La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Medicina del territorio: lanziano fragile. La valutazione e lassistenza 24 Novembre 2012 Lintegrazione socio sanitaria: il ruolo del servizio sociale professionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Medicina del territorio: lanziano fragile. La valutazione e lassistenza 24 Novembre 2012 Lintegrazione socio sanitaria: il ruolo del servizio sociale professionale."— Transcript della presentazione:

1 Medicina del territorio: lanziano fragile. La valutazione e lassistenza 24 Novembre 2012 Lintegrazione socio sanitaria: il ruolo del servizio sociale professionale nella definizione del Piano Assistenziale Personalizzato (PAP) Dott.ssa Beatrice Rovai Coordinatore Sociale SDS Fiorentina Nord Ovest Responsabile UF Servizio Sociale Azienda sanitaria Zona Nord Ovest

2 Lintegrazione socio-sanitaria: la valutazione multidimensionale La valutazione multidimensionale delle condizioni di bisogno della persona anziana non autosufficiente, ben esprime lintegrazione socio-sanitaria in quanto è supportata da procedure valutative, effettuate sulla base di una serie di scale multidimensionali, con riferimento allo stato di salute funzionale- organico, alle condizioni cognitive e comportamentali e alla situazione socio ambientale e familiare.

3 Il piano di assistenza personalizzato I risultati delle scale determinano la valutazione multidimensionale del bisogno dellanziano relativo alle aree clinico- funzionale, cognitivo-comportamentale e socio-ambientale, che sono la base informativa sulla quale verrà definito, dalla Unità di Valutazione Multidimensionale il Piano di assistenza Personalizzato. I risultati delle scale determinano la valutazione multidimensionale del bisogno dellanziano relativo alle aree clinico- funzionale, cognitivo-comportamentale e socio-ambientale, che sono la base informativa sulla quale verrà definito, dalla Unità di Valutazione Multidimensionale il Piano di assistenza Personalizzato.

4 Il piano di assistenza personalizzato L Unità di Valutazione Multidimensionale, a partire dalle informazioni valutative relative allarea socio-ambientale (indicatore adeguatezza condizione ambientale IACA), integrate in sede di discussione e stesura del PAP con le altre aree di bisogno (livelli di isogravità), definirà lappropriatezza di un percorso assistenziale domiciliare o residenziale.

5 PIANO ASSISTENZIALE PERSONALIZZATO PROFILO FUNZIONALE-COGNITIVO -COMPORTAMENTALE DEFINIZIONE QUANTITA RISORSE per assistenza tutelare nel percorso domiciliare SOCIO AMBIENTALE COGNITIVO C OMPORTAMENTALE FUNZIONALE CLINICO Profilo Sanitario Algoritmo Livelli Isogravità Bisogno Definizione percorso residenziale/domiciliare Profilo sociale (IACA d) Profilo sociale (IACA)

6 Il PAP: appropriatezza del percorso residenziale Lappropriatezza dellassegnazione di un percorso residenziale da parte dellUVM sarà individuata in base alle condizioni sanitarie (livello di isogravità del bisogno) ma determinata soprattutto dalle condizioni sociali, familiari e ambientali dellanziano (indice di adeguatezza ambientale IACA) ed economiche (ISEE).

7 Eleggibilità del Percorso Residenziale Scale di valutazioneStrumento Profilo Funzionale Profilo cognitivo comportamentale Livelli di isogravità (1-5) Profilo SanitarioValutazione della complessità dellassistenza infermieristica (alta-media-bassa) Profilo socialeIACA (indicatore adeguatezza della condizione ambientale) (Alto, medio/alto, medio/basso,basso)

8 Indicatore di Adeguatezza della Condizione Ambientale. La scala che valuta ladeguatezza della condizione ambientale (IACA) per leleggibilità del percorso residenziale si compone di 3 domìni: La scala che valuta ladeguatezza della condizione ambientale (IACA) per leleggibilità del percorso residenziale si compone di 3 domìni: Valutazione rete assistenziale Valutazione rete assistenziale Valutazione situazione economica Valutazione situazione economica Valutazione condizione abitativa e dellambiente di vita Valutazione condizione abitativa e dellambiente di vita

9 Il Percorso Residenziale: Lassegnazione del percorso residenziale da parte dellUVM prevede lattribuzione di risorse quali: Inserimento in struttura residenziale (RSA) con concessione di quota sanitaria e quota sociale se la persona ne ha diritto in base alla condizione economica dellanziano e dei figli (ISEE) (Regolamento delle prestazioni sociali). Inserimento in struttura residenziale (RSA) con concessione di quota sanitaria e quota sociale se la persona ne ha diritto in base alla condizione economica dellanziano e dei figli (ISEE) (Regolamento delle prestazioni sociali).

10 Il PAP: appropriatezza del percorso domiciliare Nel caso in cui, lUVM ritenga appropriato un percorso domiciliare in base alle condizioni sanitarie della persona (livello di isogravità del bisogno) ed in particolare dellindice di adeguatezza ambientale (IACA), la quantità delle risorse per lassistenza tutelare.

11 Definizione delle risorse nel Percorso Domiciliare Scale di valutazioneStrumento Profilo Funzionale Profilo cognitivo comportamentale Livelli di isogravità (1-5) Profilo SanitarioValutazione della complessità dellassistenza infermieristica (alta-media-bassa) Profilo socialeIACA d (indicatore adeguatezza della condizione ambientale) per lassistenza domiciliare (Alto, medio,basso)

12 Indicatore di Adeguatezza della Condizione Ambientale. Ai fini dellassegnazione della quantità delle risorse per lassistenza tutelare lindicatore di adeguatezza ambientale valuta: Ai fini dellassegnazione della quantità delle risorse per lassistenza tutelare lindicatore di adeguatezza ambientale valuta: Rete assistenziale: presenza attuatori degli interventi Rete assistenziale: presenza attuatori degli interventi Valutazione della condizione abitativa: adeguatezza condizioni igienico-sanitarie e strutturali, ladeguatezza dei servizi igienici, presenza di barriere architettoniche. Valutazione della condizione abitativa: adeguatezza condizioni igienico-sanitarie e strutturali, ladeguatezza dei servizi igienici, presenza di barriere architettoniche.

13 Il Percorso domiciliare: Lassegnazione del percorso domiciliare da parte dellUVM prevede lattribuzione di risorse quali: Inserimento in struttura semiresidenziale Inserimento in struttura semiresidenziale Contributo badante Contributo badante Assistenza domiciliare diretta Assistenza domiciliare diretta

14 Il servizio sociale professionale allinterno dellUVM Lassistente sociale è un componente stabile dellUnità di valutazione multidimensionale e, pertanto, attraverso le informazioni che risultano dalla scala valutativa socio- ambientale (IACA) concorre alla valutazione multidimensionale del bisogno dellanziano per lassegnazione del percorso più appropriato. Lassistente sociale è un componente stabile dellUnità di valutazione multidimensionale e, pertanto, attraverso le informazioni che risultano dalla scala valutativa socio- ambientale (IACA) concorre alla valutazione multidimensionale del bisogno dellanziano per lassegnazione del percorso più appropriato (residenziale o domiciliare).

15 LAssistente Sociale: responsabile del piano di assistenza personalizzato Lassistente sociale assume il ruolo di responsabile del Piano di Assistenza Personalizzato con i seguenti compiti: - È il referente organizzativo delle attività assistenziali; - verifica lattuazione delle attività previste dal PAP - avvia e chiude il piano di assistenza personalizzato - propone all UVM leventuale revisione e/o proroga del Piano;

16 Attività Unità di Valutazione Multidimensionale (anno 2011) Zona Fiorentina Nord Ovest

17 07/02/ Casi nuovi1054 Rivalutazione per assegnazione Isogravità 485 Totale1539 Valutazioni UVM Zona Nord Ovest (anno 2011)

18 Valutazioni UVM Zona Nord Ovest per Comune di residenza Calen zano Campi Bisenzi o Fiesol e Lastra a Signa Scandi cci Signa Sesto F.no VagliaTotale N° Casi * (+ 26 Moduli) = 1054

19 Esito PAP (Piano Assistenziale Personalizzato) Zona Nord Ovest /02/ Percorso residenziale170 Percorso domiciliare779 Risposta negativa per ISO 1/261 Risposta negativa per superamento ISEE18 Valutazione per assegnazione Modulo Specialistico26 TOTALE1054

20 Interventi erogati su fondo non autosufficienza e fondi collegati Zona Nord Ovest (anno 2011) 07/02/ InterventoNumero Utenti Contributi ADI e CURE FAMILIARI 285 Contributi badanti285 Assistenza domiciliare diretta 175 ADD dimissione ospedaliera 14 Inserimenti temporanea in RSA 45 Inserimenti temporanei in diurni 31 Totale935

21 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Medicina del territorio: lanziano fragile. La valutazione e lassistenza 24 Novembre 2012 Lintegrazione socio sanitaria: il ruolo del servizio sociale professionale."

Presentazioni simili


Annunci Google