La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

…delleducazione Filosofia…. A. INTRODUZIONE Collocazione del Corso nei Curricoli di Studio Problematica educativa [caregivingeducativo] Aspetti Teorici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "…delleducazione Filosofia…. A. INTRODUZIONE Collocazione del Corso nei Curricoli di Studio Problematica educativa [caregivingeducativo] Aspetti Teorici."— Transcript della presentazione:

1 …delleducazione Filosofia…

2 A. INTRODUZIONE

3 Collocazione del Corso nei Curricoli di Studio Problematica educativa [caregivingeducativo] Aspetti Teorici Filosofia dellEducazione Pedagogia e comunicazione mediale Pedagogia vocazionale Pedagogia sociale Catechetica e Pastorale Giovanile Teologia Pastorale Filosofia Pedagogia della scuola Psicologia delleducazione

4 Tema A.1. LA VIA FILOSOFICA allEducazione Scienze dellEDUCAZIONE AZIONE SOCIALE DI FORMAZIONE

5

6 21 febbraio 2005Prof. Carlo Nanni6 NB. DISCIPLINA scientifica = il conoscere critico e giustificato oggetto materiale (= materia studiata), formale (punto di vista e…), metodologie e tecniche, specificità linguistiche, antropologia e metafisica soggiacente, storia della disciplina, specificità culturali, organizzazione socio-economica-politica- istituzionale, comunitàscientifica, personalità dei ricercatori e dei professori, maestri…

7 LA PROBLEMATICA TEORICA DELLA EDUCAZIONE [= oggetto ] 1.VISIONE del MONDO e della VITA -IMMAGINE dellUOMO e del suo destino -IMMAGINE della SOCIETÀ * potere politico-sociale * rapporto + INDIVIDUO – SOCIETÀ + SOCIETÀ CIVILE – STATO -CONCETTO di CULTURA e processo culturale -MODELLO di SVILUPPO * INDIVIDUALE: Progetto-Uomo * SOCIALE: Progetto-Società -CONCETTO di STORIA, MONDO, TRASCENDENZA -VISIONE RELIGIOSA 2.SISTEMA di SIGNIFICATO (VALORI) e CONCEZIONE ETICA (MORALE) 3.TEORIA della CONOSCENZA ( GNOSEOLOGIA) e TEORIA EPISTEMOLOGICA ( SCIENZA) + TECNICA

8 LA PROBLEMATICA TEORICA DELLA EDUCAZIONE 4.TEORIA EDUCATIVA -FORMAZIONE – EDUCAZIONE -EDUCAZIONE rispetto ad altre ATTIVITà FORMATIVE -FINI EDUCATIVI -CONTENUTI educativi -RAPPORTO e COMUNICAZIONE EDUCATIVA -ORGANIZZAZIONE EDUCATIVA * METODI * MEZZI * ISTITUZIONI 5.FUNZIONE EDUCATIVA: (DOCENTE) POSSIBILITÀ SENSO 6.SIGNIFICATO e SENSO delle ISTITUZIONI EDUCATIVE e del SISTEMA FORMATIVO 7. LO STUDENTE E LA SUA FORMAZIONE

9 PROSPETTIVA DELLA FILOSOFIA DELLEDUCAZIONE 1)TEORIA GENERALE di EDUCAZIONE rispetto a TEORIE SCIENTIFICHE 2) RAZIONALE alla LUCE DELLA RAGIONE+ STORICA + CULTURALE rispetto alla TEOLOGIA dellEDUCAZIONE 3)CRITICAMENTE FONDATA ( SCIENTIFICA) Soggetta a CRITICABILITÀ (più che falsificabilità) 1. Incontraddittorietà interna = LOGICA 2. Render conto della Problematica di partenza = GIUSTIFICATA 3. Fondamenti ragionevoli = FONDATA 4. Corretta consequenzialità (= prova dei fatti) 5. Linguaggio intersoggettivo rispetto a IDEOLOGIA PEDAGOGICA 4)PRASSEOLOGICA rispetto a FILOSOFIA PURA 5)APERTA allINTERDISCIPLINARITÀ rispetto alle altre Scienze dellEducazione

10 LA FILOSOFIA DELLEDUCAZIONE COMPITI 1)CHIARIFICAZIONE del LINGUAGGIO * EDUCATIVO * PEDAGOGICO F. ANALISI del LINGUAGGIO (Wittgenstein) 2)CRITICA dei Pre-giudizi, dei Miti Pedagogici delle Impostazioni educative settoriali, unilaterali, riduttive Marxismo – Habermas – Nichilismo-Radicalismo – Personalismo Cristiano 3)Unificazione e Coordinazione dei Risultati delle Scienze Pedagogiche Dewey – Piaget 4)Ricerca di Nuove Visioni, Prospettive, Ipotesi: Filosofia Analitica – Dewey – Razionalismo Critico (Popper) 5)Ricerca del Senso-Ultimo dellEducazione: Spiritualismo – Personalismo – Fenomenologia – Ermeneutica, Marxismo

11 METODI : Pluralismo Metodologico = Ricerca della Teoricità =>Globalità – Unitarietà – Universalità – Ultimatività -Analitico – Inferenziale nel concreto, mediante analisi logica, cogliere luniversale, il principio delleducare -Trascendentale analisi razionale/critica per cogliere le condizioni generali di possibilità delleducazione -Dialettico nelle contraddizioni del reale, cogliere lideale regolativo della prassi sociale di trasformazione (allinterno lEDUCAZIONE) -Strutturalista nellanalisi sincronica dei fattori, cogliere le regolarità soggiacenti alla realtà educativa -Fenomenologico dando la parola alle cose e sospendendo il giudizio (epoké) cogliere, così come appare a mente libera lautentico /a essenza/significato (eidos) del mondo della vita (ed in esso della educazione) -Ermeneutico lettura/iterpretazione contestualizzata di testi/eventi per comprendere il senso delleducazione

12 ORGANIZZAZIONE DISCIPLINARE 1.Atteggiamento generale di fronte ai problemi educativi 2.Componente della Pedagogia a. dimensione rilevativa b. dimensione teorica c. dimensione metodologica d. dimensione tecnologico-operativa 3. Filosofia delle scienze della educazione: a. epistemologia pedagogica = riflette sulle scienze delleducazione b. meta-teoria delleducazione = riflette sulle teorie delleducazione 4.Filosofia delleducazione= riflette su e per leducazione (riflette l educazione = teorizzandola) disciplina autonoma tra – accanto a le scienze delleducazione le quattro componenti della «pedagogia»: rilevativa, teoretica, progettuale- metodologica, tecnologica-operativa

13 conclusioni 1.Termini e significati: - teoria, (prassi), - scienza, disciplina scientifica (diacronico, sincronico – nomotetico, idiografico) - ideologia [educazione] 2. Acquisizioni di tecniche teoriche - i 10 aspetti della disciplina scientifica… - i 5 criteri... della criticabilità - I 5 compiti della filosofia (delleducazione) - le 4 componenti della pedagogica 3. Atteggiamento (approccio) conoscitivo (teorico)

14 Educazione Filosofia delleducazione Problemi teorici Pedagogia come parte della Cultura umanistica Pedagogia come disciplina Pedagogia Scienza delleducazione Scienze delleducazione

15 Tema A.2. PEDAGOGIA (E SCIENZE DELLEDUCAZIONE) 0. Diversi significati lungo la storia (cfr. etimologia) 1.Qualsiasi riflessione/ricerca relativa alleducazione (non scientifica – scientifica) (senso largo/generico) 2. Ambito culturale (dellarea umanistica) e scientifico (tra le scienze umane) 2.1. disciplina scientifica dellorganizzazione del sapere e dellintervento educativo (equivalente a pedagogia generale) accanto a: - scienze delleducazione (biologia, antropologia, psicologia, sociologia… delleducazione) - filosofia delleducazione (epistemologia/metateoria) - didattica e tecnologie delleducazione = viste come discipline contestuali 2.2. ambito scientifico multidisciplinare/interdisciplinare denominato scienze delleducazione NB. due significati di Scienze delleducazione 1) s. stretto = discipline educative da scienze umane 2) s. largo = sistema multidisciplinare/interdisciplinare Oggi invece si parla anche di scienze della formazione (ma vi includono aspetti/discipline di tipo giuridico, linguistico, economico, comunicativo, ecc. senso stretto/specifico

16 La pedagogia e le sue dimensioni

17 La pedagogia e le discipline contestuali

18 Il sistema delle scienze delleducazione

19 La cultura pedagogica (2) Un approccio particolare ala realtà Approccio pedagogico alla realtà => lo sguardo educativo - nessuno legge la realtà e i processi storici senza precomprensioni o senza prospettive -lapproccio pedagogico connesso alla vita e crescita personale - (individuale, gruppale, comunitaria) => aiutato dall intervento educativo - risalto al culturale e al personale ( prima e più che allo strutturale e allistituzionale); si dà attenzione al valoriale, al possibile, al positivo (che non al fattuale o allesistente, al visibile) - linteresse prassico-operativo della conoscenza: è un conoscere per educare (1) Collocazione nellinsieme del patrimonio sociale di cultura ( scientifica, non scientifica, tradizionale e attuale) nellambito umanistico - sociale ( = un sottosistema culturale)

20 -unumanità segnata dalla crescita e dallo sviluppo, da capacità radicali di interiorità e di libertà, di relazionalità e di progettualità; -unumanità insieme individuo e popolo (antropologia pedagogica) (3) Una visione particolare del mondo e della vita => antropologia e Weltanschauung pedagogica -un mondo in divenire ed unumanità che interagisce attivamente con esso dalla (e tra) natura a cultura => storiche forme di civiltà ( = cosmologia ontologia pedagogica)

21 * etici (= per lintervento educativo) = ascolto, accoglienza, rispetto, apprezzamento, sostegno, orientamento, correlazione, stimolazione, amore, professionalità, managerialità, autorevolezza, saggezza,… (4) Un quadro di valori specifico => valori formativi Al centro => crescita delle persone, la buona qualità della vita personale, individuale e sociale, da prevenire, proteggere, promuovere * valori contenutistici = crescita, sviluppo, qualità umana dellesistenza, promozione umana della vita personale e comunitaria, libertà, comunitarietà… * procedurali formali = gradualità, adeguatezza, pertinenza, validità, significatività; specificità, globalità, integrazione; disciplinarità e transversalità; efficienza e produttività; comunicatività e relazionalità; reciprocità e identità…

22 (6) Una mentalità conoscitivo – operativa che coniuga: *il sentire *il rilevare *linquadrare, linterpretare *il prospettare, il progettare *operazionalizzare lintervento *monitorare, valutare e verificare la validità, pertinenza, adeguatezza, significatività, efficacia degli interventi (5) Ciò suppone un quadro delle virtù nelleducatore e nelleducando 1. Dianoetiche - intelligenza, comprensività, razionalità, progettualità, tatto, scienza e sapienza 2. Etiche - cardinali - prudenza-saggezza, giustizia, fortezza, temperanza 3. Etiche - teologali - fede, fiducia, affidamento; speranza, disponibilità, apertura; carità, oblatività, filantropia, dedizione, preoccupazione per luomo, Solidarietà…

23 (8) Una logica operativa 1.che ha come intenzionalità = nutrire di vita, di cultura, scienza e tecnologia 2.e come stile dazione = suscitare, mediare, stimolare, promuovere,accompagnare … 3. a partire dal punto accessibile al bene (talenti, risorse soggettive e contestuali) Ausubel 4. creando la discrepanza ottimale (Ausubel) 5. ponendo in una dinamica di attuazione che va dal minimo, al concretamente possibile, allumanamente e universalmente degno, … al mistico personale e reale (7) Una valutazione di fatti, eventi, persone e cose = pedagogica = bada allo sviluppo umano, si fa 1. proattiva ed incoraggiante 2. differenziata e referenziale 3. con funzione diagnostica e prognostica 4 con funzione di rinforzo positivo

24 (9) Seguendo fondamentalmente Tre modelli operativi 1. ingegneristico (analisi, progettazione, attuazione, verifica) = per obiettivi precisi da raggiungere (10) In una prospettiva - di apprendimento/ educazione permanente - di società educante - di responsabilità personale e comunitaria - di un educatore persona/gruppo schierato dalla parte della crescita delle persone e della promozione della buona qualità della vita individuale e comunitaria. 3. dellaffrontamento dei problemi (problem solving): evidenziazione del problema, ricerca delle cause, lipotesi di intervento, ricerca delle risorse, monitoraggio degli interventi e verifica dei risultati… = per situazioni problematiche comuni di ambiente 2. clinico (analisi, anamnesi e ezioligia, diagnosi, prognosi, cura/trattamento, controllo periodico) = per casi e situazioni difficili e specifici

25 Lo Sguardo Educativo Nel Reale: il personale il possibile il valore Interessi - Guida della conoscenza La crescita delle persone Centro dattenzione Riferimento Condizioni desercizio Alla base: un mondo in divenire libertà nei determinismi dellaccidentalità costruttività, cultura, civiltà. Lettura non strabica ma comprensiva e fiduciosa Atteggiamento soffice Critica e discernimento Consonanza e coinvolgimento Competenza e saggezza Stile conoscitivo *Sentire - Empatia *Vedere - Osservare *Inquadrare - Teorizzare *Prospettare - Progettare *Concretizzare - Operazionalizzare *Monitore - Valutare - Verificare

26 Sguardo Educativo / Sguardo di Fede (1) Autonomia e Reciprocità = due modo distinti e correnti di vedere luomo e operare per la sua promozione => razionalità / fede libertà / grazia. (2) LEducazione = realtà laicale - penultima Incarnazione Critica Profezia Educazione Pedagogia Fede Teologia (3) Stimolo delleducazione/pedagogia a incarnare la fede: nella storia nella società nella cultura nel territorio nelle persone in crescita (3) Funzione critico-profetica della fede rispetto a educazione- pedagogia

27 Fino alla pienezza dellumanità del Cristo risorto Se non diventerete bambini Cieli nuovi e terra nuova L occhio buono del vangelo e della carità (S. Paolo, 1Cor. 13) Centralità dellincarnazione = luomo= prima via della Chiesa Discernimento dei segni dei tempi Storicità e pluralismo delle espressioni storiche Il di più di Dio: 1) lintegralmente umano - 2) oltre le misure umane 3) loltre umano (lescatologico) condizioni La storia = storia di salvezza Letica = adeguare lamore (la carità - agape) allessere di ciascuna realtà. LO SGUARDO DI FEDE

28 Tema A.3. Introduzione alle Filosofie dellEducazione 1)Tendenze e Novità Culturali del sec.. XX -Ragione Non-illuministica storicità e contestualità del pensiero ( storicismo) -Prorità della Prassi rispetto alla Coscienza Homo Faber suae fortunae ( materialismo e utilitarismo) -Priorità del Linguaggio rispetto al Pensiero centralità della comunicazione ( mito della parola e della comunicazione) -Priorità della Tecnologia rispetto alla Scienza operatività tecnologica (tecnicismo e mito dellefficienza) CRISI e MUTAMENTO CULTURALE

29 2) Tendenze Filosofiche: tra Azione Vita, Liberta, Spirito Materialità, Prassi, Pragmaticità Regola Linguaggio (Legge) Struttura, Comunicazione Crisi e mutamento Culturale dopo anni 70: = Post-Moderno (Cultura) = Globalizzazione universalizzazione della cultura o all opposto: localismo antiglobal o fondamentalistico )

30 Le 5 razionalità 1.Teorica (idee) 2.Pratica (azione) 3.Estetica (arte…) 4.Tecnologica (strumenti) 5. Operativa (costruzione)

31

32 Indirizzi di Filosofia dellEducazione Perennialismo ( essenzialismo) = tradizionalismo 1945 Storicismo ( ermeneutica) Personalismo 1968 Marxismo Neo-Illuminismo laico Psicoanalisi e Scuola di Francoforte Psico-Pedagogia Scuole Nuove Strutturalismo Cognitivista(Piaget Bruner) Neo-Behaviorismo Tecnologico Pedagogia della Liberazione Pedagogia Emancipativa-Radicale 1970 Tecnologismo Pedagogico 1980 Neo-Umanesimo (Diritti Umani, Ecologia, Sviluppo, Pace) 1990Complessità / Pluralismo / Post-Modernità/ Multicultura / Globalizz Crisi: Fattori Nuove tendenze

33 ANNI Perennialismo StoricismoPersonalismo Neo-Illuminista Marxismo Chiarificazioni 0 Tradizionalismo Ermeneutica Il Termine: divulgato da Mounier Illuminismo storico e neo-illuminismo culturale Il Continente Marxista (Marx, Engels, Lenin, Mao, Gramsci, Sartre) Idea Chiave 1 Contro il Relativismo. Ritorno ai VALORI PERENNI LUOMO Essere storico La PERSONA in termini - Descrittivi -Ontologici la Scienza Ethos la Tecnica stile (Visione laica mondo) La costruzione nella Storia di una società Socialista non alienata Educazione 2 =Non imitazione, ma Preparazione alla vita e un coltivato uso della Ragione Aiuto alla formazione nel rapporto con la Cultura Fine Promuovere - Mondi personali - Comunità di persona - Personalizzazione Educazione: per la Libertà Individuale e democratica Ambiguità dell Educazione -aparato ideologico potere -Momento e forma della prassi di liberazione Metodologia 3 Conoscenza delle Verità e Valori perenni Educare alla Partecipazione alla vita culturale e storico-sociale Lazione educativa: Umanesimo integrale Mistero del soggetto Contro la neutralità Educare alla - Ragione – Scientifica – Senso Critico – Spirito Democratico LEDUCAZIONE: Opera Subalterna, Per legemonia del partito, opera Industriale, Educazione Politecnica, Collettivo Educatore 4 Linsegnamento - disciplina mentale e apprendimento Auto-realizzazione Auto-dusciplina con la PERSONA per la sua CRESCITA EDUCAZIONE Non cè COLLETTIVO ± Intelletuale ± Operatore sociale ± Agente di cambio sociale Pedagogia 5 Gran Libro della umanità (Letteratura, Storia, Scienza, Filosofia…) = Critica Antiideologica SCIENZA e SAGGEZZA = Scienza/e dell Educazione LEducazione e la sua Scienza = Critica dialettica delle pratiche e di sapere sociale formativo Riferimenti 6 Tradizione classica (Aristotele) aggiornata e confrontata con la scienza Autori: Tedeschi Neo-Kantiani Molti personalismi Dewey ( naturalismo, strumentalismo,pragmatismo) Neopositivismo: Russel Razionalismo critico Materialismo storico (dialettico) Critica delleconomia politica capitalistica Critiche 7 Tradizionalismo? Adultismo? Autoritarismo? Elitarismo? Trascendenza? Verità Scienza? Individualismo? Astorico? Troppo Spiritualistico? Scientismo? Laicismo? Tecnicismo/Metodismo? Formalismo Valoriale? Prassismo – Materialismo Storicista Economistico Politicizzazione Lindividualità personale? culturale Scienza dello Spirito Scienza della Natura

34 PSICOANALISI STRUTTURALISMO SPONTANEISMO Scuole Nuove Le Nuove Psico-Terapie Freud – Sospetto sullEducazione (= repressiva) Movimento scientifico- filosofico (Levy-Strauss, Lacau, Foucault, Piaget) Grande influsso nelle scuole di massa (70) crisi (1)SKINNER Neo-comportamentismo Critica alla educazione e alla pedagogia esistente La struttura = regolarità soggiacente ai fenomeni PEDOCENTRISMO Tecnologismo didattico Nuova immagine delletà evolutiva (Infanzia, latenza, pubertà) Sincronia, Fattori (non cause) SCUOLA su misura di-educazione funzionale bisogni, interessi del RAGAZZO (2)Il COGNITIVISMO STRUTTURALISTA Teoria della Personalità: ES – EGO – SUPER EGO Come Filosofia (Althusser, Foucault), dichiara lINESISTENZA della libertà e la preponderanza sopraindividuale delle strutture (= morte delluomo) Pedagogia della Spontaneità ATTIVISMO a) Il Pensiero (Piaget) b) Il Linguaggio (Bruner) Lintervento terapeutico e preventivo. Per evitare danni delleducazione INSEGNANTE PROMOTORE di Creatività, Autodisciplina, Non-Direttività Learning by doing =LIBERTÀ di APPRENDERE (3) Il COGNITIVISMO INFORMATICO = Elaborazione dellinformazione = Attenzione ai processi mentali di apprendimento La ricerca della Buona Relazione educativa tra Inibizionismo - Permissivismo La pedagogia Psicoanalitica Pedagogia delle Strutture e dei processi di apprendimento/sviluppo/ linguaggio (Piaget, Bruner, Vigovskij) Critiche di J.Dewey: 1. Una teoria dellesperienza (continuità, interazione) 2. Disciplina di gruppo 3. Metodo e spirito scientifico (4) Terapie esistenziali Fenomenologica, Gestaltiche Umanistiche, Transazionali La scuola di Francoforte e la Teoria Critica della scuola E. Framm Attenzione alle Totalità della vita psico-relazionale SPINTE CRITICHE A CAVALLO DEGLI ANNI 60 – 70 Freud

35 Pedagogia della Liberazione Pedagogia Emancipativa/Radicale Tecnologismo Pedagogico/Informatico Neo- Umanesimo Anni 70 Terzo Mondo Anni 70 Occidente Anni 70 – 80Anni 80 – 2000…. - Qualità della vita - Ecologia - Sviluppo sociale - Mondialità, Pace - Cittadinanza democratica - Convivialità, Differenza - Alterità, Interdipendenza - Solidarietà, Vita - GLOBALIZZAZIONE LOCALISMO - Istruzione Educazione - Educazione permanente - Sistema integrato (scuola/lavoro/extra-scuola) Quadro di Riferimento - Ecologismo Verde - Neo-Umanesimo Mondialista/Localista - Neo-Liberalismo - Pensiero della differenza - Post-Modernità 2000 Listanza della liberazione popolare e dello sviluppo EMANCIPAZIONE La Pedagogia degli oppressi (P.Freire) Liberarsi dalle Schiavitù della Società Opulenta, Autoritarie e Tecnologica Capitalistica Lo sviluppo Tecnologico – Informatico (Individule – Sociale) Gli oppressi sono Passivamente Autoritari/ Fatalisti/Senza Parola Educazione Anti Autoritarismo, Indottrinamento, Tradizione dal Gran Rifiuto a Speranza Tecnologica Alfabetizzazione Coscientizzazione – Cultura Pratica della Libertà Alternative: Politica – Descolarizzazione – Cultura Radicale Educazione ridotta a: Istruzione, Tecnologia educ., Addestramento, Competenza, Programmazione, Intelligenza Il Metodo: il dialogo; nessuno è educato da nessuno. Ci si educa insieme EDUCATORE Avvocato della Spontaneità, dei diritti, autonomia, libertà SOGGETTIVA EDUCATORE Manager dellApprendimento Educazione = Computer Superare lEducazione Depositaria con Educazione Problematizzante - Liberatrice Critica al: Sistema educativo tradizionale Psico-Pedagogia Cognitivista, Informatica, Tecnologie Multimediali Il Termine: Verso una società di comunione Quadro di riferimento: Neo-Marxismo, Sc. Francoforte, Nuova Sinistra, Neo-Radicalismo, Neo-Nihilismo Neo-Funzionalismo Studi delle Intelligenze Artificiali NUOVE TENDENZE Priorità ai VALORI - PROBLEMI

36

37 TEORIE E AZIONE 1.LEGITTIMO PLURALISMO - Il vissuto = Più ampio delle sue concettualizzazioni - Le Teorie: Un Punto di Vista sul Reale ± datato = Figlie dello Spirito del Tempo -I Modelli: Sistemazione/Semplificazione della complessità esperienziale 2.DAL FRUIRE al FARE CULTURA = La Scelta/Sistemazione Personale: frutto di un Processo Ermeneutico tra - pre-comprensioni soggettive - prospettive culturali - urgenze storiche

38 Circolo/Spirale Ermeneutica di un testo Orizzonte di Senso condiviso Testo Lettore Lettore Storia Contesto Nuova Comprensione Pre-comprensione Pre-testo Lettura (Narrazione)-Interpretazione-Significato letterario

39 Circolo/Spirale Ermeneutica di un evento Orizzonte di Senso condiviso Dialogo sociale Evento Soggetto/Comunità Contesto Socio-storico Vissuto Nuova Comprensione Pre-comprensione Pre-testo Lettura (Narrazione)-Interpretazione-Significatovitale vita

40 Circolo/Spirale Ermeneutica Orizzonte di Senso condiviso Dialogo sociale Testo Evento Lettore Lettore Soggetto/Comunità Storia Contesto Vissuto Nuova Comprensione Pre-comprensione Pre-testo Lettura (Narrazione)-Interpretazione-Significato vita

41 3.CRITERI PER LA SCELTA/SISTEMAZIONE + Interni:- Logicità, conseguenzialità, solidità argomentativa, spessore conoscitivo (contenutistico e euristico) - Riduzionismo? / Differenziazione - Unilateralità? / Globalità - Sbilanciamenti Esorbitanti? / Integrazione + Esterni: - Fedeltà allUomo Reale (Idee per lUomo) - Aderenza alla Realtà, alle esigenze e sviluppo storico - Fedeltà al Futuro: Possibilità / Dignità Personale –> Valore - Fedeltà a Dio, al Vangelo, alla Vita comunitaria ecclesiale, alla prassi di fede (o ad altra fede, religiosa o laica)

42 4.CONVERGENZA NEL PLURALISMO SU PROGETTI OPERATIVI COMUNI Le due c e le due d 5. NECESSITÀ DI DIALOGO/DIBATTITO PER LOLTRE, IL DI PIÙ, IL FUTURO senso del limite del conoscere (individuale, sociale, culturale, umano; La verità come esistenziale = Ricerca umana di autotrasparenza conoscitiva nel rapporto: - intersoggettivo – sociale – con il mondo – con Dio linvocazione e la ricerca dellilluminiazione.


Scaricare ppt "…delleducazione Filosofia…. A. INTRODUZIONE Collocazione del Corso nei Curricoli di Studio Problematica educativa [caregivingeducativo] Aspetti Teorici."

Presentazioni simili


Annunci Google