La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Circolo Didattico di San Sebastiano al Vesuvio anno scolastico 2008/2009 PON SCIENTeMENTE B-1-FSE-2007-861.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Circolo Didattico di San Sebastiano al Vesuvio anno scolastico 2008/2009 PON SCIENTeMENTE B-1-FSE-2007-861."— Transcript della presentazione:

1 Circolo Didattico di San Sebastiano al Vesuvio anno scolastico 2008/2009 PON SCIENTeMENTE B-1-FSE

2 Le attività del PON SCIENTeMENTE saranno effettuate sia in aula che in campo

3 Esprimenti sullaria Perché una candela si spegne sotto un barattolo di vetro? Materiale occorrente: -Barattolo di vetro -Una candela -Un accendino Dopo aver acceso la candela si posiziona il barattolo sulla candela e viene cronometrato il tempo fino a quando la candela non si spegne La candela si spegne perché lossigeno contenuto nellaria con la combustione si trasforma in parte in anidride carbonica dal 21% diventerà il 16%

4 Perché con laumento dellanidride carbonica la candela si spegne prima? (si cronometra e si fa la differenza con il tempo impiegato nellesperimento precedente) Materiale occorrente: -Barattolo di vetro -Candela -Accendino -Cannuccia Con la cannuccia si soffia nel barattolo facendo aumentare la percentuale di anidride carbonica, il barattolo verrà messo sulla candela accesa e … … si spegnerà prima perchè la presenza di CO² è maggiore rispetto alla presenza di CO² dellesperimento di prima

5 Costruzione di un eliometro, per la verifica della presenza dellaria e per calcolare la direzione e la velocità del vento Materiale occorrente: -3 cannucce -4 bicchierini di plastica -una spillatrice a mano -uno spillo Procedimento per la costruzione Spillare ai lati di 2 cannucce i 4 bicchierini posizionandoli nello stesso verso Incrociare le 2 cannucce e con lo spillo unirle alla terza cannuccia

6 Spruzzatore a fiato per la verifica che laria occupa uno spazio e che laria e lacqua sono impenetrabili Materiale occorrente: Bottiglina di plastica completa di tappo 2 cannucce Plastilina Come si costruisce: Praticare due fori sul tappo Inserire nei due fori le due cannucce Sigillare con la plastilina Inserire dellacqua nella bottiglina fino a riempirla per metà Inserire le cannucce nella bottiglia e avvitare il tappo Sigillare i fori del tappo con la plastilina

7 E importante che una cannuccia sia immersa nellacqua e laltra no Si soffia nella cannuccia che non è immersa nellacqua e … … dalla cannuccia che è immersa nellacqua uscirà dellacqua Si soffia e … Esce acqua

8 Nella provetta contenente acqua ricca di anidride carbonica si noterà la presenta di piccole bollicine dovute alla trasformazione, da parte della pianta, dellanidride carbonica in ossigeno. Le piante producono ossigeno Occorrono due provette, in una viene versata acqua naturale e nellaltra acqua ricca di anidride carbonica In entrambe le provette viene immersa una pianta acquatica del genere Elodea

9 -Acqua calda (30°-37°) e zucchero -Acqua calda, lievito di birra e zucchero - Acqua calda e lievito di birra Organismi eterotrofi: i lieviti Si utilizza il lievito di birra scientificamente chiamato Saccaromyces ceravisiae che non è altro che una muffa ovvero un fungo microscopico del gruppo degli Ascomiceti (funghi che producono spore negli aschi)

10 Su ogni provetta viene applicato un palloncino Il palloncino rosso comincia a gonfiarsi perché nella seconda provetta sta avvenendo la fermentazione Il processo di fermentazione avviene perché il lievito, nutrendosi dello zucchero, produce anidride carbonica CO2 che occupa lo spazio gonfiando il palloncino. Nelle altre provette, dove lo zucchero è assente, il processo di fermentazione non può avvenire ed il palloncino non si gonfia.

11 Il gruppo prepara un cartellone esplicativo sulla funzione della fotosintesi clorofilliana Si comprende come la fotosintesi trasformi i sali minerali, lacqua, lanidride carbonica e la luce in ossigeno, zucchero e amido Formula chimica della fotosintesi clorofilliana e della produzione di amido dal glucosio

12 Ma come si farà a capire che un alimento contiene amido? Materiale occorrente: - 2 bicchieri -Fecola di patate -Zucchero -Acqua - Betadine o Lugol (comune tintura di iodio) Acqua e fecola di patateAcqua e zucchero Versare in tutti e due bicchieri qualche goccia di tintura di iodio

13 Il colore bluastro conferma la presenza di amido dove è stata inserita la fecola di patate Dove invece cera lo zucchero si nota il classico color marroncino della tintura di iodio

14 Estrazione della clorofilla Sminuzzare una foglia e immergerla in alcool 95°, si pestella Il liquido diventerà verde

15 La clorofilla estratta verrà versata in una provetta contenente un diluente che ne permetterà la separazione Clorofilla Si effettua in questo modo la ripartizione di fase con la separazione del pigmento clorofilla dagli altri pigmenti. La clorofilla migra in alto e si concentra nel volume di petrolio bianco mentre gli altri pigmenti restano in basso in alcool etilico.

16 Ci inoltriamo nel bosco percorrendo un sentiero Il gruppo va in escursione per imparare sul campo Vesuvio: escursione 23 ottobre 2008 Nel bosco si possono incontrare tanti pericoli, è importante seguire sempre un sentiero e se è possibile andare con un guida esperta

17 Durante il percorso troviamo … Funghi velenosi che potrebbero essere scambiati per chiodini Hypholoma fasciculare Li osserviamo attentamente per capirne bene le differenze

18 Il gruppo continua il suo percorso

19 Materiale occorrente: Vaschette Bicchiere di plastica bucherellato Acqua Solo terreno Zolla di terreno con piantine La dottoressa Giulia ci presenta un esperienza: Attraverso un semplice esperimento fa capire limportanza di un bosco e la presenza di tante radici

20 Perché un terreno privo di radici e quindi senza alberi frana? Simulazione di pioggia Terreno che diventa fango e cola

21 Perchè un terreno ricco di radici non frana? Simulazione di pioggia Non vi è presenza di fango ma solo di acqua

22 Il gruppo osserva tante cose … Biancospino Valeriana rossa Fungo appartenente alla fam. delle poliporaceae Elicriso Stereocaulon vesuvianum

23 … arriva alla lava del 1944 Potrebbe vedere anche la fauna tipica, ma non è stata fortunata

24 Il gruppo ha terminato la sua escursione esausto ma soddisfatto torna a casa

25 Uno strumento che permette di vedere ciò che locchio nudo non può vedere In classe si impara anche osservando al Microscopio

26 Estrazione di DNA da un vegetale Si utilizza un kiwi o altro frutto facilmente schiacciabile con una forchetta Si aggiunge un po di detersivo per lavare le stoviglie, del sale e dellacqua per poi mescolare bene il tutto Ma perchè? Il DNA contenuto nel nucleo deve poter uscire fuori. Il detergente sgretolerà la membrana cellulare, che essendo formata per la maggior parte da lipidi permetterà la fuoriuscita della materia

27 Ma del composto cosa si farà? Verrà immerso in acqua calda, portata alla temperatura di circa 60°

28 Dopo circa 15 minuti verrà tolto e passato con un colino Al composto filtrato verrà aggiunto dellalcool etilico precedentemente raffreddato nel freezer

29 Nellalcool migrerà il DNA che ha laspetto di batuffoli di cotone DNA

30 Tutti gli esseri viventi fanno parte di un… ECOSISTEMA

31 Per studiare un ambiente si può utilizzare la tecnica del … Và osservato e catalogato tutto ciò che viene ritrovato in un quadrato formato dalle ascisse e dalle ordinate tipo A1 oppure B3

32 Il mondo di minerali è composto da: ARIA ACQUA SOSTANZE ORGANICHE SOSTANZE INORGANICHE può essere: SABBIOSO ARGILLOSO CALCAREO UMIFERO SUOLO NATURALE è formato da: LETTIERA LETTIERA IN DECOMPOSIZIONE HUMUS STRATO DI MINERALI ROCCIA MADRE AGRARIO viene classificato secondo: TESSITURA POROSITÀ PLASTICITÀ PERMEABILITÀ IMBIBIZIONE CAPILLARITÀ Una roccia è un aggregato di minerali

33 Le attività del PON sono terminate ed il gruppo arricchitosi ringrazia la dottoressa GIULIA per averci dato la possibilità di IMPARARE FACENDO Presentazione realizzata dalla docente Valente Antonietta


Scaricare ppt "Circolo Didattico di San Sebastiano al Vesuvio anno scolastico 2008/2009 PON SCIENTeMENTE B-1-FSE-2007-861."

Presentazioni simili


Annunci Google