La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storia della stapedioplastica 1735 – VALSALVA : Prima descrizione della anchilosi stapedo-ovalare nellautopsia di un sordo 1857 – TOYNBEE : riconosce lanchilosi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storia della stapedioplastica 1735 – VALSALVA : Prima descrizione della anchilosi stapedo-ovalare nellautopsia di un sordo 1857 – TOYNBEE : riconosce lanchilosi."— Transcript della presentazione:

1 Storia della stapedioplastica 1735 – VALSALVA : Prima descrizione della anchilosi stapedo-ovalare nellautopsia di un sordo 1857 – TOYNBEE : riconosce lanchilosi stapedo- ovalare come causa frequente di sordità 1861 – VON TROELTSCH: E il primo ad attribuire lanchilosi stapedo-ovalare ad una malattia sclerosante della mucosa timpanica, esito di una forma catarrale cronica a cui dà il nome di otosclerosi. P.Bruschini

2 Storia della stapedioplastica, prime esperienze chirurgiche: La mobilizzazione della staffa 1878 – KESSEL : Prima mobilizzazione della staffa 1888 – BOUCHERON, MIOT: Riportano casistiche di mobilizzazione 1893 – POLITZER: Riconosce lanchilosi stapedo-ovalare come malattia primitiva della capsula labirintica 1898 – POLITZER : Nel Congresso Internazionale di Roma si oppone alla chirurgia della otosclerosi – Anche nel Congresso Internazionale di Parigi si rinnova la condanna accademica della chirurgia della sordità, indicata come una falsa strada della otologia moderna P.Bruschini

3 Storia della stapedioplastica: La tecnica di fenestrazione dei canali semicircolari 1910 – BARANY : attua la fenestrazione del canale semicircolare posteriore – JENKINS : fenestrazione del canale semicircolare laterale 1917 – HOLMGERN: fenestrazione del canale semicircolare superiore (prime utilizzazioni del microscopio chirurgico) 1929 – SOURDILLE: La timpano-labirinto-pessia (fenestrazione del canale semicircolare laterale) in 3 tempi operatori – LEMPERT: Definisce la tecnica di fenestrazione del canale semicircolare laterale in un tempo operatorio (grazie allintroduzione della Penicillina) P.Bruschini

4 Storia della stapedioplastica: evoluzione degli studi anatomopatologici e clinici – MANASSE : Precisa listogenesi dei focolai otosclerotici 1944 – GUILD : dimostra la presenza dei focolai otosclerotici nella coclea di soggetti senza manifestazioni cliniche (reperti istopatologici autoptici) 1948 – BAST e ANSON : sottolineano limportanza nella patogenesi delle isole di cartilagine embrionaria residua della fissula ante fenestram – CARHART : precisa gli aspetti audiometrici della malattia – SHAMBAUGH : introduce il concetto della otosclerosi cocleare P.Bruschini

5 Storia della stapedioplastica : la stapedectomia 1953 – ROSEN : Riprende la tecnica di mobilizzazione della staffa 1958 – SHEA : attua per primo la stapedectomia con interposizione di vena e tubetto di teflon 1960 – HOUGH : propone la stapedectomia parziale 1962 – HOUSE : stapedectomia con protesi di acciaio e gelfoam SCHUKNECHT, ARMSTRONG : protesi di acciaio e gelfoam SHEA, ROBINSON : protesi in teflon od in acciaio con coppetta per la connessione con lincudine SHEEHY, SCHUKNECHT : protesi per la connessione diretta al martello P.Bruschini

6 Storia della stapedioplastica : la stapedotomia 1962 – SHEA: propone la stapedotomia con pistone di teflon con o senza interposizione di vena – PERKINS: la stapedotomia con tecnica laser P.Bruschini


Scaricare ppt "Storia della stapedioplastica 1735 – VALSALVA : Prima descrizione della anchilosi stapedo-ovalare nellautopsia di un sordo 1857 – TOYNBEE : riconosce lanchilosi."

Presentazioni simili


Annunci Google