La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Misure HVSR disponibili e metodo di classificazione adottato Analisi delle misure di microtemore disponibili presso le stazioni accelerometriche: 156 dalla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Misure HVSR disponibili e metodo di classificazione adottato Analisi delle misure di microtemore disponibili presso le stazioni accelerometriche: 156 dalla."— Transcript della presentazione:

1 Misure HVSR disponibili e metodo di classificazione adottato Analisi delle misure di microtemore disponibili presso le stazioni accelerometriche: 156 dalla campagna di misure DPC 55 da altri enti (DPC, INGV, UniSiena, GFZ) Le misure sono state classificate secondo la proposta di Albarello-Mucciarelli Elementi di giudizio: Durata complessiva della registrazione Stazionarietà temporale dei rapporti spettrali Isotropia del segnale in termini dei rapporti spettrali Assenza di rumore elettromagnetico Andamento complessivo della curva HVSR Vengono proposte tre classi di qualità: Classe A: HVSR affidabile e interpretabile: può essere utilizzata anche da sola Classe B: curva HVSR sospetta (da interpretare): va utilizzata con cautela e solo se coerente con altre misure ottenute nelle vicinanze Classe C: curva HVSR scadente e di difficile interpretazione: non va utilizzata

2 Esempi misure Classe A

3 Esempi misure Classe B (pubblicabili) non stazionaria non isotropa

4 Esempi misure Classe B (pubblicabili) disturbi elettromagnetici + non isotropa

5 Esempi misure Classe C (non pubblicabili) non stazionaria + non isotropa solo rumore strumentale Nota: c.ca il 10% delle misure della campagna DPC sono affette da questo problema

6 Esempi misure Classe C (non pubblicabili) disturbi elettromagnetici + non stazionaria disturbi elettromagnetici + non isotropa

7 Esempi misure Classe B dubbie (pubblicabili?) disturbi elettromagnetici non stazionaria f 0 attendibilef 1 non attendibile

8 Esempi misure Classe C dubbie (non pubblicabili?) disturbi elettromagnetici + non stazionaria disturbi elettromagnetici

9 Analisi delle misure disponibili Campagna di misure DPC Classe A: 48 (31%) Classe B: 73 (47%) Classe C: 35 (22%) Pubblicabili: 108 (70%) Da controllare: 26 (16%) Non pubblicabili: 22 (14%) Misure altri Enti Classe A: 21 (38%) Classe B: 24 (44%) Classe C: 10 (18%) Pubblicabili: 39 (71%) Da controllare: 11 (20%) Non pubblicabili: 5 (9%)

10 Stima di f 0 Il picco dellHVSR – se cè – è calcolato in modo automatico si evita la soggettività nella stima

11 Stima di f 0 (alias Fc) La procedura sfrutta lequazione del momento semplice di ordine 1 per lidentificazione dei picchi della curva HVSR, il più basso sarà assunto come f 0 Rimane però imprescindibile la validazione esperta prima della pubblicazione del dato 1)Ricampionamento curva HVSR in n. punti, equispaziata in scala logaritmica, tra f1 e f2; 2)Calcolo il momento semplice di ordine k =1, definito come: dove x è la frequenza e p è lampiezza della curva; 1)Il rapporto tra il momento semplice e larea sottesa alla curva fornisce una stima di fo; la stessa procedura si applica iterativamente per bande di frequenza per la ricerca dei massimi locali

12 Stima della larghezza di banda (alias Fbc) …inoltre la procedura automatica fornisce unulteriore parametro indicativo della larghezza di banda associata al picco 4) Il rapporto tra larea sottesa alla curva HVSR ed il rettangolo ad essa circoscritto definisce la larghezza di banda (al variare della larghezza di banda attorno ad fo < 0.8 limiti fmin ed fmax) 5) Il rapporto tra la larghezza di banda e lintervallo f1-f2, normalizza allampiezza HVSR in fo, è un indicatore per lattendibilità del picco (< 0.5)

13 ESEMPI

14

15

16

17 69 siti di stazioni classificate da entrambe le procedure: in 17 è identificato un andamento piatto sia da HVSR e sia da HVRS (BBN, BCN, BSZ, CDS, CLG, FMG, GAI, GRD, ISI, LNT, LSS, MRM, PDM, PLZ, PTZ, SCM, SDM) in 29 HVSR e HVRS identificano entrambe un f 0 (diverse in 9 siti!): in 23 HVSR e HVRS identificano luno un f 0 o una amplificazione broadband (BB) mentre laltro un andamento piatto (0) da approfondire: Confronti HVSR ( microtemori + Fourier ) vs. HVRS ( terremoti + spettri di risposta) f0(HVSR)f0(HVRS)f0(HVSR)f0(HVRS)f0(HVSR)f0(HVRS) ACR02.90CNM1.370SCNBB-HF0 AMT03.21COS01.10SELWBB0 AQP1.980CVLBB0SER2.080 AVL10.240GNL4.020SMA0.450 BNEBB-HF0MFGBB0STN0.330 BNT01.40MZZ02.50TOR5.620 BOJ0.310PSC5.180VRP0.440 BRB05.81RGS00.75

18 DPC-INGV Project S4 – The Italian strong motion database For each component For each recording 1) Detrend (linear) 2) Instrumental correctionPoles and zeros.gse file 3) Band-pass filter (Butterworth method) Window length lower limit of the filter Sampling rate upper limit of the filter Filter order = 4 4) Time windowsWindow length L W = 50 sec. ( f 0,MIN = 0.2 Hz) For each window 1) Detrend (linear) 2) TaperingTapering dimension = 5 % of window length (L W ) 3) Fourier analysis 4) Konno and Ohmachi (1998) smoothing Smoothing half-window (wi) = 50 exponent b = 20; sm parameter = 1 Parameters


Scaricare ppt "Misure HVSR disponibili e metodo di classificazione adottato Analisi delle misure di microtemore disponibili presso le stazioni accelerometriche: 156 dalla."

Presentazioni simili


Annunci Google