La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Prospettiva della Soft law 2.3.2012 Valerio Lemma – - cel. 335.1898678.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Prospettiva della Soft law 2.3.2012 Valerio Lemma – - cel. 335.1898678."— Transcript della presentazione:

1 La Prospettiva della Soft law Valerio Lemma – - cel

2 2 Obiettivo Approfondire il ruolo della soft law nellordinamento finanziario

3 3 Preview La teoria della regolazione Il concetto di soft law La soft law nel diritto finanziario Le Best practices Altri aspetti della soft law Prospettive di sviluppo futuro

4 4 La «Soft law» Sistema di regole solitamente di produzione sovranazionale al di fuori del tradizionale sistema delle fonti e, dunque, prive di tutela giurisdizionale propria in grado di produrre effetti nella platea dei destinatari

5 5 La teoria della regolazione I soggetti: Organo politico – mandati della regolazione Organo tecnico – agenzia di regolazione Destinatari – Impresa regolamentata Intervento pubblico e regolazione Regolazione ed efficienza Struttura di mercato e concorrenza Deregolamentazione

6 6 La teoria della regolazione Intervento pubblico e regolazione Il termine regolazione Il bagno delle istituzioni Il mercato non regolato Regolazione e controllo Le ragioni dellintervento pubblico Efficienza ed efficacia Effetti allocativi

7 7 La teoria della regolazione Regolazione ed efficienza Protezione e spreco delle risorse Regolazione come protezione dalla concorrenza Spreco di risorse da parte dei gruppi di pressione Lambiente della regolazione Informazione completa Comportamento concertativo Lallocazione delle risorse

8 Dott. Valerio Lemma 8 La teoria della regolazione Struttura di mercato e concorrenza Abolizione delle barriere allentrata Riduzione dei costi sommersi Strategie ed antitrust bancario La regolazione sociale

9 9 La teoria della regolazione Deregolamentazione Gli eccessi di regolazione Forme di deregolamentazione mercati imperfettamente concorrenziali vs interventi pubblici imperfetti

10 10 La teoria della regolazione sintesi Il ruolo della regolazione: Adesione non formalistica alla cultura delle regole non come un mero correttivo di natura etica Ma intesa come elemento fisiologico di un mercato che persegue lefficienza

11 11 La «Soft law» Sistema di regole solitamente di produzione sovranazionale al di fuori del tradizionale sistema delle fonti e, dunque, prive di tutela giurisdizionale propria in grado di produrre effetti nella platea dei destinatari

12 12 Il concetto di soft law Ricerca delle Caratteristiche: Indeterminatezza delle fonti Soft law come Integrazione del diritto tradizionale Soft law e giurisdizione

13 13 Il concetto di soft law Indeterminatezza delle fonti Libertà di produzione della soft law Corpus normativo non cristallizzato Proposizioni contenenti principi generali e ben riconosciuti Considerazioni elementari Effettività conferita dagli operatori del mercato

14 14 Il concetto di soft law Integrazione del diritto tradizionale Valutazione costi - benefici Il modello di regolazione della soft law persegue lefficienza: livello minimo di costo del processo di cognizione irrilevanza del costo di diffusione ed acquisizione dellinformazione procedimenti sanzionatori affidati al mercato Rispetto della regola come vincolo alla operatività e costo per limpresa Razionalità degli operatori diviene condizione necessaria Il comportamento, o lastensione da un comportamento, deve comportare un beneficio diretto per il destinatario

15 15 Il concetto di soft law Integrazione del diritto tradizionale Evoluzione dellordinamento finanziario Nuova posizione basata su pratical needs Soft law come compromesso tra gli operatori del mercato (emittenti, intermediari, investitori privati ed istituzionali, autorità di vigilanza...)

16 16 Il concetto di soft law Soft law e giurisdizione Soft law come sistema normativo completo ed alternativo e non solo come una mera modalità di produzione delle regole Soft enforcement Soft remedies

17 17 Il concetto di soft law Soft law e giurisdizione Soft enforcement Soft control mechanism Dinamica dei flussi informativi implementation committee Attività di vigilanza che orienta le reazioni del mercato Soft remedies Sanzioni specifiche in reazione a determinati comportamenti esplicito conferimento (da parte del singolo operatore finanziario) del potere sanzionatorio

18 18 Il concetto di soft law Esito dellanalisi Il concetto di soft law Norme, principi e procedure internazionali … al di fuori del tradizionale sistema delle fonti prive di tutela giurisdizionale propria in grado di produrre effetti nella platea dei destinatari

19 19 La soft law nel diritto finanziario Larticolazione tradizionale Un nuovo modello Unulteriori ipotesi

20 20 La soft law nel diritto finanziario Larticolazione tradizionale Autorità Politica Autorità Tecnica Banca Atti e direttive Atti Amministrativi Direzione Politica Attività Amministrativa

21 21 La soft law nel diritto finanziario Un nuovo modello Mercato Banca d'Italia Consob ISVAP (?) Banca Centrale Europea Global regulators & Global regulatory networks Raters CicrSocietà di gestione Internal Auditors External Auditors Legislatore

22 22 Il nuovo modello dei global regulators Produzione delle regole Tecniche interpretative Funzione di vigilanza Soft administration Soft interpretation Obbligo di collaborazione Le Sanzioni Soft enforcement Soft remedies

23 23 Unulteriore ipotesi Unulteriore ipotesi Inadeguatezza dei sistemi di governance nuovo sistema economico profili di discontinuità Processo di elaborazione delle best practices: Control Self Assessment Precise rules Practices Best practices

24 24 Unulteriore ipotesi Unulteriore ipotesi Effetti delle best practices semplificazione dei rapporti con le autorità di vigilanza valorizzazione dei corsi borsistici Vantaggi spendibili una tantum Catalizzatori nel processo di diffusione delle informazioni

25 25 Unulteriore ipotesi Unulteriore ipotesi Self regulation: Best practices come elemento di efficienza Sistema di regole di governance destinato ad essere soft law o hard law Il processo di consacrazione SL: Accettazione spontanea da parte dei destinatati HL: Recepimento da parte del legislatore

26 26 Domande La teoria della regolazione Il concetto di soft law La soft law nel diritto bancario Le Best practices Altri aspetti della soft law Prospettive di sviluppo futuro

27 27 Pro e Contro della soft law Altri aspetti della soft law Pro e Contro della soft law La libertà degli operatori Aspetti problematici e controversi Punti di forza

28 28 Pro e Contro della soft law La libertà degli operatori Non è necessariamente prevista La soft law esprime una preferenza La libertà di scelta esprime indifferenza

29 29 Pro e Contro della soft law Aspetti problematici e controversi Conflitto dinteressi Lobbying Reputazione dellautore della soft law Principio di unità del diritto

30 30 Pro e Contro della soft law Punti di forza Speditezza redazionale Competenza Inerenza e completezza Condivisione Conciliazione informale Valutazione impatto trasgressione sullefficienza e rimodulazione della norma Intervento tempestivo e condiviso Efficacia evoluzione normativa Interpretazione

31 31 Prospettive di sviluppo futuro Superamento resistenza nazionale Sistema complementare allhard law Specializzazione operativa Internazionalizzazione

32 32 Sintesi Il ruolo della regolazione Adesione non formalistica alla cultura delle regole, intesa come elemento fisiologico di un mercato che persegue lefficienza e non come un mero correttivo di natura etica. Il concetto di soft law Norme, principi e procedure internazionali che pur essendo al di fuori del sistema delle fonti e prive di tutela giurisdizionale propria, sono in grado di produrre effetti nella platea dei destinatari Lapplicazione al settore bancario Raggiungimento di un livello di efficienza della regolazione superiore

33 Dott. Valerio Lemma 33

34 Dott. Valerio Lemma 34 Affermazione delle regole nel sistema finanziario Formazione del sistema bancario La questione degli Istituti di emissione Prime normative Crisi 1890 e riorganizzazione bancaria Costituzione della Banca dItalia Le banche in età giolittiana Il primo dopoguerra Il fascismo Legge bancaria del 1926 Gli anni trenta La crisi del 1929 La costituzione dellIRI La legge bancaria del 1936 Il secondo dopoguerra La ricostruzione (1945 – 1955) - la politica monetaria della Banca dItalia La grande trasformazione (1955 – 1973) – scandali e lottizzazioni Linflazione (1973 – 1984) – La crisi di un sistema – Mediobanca e lingegneria finanziaria Gli anni novanta Innovazione operativa Ritorno alla logica di mercato Le banche ed il mercato finanziario La realtà di oggi Questione dimensionale Assetti proprietari Innovazione telematica Competizione transfrontaliera


Scaricare ppt "La Prospettiva della Soft law 2.3.2012 Valerio Lemma – - cel. 335.1898678."

Presentazioni simili


Annunci Google