La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Workshop Conoscenze scientifiche e innovazione dei Servizi di Salute Mentale: Accertamento Volontario e Involontario ASO e TSO nella Regione Emilia Romagna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Workshop Conoscenze scientifiche e innovazione dei Servizi di Salute Mentale: Accertamento Volontario e Involontario ASO e TSO nella Regione Emilia Romagna."— Transcript della presentazione:

1 Workshop Conoscenze scientifiche e innovazione dei Servizi di Salute Mentale: Accertamento Volontario e Involontario ASO e TSO nella Regione Emilia Romagna e nel DSM di Cesena Dott.ssa Sara Valerio

2 2dott.ssa Sara Valerio Fattore di predisposizione per lesito della terapia Limportanza della volontarietà Influenza sul processo e sullesito del trattamento

3 3dott.ssa Sara Valerio In ambito medico viene introdotto il termine: Limportanza della volontarietà Compliance Concetto polivalente che definisce ladesione al trattamento in termini di: - consenso - accettazione - condivisione - partecipazione

4 4dott.ssa Sara Valerio Secondo lapproccio psicodinamico: Limportanza della volontarietà La relazione tra la persona con disturbo mentale e lequipe di riferimento, produce un cambiamento verso la salute solo se è fondata su fattori quali: LIBERTA SCELTA VOLONTARIETA CONSAPEVOLEZZA

5 5dott.ssa Sara Valerio La VOLONTARIETA e la modificazione delle Leggi in materia di assistenza psichiatrica e di salute mentale La VOLONTARIETA e la modificazione delle Leggi in materia di assistenza psichiatrica e di salute mentale Limportanza della volontarietà

6 6dott.ssa Sara Valerio Levoluzione legislativa Legge del 1904, n.36 Obbligatorietà della cura e della custodia degli alienati Legge 18 marzo 1968, n.431 Ammissione volontaria e dimissione

7 7dott.ssa Sara Valerio Il concetto di volontarietà con la Legge del 1968 contribuisce alla sostituzione del principio di custodia con quello di cura Viene abrogato lobbligo di annotazione dei provvedimenti di ricovero e delliscrizione al casellario giudiziario (art.11, L1968, n.431) Levoluzione legislativa

8 8dott.ssa Sara Valerio Levoluzione legislativa Gli accertamenti e i trattamenti sanitari sono volontari Gli accertamenti e i trattamenti sanitari sono volontari consenso partecipazione Devono essere accompagnati da iniziative rivolte ad assicurare il consenso e la partecipazione da parte di chi vi è obbligato. Legge 13 maggio 1978, n. 180

9 9dott.ssa Sara Valerio La volontarietà diventa punto fondamentale della Legge La volontarietà diventa punto fondamentale della Legge E considerata uno dei fattori che regolano le modalità di accesso e di ricovero E considerata uno dei fattori che regolano le modalità di accesso e di ricovero Levoluzione legislativa

10 10dott.ssa Sara Valerio Direttiva del 1989 della Regione Emilia Romagna per ASO e TSO Levoluzione legislativa altrimenti inavvicinabile fondato sospetto urgenti interventi terapeutici LAccertamento Sanitario Obbligatorio, istituto di carattere eccezionale, si configura come strumento mirato ad entrare in contatto con una situazione altrimenti inavvicinabile e per la quale sia pure in via presuntiva si ha il fondato sospetto dellesistenza di gravi alterazioni psichiche tali da richiedere urgenti interventi terapeutici.

11 11dott.ssa Sara Valerio LASO si presta ad essere considerato una procedura per lattivazione del TSO e non una modalità di valutazione delle funzioni della mente Levoluzione legislativa Da questi aspetti problematici è scaturita lipotesi di ricerca sulla involontarietà dellaccertamento e trattamento

12 12dott.ssa Sara Valerio Progetto di ricerca A.S.O. LA.S.O. può essere uno strumento clinico da valorizzare? Ipotesi di Ricerca:

13 13dott.ssa Sara Valerio Valutazione clinica del medico in base a: 1 -fondato sospetto di gravi alterazioni psichiche 2 -la persona si sottrae o rifiuta di essere sottoposta a visita medica 3 –indispensabilità della valutazione dello stato mentale Il medico compila la richiesta di A.S.O. e lo fa pervenire all Autorità Sanitaria. Il Sindaco può emettere lordinanza di A.S.O. che viene eseguita tramite la Polizia Municipale. Schema di attivazione Accertamento Sanitario Obbligatorio La Polizia Municipale comunica alla persona interessata lordinanza e ne tutela la esecuzione che avviene tramite il servizio 118

14 14dott.ssa Sara Valerio Trasferimento della persona in ambulanza nella sede stabilita nella richiesta di A.S.O. Espletamento dell A.S.O. : accertamento psichiatrico Reperimento della persona entro 48 ore? NO SI Schema di attivazione ASO

15 15dott.ssa Sara Valerio Quando, come e perché viene utilizzato lAccertamento Sanitario Obbligatorio in Psichiatria Quando, come e perché viene utilizzato lAccertamento Sanitario Obbligatorio in Psichiatria Progetto di ricerca A.S.O. Oggetto di studio:

16 16dott.ssa Sara Valerio Obiettivo generale: Progetto di ricerca A.S.O. Sviluppare proposte per una maggior definizione del dispositivo applicativo e dei suoi esiti in termini di salute

17 17dott.ssa Sara Valerio Obiettivo specifico: Progetto di ricerca A.S.O. Descrivere lo strumento A.S.O. individuandone i fattori che lo determinano e ne richiedono lattivazione.

18 18dott.ssa Sara Valerio Metodo: Progetto di ricerca A.S.O. La ricerca si divide in due fasi: Analisi descrittiva dello strumento ASO Interazioni tra i fattori individuati

19 19dott.ssa Sara Valerio Analisi delle cartelle cliniche degli utenti afferenti al Dipartimento di Salute Mentale della Az.USL di Cesena che hanno ricevuto un Accertamento Sanitario Obbligatorio nel periodo: 1 gennaio giugno gennaio giugno 2006 Progetto di ricerca A.S.O. Procedura:

20 20dott.ssa Sara Valerio Analisi dati Dati Regione Emilia Romagna Anno 2005 Tipo di prestazione Piac.PaREMoBoImFeRaFoCeRiTot ASO TSE TSO Dati incompleti e non di tutti i Servizi Fonte: Sistema Informativo Salute Mentale Regione Emilia-Romagna

21 21dott.ssa Sara Valerio Analisi dati Dati Regione Emilia Romagna primo semestre 2006 Tipo di prestazione Piac.PaREMoBoImFeRaFoCeRiTot ASO TSE TSO Dati incompleti e non di tutti i Servizi Fonte: Sistema Informativo Salute Mentale Regione Emilia-Romagna

22 22dott.ssa Sara Valerio Analisi dati Dati Dipartimento Salute Mentale di Cesena Andamento nei 3 anni ASO (primo semestre) 27

23 23dott.ssa Sara Valerio Analisi dati Dati Dipartimento Salute Mentale di Cesena 1 gennaio giugno 2006 ASO emessi dal 1 gennaio giugno 2006 su una popolazione di abitanti residenti ( >= 18 anni, trattando il Centro solo la popolazione adulta): 76 di cui 70 a persone residenti per un tasso di incidenza di 2,8 x ab. resid. Adulti

24 24dott.ssa Sara Valerio ASO emessi ASO emessi primo semestre Analisi dati 76 verso 62 persone In carico: 51 Non in carico: 11 Fuori Az.USL: 6 Senza successiva presa in carico: 2 Con successiva presa in carico: 3

25 25dott.ssa Sara Valerio ASO emessi Analisi dati 70 verso 56 persone 7 persone 2 ASO 2 persone 3 ASO 1 persona 4 ASO Recidive Analisi dati

26 26dott.ssa Sara Valerio Analisi dati anagrafici Sesso:

27 27dott.ssa Sara Valerio Analisi dati anagrafici Età:

28 28dott.ssa Sara Valerio Analisi dati anagrafici Titolo di studio:

29 29dott.ssa Sara Valerio Analisi dati anagrafici Professione:

30 30dott.ssa Sara Valerio Analisi dati anagrafici Tempo in carico al Servizio:

31 31dott.ssa Sara Valerio Analisi dati clinici Diagnosi:

32 32dott.ssa Sara Valerio Analisi dati clinici Diagnosi: Spettro Schizofrenico: 73,21% Di cui:

33 33dott.ssa Sara Valerio Motivazione Fattori che determinano lASO Motivazione di natura psicopatologica: Motivazione di natura comportamentale: Motivazione di natura sociale: 63 (90%) 51 (72%) 3 (4,2%) Combinazione tra motivazione di natura psicopatologica e comportamentale: 45 (64,28%)

34 34dott.ssa Sara Valerio Fonte di segnalazione: Fattori che determinano lASO Familiari: 44 (62,85%) Medico di famiglia: 0 Operatori del CSM: 24 (34,28%) Operatori Comunità: 14 (20%) Forze dellOrdine: 4 (5,71%) Vicini/conoscenti: 6 (8,57%)

35 35dott.ssa Sara Valerio Ricovero che nellanno precede lASO: Fattori che determinano lASO TSO 17,14% (12) R. V. 14,28% (10)

36 36dott.ssa Sara Valerio Fattori che determinano lASO TSO 38,57% (27) R.V. 18,57% (13) Ricovero che segue lASO: Nessun ricovero e ripresa terapia 40% (28) Non proseguono la terapia 2,85%(2) Il 22,88% dei TSO totali

37 37dott.ssa Sara Valerio Caratteristiche TSO conseguente ASO Su 27 TSO conseguenti ad ASO: 62,96% maschi 48,14% età compresa tra i 18 e i 44 anni 33,33% incarico da più di 10 anni

38 38dott.ssa Sara Valerio Comparazione Ricerca CSM Scalo, Bologna, Ricerca DSM Cesena, /06/2006 Num. ASO 72 (2.83 per ab. resid. adulti) 70 (2.8 per ab. resid. adulti) Persone interessate ASO 5456 Diagnosi prevalente Psicosi funzionale 68,6% Spettro schizofrenico 73,21% Persone in carico al Servizio Soggetti presi in carico dopo ASO 70%12,5%91,07%5,35%

39 39dott.ssa Sara Valerio Conclusioni Utilizzo limitato dello strumento Utilizzo limitato dello strumento Andamento stabile nei tre anni Andamento stabile nei tre anni Richiesto prevalentemente per motivi di non compliance terapeutica Richiesto prevalentemente per motivi di non compliance terapeutica Richiesto nei confronti di per persone in maggioranza già seguite dal DSM Richiesto nei confronti di per persone in maggioranza già seguite dal DSM

40 40dott.ssa Sara Valerio L ASO può essere uno strumento clinico da valorizzare? Conclusioni Dalle analisi fatte si potrebbe rispondere di sì, ma vista la limitatezza dei dati, la domanda è da considerarsi ancora aperta e la risposta può venire da altre ricerche e dal confronto dei dati sulle diverse esperienze aziendali, regionali, nazionali.


Scaricare ppt "Workshop Conoscenze scientifiche e innovazione dei Servizi di Salute Mentale: Accertamento Volontario e Involontario ASO e TSO nella Regione Emilia Romagna."

Presentazioni simili


Annunci Google