La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Controllo e vigilanza delle dighe in esercizio Aspetti generali Giovanni Ruggeri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Controllo e vigilanza delle dighe in esercizio Aspetti generali Giovanni Ruggeri."— Transcript della presentazione:

1 Controllo e vigilanza delle dighe in esercizio Aspetti generali Giovanni Ruggeri

2 Guardiania Lattuale criterio di guardiania riprende testualmente quello definito nel Reg ! Non ha più corrispondenza con lo stato dell'arte. Contrasta con le necessità di una adeguata qualificazione professionale del personale. Non si ritrova nella legislazione di nessun altro Paese Europeo.

3 Guardiania URGENTE necessità di un criterio aggiornato. Aggiornate modalità di guardiania sperimentate in un limitato numero di casi: risultati assolutamente positivi. Sviluppi però inopinatamente sospesi ! Rimandare la soluzione di tutti i problemi al Nuovo Regolamento non è il modo giusto per affrontare problemi di cui soffriamo da tempo e per i quali già da tempo esistono soluzioni idonee.

4 Interrimento serbatoi Il tanto atteso art. 40 della legge 152/99 sulla tutela delle acque. La sua efficacia sarà determinata dallassociato regolamento attuativo. Rischio: non dare corso pratico allo spirito e agli intenti dellart. 40, mantenendo di fatto la variegata, inconcludente, e penalizzante situazione attuale.

5 Rapporti con lAutorità Predisposizione dei FCEM: azione di sicuro valore e meritato apprezzamento. In molti casi: proficuo confronto tra Concessionari - SND - Professionisti Minore soddisfazione nella successiva continuativa interazione con Autorità. Applicata spesso su aspetti di minima rilevanza.

6 Rapporti con lAutorità Diversi successivi livelli di valutazione anche per questioni di rilevanza ordinaria. Fino ad ieri: mancanza assoluta di rapporti tra lattore iniziale e il Consiglio Superiore. La necessità di questi rapporti dovrebbe essere invece attentamente tenuta in considerazione.

7 Rapporti con lAutorità Ricorrenza di pareri abnormi del Servizio Idrografico, del tutto difformi dai risultati di approfondite ed accurate analisi idrologiche. Situazione che merita certamente una modifica di atteggiamento.

8 Normative Nuovo Regolamento: necessità di aggiornamento sentita per gli aspetti generali (Parte Prima) Norme Tecniche: Raccomandazioni per dighe in esercizio, meglio rispondenti alle necessità di flessibilità applicativa e di aggiornamento. Dighe minori : –la mancanza di regolamentazione uniforme rende inutilmente complessa la materia. –evitare ingiustificate e generalizzate trasposizioni.

9 RID Direttive per: –la classificazione in classi di rischio. Ma anche per: –individuazione dei codici di calcolo, –requisiti per omologazione strumentazione, –modalità prove –modalità di trattamento-elaborazione dati

10 Temi che hanno già riferimenti tecnici autorevolissimi, continuamente aggiornati. –Bulletin N° 60 - Dam monitoring. –Bulletin N° 68 - Monitoring of dams and their foundations - State of the art. –Bulletin N° 87 - Improvement of existing dam monitoring - Recommendations and case histories. –Bulletin N° Automated dam monitoring systems - Guidelines and case histories. –Bulletin N° 30 - Finite elements methods in analysis of dams. –Bulletin N° 53 - Static analysis of embankment dams. –Bulletin N° 94 - Computer software for dams – Validation. –Bulletin N° Computational procedures for dam engineering - Reliability and applicability

11 Classificazione Dighe Tema esaminato in 2002 da GdL ITCOLD, che ha raccolto informazioni su criteri di classificazione dighe utilizzati in altri Paesi (20 Paesi). Giornata dei GdL: Prossima iniziativa tecnico –scientifica ITCOLD

12 Ulteriore tema Dismissione di dighe (aspetti di sicurezza, ambientali, amministrativi, ….) Proposta: GdL ITCOLD

13 Controllo delle dighe: Materia certamente matura. Ma la pratica continua ad avanzare (esempio: estensione ad aspetti di durabilità dei materiali - prove fisico chimiche). E continua anche la sperimentazione (es: Interferometria satellitare SAR).


Scaricare ppt "Controllo e vigilanza delle dighe in esercizio Aspetti generali Giovanni Ruggeri."

Presentazioni simili


Annunci Google