle conoscenze per raccogliere, classificare e generalizzare argomenti, informazioni, conoscenze Confronta e usa testi diversi sulla base di criteri dati o elaborati sulla base di approcci e procedure disciplinari Usa argomenti e conoscenze acquisiti in propri testi orali e scritti Seleziona ed utilizza da repertori di testi elementi utili ad attività di ricerca, spiegazione, confutazione di tesi

29 Ma quellaltro (che mi somiglia) chi è? Tavole di fisiognomica (esempio di sapere caduto in disgrazia) Henry Jarvis Raymond (Lima, Livingston County, 24 gennaio 1820) I linguaggi per comunicare Denis Diderot (Langres, 5 ottobre 1713) I linguaggi per apprendere Stendhal (Henri Beyle), Grenoble, 23 gennaio I linguaggi per fruire della dimensione estetica


Scaricare ppt "Sassari, 21-22 marzo 2008 – presso liceo Azuni Venerdì 22 pomeriggio Edoardo Lugarini, La riflessione sulla lingua nella comprensione analitica del testo."

Presentazioni simili


Annunci Google