La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POLIPI DEL COLON. DEFINIZIONE DI POLIPO Qualsiasi formazione circoscritta sessile o peduncolata che protrude sulla mucosa intestinale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POLIPI DEL COLON. DEFINIZIONE DI POLIPO Qualsiasi formazione circoscritta sessile o peduncolata che protrude sulla mucosa intestinale."— Transcript della presentazione:

1 POLIPI DEL COLON

2 DEFINIZIONE DI POLIPO Qualsiasi formazione circoscritta sessile o peduncolata che protrude sulla mucosa intestinale

3 CLASSIFICAZIONE ENDOSCOPICA DEI POLIPI In base alla forma SESSILE PEDUNCOLATO In base alla forma SESSILE PEDUNCOLATO In base alle dimensioni DIMINUTIVO O MICROPOLIPO SIGNIFICATIVO In base alle dimensioni DIMINUTIVO O MICROPOLIPO SIGNIFICATIVO

4 POLIPI DEL COLON RISCONTRO OCCASIONALE SANGUINAMENTO

5 POLIPI DEL COLON I polipi del colon possono essere sintomatici (sanguinamento, intussuscezione) oppure essere di riscontro occasionale durante un esame radiologico od endoscopico. Se non già fatta, occorre eseguire una pancolonscopia per esplorare tutto il colon. Tutti i polipi con diametro > 1 cm vanno asportati, gli altri vanno sorvegliati periodicamente. I polipi iperplastici e infiammatori non hanno rischio neoplastico e non necessitano di ulteriore terapia.

6 POLIPI DEL COLON IPERPLASTICI INFIAMMATORI AMARTOMATOSI FLAT-ADENOMAS ADENOMATOSI

7 POLIPI DEL COLON IPERPLASTICI INFIAMMATORI FLAT-ADENOMAS ADENOMATOSI AMARTOMATOSI

8 POLIPI DEL COLON AMARTOMATOSI POLIPOSI GIOVANILE SINDROME DI PEUTZ-JEGHERS Ricerca neoplasie in altre sedi Polipectomiaendoscopica SingoloMultiplo SorveglianzaCOLECTOMIASUBTOTALE Follow-up

9 POLIPI DEL COLON AMARTOMATOSI POLIPOSI GIOVANILE SingoloMultiplo SorveglianzaCOLECTOMIASUBTOTALE Follow-up I polipi amartomatosi (istologicamente composti da struttute diverse) sono rappresentati da: POLIPOSI GIOVANILE (soprattutto a carico del retto), in una forma sporadica (polipo singolo) e in una familiare (polipi multipli con rischio di cancerizzazione, richiede una colectomia subtotale con ileorettoanastomosi); POLIPOSI GIOVANILE (soprattutto a carico del retto), in una forma sporadica (polipo singolo) e in una familiare (polipi multipli con rischio di cancerizzazione, richiede una colectomia subtotale con ileorettoanastomosi); SINDROME DI CRONKITE- CANADA, simile alla poliposi giovanile ma non trasmessa geneticamenteSINDROME DI CRONKITE- CANADA, simile alla poliposi giovanile ma non trasmessa geneticamente

10 POLIPI DEL COLON AMARTOMATOSI SINDROME DI PEUTZ-JEGHERS Ricerca neoplasie in altre sedi Polipectomiaendoscopica Follow-up SINDROME DI PEUTZ-JEGHERS: a trasmissione autosomica dominante, con polipi multipli, presenti anche in stomaco, duodeno e soprattutto nel tenue (rischio di invaginazione intestinale), associati con pigmentazione periorifiziale; è sufficiente la rimozione endoscopica seguita da follow-up periodici, ma occorre escludere la coesistenza di neoplasie in altre sedi (testicolo, ovaio, utero, mammella, tiroide, polmone, pancreas, vie biliari, ecc.) spesso presenti. SINDROME DI COWDEN (fibrolipomi < 5 mm in tutto il tubo digerente e sulla pelle, senza rischio di cancerizzazione

11 POLIPI DEL COLON IPERPLASTICI INFIAMMATORI AMARTOMATOSI ADENOMATOSI FLAT-ADENOMAS

12 POLIPI DEL COLON FLAT-ADENOMAS Polipi piatti e piccoli (flat adenomas) possono essere associati alla HFSA (Hereditary Flat-Adenoma Syndrome, i polipi hanno una elevata frequenza di displasia grave) e forse alle HNPCC (Hereditary Non-Polyposis Colorectal Cancer, o sindrome di Linch I; i polipi sono presenti solo nel 5- 15% dei casi)

13 POLIPI DEL COLON IPERPLASTICI INFIAMMATORI AMARTOMATOSI FLAT-ADENOMAS ADENOMATOSI

14 POLIPI DEL COLON ADENOMATOSI Numero < 10 sìno Polipectomiaendoscopica Carcinomainvasivo Carcinoma non invasivo Adenoma RESEZIONEFollow-up >

15 POLIPI DEL COLON ADENOMATOSI I polipi adenomatosi singoli, o comunque in numero inferiore a 10, vanno rimossi endoscopicamente. Il rischio di cancerizzazione cresce col diametro (1-2% se 1 cm, 35-65% se > 2 cm) e secondo il tipo istologico (5% nei tubulari, 40% nei villosi). Unistologia normale o la presenza di un carcinoma non invasivo (Tis) indicano la ripetizione della colonscopia dopo 1 anno e quindi ogni 3-5 anni. La presenza di un carcinoma invasivo (T1) imporrà lintervento chirugico (a meno che non si tratti di una localizzazione alla testa di un peduncolo, oppure alla base ma con sottomucosa integra, margini di resezione liberi e assenza di invasione vascolare o linfatica).

16 POLIPI DEL COLON ADENOMATOSI Numero < 10 no >

17 POLIPI ADENOMATOSI Rettomoltocoinvolto COLECTOMIATOTALE + Bonifica endoscopicaretto NO Follow-up Eventuale ricerca APC positiva PAF EGDS Polipectomia eventuali polipi digerente superiore PROCTOCOLECTOMIARESTAURATIVA SI

18 POLIPI ADENOMATOSI La presenza di polipi adenomatosi rende complicata la bonifica endoscopica, e può quindi essere unindicazione allintervento chirurgico (colectomia subtotale con bonifica endoscopica del retto e successivi controlli periodici o, se questultimo è molto colpito, proctocolectomia). Alcuni casi di PAF con polipi < 100 possono essere dimostrati con la ricerca del gene APC

19 Un numero di polipi adenomatosi > 100 deve far sospettare una poliposi adenomatosa familiare (PAF), malattia a trasmissione autosomica dominante (1 caso su ); nel 70% dei casi il carcinoma colico compare entro i 40 anni. In una elevata percentuale di casi sono presenti anche polipi extracolici: stomaco, tenue, duodeno; in particolare questultimi sono rischiosi (il 10% di questi pazienti svilupperà un carcinoma del duodeno); questi polipi andranno pertanto ricercati e, se possibile, asportati. La PAF può essere associata ad altre patologie: CHRPE (ipertrofia congenita dellepitelio retinico), osteomi e cisti epidermoidi (sindrome di Gardner), tumori desmoidi della parete addominale e del mesentere (compaiono spesso dopo lintervento chirurgico), tumori del sistema nervoso (sindrome di Turcot), ecc. POLIPI ADENOMATOSI > 100

20 La terapia della PAF prevede la rimozione di tutto il colon. Il retto può essere conservato (colectomia con ileorettoanastomosi) se il numero dei polipi presenti è limitato, dopo opportuna bonifica, e programmando un follow-up rigoroso (rettoscopia ogni 6 mesi); altrimendi occorre asportarne la mucoca, ricostruendo il transito con una proctocolectomia con reservoir ileo-anale. POLIPOSI ADENOMATOSA FAMILIARE (PAF)

21 POLIPI ADENOMATOSI > 100 PAF Pedigree e ricerca APC nei famigliari Negativi Positivi Colonscopia a anni Colonscopia da 10 anni, ogni 2 anni sino alla diagnosi Non informativi Linkage Noneseguibile Positivo Negativo CHRPE Colonscopia da 10 anni, ogni 2 anni sino a anni Positiva Negativa

22 POLIPI ADENOMATOSI > 100 PAF Pedigree e ricerca APC nei famigliari La ricerca della PAF nei famigliari era in passato condotta ricercando la CHRPE (sensibilità 90%) o la presenza di osteomi (bassa sensibilità, 30-50%). Lindividuazione del gene APC responsabile della malattia (Adenomatous Polyposis Coli), localizzato sul braccio lungo del cromosoma 5, permette oggi di individuare i portatori con una sensibilità dell85% ed una specificità del 100%, ponendo le basi per uno screening genetico. I soggetti sicuramente individuati come portatori del gene APC andranno sottoposti a colonscopia ogni 2 anni a partire dai 10 anni detà, sino alla diagnosi. Se il risultato è incerto, solo se lanalisi del linkage genetico è negativa e se non si riscontra la CHRPE è possibile sospendere le colonscopie alletà di anni. Una volta posta la diagnosi, i pazienti andranno opportunamente trattati.


Scaricare ppt "POLIPI DEL COLON. DEFINIZIONE DI POLIPO Qualsiasi formazione circoscritta sessile o peduncolata che protrude sulla mucosa intestinale."

Presentazioni simili


Annunci Google