La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il monitoraggio qualitativo guido dal miglio – 11 novembre 2009 – Genova – Regione Liguria Comitato di pilotaggio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il monitoraggio qualitativo guido dal miglio – 11 novembre 2009 – Genova – Regione Liguria Comitato di pilotaggio."— Transcript della presentazione:

1 1 Il monitoraggio qualitativo guido dal miglio – 11 novembre 2009 – Genova – Regione Liguria Comitato di pilotaggio

2 2 Premessa MedMore&Better Jobs – Network (MM&BJ-N) e Project Cycle Management La scelta di applicare questa metodologia nella progettazione è apparsa necessaria considerando la complessità del contesto transfrontaliero e degli obiettivi che il progetto vuole perseguire. Una complessità che può essere ricondotta a tre principali dimensioni : è un progetto multi-attore, ossia ne sono coautori partner non omologhi ed inoltre essi si propongono di essere dei gangli di una rete assai più estesa; è un progetto multi-livello, ossia intende analizzare problemi, sperimentare interventi e proporre soluzioni che interessano i cittadini, i servizi ed i sistemi territoriali per il lavoro; è un progetto multi-dimensionale, ossia adotta e interviene secondo un approccio sistemico al tema dellinserimento lavorativo (diversi target, sperimenta dispositivi diversi ecc). La valutazione ex ante ha permesso di accertare un posizionamento del progetto su livelli più che soddisfacenti tanto in termini di analisi di pertinenza che di coerenza interna o logica verticale. Con lapprovazione e il finanziamento del progetto si entra in fase di realizzazione e quindi di monitoraggio

3 3 Ciclo di vita del progetto – Monitoraggio e Valutazione

4 4 Logica della progettazione partecipata PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA Giovani stabilmente inseriti nel mondo del lavoro Preparazione adeguata al mondo del lavoro Corsi di formazione PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI Giovani stabilmente inseriti nel mondo del lavoro Nuove assunzioni facilitate Preparazione adeguata al mondo del lavoro Affitti ridotti Incentivi alle imprese Corsi di formazione Modifica legislazione

5 5 Logica di intervento secondo il Quadro Logico Obiettivi generali Obiettivi specifici Risultati Attività ideativaattuativa

6 6 Monitoraggio di programma - MP Il monitoraggio di programma prevede procedure standardizzate di rilevazione per verificare lavanzamento procedurale, fisico e finanziario delle attività pianificate ex ante dai progetti approvati e il perseguimento degli indicatori di realizzazione e risultato previsti. Il monitoraggio di programma è finalizzato a verificare il rispetto in itinere degli impegni assunti dai partner in termini di: Osservanza delle procedure di gestione previste dal PO e applicate dal STC; Efficiente utilizzo delle risorse e rispetto delle regole finanziarie europee e nazionali; Realizzazione delle attività, dei prodotti/servizi e conseguimento dei risultati previsti. Nellimpostazione concettuale del PCM il perseguimento e raggiungimento, tramite le diverse linee di attività verticali, dei risultati previsti conduce ad approssimare gli obiettivi specifici dellintervento. Il Monitoraggio di Programma e Progetto (MP) ha una valenza quantitativa: indicatori di realizzazione e di risultato (variabile, target, tempo di osservazione, variazione)

7 7 Monitoraggio di Programma e Monitoraggio Qualitativo Caratteristiche del MP: 1. A quale entità risponde ? AdGU-STC lente finanziatore e gestore del programma 2. La motivazione del MP ? Il controllo di efficienza ed efficacia, verificare il rispetto in itinere degli impegni assunti a fronte di un finanziamento Soprattutto per alcune tipologie di interventi lapproccio quantitativo ai risultati (indicatori) appare limitativo ed insoddisfacente; Inoltre prevale una logica verticale di monitoraggio e valutazione Caratteristiche del MQ: 1. A quale entità risponde ? Al CF e al partenariato 2. La motivazione del MQ ? Approfondire i valori ed i risultati qualitativi del progetto presidiando sia i fattori verticali che longitudinali o trasversali tra le varie linee di attività; Presidiare la coerenza verticale e trasversale tra le varie linee dintervento, una coerenza spesso indispensabile per leffettivo perseguimento dei risultati e degli obiettivi specifici del progetto; Dare profondità prospettica alla conduzione del progetto segnalando preventivamente al soggetto Capo Fila (CF) e ai partner le opportunità e le criticità delle varie fasi, azioni ed attività, proponendo indirizzi attuativi preventivi e misure correttive in itinere. Le attività di monitoraggio qualitativo condotte sul progetto sono complementari e non sostitutive dellimpianto e delle specifiche operative del monitoraggio di programma (MP), definito dallAutorità di Gestione ed obbligatorio per tutti i progetti approvati.

8 8 Monitoraggio Qualitativo - MQ Il monitoraggio qualitativo, secondo questa impostazione metodologica, è innanzitutto uno strumento condiviso di supporto per il management del progetto stesso sia a livello generale (CF) che di singola fase od azione (Partner leader).

9 9 Obiettivi del Monitoraggio Qualitativo - MQ Il MQ si propone di affiancare ed integrare le attività di monitoraggio di progetto, richieste dallAdGU e dal STC, analizzando: il perseguimento ed il raggiungimento dei risultati progettuali; la coerenza sia verticale che orizzontale tra le varie fasi in cui si articola il progetto In particolare per questultimo aspetto il Monitoraggio Qualitativo, attraverso una metodologia e procedure trasparenti e condivise da tutti i partner, individua e mette sotto osservazione i fattori critici di successo (FCS) a carattere trasversale.

10 10 Di seguito, a titolo esclusivamente esemplificativo, sono quindi proposti, alcuni FCS che andranno successivamente discussi, modificati e consolidati in apposite sessioni di lavoro del Comitato di Pilotaggio. Per ogni Fase di progetto e FCS sono sinteticamente indicate le tipologie di attività e i possibili strumenti che verranno utilizzati dal Monitoraggio Qualitativo, richiamando inoltre i correlati e principali ambiti di controllo del monitoraggio di progetto.

11 11 Fase 1 - Gestione Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttività Strumenti e Prodotti 1- Sviluppare un progetto efficiente ed efficace in grado di gestire un'ampia rete di soggetti e di rispettare i criteri di qualità Convenzione interpartenariale Comitato di pilotaggio Incontri di coordinamento Procedure Norme attuative Cooperazione interpartenariale Sessioni di facilitazione e mediazione Analisi e condivisione dei rischi Gopp Protocolli di comunicazione Analisi andamentali Indirizzi operativi e misure correttive

12 12 Fase 2 -Networking Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttività Strumenti e Prodotti 2- Sviluppare una rete di soggetti e strutture finalizzata a creare nuovi e migliori posti di lavoro ed una maggiore inclusione sociale Glossario Empowerment linguistico Manualistica Workshop Comunità di pratiche Social Network Partecipazione, condivisione e collaborazione Analisi dinamica del network Analisi qualitativa dellofferta Condivisione della riflessione strategica ed operativa Definizione di misure implementative Animazione e facilitazione on line Mappe concettuali Schede di analisi dellofferta e posizionamento degli attori del network Matrici Swot Repository documentali Indirizzi operativi

13 13 Fase 3 - Benchmarking Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttività Strumenti e Prodotti 3- Condividere e comparare metodologie, pratiche e misure di intervento su 4 diversi focus tematici Incontri Report Manuali operativi Forum di discussione Metodologie per policy learning e policy transfer Condivisione e valorizzazione delle esperienze Valutazione delle performance e opportunità di trasferimento Analisi delle attività di condivisione e per il benchmarking Supporto alla definizione del modello di valutazione della trasferibilità Indirizzi operativi ed implementativi

14 14 Fase 4 – Azioni Pilota Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttività Strumenti e Prodotti 4- Sperimentare approcci e servizi innovativi a favore dell'inserimento professionale e sociale Report di sperimentazione Report incontri Manuali operativi Linee guida per la disseminazione 1.Crescita dellofferta e accesso ai servizi di inclusione Analisi delle azioni pilota Definizione di misure implementative Definizione dei dataset di analisi sui beneficiari finali Strumenti di analisi top-down, botton-up Indirizzi operativi Report di analisi qualitativa

15 15 Fase 5 - Mainstreaming Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttività Strumenti e Prodotti 5- Sviluppare consapevolezza sociale e innovare la capacità lavorativa nei territori transfrontalieri Accordi/protocolli Tavole rotonde Report incontri Pubblicazioni Coinvolgimento delle istituzioni e degli attori territoriali Sessioni di facilitazione e mediazione per la definizione della strategia di mainstreaming Analisi delle azioni per la capitalizzazione Definizione misure implementative Gopp Indirizzi operativi

16 16 Fase 6 - Comunicazione Obiettivi specifici Strumenti e Prodotti FCSAttivitàStrumenti 6- Favorire un'ampia diffusione dei risultati progettuali e garantirne la sostenibilità nel tempo Convegno di lancio, intermedio e finale Incontri Brochure, web, video, Pubblicazioni Informazione mirata per target e fase di progetto Sessioni di facilitazione e mediazione per la definizione della strategia di comunicazione Analisi delle azioni Definizione misure implementative Gopp Indirizzi operativi

17 17 Piano di lavoro Il formulario progettuale presenta una pianificazione di massima delle attività e dei milestones. Questa pianificazione andrà quindi articolata così da costituire un riferimento puntuale per tutti i partner e per le funzioni di direzione/gestione/coordinamento del Capo Fila. Su questa base le funzione di monitoraggio di progetto e qualitativo programmeranno nel dettaglio e renderanno coerenti le rispettive attività ed i rilasci documentali. Grazie dellattenzione !


Scaricare ppt "1 Il monitoraggio qualitativo guido dal miglio – 11 novembre 2009 – Genova – Regione Liguria Comitato di pilotaggio."

Presentazioni simili


Annunci Google