La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

E’ già ora di GRANDI PULIZIE per l’arrivo della primavera!

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "E’ già ora di GRANDI PULIZIE per l’arrivo della primavera!"— Transcript della presentazione:

1 E’ già ora di GRANDI PULIZIE per l’arrivo della primavera!

2 Workshop pulizie di primavera 1 incontro Dopo 21 giorni

3

4 Che cosa è il test E.A.V. ? L’E.A.V. è uno strumento bioenergetico che, utilizzando i punti dell’agopuntura cinese e basandosi sui principi della medicina tradizionale cinese, permette di costruire una mappa della situazione energetico-funzionale dei vari organi e come essi interagiscano fra loro. È in grado di rilevare disturbi funzionali prima che sfocino in vere e proprie patologie. In più permette di testare la compatibilità del paziente con alimenti o allergeni in genere. Come si esegue? Si toccano con puntale (NON un ago) i punti di controllo dei meridiani di agopuntura cinese delle mani e dei piedi, senza dover effettuare punture e senza dover traumatizzare la persona (evitando il prelievo di sangue e di liquidi biologici). Il risultato del test viene comunicato immediatamente

5 A chi è indicato? In sostanza a tutti (compresi i bambini ) essendo una valutazione energetico funzionale dell’organismo nel suo complesso. Quanto dura ? TEST EAV per verificare : Lo stato di intossicazione del corpo la disbiosi intestinale ( disequilibrio della flora batterica) Metalli pesanti le intolleranze alimentari, la situazione energetico-funzionale degli organi ( FEGATO, RENI, INTESTINO, POLMONI E PELLE ) lo stato del sistema immunitario, lo stato di stress emozionale e aspetti costituzionali Consigli personalizzati

6 Che cosa intossica il corpo? CiboCibo AriaAria EmozioniEmozioni

7 LE INTOLLERANZE ALIMENTARI POSSONO CAUSARE :

8 Cosa succede nell’intestino?

9 Rapporto batteri buoni / cattivi

10 DISBIOSI L'infiammazione è il modo principale con cui l'organismo risponde alle sollecitazioni esterne negative. Le infezioni, l'inquinamento, lo stress, la carenza di sonno, un'alimentazione scorretta e molto altro ancora sono come altrettanti fuochi che scaldano la pentola del nostro organismo. Modificarne alcuni è molto difficile, mentre su altri possiamo intervenire.

11 UN AIUTO IN PIU’ : I PROBIOTICI E’ molto importante ristabilire l’equilibrio nella nostra microflora intestinale ed è possibile grazie ai PROBIOTICI. Com’è ormai ben noto alla scienza la maggior parte dei batteri e microrganismi esistenti in natura sono amici dell’uomo, cioè non nocivi oppure utili o addirittura indispensabili per la nostra salute e il nostro benessere. Solo pochi sono nemici dell’uomo, ovvero patogeni: La nostra microflora intestinale è costituita quasi esclusivamente da batteri, con popolazioni molto estese numericamente, fino a centomila miliardi di individui in totale raggruppabili in un discreto numero di generi, ciascuno occupante specifiche nicchie ecologiche nel nostro sistema gastrointestinale. La nostra microflora intestinale è costituita quasi esclusivamente da batteri, con popolazioni molto estese numericamente, fino a centomila miliardi di individui in totale raggruppabili in un discreto numero di generi, ciascuno occupante specifiche nicchie ecologiche nel nostro sistema gastrointestinale. Solo i “Fermenti Lattici”, pur essendo batteri, non hanno mai avuto la nomea di cattivi, in quanto l’uomo ha fatto uso di latte fermentato sin dai tempi biblici e perchè da un secolo circa se ne conoscono scientificamente i benefici Solo i “Fermenti Lattici”, pur essendo batteri, non hanno mai avuto la nomea di cattivi, in quanto l’uomo ha fatto uso di latte fermentato sin dai tempi biblici e perchè da un secolo circa se ne conoscono scientificamente i benefici I batteri dunque, sopratutto quelli lattici ed in particolare quelli del genere “Lactobacillus” e “Bifidobacterium”, sono nostri collaboratori ed amici. PROBIOTICI appunto ( dal greco PRO BIOS cioè a favore della vita ). I batteri dunque, sopratutto quelli lattici ed in particolare quelli del genere “Lactobacillus” e “Bifidobacterium”, sono nostri collaboratori ed amici. PROBIOTICI appunto ( dal greco PRO BIOS cioè a favore della vita ).

12 5 mosse per non accumulare le tossine 1. RESPIRARE BENE 2. FARE ATTIVITA’ FISICA 3. ALIMENTARSI CORRETTAMENTE 4. FAVORIRE LA DIURESI 5. INTESTINO SANO

13

14 OCCORRE Dare sprint a difese e metabolismo dando al fegato un surplus di energiaDare sprint a difese e metabolismo dando al fegato un surplus di energia Vincere gonfiori e stanchezza alleggerendo il lavoro dei reniVincere gonfiori e stanchezza alleggerendo il lavoro dei reni Liberiamo il fegato da grassi ed eccessi di zuccheri, usiamo ERBE AMARE tipo tarassaco cardo mariano, frassino, carciofo Aiutiamo i reni a drenare aumentando la minzione.

15 L’intestinoL’intestinoL’intestinoL’intestino La salute inizia dalla pancia, dicevano gli antichi. Un appartamento da 400 metri quadrati

16 PER RIEQUILIBRARE LA FLORA BATTERICA CI VUOLE LA FLORA BATTERICA!

17 STRESS Entrano in gioco forze contrastanti da una parte il ripiegamento autunnale e dall’altra la voglia di vivere con maggior pienezza le giornate ancora buie e fredde. Rilassamento Fiori di Bach

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43 INTESTINO CRASSO Il blocco di questo meridiano si manifesta chiaramente quando esiste una chiusura del terzo chakra (plesso solare) causata da uno spavento per un'eventuale danno fisico personale o altrui. Visto che questo è il centro dei rapporti sociali, la persona tende a perdere la motivazione e l'interesse verso coloro che non appartengono alla famiglia; appaiono problemi di relazione interpersonale e mancanza di fiducia negli amici, c'è delusione e dipendenza dagli altri, non si è in grado di prendere iniziative. Quando il meridiano è bloccato l'individuo prova difficoltà a liberarsi psicologicamente. - Eccesso di energia nel meridiano: tendenza alla congestione nasale, ipersensibilità nel tratto respiratorio superiore, gonfiore e mal di gola, odontalgia, vesciole alle gengive, ecc. dolore alla spalla (spalla congelata), dolore al gomito (gomito del tennista), dolore all'avambraccio e all'indice, tremore alle dita, colite ulcerosa. - Mancanza di energia nel meridiano: epistassi, gonfiore addominale, costipazione, diverticolosi al colon, emorroidi, occhi arrossati, freddo nella parte inferiore dell'addome e alle estremità. Nei casi di debilitazione energetica appare la degenerazione cellulare che si manifesta come cancro all'intestino. - Conflitto psicologico: riguarda il terzo chakra - espressione emozionale

44 MILZA Il meridiano regola il funzionamento del pancreas, inclusa quella parte degli organi che secernono enzimi digestivi: stomaco, cistifellea, intestino tenue e ghiandole salivari. Esso, inoltre, è in rapporto nelle donne con le ghiandole riproduttive coma la ghiandola mammaria e le ovaie. La funzione della milza è di assimilare l'energia dal cibo che viene ingerito nello stomaco, per essere trasformata e mandata ai polmoni e quindi a un'ulteriore trasformazione. La causa più frequente della chiusura di questo meridiano è un evento che non si riesce ad accettare, come per esempio la notizia della morte di un fratello in un incidente stradale, o qualsiasi altro evento doloroso e inaspettato con rifiuto di accettare la notizia o l'evento stesso vivendo un conflitto di difficoltà di assimilazione. L'aumento di tensione in questo meridiano fa sì che la persona non mastichi e non digerisca, per cui le manca la consistenza per assimilare completamente gli alimenti. Dal punto di vista mentale, tende a preoccuparsi eccessivamente per tutto, è ossessionata dai dettagli, prova inquietudine, ansietà, incapacità di sfogarsi, interferisce negli affari degli altri, fa un eccessivo uso mentale e scarso esercizio fisico; ha scarsa capacità di ricordare, difficoltà nel portare a termine le cose, ansietà per il cibo, eccede nella quantità di cibo e mastica costantemente, golosa di dolci e alimenti con alto contenuto di liquidi per la loro facile assimilazione, accusa costantemente sonnolenza. Dal punto di vista fisico, la persona ha scarsa salivazione, la bocca è appiccicosa e ha poca discriminazione del gusto, eccessiva sete con un sapore amaro in bocca, mancanza di succhi gastrici digestivi che causa l'anemia. Ha un colorito marrone scuro del viso, tendenza a soffrire di freddo nella parte anteriore delle gambe, la pelle delle mani e dei piedi è rugosa, i talloni presentano fessure, un nodo doloroso attorno all'ombelico, un eccesso di gas nell'intestino, corpo rotondo con eccesso di grasso corporeo.

45 POLMONE ( TRISTEZZA) - Mancanza di energia nel meridiano: la persona tende a isolarsi e chiudersi alla società, si allontana dalla famiglia ed emozionalmente appare come un individuo melanconico con perdita di vigore e fatica estrema che arriva al disagio di stare in piedi. - Eccesso di energia nel meridiano: la persona appare ansiosa e ipersensibile: eccessiva ansietà per piccoli dettagli, preoccupazione per aver accettato troppo lavoro, incapacità di rilassamento e di respirare profondamente, lunghi sospiri per sbloccare il torace rigido e contratto, sensibilità al raffreddore e alla tosse. Altre malattie provocate dalla chiusura del meridiano sono: rinite, asma bronchiale, polipi nasali, eczema, psoriasi lungo il meridiano, dolore alla regione scapolo dorsale e alle spalle, dolore al gomito e la braccio. - Conflitto psicologico: riguarda il quarto chakra - paura della propria morte o di quella di un amico, separazione dai genitori.

46 LE SINDROMI DEL FEGATO E DELLA VESCICA BILIARE Il Fegato immagazzina il sangue, governa ogni libero flusso, drenaggio, decongestione, regge muscoli e tendini. Patisce la compressione, e quando poco nutrito divampa. La Vescica Biliare ne è viscere associato. LA CARENZA DI SANGUE DI FEGATO Relazioni con la Medicina Moderna: anemie, nevrosi, malattie oculari causate da avitaminosi A, ipertensione arteriosa, epatiti croniche. LA LIBERAZIONE DI YANG DI FEGATO Relazioni con la Medicina Moderna: ipertensione arteriosa, nevrosi, malattie oftalmiche. LA DEPRESSIONE E IL RISTAGNO DEL SOFFIO DEL FEGATO Relazioni con la Medicina Moderna: nevrosi, epatiti croniche, epatosplenomegalie, colecistiti croniche, dismenorree, faringiti. IL FUOCO DI FEGATO Relazioni con la Medicina Moderna: epatiti acute, sindromi di Meniere, ipertensione arteriosa, colecistiti acute, pancreatici acute, congiuntiviti acute, emorragie delle vie digestive superiori, ipertiroidismo, psicosi maniaco depressive. IL VENTO DI FEGATO Relazioni con la Medicina Moderna: ipertensione arteriosa, vasculopatie cerebrali acute, insolazioni. L’UMIDITA’ CALORE E LE MUCOSITA’ NEL FEGATO E NELLA VESCICA BILIARE Relazioni con la Medicina Moderna: itteri, epatiti, orchiti, cerviciti, vaginiti, eczemi degli organi genitali.

47 CUORE LE SINDROMI DEL CUORE Le funzioni del Cuore in medicina cinese rimandano all’organizzazione funzionale organica, all’attività mentale, al sangue, alla sua circolazione, al letto vascolare. LA CARENZA DI ENERGIA E DI YANG DI CUORE Relazioni con la Medicina Moderna: nevrosi, cardiopatie, debolezza cardiaca, aritmie. LA CARENZA DI YIN E DI SANGUE DI CUORE Relazioni con la Medicina Moderna: anemie, cardiopatie, ipertiroidismo. L’ECCESSO DI FUOCO DI CUORE Relazioni con la Medicina Moderna: glossiti, ulcerazioni della mucosa buccale, infezioni acute delle vie urinarie. LE MUCOSITA’ OSTRUISCONO I FORAMI DEL CUORE Relazioni con la Medicina Moderna: isterie, schizofrenie, epilessie, ictus. IL RISTAGNO DI SANGUE DI CUORE Relazioni con la Medicina Moderna: ateromi coronarici, angina pectoris, infarti del miocardio.

48 LE SINDROMI DELLA MILZA E DELLO STOMACO Le funzioni della Milza governano l’assimilazione alimentare, la digestione, la trasformazione, il trasporto, e la diffusione energetica. E’ essenziale nella formazione del Sangue e dei liquidi. La sua alterazione funzionale comporta sovente ristagni, Catarri e Mucosità. Lo Stomaco, viscere associato, governa il ricevimento del cibo. LA CARENZA DI ENERGIA DELLA MILZA Relazioni con la Medicina Moderna: disordini funzionali gastrointestinali, ulcera gastrica cronica, gastroenterite cronica, dissenteria cronica, epatite cronica, cirrosi epatica. LA CARENZA DI YANG DELLA MILZA Relazioni con la Medicina Moderna: Ulcera gastrica cronica, enterite cronica, dissenteria cronica, edemi, epatite cronica, cirrosi epatica, leucorree. L’UMIDITA’ CALORE NELLA MILZA E NELLO STOMACO Relazioni con la Medicina Moderna: Itteri in epatiti acute, colecistiti acute, litiasi vescicolari o del coledoco, necrosi a cute o subacute del fegato, epatiti gravi, impetigini. IL FREDDO NELLO STOMACO Relazioni con la Medicina Moderna: gastrite cronica, ulcera gastrointestinale. IL CALORE NELLO STOMACO Relazioni con la Medicina Moderna: Periodontiti, odontalgie, malattie ulcerose, ulcera peptica, fasi iperpiretiche in malattie gravi, diabete mellito. IL RISTAGNO DI ALIMENTI NELLO STOMACO Relazioni con la Medicina Moderna: indigestioni, dispepsie acute, gastriti acute, gastroenteriti acute. LA CARENZA DI YIN DELLO STOMACO Relazioni con la Medicina Moderna: fasi avanzate di malattie febbrili, gastrite cronica, dispepsie, diabete mellito.

49 LE SINDROMI DEL POLMONE E DEL GROSSO INTESTINO Il Polmone, il Signore del Soffio organico, ne governa l’assimilazione tramite il respiro, la diffusione ad ogni periferia organica, la discesa alla parte iorporea inferiore. Inoltre regola la Via delle Acque di cui è Sorgente Superiore. E’ particolarmente sensibile ai Soffio perversi esterni. Il Grosso Intestino ne è il viscere associato. LA CARENZA DI ENERGIA DI POLMONE Relazioni con la Medicina Moderna: dispnee, tossi, asme. LA CARENZA DI YIN DI POLMONE Relazioni con la Medicina Moderna: polmoniti, tracheobronchiti, bronchiectasie, pertosse. IL FREDDO INVADE IL POLMONE E LA SUPERFICIE CORPOREA Relazioni con la Medicina Moderna: raffreddori, tracheiti, asme. IL CALORE INVADE IL POLMONE E LA SUPERFICIE CORPOREA Relazioni con la Medicina Moderna: tracheiti acute, bronchiti, polmoniti, suppurazioni e ascessi polmonari. LA SECCHEZZA INVADE IL POLMONE E LA SUPERFICIE CORPOREA Relazioni con la Medicina Moderna: raffreddori, laringiti, tracheiti. L’UMIDITA’ E LE MUCOSITA’ INVADONO IL POLMONE Relazioni con la Medicina Moderna: asme, enfisemi.

50 LE SINDROMI DEL RENE E DELLA VESCICA Radice del Soffio ereditario, il Rene è magazzino di Essenze, produce midollo e cervello, controlla i liquidi organici, riceve i Soffio e i liquidi dall’alto. La sua struttura squisitamente ereditaria chiarisce la natura delle malattie di cui soffre, la Carenza, mai l’Eccesso. La Vescica ne è il viscere associato. LA CARENZA DI ENERGIA DI RENE Relazioni con la Medicina Moderna: nefriti croniche, enteriti croniche, ipocorticosurrenalismi. LA CARENZA DI YANG DI RENE Relazioni con la Medicina Moderna: enfisemi, asma, insufficienza cardiaca cronica, edemi, nefriti acute e croniche. LA CARENZA DI YIN DI RENE Relazioni con la Medicina Moderna: diabete mellito, diabete insipido, nevrosi, disordini neurovegetativi, sindromi climateriche.

51 Intestino tenue La sua funzione fisiologica è l'assorbimento e la conversione del cibo in forma utilizzabile. La sua disfunzione è causata dalla difficoltà di captare certe situazioni in tempo per trasformarle in profitto, e la persona ha la sensazione di aver perso delle opportunità per migliorare la propria vita. La sua disfunzione si manifesta solo quando il centro del plesso solare (3° chakra) è bloccato per una eventuale paura di danno fisico. Normalmente l'intestino tenue è forte come organo e ben nutrito energeticamente, per questo motivo non viene colpito da malattie provocate da mancanza di energia come per esempio il cancro, ma piuttosto da malattie provocate da un eccesso di energia, come allergie e diarrea cronica, fino ad arrivare all'ulcerazione della mucosa intestinale come avviene nel morbo di Crohn. La disfunzione di questo meridiano causa una mancanza di fiducia nelle decisioni, per cui si tende a essere timidi e si preferisce l'isolamento. Dal punto di vista mentale la persona è troppo preoccupata e ansiosa, reprime il proprio dolore e la tristezza con una tendenza a essere introversa e la preoccupazione di essere prevaricata. Fisicamente si manifesta come disfunzione dell'intestino tenue, abbassamento delle difese immunitarie, anemie, stitichezza o diarrea, sensazione di freddo nella zona addominale, flaccidità dei muscoli, stanchezza e debolezza nella parte inferiore della schiena, magrezza, rigidità e tensione alla nuca che causa cefalea, rumore alle orecchie, abbassamento della capacità uditiva, appendicite, irregolarità del flusso mestruale.

52 CUORE La disfunzione del meridiano del cuore è causata da un conflitto di separazione da una persona cara, o da una tensione (preoccupazione) notevole con una persona della famiglia; appare generalmente dopo la chiusura del centro del torace (chakra 4°) accompagnata da una tensione nervosa dovuta a uno shock o a una fatica estrema. Dal punto di vista mentale la disfunzione di questo meridiano porta la persona ad agire in maniera inappropriata con chi le sta attorno, per il fatto che non si sente stabile nel proprio centro; essa avverte tensione nervosa prolungata, soffocamento emozionale dopo una crisi di separazione, ansietà e preoccupazione che riducono l'appetito, inquietudine senza avere la capacità di calmarsi, tendenza alla nevrosi e alla paranoia; si spaventa facilmente, difficoltà di concentrazione, tensione alla lingua che provoca il balbettamento. Fisicamente, la sua disfunzione si manifesta con dolore al petto, palpitazione, angina pectoris, tensione e dolore ipocondrale, sete intensa, rigidità nelle mani con una sensazione di calore al palmo e sudorazione eccessiva, tendenza a stancarsi facilmente, lingua coperta da uno strato bianco, occhi arrossati, dolore lungo il meridiano. Il blocco di questo meridiano è abbastanza frequente per il ritmo frenetico della vita e per l'abbassamento dell'entità famigliare come mezzo di appoggio durante il conflitto di abbandono e separazione che diventa sempre più frequente.

53 FEGATO Dal punto di vista energetico, il fegato somministra vitalità necessaria all'organismo per mantenere il vigore dell'individuo. La causa principale della sua disfunzione è in rapporto con un conflitto di mancanza o di perdita materiale. Un conflitto per fame o mancanza materiale potrebbe avvenire durante disastri come guerre, o disastri naturali dove lasciano la gente senza la possibilità di avere riserve per il giorno dopo. La reazione della persona a questo tipo di conflitto potrebbe variare dalla chiusura in se stessa a un'esagerata reazione alla perdita. Dal punto di vista mentale la mancanza di energia si manifesta come perdita di resistenza alla perseveranza con la tendenza ad annoiarsi. L'eccesso di energia si manifesta invece con impazienza, irritabilità, tendenza ad essere al limite di un attacco nervoso, rabbia, grande fastidio provocato dai rumori, sensibilità emozionale che porta frequentemente ad alzare la voce. Dal punto di vista fisico la mancanza di energia si manifesta come perdita della lucentezza degli occhi, vertigini quando ci si alza, impotenza, caduta dell'impulso sessuale, temperatura corporea bassa, tendenza alla stitichezza, debolezza delle articolazioni. L'eccesso di energia provoca una tonalità giallastra negli occhi, tendenza all'intossicazione alimentare con nausea e vomito, incapacità ad ingrassare, febbre alta per causa sconosciuta, rigidità nei muscoli e del tendine di Achille, sensazione di gonfiore nella zona ipocondriaca destra, emorroidi, ernia e dolore all'inguine, perdita dell'appetito e dolore alla testa.

54 FEGATO ---  ZENZERO : 30 gr di rizomz essicato in 600 cc acqua fredda fare decotto bere tre tazze nella giornata TARASSACO : 5-15 g in 200 ml acqua bollire 5 minuti lasciare in infusione altri 15. una tazza due o tre volte al giorno prima dei pasti CARDO MARIANO : estratto idroalcolico 50 gocce 3 volte al giorno GENZIANA MAGGIORE gocce 2 3 volte al giorno prima dei pasti LYCIUM 6-12 g di frutti

55 Licio, Lycium Barbarum Probabilmente questo nome non dice molto ai più e per molto tempo è stato annoverato solo con il suo nome botanico. Da qualche tempo però questo rimedio è in auge come Bacche di Goji, grazie alle sue potenti proprietà antiossidanti.Bacche di Goji E’ caratterizzato da bacche rosse dal sapore simile ai frutti di bosco, lampone, mirtillo. Energeticamente tonifica lo yin e il sangue di fegato, stabilizzando l’energia, il Qi. Il Lycium Barbarum svolge infatti un’azione adattogena grazie all’arginina e alla glutammina, amminoacidi che tonificano la muscolatura, l’umore, la memoria, la concentrazione e il sonno, dietro ai quali si nasconde il fegato, il grande regista di questi distretti funzionali. L’azione antiossidante è data dai flavonoidi che contribuiscono a ridurre il colesterolo, a regolarizzare i livelli di zucchero nel sangue. Può essere assunto come: Succo di Goji: 20 ml al mattino a digiuno Estratto secco: si trovano in capsule e la posologia dipende dalla relativa grammatura Bacche essiccate: possono essere aggiunte allo yogurt

56 CUORE ---  VALERIANA Tintura Madre : 50 gocce 3 volte al dì BIANCOSPINO : Tintura Madre : gocce 2 / 3 volte al dì PASSIFLORA : 3 gr per tazza infusione 20 minuti per 3 /4 volte al dì Oppure 1-2 capsule tre volte al di o 2-3 capsule prima di coricarsi ( ++ fegato ++ cuore ) ANGELICA ( -- ) soluzione idroalcolica 30 gocce 3 volte al di

57 POLMONE ---  EUCALIPTUS : tintura madre gocce 2 3 volte al giorno DROSERA ( - -- ) :30-50 gocce 3 4 volte al giorno TIMO respiro corto : tintura madre gocce 1 3 volte al giorno SCHISANDRA : tintura madre gocce 2 3 volte al giorno

58 RENE ---  VERGA D’ORO : tintura madre 50 gocce 3 volte al giorno IPERICO : GANODERMA : TINTURA IDROALCOLICA GOCCE DUE VOLTE AL DI IMPACCHI SALE CANNELLA NOCE SESAMO, PORRO

59 MILZA ---  FINOCCHIO CAROTA : tintura madre gocce 2 3 volte al giorno ASTRAGALO SOLUZIONE IDROALCOLICA 50 GOCCE 2 3 VOLTE AL DI LIQUIRIZIA -

60 OPPRESSION FREE Caratteristica della combinazione Aiuta a liberarsi dai blocchi emotivi che causano sensazioni di pesantezza mentale e fisica. Favorisce l'eliminazione di tossine da parte della mente e del corpo. Particolarmente indicato in associazione a programmi drenanti e come aiuto delle diete disintossicanti e dimagranti. Caratteristiche di ogni Essenza Bauhinia: offre la possibilità di divenire più flessibili e più aperti verso nuove realtà, situazioni e idee. Aiuta a liberarsi dai pregiudizi sbagliati. Favorisce il bilanciamento della valvola ileo-cecale. Bottlebrush: permette di vivere la vita e i suoi inevitabili cambiamenti, superando intelligentemente il passato ed aspettando serenamente nuove esperienze di vita. Aiuta ad affrontare con serenità i cambiamenti. Favorisce la detossificazione del colon. Bush Iris: percezione delta realtà e della spiritualità al di là del piano materiale e fisico. Aiuta l'attività del sistema linfatico che rappresenta una delle maggiori vie di eliminazione delle tossine dall'organismo. Dagger Hakea: aiuta la persona ad esprimere i propri sentimenti apertamente e a perdonare. Favorisce l'elaborazione e la consequente risoluzione di particolari situazioni cariche di risentimento ed astio. Favorisce la detossificazione fisica per la sua attività sul fegato. Dog Rose: ridona fiducia e sicurezza in se stessi. Aiuta a scoprire un rinnovato coraggio per affrontare gli altri, abbracciando e godendo pienamente del senso della vita. Favorisce l'eliminazione della paura, emozione strettamente correlata ai reni, su cui ha azione drenante. Wild Potato Bush: dona un senso di libertà e vitalità per riacquistare la libertà di poter cambiare. Aiuta le persone che percepiscono il loro corpo come se fosse un ostacolo, donando una sensazione di libertà.

61 Ecco alcuni consigli per iniziare a depurarsi dai metalli pesanti e per ridurre l'esposizione alle tossine. 1) Zeolite La Zeolite è un minerale di origine vulcanica. E' considerata un vero e proprio spazzino dell'organismo. La sua struttura microporosa permette l'assorbimento dei metalli pesanti e delle sostanze dannose che circolano nel nostro corpo. Viene spesso utilizzata negli apparecchi ionizzatori e alcalinizzatori per purificare l'acqua di casa. Per una vera e propria disintossicazione dai metalli pesanti, si consiglia di assumere 1 cucchiaino di zeolite in polvere 30 minuti prima dei pasti principali.Zeoliteapparecchi ionizzatori e alcalinizzatori 2) Clorella L'alga clorella è una microalga unicellulare che vive nelle acqua dolci. La sua assunzione come rimedio naturale favorisce l'eliminazione dei metalli pesanti e l'espulsione delle scorie da parte dell'organismo. E' in grado di ridurre le reazioni allergiche e gli stati infiammatori dovuti all'accumulo di metalli pesanti nel nostro corpo. Può essere acquistata in erboristeria sotto forma di integratore naturale alimentare in capsule. 3) Coriandolo Il coriandolo, conosciuto anche come prezzemolo orientale o cinese, svolge un'interessante azione chelante nei confronti dei metalli pesanti. E' particolarmente utile per la rimozione del mercurio che può essere presente negli spazi tra le cellule e nel nucleo cellulare. L'accumulo di mercurio può causare danni al Dna. E' efficace anche contro cadmio, piombo e alluminio presenti nelle ossa o nel sistema nervoso. Si consiglia di assumere il coriandolo accompagnato dalla clorella, in modo che le tossine non vengano riassorbite.svolge

62 4) Curcuma La curcuma è una spezia di origine orientale molto preziosa e ricca di proprietà benefiche. Tra di esse troviamo la capacità di purificare l'organismo dalle tossine, dai metalli pesanti e dagli agenti inquinanti. Purifica il sangue, facilita la digestione e la depurazione dell'organismo. Le proprietà della curcuma, come comprovato da recenti ricerche scientifiche, vengono attivate in abbinamento al pepe nero. Non dimenticate, dunque, di aggiungere ai vostri piatti un pizzico di entrambe le spezie. Per l'impiego della curcuma a scopo curativo, come integratore, è bene rivolgersi ad un erborista. Per potenziare gli effetti benefici della curcuma, si consiglia, infine, di abbinarla allo zenzero.facilita 5) Aglio L'aglio non è un semplice alimento, ma un vero e proprio medicinale naturale. E' conosciuto e utilizzato fin dall'antichità come rimedio naturale per purificare il sangue e migliorare la circolazione. E' in grado di respingere le tossine dal corpo per via del suo contenuto di zolfo. L'abbondante presenza di selenio bioattivo nell'aglio lo rende efficace per proteggerci dalla tossicità del mercurio. Lo zolfo, invece, contribuisce ad ossidare metalli pesanti come cadmio e piombo, rendendoli solubili in acqua. utilizzato 6) Acqua e limone Per ottenere acqua pura, libera dai metalli pesanti e alcalina, è possibile rivolgersi ad alcuni strumenti adatti a renderla alcalina e a depurarla dalle sostanze indesiderate. Bere acqua e limone la mattina presto permette di compiere una profonda pulizia del nostro organismo, favorendo l'eliminazione delle tossine e dei metalli pesanti. Questo rimedio naturale rafforza il sistema immunitario e regola il metabolismo. Ecco alcuni consigli per iniziare a depurarsi dai metalli pesanti e per ridurre l'esposizione alle tossine strumenti permette

63 7) Frutta e verdura bio La frutta e la verdura coltivate industrialmente e con l'utilizzo di pesticidi e di fertilizzanti chimici possono rappresentare una delle fonti di metalli pesanti provenienti dalla nostra alimentazione. Scegliere frutta e verdura biologica, o comunque coltivata in modo naturale, permette di limitare la nostra esposizione ai metalli pesanti contenuti nei fitofarmaci. Il consumo stesso di frutta e verdura, ricca d'acqua, favorisce l'espulsione da parte dell'organismo dei metalli pesanti. I maggiori vantaggi, soprattutto dal punto di vista dell'eliminazione delle tossine da parte dell'intestino, si otterrebbero consumando frutta e verdura cruda e biologica. 8) Bentonite La bentonite è una particolare forma di argilla conosciuta da secoli per le numerose proprietà curative. Viene impiegata da secoli sia come integratore alimentare che per il trattamento delle malattie. E' ritenuta utile per assorbire virus e tossine. E' considerata un vero e proprio chelante naturale, efficace per rimuovere i metalli pesanti accumulati nell'organismo. La bentonite, che contiene ioni negativi, sarebbe in grado di attirare le tossine, cariche positivamente. Per una cura disintossicante e chelante a base di bentonite, è bene rivolgersi ad un esperto. proprietà curative 9) Psyllium Lo psillio, conosciuto anche come Plantago ovata o Plantago psyllium, è uno dei rimedi naturali più noti contro la stitichezza. L'accumulo di tossine e di metalli pesanti può essere dovuto ad un cattivo funzionamento dell'intestino. Per favorire la rimozione e l'espulsione delle sostanze indesiderate, è possibile assumere lo psillio sotto forma di integratore naturale o di decotto. Per una cura a base di psillio, personalizzata in base alla propria condizione di salute, è bene rivolgersi ad un erborista.conosciuto anche 10) Omega-3 L'assunzione di integratori e di alimenti ricchi di omega-3 è considerata utile per aiutare il nostro organismo a depurarsi dai metalli pesanti. E' però necessario porre particolare attenzione alle fonti da cui gli omega-3 provengono. Le tipologie di pesce più ricche di omega-3 possono presentare un elevato contenuto di metalli pesanti. Pensiamo, ad esempio, al salmone. E' però possibile reperire in commercio integratori a base di acidi grassi essenziali di origine vegetale. Le sostanze necessarie al nostro organismo per la formazione degli omega- 3 sono inoltre presenti nei semi di lino, nelle noci e nell'olio di lino.è considerata


Scaricare ppt "E’ già ora di GRANDI PULIZIE per l’arrivo della primavera!"

Presentazioni simili


Annunci Google