La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Saluta Paola 1 CANCER RELATED FATIGUE Corso di Laurea in Infermieristica Polo didattico S.Luigi a.a. 2006/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Saluta Paola 1 CANCER RELATED FATIGUE Corso di Laurea in Infermieristica Polo didattico S.Luigi a.a. 2006/2007."— Transcript della presentazione:

1 Saluta Paola 1 CANCER RELATED FATIGUE Corso di Laurea in Infermieristica Polo didattico S.Luigi a.a. 2006/2007

2 Saluta Paola2 La percezione del paziente ABBATTUTO SCORAGGIATO DEBOLE TRASCURATO INDIFFERENTE SVOGLIATO FIACCO PIGRO CONFUSO APATICO SFINITO PROSTRATO STANCO LENTO ESAURITO A TERRA ESAUSTO

3 Saluta Paola3 La percezione del paziente Sensazioni fisiche: difficoltà a svolgere le quotidiane attività. Sensazioni fisiche: difficoltà a svolgere le quotidiane attività. Sensazioni di tipo emozionale: diminuite motivazioni e cambiamenti nel tono dellumore. Sensazioni di tipo emozionale: diminuite motivazioni e cambiamenti nel tono dellumore. Sensazioni di tipo cognitivo: difficoltà a concentrarsi o a formulare pensieri compiutamente. Sensazioni di tipo cognitivo: difficoltà a concentrarsi o a formulare pensieri compiutamente. (Glaus A. et al. Support Care Cancer, 1996,4,82-96.)

4 Saluta Paola4 Fenomeno Multidimensionale Sensazione soggettiva FATIGUE Approccio Olistico Presa in carico Globale Pianificazione Personalizzata

5 Saluta Paola5 EORTC QLQc-30 European organisation for research of treatment of cancer (J.N.C.Inst.1990) Rotterdam Symptom Checklist (Br.J.Cancer 1990) Brief Fatigue Inventory (Cancer 1999) FACT – F (G) Functional assessment of cancer teraphy fatigue FACT-An (Anemia)(J.Pain Symptom Manage 1997) Fatigue Symptom Inventory (Qual.Life Res. 1998) Piper Fatigue Scale (Onc.Nurs.1998) Cancer Fatigue Scale (Pain Symptom Manage 2001) La fatigue richiede pertanto di essere MISURATA Scale di valutazione della fatigue

6 Saluta Paola6 Nella pratica quotidiana: VAS VAS Per monitorare la fatigue e il suo trend nel tempo può essere utile lutilizzo di scale o di analoghi visivi (ad es. assenza, lieve, moderata, grave o la numerazione da 0 a 10 dove 0 corrisponde allassenza di fatigue e 10 alla peggiore fatica immaginabile). Per monitorare la fatigue e il suo trend nel tempo può essere utile lutilizzo di scale o di analoghi visivi (ad es. assenza, lieve, moderata, grave o la numerazione da 0 a 10 dove 0 corrisponde allassenza di fatigue e 10 alla peggiore fatica immaginabile). Diario personale Diario personale Luso di un diario personale può aiutare a comprendere landamento della fatigue o a identificare attività specifiche che sono associate con lesacerbazione della sintomatologia. Luso di un diario personale può aiutare a comprendere landamento della fatigue o a identificare attività specifiche che sono associate con lesacerbazione della sintomatologia. Domande da porre Domande da porre Nella pratica quotidiana luso di tre domande può aiutare a definirne la gravità e il suo andamento: Nella pratica quotidiana luso di tre domande può aiutare a definirne la gravità e il suo andamento: - Provi un senso di affaticamento? - Provi un senso di affaticamento? - Se si quanto è stato grave, da 0 a 10, nel corso dellultima settimana? - Se si quanto è stato grave, da 0 a 10, nel corso dellultima settimana? - Come ha influito sulla tua capacità di svolgere le attività quotidiane? - Come ha influito sulla tua capacità di svolgere le attività quotidiane?

7 Saluta Paola7 (International Classification of Disease del Center for Disease Control and prevention - CDC). Dal 2000 la fatigue è a tutti gli effetti riconosciuta come una malattia correlata al cancro e non più considerata semplicemente come un insieme di sintomi che affliggono lesistenza e fiaccano la volontà del malato di tumore

8 Saluta Paola8 La fatigue: incidenza Incidenza: % pazienti oncologici ne è affetto (Portenoy R.K. et al. Cancer-related fatigue: guidelines for evaluation and management. The Oncologist, 1999,4, 1-10). In corso di chemioterapia 80% In corso di radioterapia 80% A due anni dal trattamento 70% In fase terminale 80-90%

9 Saluta Paola9 La fatigue: le cause Cause fisiche: Cause psichiche: Il contenitore della Fatigue dolore dispnea nausea e vomito disordini metabolici infezioni febbre Sindrome anoressia – cachessia Terapie farmacologiche insufficienza dorgano Malnutrizione Disturbi del sonno reazione alla malattia compliance alla terapia Paure evocate dallevento cancro anemia sofferenze alterazione dellimmagine che si ha di sé Depressione Tipo di personalità Stress Solitudine

10 Saluta Paola10 La pianificazione assistenziale di un paziente affetto da FATIGUE CANCER RELATED

11 Saluta Paola11 La fase dellintuito: accertamento iniziale I sintomi Sono quelli tipici dellastenia cronica (esaurimento di energia, estrema stanchezza, debolezza e spossatezza, ma aggravati dalla patologia tumorale) con conseguenze rilevanti come la forte difficoltà a compiere normali attività quali cucinare, pulire, fare una doccia, rifare il letto. Non solo: i disturbi interessano anche la sfera intellettuale, affettiva e psicologica. I criteri internazionali per la definizione di fatigue correlata a cancro si basano sulla seguente classificazione: 1. Sintomi presenti tutti i giorni o quasi per almeno due settimane nellultimo mese: · spossatezza significativa · diminuzione dellenergia · accresciuto bisogno di riposo, in maniera non proporzionale allattività sostenuta 2. Inoltre devono essere presenti cinque (o più) dei sintomi seguenti: · debolezza generalizzata e pesantezza degli arti · diminuzione della concentrazione o dellattenzione · diminuzione della motivazione o dellinteresse nelle normali attività · insonnia o ipersonnia · sensazione di non aver riposato durante il sonno · sensazione di dover compiere sforzi per superare linattività · marcata reazione emotiva (tristezza, frustrazione o irritabilità) alla sensazione di fatigue · difficoltà a portare a termine le attività quotidiane 1. Sintomi presenti tutti i giorni o quasi per almeno due settimane nellultimo mese: · spossatezza significativa · diminuzione dellenergia · accresciuto bisogno di riposo, in maniera non proporzionale allattività sostenuta 2. Inoltre devono essere presenti cinque (o più) dei sintomi seguenti: · debolezza generalizzata e pesantezza degli arti · diminuzione della concentrazione o dellattenzione · diminuzione della motivazione o dellinteresse nelle normali attività · insonnia o ipersonnia · sensazione di non aver riposato durante il sonno · sensazione di dover compiere sforzi per superare linattività · marcata reazione emotiva (tristezza, frustrazione o irritabilità) alla sensazione di fatigue · difficoltà a portare a termine le attività quotidiane

12 Saluta Paola12 Seguendo i modelli funzionali di salute, quali problemi possono essere correlati ad un paziente affetto da fatigue cancer related?

13 Saluta Paola13 Problemi correlati Modello di percezione della salute- gestione della salute Ridchio di gestione inefficace del regime terapeutico scarsa adesione al piano terapeutico Modello nutrizionale-metabolico Rischio di deficit nutrizionale Rischio di deficit di volume di liquidi Rischio di alterata integrità tissutale correlata a malnutrizione Rischio di infezioni Alterazioni del cavo orale Inappetenza Modello di eliminazione Stipsi Modello di attività-esercizio fisico sensazione di dover compiere sforzi per superare linattività riduzione della mobilità intolleranza allesercizio fisico affaticamento intolleranza alle attività di svago difficoltà nella gestione dellambiente domestico difficoltà nel provvedere alla propria igiene difficoltà nel vestirsi o nel curare il proprio corpo Modello di sonno-riposo Modello di sonno-riposo insonnia o ipersonnia sensazione di non aver riposato durante la notte alterazioni del ritmo circadiano accresciuto bisogno di riposo, in maniera non proporzionale allattività sostenuta

14 Saluta Paola14 Problemi correlati Modello cognitivo-percettivo Modello cognitivo-percettivo alterazione dei processi di pensiero marcata reazione emotiva (tristezza, frustrazione o irritabilità) riduzione di motivazione ed interesse Modello di percezione di sé- Concetto di sé Modello di percezione di sé- Concetto di sé disturbi dellimmagine corporea disturbi dellautostima sensazione di essere un peso per gli altri ansiapaura senso di impotenza Modello di ruolo-relazione Modello di ruolo-relazione difficoltà di interazione sociale isolamento sociale alterato adempimento di un ruolo (in famiglia e nella società) relazioni familiari alterate Modello di sessualità- riproduzione Modello di sessualità- riproduzione alterazione del modello di sessualità Modello di adattamento- tolleranza allo stress Modello di adattamento- tolleranza allo stress Possibile adattamento inefficace della persona conflitti interiori Modello di valori-convinzioni Modello di valori-convinzioni sofferenza spirituale

15 Saluta Paola15 Obiettivi Differenti a seconda se il paziente è in trattamento attivo o in fase avanzata di malattia Differenti a seconda se il paziente è in trattamento attivo o in fase avanzata di malattia Variano notevolmente a seconda delle informazioni date al paziente Variano notevolmente a seconda delle informazioni date al paziente Incidono a seconda della fase in cui si trova il paziente: negazione, collera, patteggiamento depressione accettazione (Kubler-Ross) Incidono a seconda della fase in cui si trova il paziente: negazione, collera, patteggiamento depressione accettazione (Kubler-Ross)

16 Saluta Paola16 Interventi di tipo collaborativo Counseling… terapia occupazionale… Psicostimolanti … Eritropoietina… trasfusioni Progestinici … Fidioterapia… Supporto psicologico… Carnitina… …e ancora…

17 Saluta Paola17 Esercizio fisicoEsercizio fisico: evidenze di letteratura Esercizio fisico EBM: buon intervento soprattutto a scopo preventivo EBM: buon intervento soprattutto a scopo preventivo Studio promosso dalla Scuola di Nursing di Baltimora su Ca mammella: riduzione della fatica, miglioramento della qualità del sonno, riduzione dello stress emotivo, miglioramento delle capacità fisiche e della qualità della vita. Studio promosso dalla Scuola di Nursing di Baltimora su Ca mammella: riduzione della fatica, miglioramento della qualità del sonno, riduzione dello stress emotivo, miglioramento delle capacità fisiche e della qualità della vita. Lavoro svolto da Headley: aumento della sensazione di autocontrollo e di autostima. Lavoro svolto da Headley: aumento della sensazione di autocontrollo e di autostima.

18 Saluta Paola18 Interventi da pianificare Informare il paziente sul problema della fatigue Informare il paziente sul problema della fatigue Collaborare con i medici per il trattamento farmacologico dellanemia (eritropoietina, Collaborare con i medici per il trattamento farmacologico dellanemia (eritropoietina, emoderivati e controllo effetti collaterali e reazioni) emoderivati e controllo effetti collaterali e reazioni) Collaborare con i medici per il trattamento farmacologico delle cause fisiche della fatigue Collaborare con i medici per il trattamento farmacologico delle cause fisiche della fatigue Potenziare i fattori che facilitano il recupero dellenergia Potenziare i fattori che facilitano il recupero dellenergia Mantenere un idoneo ed equilibrato apporto energetico Mantenere un idoneo ed equilibrato apporto energetico consigliare di aggiornare il diario della fatigue consigliare di aggiornare il diario della fatigue consigliare di diluire le faccende domestiche nellarco della settimana consigliare di diluire le faccende domestiche nellarco della settimana Far eseguire quotidianamente esercizi fisici leggeri Far eseguire quotidianamente esercizi fisici leggeri Programmare le attività domestiche inserendo anche dei piccoli esercizi fisici Programmare le attività domestiche inserendo anche dei piccoli esercizi fisici Insegnare afficnhè il paziente sia in grado di ascoltare il proprio corpo Insegnare afficnhè il paziente sia in grado di ascoltare il proprio corpo Stimolare lassunzione di liquidi prima, durante e dopo lattività fisica Stimolare lassunzione di liquidi prima, durante e dopo lattività fisica

19 Saluta Paola19 Interventi da pianificare Consigliare di alimentarsi ogni volta che si ha appetito senza necessariamente rispettare gli orari Consigliare di alimentarsi ogni volta che si ha appetito senza necessariamente rispettare gli orari Consigliare di assaggiare altri gusti Consigliare di assaggiare altri gusti Stimolare una corretta igiene del cavo orale Stimolare una corretta igiene del cavo orale Garantire adeguati periodi di riposo durante il giorno Garantire adeguati periodi di riposo durante il giorno Consigliare di non dormire mai più del necessario Consigliare di non dormire mai più del necessario Aiutare ad avere sempre lo stesso ritmo sonno-veglia Aiutare ad avere sempre lo stesso ritmo sonno-veglia Evitare il consumo di sostanze eccitanti Evitare il consumo di sostanze eccitanti Svolgere attività mentali Svolgere attività mentali Assecondare attività che recano benessere (lettura, musica, film, bricolage) Assecondare attività che recano benessere (lettura, musica, film, bricolage) Insegnare e far svolgere esercizi di rilassamento (training autogeno, massaggio dolce, biodanza, ecc) Insegnare e far svolgere esercizi di rilassamento (training autogeno, massaggio dolce, biodanza, ecc) Programmare e attuare interventi a carattere psicologico Programmare e attuare interventi a carattere psicologico Facilitare le relazioni familiari e sociali del paziente Facilitare le relazioni familiari e sociali del paziente Educare i care givers al controllo della fatigue Educare i care givers al controllo della fatigue

20 Saluta Paola20 Indicatori di risultato Il paziente riconoscerà i fattori che incrementano la sua fatigue entro 5 giorni Il paziente riconoscerà i fattori che incrementano la sua fatigue entro 5 giorni Il paziente riconoscerà i fattori che facilitano il recupero di energia entro 5 giorni Il paziente riconoscerà i fattori che facilitano il recupero di energia entro 5 giorni Il paziente riferirà una riduzione soggettiva della fatigue entro 15 giorni Il paziente riferirà una riduzione soggettiva della fatigue entro 15 giorni Il paziente manifesterà una riduzione oggettiva della fatigue entro un mese Il paziente manifesterà una riduzione oggettiva della fatigue entro un mese Il paziente manterrà il suo livello di autonomia per un mese Il paziente manterrà il suo livello di autonomia per un mese Altro Altro (il tempo indicato è a scopo didattico, ovviamente va riferito realmente al paziente e può essere molto diverso da soggetto a soggetto)


Scaricare ppt "Saluta Paola 1 CANCER RELATED FATIGUE Corso di Laurea in Infermieristica Polo didattico S.Luigi a.a. 2006/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google