La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le competenze degli psicologi Guido Sarchielli Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le competenze degli psicologi Guido Sarchielli Alma Mater Studiorum Università di Bologna."— Transcript della presentazione:

1 Le competenze degli psicologi Guido Sarchielli Alma Mater Studiorum Università di Bologna

2 Cosè una professione? Qualche richiamo di base Speciale categoria di occupazione (Service & Knowledge based) Autonomia professionale (prestazione) Esclusività conoscenza generale e tecnica Interesse per la comunità (servizi protetti) Autocontrollo/regolamentazione istituzionale (chiusura del mercato) Tempi lunghi di formazione Strumenti di socializzazione e controllo Sistema di riconoscimenti sociali (attribuzioni di responsabilità, reddito, prestigio…) Attributi secondari (stile di vita)

3 LA NASCITA PRESTAZIONE Essenzialità Esclusività Complessità RAPPRESENTA ZIONE SOCIALE Credenze Ideologia professionale LA COSTITUENTE Riconoscimento sociale presente Riconoscimento sociale assente Autonomia p. rispetto a clienti e organizzazione STABILIZZAZIONE Autonomia p. rispetto solo ad uno di essi (parziale) PROFESSIONE SEMI- PROFESSIONE NON RIUSCITA UN MODELLO DI PROFESSIONALIZZAZIONE - Forsyth & Danisiewicz (1985)

4 Perché è utile tener presente il tema della professionalizzazione degli psicologi? Identità professionale Rappresentazioni sociali della professione Socializzazione professionale Standard formativi e professionali Relazioni con il cliente Relazione tra gruppi professionali Competenze professionali Riconoscimento legittimazione

5 1) Lespandersi del processo di segmentazione e differenziazione A) Diverse condizioni di esercizio della professione (dipendente, autonomo/libero professionista, posizioni miste) B) La natura del lavoro svolto (vasta gamma delle prestazioni) LESIGENZA DI UNANALISI DELLE COMPETENZE NEL LAVORO DELLO PSICOLOGO

6 C) Il vario dosaggio delle interazioni professionali (nei servizi pubblici e privati) 2) Lemergere di nuove domande sociali (settori, gruppi sociali, ecc.) 3) Il grado di scostamento tra conoscenza formalizzata e competenza pratica (tipico nelle professioni di servizio alle persone)

7 4) le modalità di socializzazione professionale riferite allacquisizione di: a) Conoscenza scientifica (crisi del modello a due stadi) b) Conoscenza professionale (saperi tecnici, saperi pratici) c) Competenze professionali (rappresentazioni, valori, atteggiamenti, deontologia e codici)

8 5) lo specifico rilievo della competenza professionale (per lautonomia del professionista) intesa nellaccezione di: a) padronanza di saperi e tecniche b) di capacità danalisi e comprensione delle domande implicite ed esplicite del committente.

9 In effetti, per le professioni psicosociali la qualità e il valore del prodotto/servizio reso dipendono anche dal riconoscimento dellesigenza e della domanda del fruitore e dalla rielaborazione personalizzata della risposta tecnica

10 Difficile contrastare le rappresentazioni sociali (deformate) della professionalità Disequilibrio domanda-offerta (la professione sembra in prevalenza guidata dallofferta) Politica dellimmagine professionale centrata sulla sola relazione daiuto QUALI GLI EFFETTI DI UNA NON CHIARA IDENTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE DELLO PSICOLOGO?

11 Preminenza di richieste di rimedio alla marginalità e di integrazione con più ridotta attenzione alla progettazione di spazi di vita, relazioni positive….. Difficoltà a progettare la formazione di base e quella professionale Non chiara identificazione e valorizzazione dei prodotti/servizi resi Non evidente promozione e tutela delle attese dei clienti/committenti

12 I rischi di partire dalle discipline (teorie, modelli, strumenti): modello tradizionale (input model) Lopportunità di partire dai contesti duso (output model: aree di attività, condizioni di esercizio, comunità di pratiche, relazioni con la committenza …..) Linferenza di elementi sia di comunalità sia di specificità di contesto La proposta di uno schema logico COME PROCEDERE PER SAPERE COSA FA E COME OPERA UNO PSICOLOGO ?

13 RISORSE DELLA PERSONA REPERTORIO COMPETENZE CONTESTO DI AZIONE [Area di attività e oggetto Condizioni, Mezzi, Committenza, Comunità di pratiche] 1) di base 2) Tecnico- professionali primarie 3) Organizzative e di sviluppo IndividualiIndividuali Saperi (K) Attributi Individuali & Sociali [atteggiamenti (A), Skills (S), ecc.] Un possibile modello di struttura delle competenze dello psicologo

14 RISORSE DELLA PERSONA –SAPERI (Knowledge: Scientifici, pratici, professionali/deontologici) –ATTRIBUTI INDIVIDUALI (Attitudes/Skills) –Auto-consapevolezza (autodiagnosi, self- confidence, equilibrio emotivo…) –Gestione del self (adattabilita, proattivita, orientamento alla riuscita…..)

15 –Prospettiva temporale (aspettative, progettazione….) ATTRIBUTI SOCIALI (Attitudes/Skills) Consapevolezza sociale (sociability, percezione sociale….) Abilita di mettersi in relazione e di costruire legami positivi Work habits (atteggiamenti, motivazioni…..)

16 REPERTORIO DI COMPETENZE SITUATE Di base [diagnosticare la situazione, relazionarsi con persone e oggetti, affrontare i problemi, informatica…..]Di base [diagnosticare la situazione, relazionarsi con persone e oggetti, affrontare i problemi, informatica…..] Tecnico-professionali primarie per lesercizio delle professioni psicologiche [Categorie: definizione obiettivo, assessment, progettazione e sviluppo, intervento psicologico, verifica, comunicazione]

17 Organizzative e di sviluppo (enabling) [mantenimento/autoapprendimento, relazioni interprofessionali, ricerca e sviluppo, qualità, rapporto con la committenza, coordinamento, ecc.]

18 Notare lultima relazione con il contesto duso: le competenze sono attivate e modulate dal contesto (compito, condizioni di esercizio, ruolo…..) = specifiche configurazioni professionaliNotare lultima relazione con il contesto duso: le competenze sono attivate e modulate dal contesto (compito, condizioni di esercizio, ruolo…..) = specifiche configurazioni professionali

19 Biografical characteristics Personality Abilities KSA Basic competences Competences Basic academic education Practical training Professional practice Model of competence (Roe 2002)

20 Bartram & Roe (2005) TAXONOMIC LIST OF COMPETENCES Professional or Primary Competence (collegate a ai contenuti psicologici della pratica professionale, sono quindi tipiche, comuni agli psicologi perché richiedono conoscenze e metodi psicologici Enabling or Secondary Competences (collegate al rendere efficace ed efficiente la prestazione; sono comuni ad altri professionisti che erogano servizi)


Scaricare ppt "Le competenze degli psicologi Guido Sarchielli Alma Mater Studiorum Università di Bologna."

Presentazioni simili


Annunci Google