La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classe 2°D, a.s. 2011-2012. 1943 MANIFESTO DI VENTOTENE ERNESTO ROSSI DAL CONFINO NELLISOLA DI VENTOTENE DURANTE LA 2° GUERRA MONDIALE LA CREAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classe 2°D, a.s. 2011-2012. 1943 MANIFESTO DI VENTOTENE ERNESTO ROSSI DAL CONFINO NELLISOLA DI VENTOTENE DURANTE LA 2° GUERRA MONDIALE LA CREAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Classe 2°D, a.s

2

3 1943 MANIFESTO DI VENTOTENE ERNESTO ROSSI DAL CONFINO NELLISOLA DI VENTOTENE DURANTE LA 2° GUERRA MONDIALE LA CREAZIONE DI UNA FEDERAZIONE DI TUTTI GLI STATI DEL CONTINENTE PER RICOSTRUIRE LEUROPA PER SCONGIURARE NUOVE GUERRE PREVEDONO ALTIERO SPINELLI EUGENIO COLORNI

4 1951 Francia Belgio Germania Italia Lussemburgo Paesi Bassi NASCE LA CECA PREVENIRE LINSORGERE DI NUOVI CONFLITTI TENERE SOTTO CONTROLLO LA RINASCITA ECONOMICA DELLA GERMANIA OCCIDENTALE COORDINARE LA PRODUZIONE DI CARBONE E ACCIAIO ALLA FINE DELLA GUERRA LEUROPA ERA STREMATA DAL CONFLITTO ERA NECESSARIO AVVIARE RAPIDA RICOSTRUZIONE INDUSTRIALE. PER

5 COSA? IN QUESTO CLIMA VENGONO FONDATE favorire la circolazione di capitali per costruire nuovi impianti promuovere lo sviluppo industriale degli Stati aderenti abolire le dogane sul carbone e sullacciaio ridurre dei costi del trasporto delle materie prime LA CECA - LE GRANDI ACCIAIERIE DI TARANTO

6 LEUROPA DEI SEI Francia Italia Lussemburgo GermaniaBelgio Paesi Bassi I 6 SI IMPEGNANO, IN 12 ANNI, AD ELIMINARE LE DOGANE NEI LORO PAESI. TRATTATO DI ROMA 1957 ISTITUISCE LA CEE

7 I PADRI FONDATORI DELL EUROPA COMUNITARIA Alcide De Gasperi ITALIA GERMANIA FRANCIA BELGIO Robert Schuman Paul Spaak Konrad Adenauer

8 1973 LEUROPA DEI 9 REGNO UNITO DANIMARCA IRLANDA

9 LEUROPA DEI GRECIA SPAGNA PORTOGALLO

10 Si aggiungono altri 3 stati … AUSTRIA F I N L A N D I A 1995 SVEZIASVEZIA

11 pur avendo i requisiti stabiliti dai parametri di Maastricht Irlanda Austria Lussemburgo Olanda Belgio Germania Italia Francia Spagna Portogallo Finlandia Regno Unito DanimarcaSvezia NASCE L EURO decidono di non aderire 1 Gennaio 1999

12 Eliminare gli ultimi intralci al Grande Mercato Europeo Tutti possono avviare imprese in un paese dell'Unione diverso da quello d'origine Permettere all'Europa di rivaleggiare con il Dollaro e lo Yen giapponese 1 GENNAIO 2002 Entra ufficialmente in vigore l'EURO I VANTAGGI DELLEURO

13 Unione EUROPEA a 25 1 maggio 2004 entrano nellUnione POLONIA REPUBBLICA CECA REP. SLOVACCA UNGHERIA LITUANIA LETTONIA ESTONIA CIPRO MALTA SLOVENIA

14 2007IN EUROPA ENTRANO CANDIDATI Romania Bulgaria

15 Una moneta comune per gli EUROPEI Può essere utilizzato in tutta la zona euro Le monete hanno un lato comune e uno con simboli nazionali Le banconote non hanno un lato nazionale Paesi UE che non usano lEuro Paesi UE che usano lEuro LEURO NEL 2012

16 La base per una cooperazione democratica e fondata sul diritto 1952 Comunità europea del carbone e dellacciaio 1958 Trattati di Roma: - Comunità economica europea - Comunità europea dellenergia atomica (EURATOM) 1987 Atto unico europeo: nasce il Mercato unico 1993 Trattato sullUnione europea – Maastricht Trattato di Amsterdam 2003 Trattato di Nizza 2009 Trattato di Lisbona 1995 Convenzione di Schengen I TRATTATI

17 Anche la Turchia nellUE? GRECIA BULGARIA GEORGIA ARMENIA AZERBAJ GIAN IRAN IRAQSIRIA Mar Nero Mar Egeo

18 Da oltre 40 anni La Turchia ha avviato i negoziati per entrare nellUE. 97% di territorio in Asia Scarso rispetto per i diritti umani (popolo Curdo) e la libertà di espressione Paese povero FORTI RESISTENZE E PAURE FRA I MEMBRI UE MA Maggioranza della popolazione di religione islamica paura di migrazioni di massa

19 EPPURE…. LA STORIA E LA CULTURA DELLA TURCHIA SONO INTRECCIATE CON QUELLA EUROPEA QUALI VANTAGGI PER LUE? La Turchia può garantire importanti rifornimenti di materie prime La libera circolazione di cittadini turchi favorisce lo scambio sociale e culturale La Turchia ha tecnici, scienziati e ricercatori che possono influire sullo sviluppo della UE

20 DALLA TURCHIA CON AMORE Ahmet Altan, scrittore turco è più importante delle frontiereunidea per cui lindividuo è un grande progetto che ha al centro luomo, In realtà, per me, lidea di Europa e dello stato in cui è nato

21 Veduta panoramica del Corno dOro dalla Torre Galata, edificata dai genovesi nel 1348

22 La cucina turca è lespressione di unarte culinaria La cucina turca ha influenzato le cucine dei Paesi limitrofi, inclusa quella dellEuropa Occidentale.

23 27 Stati uniti in una sola nazione 1. Italia 2. Francia 3. Germania 4. Olanda 5. Lussemburgo 6. Belgio 7. Danimarca8. Irlanda9. Gran Bretagna 10. Spagna11. Portogallo 12. Svezia13. Finlandia14. Austria 15. Grecia 16. Polonia 17. Repubblica Ceca 18. Slovacchia 19. Ungheria 20. Lituania 21. Lettonia 22. Estonia 23. Cipro 24. Malta 25. Slovenia 26. Bulgaria 27. Romania

24 PRINCIPALI ISTITUZIONI IL PARLAMENTO IL CONSIGLIO LA COMMISSIONE DELL UNIONE EUROPEA

25 IL CONSIGLIO EUROPEO BRUXELLES

26 IL CONSIGLIO E lorgano decisionale più importante dellUnione Ha durata di sei mesi Prende le principali decisioni su questioni di politica economica PRESIDENTE HERMAN VAN ROMPUY. E formato dai principali capi di stato o di governo degli Stati membri. Ha rapporti con gli altri paesi del mondo

27 IL PARLAMENTO EUROPEO STRASBURGO

28 IL PARLAMENTO Ha sede a Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo Adotta o respinge le proposte di legge È composto da 736 membri Ogni stato è rappresentato da un numero di deputati proporzionati a quello della sua popolazione PRESIDENTE Viene eletto ogni 5 anni Jerzy Buzek

29 LA COMMISSIONE EUROPEA BRUXELLES

30 Controlla che gli accordi e i trattati siano attuati in modo regolare Ha sede a Bruxelles LA COMMISSIONE Prepara le leggi È composta da 27 commissari nominati per 5 anni PRESIDENTE José Manuel Barroso

31 LA CORTE DI GIUSTIZIA Controlla che le leggi siano applicate allo stesso modo in tutta lUE Esamina la regolarità dei bilanci, delle spese delle entrate nellUnione. Verifica che i fondi comunitari siano destinati allo scopo previsto. LA CORTE DEI CONTI

32

33 LA BANDIERA Corona di 12 stelle dorate = Solidarietà e armonia tra i popoli UNITA COMPLETEZZA PERFEZIONE Simbolo dellUnità e dellIdentità dell'Europa Rimarrà invariata a prescindere dai futuri ampliamenti dell'Unione Europea

34 LINNO (1985) Inno alla gioia Esprime la visione idealistica di Shiller sullo sviluppo di un legame di fratellanza fra gli uomini Esprime gli ideali di libertà, pace e solidarietà perseguiti dallEuropa Dalla Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven (1823)

35 FESTA DELLEUROPA CREARE UN'EUROPA ORGANIZZATA, INDISPENSABILE AL MANTENIMENTO DI RELAZIONI PACIFICHE FRA GLI STATI MEMBRI ANNIVERSARIO DICHIARAZIONE SCHUMAN (1950) ATTO DI NASCITA DELLEUROPA UNITA Robert Schuman

36 FARE FESTA ORGANIZZARE ATTIVITÀ PER AVVICINARE L'EUROPA AI SUOI CITTADINI I POPOLI FRA LORO

37 IL MOTTO UNITI NELLA DIVERSITA'

38 Единство в многообразието Jednotná v rozmanitosti Forenet i mangfoldighed Ενωμένοι στην πολυμορφία In verscheidenheid verenigd United in diversity Ühinenud mitmekesisuses Moninaisuudessa an yhtenäinen Unie dans la diversité In Vielfalt geeint Egység a sokféleségben Aontaithe san éagsúlacht Vienoti daudzveidībā Suvienijusi įvairovę Magħquda fid diversità Unidade na diversidade Unitate în diversitate Zjednotení v rozmanitosti Združeni v različnosti Unidos en la diversidad

39

40 Europa. Impersonata da una matrona, seduta in trono, accanto al mitico toro in cui Giove si trasformò per rapirla. LEuropa, a quel tempo considerata la regina dei continenti, riceve gli omaggi delle arti: la pittura sta dipingendo per lei un grande mappamondo. A sinistra, il cavallo e il tamburino alludono alla potenza militare dei suoi eserciti; a destra, la tiara, la croce e il pastorale sono i simboli della sua fede. Giovan Battista Tiepolo, I quattro continenti ( ),

41 Europa. Dettaglio

42 I CARATTERI ORIGINALI DELLEUROPA SONO FRUTTO DELLA STORIA TUTTI I POPOLI EUROPEI, PUR NELLE LORO DIVERSITA E I LORO CONTRASTI, CONDIVIDONO I VALORI DI FONDO DI UNA CIVILTA EUROPEA ESTESA DALLATLANTICO AGLI URALI. LE IDEE DI DEMOCRAZIA E DIRITTO SI SONO AFFERMATE IN EUROPA PRIMA CHE ALTROVE

43 LA MAGGIOR PARTE DELLE LINGUE EUROPEE DERIVA DA UNUNICA LINGUA INDOEUROPEA PARLATA NELLA PREISTORIA

44 LA RELIGIONE PREVALENTE IN EUROPA È IL CRISTIANESIMO, CHE HA FORNITO IMPORTANTI COMPONENTI DEL PENSIERO EUROPEO

45 IN EUROPA, PIÙ CHE ALTROVE, SI È AFFERMATO IL VALORE DELLUOMO COME INDIVIDUO. IL RINASCIMENTO E LUMANESIMO HANNO ESALTATO LA SUA INTELLIGENZA E IL SUO POTERE IN QUANTO ESSERE PENSANTE. ANCHE LA DONNA HA AVUTO PIÙ CONSIDERAZIONE CHE PRESSO ALTRE CIVILTÀ.

46 IN EUROPA, PER OPERA DI NEWTON E GALILEI, È NATA LA SCIENZA MODERNA IL TERRITORIO EUROPEO È FORTEMENTE URBANIZZATO E COSTELLATO DI CITTÀ PIÙ DI QUANTO NON AVVENGA ALTROVE. OGNI CITTÀ EUROPEA HA UNA FORTE INDIVIDUALITÀ URBANA, OSSIA HA EDIFICI MONUMENTALI CHE LA RENDONO DIVERSA DA TUTTE LE ALTRE. IN EUROPA SI È SVILUPPATO IL CAPITALISMO, SISTEMA ECONOMICO BASATO SULLA CONCORRENZA E IL MERCATO.

47 IN EUROPA HA AVUTO ORIGINE LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Cartolina del Linaugurazione della ferrovia Canterbury-Whitstable (Inghilterra)

48 TRE ASPETTI DELLA CULTURA EUROPEA Lattenzione rivolta al ruolo della donna nella società Roger van der Weyden ( ), attivo nelle Fiandre. Ritratto di fanciulla. Londra, National Gallery Jean van Eyck ( ), attivo a Gand, Belgio. Ritratto della moglie. Bruges, Museo Groenige

49 Antonello da Messina ( ), attivo a Messina, Napoli e Venezia. Ritratto di giovane, Londra, National Gallery Lattenzione rivolta ai valori dellindividuo, a partire dallUmanesimo Lo scambio di esperienze artistiche che si è sempre svolto fra le città dEuropa Jean Vermeer ( ), attivo a Delft, Olanda. La ragazza con lorecchino di perla. LAia, Mauritshuis

50 LE CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA I requisiti Dal 1985 ogni anno lUE nomina una o più città Capitale europea della cultura. per favorire la conoscenza reciproca dei cittadini europei far emergere sentimento di appartenenza alla comunità Avere un patrimonio storico-culturale Saper approntare un ricco programma di eventi culturali e artistici, che verranno realizzati lungo tutto lanno

51 LE CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA

52 IN ITALIA BOLOGNA 2000 FIRENZE 1986 GENOVA 2004

53 NEL 2012 GUIMARAES Portogallo

54 E ANCORA MARIBOR Slovenia

55 L Unione Europea in cifre 3° posto nel mondo dopo Cina e India. PopolazioneSuperficie: km² 7° posto nel mondo milioni In Europa Francia = paese più grande Malta = paese più piccolo

56 UECinaGiapponeRussia Stati Uniti Popolazione UE e resto del mondo In milioni di abitanti

57 LUnione Europea in cifre Francia Spagna Svezia Polonia Finlandia Italia Regno UnitoRomania Grecia Bulgaria Ungheria Belgio Austria Repubblica ceca Irlanda Lituania Lettonia Slovacchia Estonia Danimarca Paesi Bassi Portogallo Slovenia Cipro Lussemburgo Malta Germania Popolazione in milioni di abitanti 82,1 64,4 60,1 45,8 38,1 21,5 16,5 11,3 10,8 10,6 10,5 10,0 9,3 8,4 7,6 5,6 5,4 5,3 4,5 3,3 2,3 2,0 1,30,80,5 0,4 61,6

58 UECinaGiapponeRussia Stati Uniti LUnione Europea in cifre Superficie in km²

59 Francia Spagna Svezia Germania Polonia Finlandia Italia Regno Unito Romania Grecia Bulgaria Ungheria Portogallo Austria Rep. ceca Irlanda Lituania Lettonia Slovacchia Estonia Danimarca Paesi Bassi Belgio Slovenia Cipro Lussemburgo Malta ,3 LUnione Europea in cifre Stati e Superficie in km²

60 UE CinaGiappo ne RussiaStati Uniti UE CinaGiappon e Russia Stati Uniti Dimensioni delleconomia: Prodotto interno lordo in miliardi di euro, 2008 La ricchezza media: Prodotto interno lordo pro capite, 2008 La ricchezza dellUE e del resto del mondo

61 Lituania PIL pro capite, 2008 La media dei 27 paesi equivale a Lussemburgo Irlanda Paesi Bassi Austria Danimarca Belgio Svezia Finlandia Germania Francia Italia Spagna UE-27CiproGrecia Slovenia Malta Portogallo Estonia Ungheria Slovacchia Lettonia Polonia Romania BulgariaRegno Unito Rep. ceca Il PIL pro capite: la distribuzione della ricchezza

62 Anna Claudia Cremonini Classe 2°D, a.s Antonella DAuria Alex Fazio Fatema Khan Cornelia Lupascu Mim Hossain Mengni Fu Giovanni Righetti Presentazione curata da


Scaricare ppt "Classe 2°D, a.s. 2011-2012. 1943 MANIFESTO DI VENTOTENE ERNESTO ROSSI DAL CONFINO NELLISOLA DI VENTOTENE DURANTE LA 2° GUERRA MONDIALE LA CREAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google