La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma Imperiale. Lettura di opere darte Il Pantheon Il più compiuto e importante esempio di architettura templare viene creato solo in epoca imperiale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma Imperiale. Lettura di opere darte Il Pantheon Il più compiuto e importante esempio di architettura templare viene creato solo in epoca imperiale."— Transcript della presentazione:

1 Roma Imperiale

2 Lettura di opere darte Il Pantheon Il più compiuto e importante esempio di architettura templare viene creato solo in epoca imperiale quando, sotto il regno di Adriano ( d. C) venne ricostruito il Pàntheon ( d.C) forse ad opera di Apollodoro di Damasco. Un precedente tempio,ugualmente dedicato a tutti gli dei era stato costruito per volontà di Marco Vispasiano Agrippa amico, collaboratore e poi genero di Augusto nel 27 a.C. andato completamente distrutto a causa di un incendio. A cella trasversale preceduta da un pronao, il suo orientamento era opposto a quello dellattuale edificio che inoltre ne riutilizzo le fondamenta.. Mentre ora larchitettura del Pantheon è immediatamente leggibile nella sua totalità, essendo un monumento isolato al centro di uno spazio libero, lantico visitatore raggiungeva ledificio attraversando una stretta piazza porticata. Durante il percorso era possibile vedere solo il fronte dellampio pronao del tempio, con timpano sorretto da otto colonne e recante al centro unaquila bronzea : laspetto esteriore era quello del classico tempio octastilo.

3 Lettura di opere darte Il Pantheon

4 Lettura di opere darte Il Pantheon Oltrepassato il profondo pronao composto da tre file di colonne corinzie monolitiche, non scanalate, di granito egizio (grigie le otto frontali, rosa le altre otto disposte su due file di quattro colonne ciascuna ) entrando nel tempio il senso dello spazio mutava allimprovviso e in modo del tutto stupefacente. Il pronao è unito alla rotonda retrostante da un elemento intermedio – un avancorpo- a forma di parallelepipedo. Ne contraddistinguono il fronte due ampie nicchie, affiancate da solidi pilastri rivestiti di marmo, in asse con le colonne dello stesso pronao, che risulta suddiviso in tre navate. La muratura piena dellavancorpo costituisce strutturalmente la connessione fra due differenti concezioni architettoniche : il pronao, in pietra e trabeato; la rotonda in muratura e opus caementicium voltata.

5 Lettura di opere darte La linea La muratura piena dellavancorpo costituisce strutturalmente la connessione fra due differenti concezioni architettoniche : il pronao, in pietra e trabeato; la rotonda in muratura e opus caementicium voltata.

6 Lettura di opere darte Il Pantheon Lantico visitatore veniva assalito da un senso di smarrimento trovandosi in un ambiente di dimensioni quasi soprannaturali. La facciata paragonata alla novità dello spazio interno dimostra quanta più importanza i Romani attribuissero a quest ultimo e quanto poca ne riservassero agli esterni.

7 Lettura di opere darte Il Pantheon La rotonda il cui diametro interno misurava 43,21 metri, consta di una struttura cilindrica che ha la stessa altezza della cupola emisferica che la sostiene. All interno delledificio, quindi si inscrive idealmente una sfera. Il cilindro o tamburo ha uno spessore di circa 6 metri ed è profondamente scavato allinterno da sette nicchie alternativamente di forma quadrata o semicircolare. Inquadrate da pilastri sono sempre schermate da due colonne corinzie dal fusto scanalato in giallo antico. Al di sopra di esse corre una trabeazione anulare che sporge solo in corrispondenza delle colonne che affiancano labside. Lesene angolari sottolineano gli spigolo interni delle nicchie quadrangolari. Nelle edicole a timpano erano un tempo collocate statue delle divinità.

8 Lettura di opere darte Le costruzioni onorarie Fra le costruzioni onorarie i Romani fecero uso,gia nel periodo repubblicano,di strutture ad arco o della colonna isolata sormontate da statue,da cavalli o anche da fontane: questa tipologia ebbe largo soprattutto in epoca imperiale (27 a. C d. C) a cominciare dal principato di Augusto. Questa tipologia ebbe largo impiego soprattutto in epoca imperiale (27 a.C- 476 d.C) a cominciare dal principato di Augusto. Per lui vennero eretti ben 17 archi di trionfo. Tra questi lArco di Rimini risalente al 27 a.C. Questo monumento che è un esempio tra i più semplici e chiari di arco trionfale, era stato concepito come porta ubica della città di Rimini a conclusione della Via Flaminia.

9 Lettura di opere darte Larco di Augusto Esso consta di un solo fòrnice. La sua massima altezza è di 17,50 metri, mentre la sua larghezza è di 14,90 (50piedi romani). Larco a tutto sesto, del diametro di 8,84 metri, si innesta da bassi piedritti e il piano dimposta è evidenziato da leggere cornici in aggetto. Larco è affiancato da due semicolonne corinzie addossate alla parete sulle quali grava la trabeazione sormontata da un frontone decorato a mensole a voluta. Le colonne poggiano su un alto basamento. Al di sopra dellattico su cui un tempo svettava una quadriga bronzea con la statua di Augusto, si ergono adesso i merli aggiunti in epoca medioevale. Lo schema semplice allo stesso tempo strutturale e decorativo dellarco affiancato da semicolonne addossate ai pilastri sarà tipico di tutta larchitettura romana.

10 Lettura di opere darte Il teatro di Marcello 13 a.C Questo tipo di edificio, destinato allo svago e alla cultura trovò solo nella prima meta del I secolo a.C la possibilità di esistere. Nel II secolo a.C il Senato aveva decretato labbattimento di un teatro in costruzione perché inutile e nocivo dal punto di vista morale.Fù il secondo ad essere costruito in muratura. Esso venne iniziato da Cesare e compiuto da Augusto che lo dedicò al nipote scomparso prematuramente. Non ha al contrario del tempio greco la cavea poggiante contro il declivio di una collina, ma su una struttura muraria. Le volte a botte e quelle anulari ne permettono la costruzione che allesterno presenta una facciata monumentale curvilinea composta da più piani di archi inquadrati da semicolonne trabeate. Si susseguono dal basso verso lalto i tre ordini originando la sovrapposizione degli ordini. Lorchestra da grande e rotonda che era nella maggior parte dei tertri greci classici si riduce ora a semicerchio perdendo gradualmente importanza. La scena diventa architettonica, facendosi sempre più complessa, adattandosi alle necessità delle rappresentazioni romane.

11 Lettura di opere darte Il Colossèo Raddoppiare il teatro sia esso semicircolare o semiellettico vuol dire avere una struttura circolare o ellittica. Mentre nei teatri si svolgevano le recite negli anfiteatri vi si svolgevano spettacoli grandiosi come combattimenti tra uomini ed animali feroci (Gladiatori). Lanfiteatro (dal greco amphi da ambo le parti). Il più noto è lanfiteatro Flavio a Roma conosciuto come Colossèo, termine che deriva dal medioevo a motivo delle sue dimensioni colossali. Occupava un luogo di un lago artificiale negli immensi giardini della Domus Aurea.la sontuosa dimora neroniana.La costruzione venne iniziata sotto Vespasiano nel 70 d.C. Inaugurata durante il regno di Tito, fu conclusa da Domiziano 96 d.C.

12 Lettura di opere darte Il Colossèo Ha dimensioni massima in pianta 188x156 metri, unaltezza di 50 metri conteneva circa posti a sedere. La cavea era distinta in tre settori in senso orizzontale le gallerie. Lultima aveva le gradinate in legno onde evitare la spinta sulle volte dove erano appoggiate. In senso verticale le scalinate erano divise in spicchi detti cunei.

13 Lettura di opere darte Il Colossèo Ledificio è rivestito in travertino ed è costruito in tufo e laterizi. Le volte sono in opus caementicium. Gli ordini si susseguono con la solita scansione,ma lordine dorico è sostituito dal tuscanico. Al di sopra del terzo livello è situato lattico in muratura continua. Le mensole sporgenti a due terzi dellaltezza dellattico costituivano la base dappoggio per le antenneè lignee ed avevano la funzione di sorreggere il velario (grande copertura in stoffa che venivano spiegata in caso di sole o pioggia,

14 Lettura di opere darte La casa, la villa Tanto monumentali erano gli edifici pubblici tanto modeste erano le case di abitazione. La domus aveva poche aperture verso lesterno, un alto muro la separava dalla città. La porta dava sul corridoio che immetteva allatrium uno spazio aperto. Attorno allatrio si aprivano i cubicola cioè le camere. Di fronte allingresso cera lo spazio di rappresentanza il tablinium. Al di là di questo poteva esserci un giardino interno o un secondo ambiente porticato.


Scaricare ppt "Roma Imperiale. Lettura di opere darte Il Pantheon Il più compiuto e importante esempio di architettura templare viene creato solo in epoca imperiale."

Presentazioni simili


Annunci Google