La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetti a. s. 2011/2012. PRIMARIA CAPRARA Motivazioni: avvicinare il bambino al linguaggio cinematografico per utilizzarlo consapevolmente Finalità:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetti a. s. 2011/2012. PRIMARIA CAPRARA Motivazioni: avvicinare il bambino al linguaggio cinematografico per utilizzarlo consapevolmente Finalità:"— Transcript della presentazione:

1 Progetti a. s. 2011/2012

2 PRIMARIA CAPRARA

3

4 Motivazioni: avvicinare il bambino al linguaggio cinematografico per utilizzarlo consapevolmente Finalità: favorire la conoscenza e la fruizione consapevole dei linguaggi dellimmagine: fotografia, fumetto, cinema, televisione …; promuovere la libera espressione attraverso i codici iconico, linguistico e mimico gestuale Destinatari: alunni delle classi 3^, 4^, 5^ Insegnanti coinvolti: Capio Alessandra, Savini Anita Periodo: dicembre- marzo Spazi: interni alla scuola Prodotto finale: sceneggiatura cinematografica sotto forma di storyboard

5

6 Finalità: accrescere la sicurezza di se in termini di autostima migliorare lautonomia operativa ottimizzare i tempi di attenzione e di concentrazione migliorare le relazioni con gli altri Destinatari: classi prima e seconda Insegnante coinvolta: De Luca Giuseppina

7 Periodo: 2° Quadrimestre Marzo - Maggio 2012 ( n. 9 incontri di 2 ore) Spazi: scuola Prodotto finale: esercitazioni pratiche, giochi di logica,completamento di schede strutturate ed esercizi, comprensione di testi ascoltati e/o letti via via più complessi, ricostruzione di sequenze e successiva stesura di semplici testi, ricostruzione di frasi e semplici testi, manipolazione degli stessi con esercizi di completamento sulla base delle indicazioni date.

8 Insegnante Arianna Morelli

9 MOTIVAZIONE In seguito agli ottimi risultati conseguiti nell'anno scolastico precedente, ho continuato il lavoro già svolto con i bambini della classe seconda della Scuola Primaria di Caprara con un progetto di musica volto allapprofondimento delle conoscenze di base acquisite. OBIETTIVI GENERALI Espressione vocale e strumentale. Simbolizzazione dei suoni, registrazione grafica e notazione musicale. OBIETTIVI SPECIFICI Acquisizione di un secondo livello di conoscenza della notazione musicale convenzionale attraverso linterpretazione grafica dei segni. Capacità di riprodurre vocalmente un brano musicale attraverso la lettura ritmica e melodica.

10 Acquisizione della tecnica strumentale di base relativa al pianoforte. ATTIVITA: i bambini sono stati impegnati in: 1) Solfeggi di brani musicali nei tempi semplici 2/4, 3/4 e 4/4. 2) Esecuzione di semplici brani musicali al pianoforte. ORGANIZZAZIONE TEMPI: Gennaio- Giugno. Ho svolto una lezione settimanale di unora per un totale di n. 16 ore di insegnamento aggiuntivo.

11 SPAZI: una stanza interna al plesso della Scuola Primaria di Caprara. DESTINATARI: i bambini della classe terza. INSEGNANTE COINVOLTA: Arianna Morelli. VERIFICA: tutti i bambini si sono esibiti in un saggio finale: ognuno ha suonato il suo brano alla presenza del Dirigente e dei genitori, da sempre molto soddisfatti dell'iniziativa.

12

13 Motivazione: approccio ludico alla disciplina della matematica Finalità: Accrescere la sicurezza di sé in termini di autostima Migliorare l'autonomia operativa Destinatari: classi prima e seconda

14 Periodo: 2° Quadrimestre periodo Marzo - Maggio 2012 ( n. 9 incontri di 2 ore) Spazi: scuola Prodotto finale: esercitazioni pratiche, giochi di logica,completamento di schede strutturate ed esercizi, individuazione di situazioni problematiche con l'evidenziazione di dati utili e della domanda, analisi della situazione problematica ed individuazione di dati utili, inutili, sovrabbondanti, completamento di problemi carenti di dati e/o domande.

15 PRIMARIA SPOLTORE

16

17 Motivazione: si ritiene necessario dedicare delle ore di rinforzo per aiutare a prevenire futuri fallimenti scolastici, dando la sensazione di riuscire anche a chi non ha raggiunto gli stessi risultati dei compagni più dotati Finalità: Sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti della scuola nei bambini che presentano difficoltà nellacquisizione delle strumentalità di base. Acquisire sicurezza e potenziare lautostima Differenziare lapproccio didattico per adattarlo allo stile cognitivo dellalunno per stimolarne linteresse Obiettivi: - Offrire agli alunni lopportunità di apprendere in tempi più distesi con laiuto dellinsegnante per accrescerne la motivazione allapprendimento e stimolarne limpegno. - Intervenire tempestivamente sulle lacune man mano riscontrate per evitare che si trasformino in difficoltà di apprendimento al fine di permettere loro il raggiungimento degli obiettivi previsti

18 Destinatari: Alunni delle classi prime individuate durante il primo periodo scolastico in base alle difficoltà riscontrate. Durata: da dicembre 2011 a giugno 2012 per un totale di 20 ore di insegnamento Aspetti organizzativi: Lunedì – dalle ore 10:10 alle ore 11:10 (Di Girolamo Celeste) Martedì – dalle ore 10:10 alle ore 11:10 (Di Paolo Emilio Franca) Giovedì – dalle ore 09:10 alle ore 10:10 (Zannini Dora) Giovedì – dalle ore 10:10 alle ore 11:10 (Marramiero Patrizia) Modalità di attuazione: Le insegnanti hanno effettuato le ore aggiuntive allinterno delle aule, in compresenza, per favorire lintegrazione degli alunni Prodotto finale: acquisizione degli obiettivi minimi per alunni in difficoltà

19

20 MOTIVAZIONE: Realizzare Unanimazione Teatrale Liberamente Ispirata Al Romanzo Di Francesco D Adamo : STORIA DI IQBAL, per completare un percorso sulla conoscenza dei DIRITTI DELLINFANZIA, e avviare una riflessione sullo SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE. FINALITA: - INDIVIDUARE le differenze tra LIBERTA E SCHIAVITU; - comprendere come si diventa EROE; - coltivare LA MEMORIA; compiere gesti SOLIDALI per aiutare bambini in difficolta; - attivare abilita comunicative ed espressive proprie dellanimazione teatrale.

21 DESTINATARI : tutti gli alunni della classe QUINTA A PERIODO: da novembre a giugno SPAZI: aula, palestra, società operaia PRODOTTO FINALE: saggio finale di animazione teatrale e raccolta fondi per la CASA FAMIGLIA lAQUILONE.

22

23 Motivazione: Il progetto nasce dallesigenza di promuovere un primo livello di alfabetizzazione, intesa come acquisizione critica dei linguaggi iconici, attivando nel fanciullo la consapevolezza delle proprie possibilità Finalità: Potenziare la creatività espressiva attraverso unesperienza di gruppo in cui ciascun bambino abbia modo di sperimentare relazioni positive tra pari. Obiettivi: - Migliorare le abilità manuali - Approfondire le tecniche di manipolazione e di studio del colore - Usare in modo creativo il colore - Acquisire strumenti e tecniche di costruzione con luso della pittura

24 - Costruire sequenze per acquisire una migliore strutturazione spazio-temporale Destinatari: Alunni delle classi prime Durata: dal 24 febbraio 2012 al 31 maggio 2012 Aspetti organizzativi: 2 ore settimanali per un totale di 14 incontri Spazi: Aula Prodotto finale: Lettura di una storia e svolgimento di una realizzazione pittorica (COSTRUZIONE DI SEQUENZE) da parte dei bambini attraverso luso di varie tecniche Verifica: Esposizione e presentazione dei lavori realizzati

25

26 Motivazione: aiutare lalunno in difficoltà a raggiungere il successo scolastico, attraverso un intervento individualizzato di recupero e consolidamento degli obiettivi previsti dal piano delle attività stabiliti nel POF, per quanto riguarda la lingua italiana. Finalità: recuperare le difficoltà di letto-scrittura associate ai problemi di disgrafia e dislessia dellalunno Destinatari: un alunno della classe IV A della scuola primaria di Spoltore c.u. Periodo: febbraio- maggio 2012 Spazi: i locali della scuola Prodotto finale: elaborati dellalunno

27

28 Motivazione: aiutare lalunna in difficoltà a raggiungere il successo scolastico, attraverso un intervento individualizzato di recupero e consolidamento degli obiettivi previsti dal piano delle attività stabiliti nel POF, per quanto riguarda la lingua italiana. Finalità: stimolare lalunna ad una maggiore motivazione allo studio e offrirle lopportunità di recuperare alcune difficoltà legate alla lingua italiana Destinatari:unalunna della classe IV B della scuola primaria di Spoltore c.u. Periodo: febbraio- giugno 2012 Spazi: i locali della scuola Prodotto finale: elaborati dellalunna

29

30 MOTIVAZIONE Con il presente progetto intitolato Dallalbero al paesaggio si è cercato di rispondere al grande interesse rilevato nelle classi coinvolte verso attività artistico- espressive. Il progetto è stato svolto in collaborazione con il personale esperto del Museo delle Genti dAbruzzo che, attraverso il laboratorio artistico proposto, ha favorito lacquisizione di tecniche espressive insolite e la conoscenza di grandi illustri del passato come il maestro Leonardo da Vinci. FINALITA Scoprire, apprendere ed utilizzare diverse tecniche pittoriche, secondo le indicazioni del grande maestro Leonardo da Vinci. DESTINATARI Alunni delle classi 3^A e 3^B.

31 TEMPI Dal mese di novembre al mese di aprile, per un totale di 10 ore, attraverso 5 incontri da 2 ore ciascuno, dalle ore alle ore SPAZIO Locali del Museo delle Genti dAbruzzo. PRODOTTO FINALE Elaborati individuali in ogni incontro, esposti nel momento di socializzazione di fine anno Mettiamoci… in mostra!.

32

33 Motivazione Latteggiamento della nostra scuola è sempre stato di attenzione, di disponibilità a comprendere e ad aiutare concretamente per prevenire le difficoltà o intervenire ponendo rimedio a situazioni modificabili. Con il presente progetto si è cercato di rispondere alle necessità di alcuni singoli alunni di migliorare e rinforzare soprattutto lapprendimento delle abilità di scrittura, prevedendo linserimento di attività atte a potenziare e a stimolare la capacità di analisi e sintesi di ognuno anche attraverso la creatività e a garantire standard qualitativamente elevati per loro stessi. Finalità Utilizzare la lingua italiana come primo codice di comunicazione, rinforzandola ed arricchendola anche attraverso esperienze espressivo - manipolative.

34 Destinatari Alcuni alunni delle classi 3^A e 3^B. Tempi Dal mese di dicembre al mese di maggio, per un totale di 30 ore, con cadenza settimanale, nella giornata del lunedì, dalle ore alle ore Spazi Locali della scuola primaria Balbino Del Nunzio di Spoltore C.U. Prodotto finale Produzioni personali sui quaderni

35

36 MOTIVAZIONE Il conseguimento di una certificazione riconosciuta a livello europeo (Cambridge ESOL) può rappresentare per i bambini lopportunità di mettersi alla prova e di implementare in modo significativo la propria conoscenza e luso di questa lingua. FINALITA Verificare le competenze linguistiche in L2 degli studenti di 9 e 10 anni Far maturare la consapevolezza del livello raggiunto nella lingua inglese nelle abilità di reading, writing, listening and speaking DESTINATARI Alunni delle classi quarte e quinte

37 PERIODO Dicembre 2011-Giugno 2012 (per un totale di 36 ore di insegnamento) SPAZI Aule scolastiche PRODOTTO FINALE Esame conclusivo livello Starters, 15 giugno 2012, gestito in collaborazione con il centro Athena Docet di Pescara, e tenuto da insegnanti di madrelingua inviati dallUniversità di Cambridge


Scaricare ppt "Progetti a. s. 2011/2012. PRIMARIA CAPRARA Motivazioni: avvicinare il bambino al linguaggio cinematografico per utilizzarlo consapevolmente Finalità:"

Presentazioni simili


Annunci Google