La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE CON O.C.T. DEL DANNO NEUROFTALMOLOGICO DA ADENOMA IPOFISARIO Ferreri F., Mobrici M., Lorino F., Vigo T. *, Cannavò S.*, Aragona P. *U.O.C.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE CON O.C.T. DEL DANNO NEUROFTALMOLOGICO DA ADENOMA IPOFISARIO Ferreri F., Mobrici M., Lorino F., Vigo T. *, Cannavò S.*, Aragona P. *U.O.C."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE CON O.C.T. DEL DANNO NEUROFTALMOLOGICO DA ADENOMA IPOFISARIO Ferreri F., Mobrici M., Lorino F., Vigo T. *, Cannavò S.*, Aragona P. *U.O.C. di Endocrinologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO G. MARTINO DIPARTIMENTO DELLE SPECIALITA CHIRURGICHE CLINICA OCULISTICA Direttore: Prof. Giuseppe Ferreri

2 INTRODUZIONE neoplasie benigne spesso capaci di secernere uno o più ormoni ipofisari 15% di tutti i tumori intracranici ADENOMI IPOFISARI

3 INTRODUZIONE

4 INTRODUZIONE Gli adenomi di II, III e IV grado possono anche presentare estensioni extrasellari: sovrasellare A.espansione nelle cisterne sovrasellari B.ladenoma comprime il chiasma ottico e il pavimento del III ventricolo C.ladenoma riempie la parte anteriore del terzo ventricolo e raggiunge il forame di Monro parasellare D.ladenoma presenta unestensione intracranica o intradurale (temporale, frontale o posteriore) E.ladenoma presenta unestensione extracranica o extradurale verso il seno cavernoso

5 INTRODUZIONE Frequentemente i tumori ipofisari determinano alterazioni del campo visivo.

6

7 Chiasma Anteroipofisi Peduncolo Post-ipofisi Ipotalamo CONSEGUENZE CLINICHE DEGLI ADENOMI IPOFISARI EFFETTO MASSA Compressione chiasmatica : Effetti sul campo visivo

8 EMIANOPSIA ETERONIMA QUADRANTOPSIA EMIANOPSIA OMONIMA

9 Quadrantopsia Emianopsia eteronima

10 Lo Stratus OCT e una delle piu recenti e moderne tecniche diagnostiche per immagini, basata sul principio della Low-Coherence Interferometry o White LightInterferometry, cioè interferometria a bassa coerenza O.C.T. Optical Coherence Tomography Fast optic disc RNFL Thickness 3,4 RNFL Thickness Average

11 OBIETTIVO DELLO STUDIO Valutare mediante Stratus O.C.T.,lo spessore dello strato delle fibre nervose retiniche (RNFL) in pazienti affetti da micro e macroadenoma ipofisario

12 MATERIALI E METODI N° casiEtà mediaMicroadenoma (<10 mm) Macroadenoma (>10 mm) N° casi con difetti campimetrici (perimetria computerizzata) Pazienti 31 (7 M, 24 F) 43±15 n. 17 (13 PRL, 2 GH, 1 ACTH, 1 NF) n. 14 (7 PRL, 6 GH, 1 NF) 11/31 (1/17 microadenoma; 10/14 macroadenomi) GRUPPO CONTROLLO 52 individui sani (18 M, 34 F; 42 ± 15 anni)

13 CRITERI DI ESCLUSIONE precedente trattamento neurochirurgico precedente radioterapia o radiochirurgia glaucoma degenerazione maculare difetti refrattivi di grado elevato cataratta in stadio avanzato opacità vitreali

14 MATERIALI E METODI In ogni paziente sono stati valutati entrambi gli occhi e sono stati utilizzati per lo studio i dati ricavati dalla valutazione dellocchio maggiormente compromesso. Nel gruppo di controllo è stato valutato locchio destro. Lintervallo di normalità per fasce detà è stato calcolato sulla base del valore di RNFL totale (disco peripapillare) e settoriale (singoli quadranti).

15 MATERIALI E METODI RNFL thickness (3,4 mm): valutazione dello spessore dello strato delle fibre nervose della retina lungo scansioni circolari effettuate intorno al disco ottico. RNFL thickness (3,4 mm): valutazione dello spessore dello strato delle fibre nervose della retina lungo scansioni circolari effettuate intorno al disco ottico. RNFL thickness average: serie di grafici relativi alla media dello spessore del RNFL calcolata su più scansioni peripapillari di pari raggio. RNFL thickness average: serie di grafici relativi alla media dello spessore del RNFL calcolata su più scansioni peripapillari di pari raggio.

16 RISULTATI pazienti controlli RNFL thickness ( µ m) * ** * p < 0.02

17 RISULTATI * p<0.03 RNFL thickness ( µ m) * **

18 RISULTATI RNFL thickness ( µ ) * * P <0.01

19 Tale spessore appare maggiormente compromesso nei pazienti con macroadenoma rispetto a quelli con microadenoma e prevalentemente nel quadrante superiore e temporale. CONCLUSIONI NEI PAZIENTI CON ADENOMA IPOFISARIO Lo Stratus OCT valuta la riduzione di spessore delle fibre retiniche imputabile a compressione chiasmatica

20 PROSPETTIVE Riduzione di spessore di RNFL OCT PERIMETRIACOMPUTERIZZATA Difetti campimetrici Significato prognostico

21


Scaricare ppt "VALUTAZIONE CON O.C.T. DEL DANNO NEUROFTALMOLOGICO DA ADENOMA IPOFISARIO Ferreri F., Mobrici M., Lorino F., Vigo T. *, Cannavò S.*, Aragona P. *U.O.C."

Presentazioni simili


Annunci Google