La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Schenker Italiana S.p.A..2008 1 La facilitazione al commercio, un esempio concreto : Giochi Olimpici invernali di Torino 2006 Schenker Italiana S.p.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Schenker Italiana S.p.A..2008 1 La facilitazione al commercio, un esempio concreto : Giochi Olimpici invernali di Torino 2006 Schenker Italiana S.p.A."— Transcript della presentazione:

1 Schenker Italiana S.p.A La facilitazione al commercio, un esempio concreto : Giochi Olimpici invernali di Torino 2006 Schenker Italiana S.p.A. Alberto Salini Roma, 1 Febbraio 2008

2 Schenker Italiana S.p.A Indice Uno sguardo dietro le quinte ai numeri dei Giochi … … ed agli attori coinvolti, i materiali, i prodotti, le attrezzature Larea di svolgimento dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 è, per la prima volta, divisa tra zona metropolitana e montana. Il modello logistico viene quindi disegnato per soddisfare tutti gli attori coinvolti, provenienti da tutte le parti del mondo I volumi da gestire, il n. di transazioni, la dislocazione delle Venues, i tempi : tutto contribuisce ad aumentare le complessità del quadro di riferimento Tre ulteriori fattori aumentano la complessità : la necessità di gestire in modo uniforme i bisogni doganali, la concentrazione temporale, gli elevati standard di sicurezza Nasce lUnità di Crisi congiunta tra Toroc, Agenzia delle Dogane e Spedizioniere Ufficiale Il Gruppo di Lavoro congiunto valuta tutte le possibili necessità ed elabora strumenti specifici … … che consentono la definizione di documenti, regole e parametri di applicazione con la massima standardizzazione Le procedure definite vengono estese a tutti gli attori e gestite attraverso uno sportello unico … … che permette di filtrare le necessità, agevolando quelle coerenti con le procedure stabilite La Cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Torino 2006 è stato levento più visto al mondo nel 2006

3 Schenker Italiana S.p.A Uno sguardo dietro le quinte ai numeri dei Giochi … Uno sguardo ai numeri dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 LE DISCIPLINE : 15 discipline invernali - 84 eventi le medaglie assegnate (342 ori, 342 argenti, 342 bronzi) GLI ATLETI atleti, 2704 tecnici e accompagnatori, appartenenti a 80 Comitati Olimpici Nazionali, 3 Villaggi dedicati ai Comitati Olimpici Nazionali LO STAFF paid staff, 42% donne e 58% uomini, quanto alle nazionalità più rappresentate, oltre a quella italiana, inglesi, olandesi, tedeschi, australiani, cinesi e greci volontari formati richieste pervenute - 64 i paesi di provenienza - hanno prestato servizio in 14 aree funzionali svolgendo 207 tipi di mansioni diverse, 56% impiegati in città 44% in montagna I MEDIA carta stampata, agenzie, fotografi, 6720 radio e tv, 7 Villaggi dedicati ai Media quasi 1000 ore di diretta, 94 broadcasters presenti, 400 telecamere, 900 postazioni audio video, 30 regie mobili, 30,000 metri quadri la superficie dellIBC - International Broadcasting Center, 780 km di cavi, circa 130 paesi hanno trasmesso in diretta i Giochi, 50 lingue utilizzate Altre curiosità i pasti serviti alla workforce, più di le bottiglie di vino consumate addetti alla pulizia e al rifacimento camere, 500 medici, 850 infermieri, 200 persone del soccorso alpino, 42 ambulanze, 3 elicotteri dedicati. Nellambito delle tecnologie, sono stati i computer forniti, fax machines, stampanti. Nei trasporti, bus con una media di corse al giorno, auto e spettatori trasportati complessivamente fra città e montagna. Imponenti anche le cifre relative alla sicurezza persone TOROC impiegate, 202 x-ray machines e 463 metal detector. Le attività di pianificazione, progettazione, realizzazione e messa in opera sono durate 6 anni, hanno coinvolto fornitori da oltre 30 paesi stranieri, movimentato milioni di kg. di merci, condizionato il territorio di 7 Comuni. 65 cantieri aperti per una spesa di circa mln di, opere infrastrutturali (strade, aeroporto, ferrovia), 3 villaggi olimpici (due costruiti ex-novo, uno riadattato), rifacimento e costruzione impianti sportivi (ad es. Stadio Comunale) Tutto questo (e molto di più) per 16 giorni di Evento Fonte : Toroc - elaborazione : Schenker

4 Schenker Italiana S.p.A … ed agli attori coinvolti, i materiali, i prodotti, le attrezzature TOROC, Sponsors, Broadcasters, Agenzie Stampa, Fotografi, Giornalisti, Comitato Olimpico Internazionale, Comitati Olimpici Nazionali, Federazioni Internazionali, Federazioni Nazionali, Hospitality Houses, subcontractors, fornitori, licenziatari, Materiali da costruzione, strutture temporanee, impianti elettrici, impianti di riscaldamento, carburanti, Zamboni, materiale elettronico, materiale radiotelevisivo, schermi, televisori, consumabili (es. cavi, batterie, ecc.), materiale radio, PC e Hi-tech, materiale fotografico, attrezzature sportive, abbigliamento sportivo e divise tecniche, attrezzature tecniche e speciali (es. fucili e munizioni per Biathlon, ecc.) per le competizioni sportive, prodotti di merchandising, prodotti pubblicitari, prodotti tessili, prodotti alimentari (deperibili e non), bevande alcoliche (es. vino, birra, ecc.), prodotti Farmaceutici, attrezzature Mediche, medicinali, attrezzature tecniche di supporto allo Staff, prodotti vari di licensing di Toroc, spille, magliette, cappellini, felpe, giacche a vento, ecc.

5 Schenker Italiana S.p.A Larea di svolgimento dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 è, per la prima volta, divisa tra zona metropolitana e montana. Fonte : Toroc - elaborazione : Schenker Area Montana Area Città

6 Schenker Italiana S.p.A Il modello logistico viene quindi disegnato per soddisfare tutti gli attori coinvolti, provenienti da tutte le parti del mondo Fonte : Toroc - elaborazione : Schenker Il modello logistico ipotizzato avrebbe dovuto tenere conto di tutti gli attori dellevento olimpico (i membri della Famiglia Olimpica) che a vario titolo avrebbero avuto necessità di flussi operativi. Ognuno di essi avrebbe avuto bisogni specifici, tempi propri e definiti, obiettivi differenti.

7 Schenker Italiana S.p.A I volumi da gestire, il n. di transazioni, la dislocazione delle Venues, i tempi : tutto contribuisce ad aumentare le complessità del quadro di riferimento Fonte : Toroc - elaborazione : Schenker Si identificano locations di stoccaggio differenziate, si pianificano diverse modalità di gestione dei flussi, si disegnano processi specifici per governare momenti e bisogni specifici. Il quadro di riferimento che ne scaturisce è enormemente complesso e necessità di centralizzazione gestionale.

8 Schenker Italiana S.p.A Tre ulteriori fattori aumentano la complessità : la necessità di gestire in modo uniforme i bisogni doganali, la concentrazione temporale, gli elevati standard di sicurezza Fonte : Toroc - elaborazione : Schenker Risulta evidente che non basta pianificare il governo di ciò che accade ma si rende necessario pianificare anche leccezionalità per poterla governare : si tratta di un evento one shot e non vi sono possibilità di appello. Si deve organizzare una centrale di controllo

9 Schenker Italiana S.p.A Nasce lUnità di Crisi congiunta tra Toroc, Agenzia delle Dogane e Spedizioniere Ufficiale Unità Di Crisi Steering Comittee Unità di Crisi Agenzia delle Dogane Agenzia delle Dogane : Direttore Regionale Piemonte e Valle dAosta Toroc Toroc : Direttore Logistica Schenker Italiana Schenker Italiana : Olympic Project Director Toroc Logistica Marketing Medico, Veterinario Farmaceutico Protezione Marchio Broadcasters, Media Fiscale Famiglia Olimpica …. Agenzia Dogane Dir. Regionale Circoscrizione Torino Aeroportuale UTF Gestione Tributi Antifrode …. Schenker Italiana Spedizioni internazionali e servizi doganali per i membri della Famiglia Olimpica Circolare Dir. Regionale costituzione Unità di Crisi

10 Schenker Italiana S.p.A Il Gruppo di Lavoro congiunto valuta tutte le possibili necessità ed elabora strumenti specifici … Gruppo di Lavoro Bisogni specifici Famiglia Olimpica Antifrode e protezione del marchio Alimentari, deperibili, bevande alcoliche Medicinali, Veterinaria, Farmaceutici Armi e munizioni, attrezzature tecniche, ecc. Lettera Presidenza del Consiglio … verrà consentito lingresso, luso e la riesportazione libera da dazi e dogane di quanto necessario … da parte del CIO, delle Federazioni Internazionali, dei Comitati Olimpici Nazionali … dei media, degli sponsors, dei fornitori ufficiali accreditati …

11 Schenker Italiana S.p.A … che consentono la definizione di documenti, regole e parametri di applicazione con la massima standardizzazione Allegato B Allegato D Procedura Doganale Manuale C&FF Toroc

12 Schenker Italiana S.p.A Venues Torino Venues Sestriere Venues Bardonecchia IBC + MPC Media Centers Villaggi Olimpici Medals Plaza Hospitality Houses Siti allenamento ecc. Le procedure definite vengono estese a tutti gli attori e gestite attraverso uno sportello unico … TOROC, Sponsors, Broadcasters, Agenzie Stampa, Fotografi, Giornalisti, Comitato Olimpico Internazionale, Comitati Olimpici Nazionali, Federazioni Internazionali, Federazioni Nazionali, Hospitality Houses, subcontractors, fornitori, licenziatari, Strutture temporanee, impianti elettrici, impianti di riscaldamento, Zamboni, materiale elettronico, materiale radiotelevisivo, consumabili (es. cavi, batterie, ecc.), materiale radio, PC e Hi-tech, materiale fotografico, attrezzature sportive, abbigliamento sportivo e divise tecniche, attrezzature tecniche e speciali (es. fucili e munizioni per Biathlon, ecc.) per le competizioni sportive, prodotti di merchandising, prodotti pubblicitari, prodotti alimentari (deperibili e non), bevande alcoliche (es. vino, birra, ecc.), prodotti Farmaceutici, attrezzature Mediche, medicinali, attrezzature tecniche di supporto allo Staff, prodotti vari di licensing di Toroc, ecc. Procedura unificata Documentazione standard Sportello unico Toroc + Schenker

13 Schenker Italiana S.p.A … che permette di agevolare le operazioni previste, con soddisfazione di tutti gli attori coinvolti e portando a … IBC MPC OVB OVS

14 Schenker Italiana S.p.A La Cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Torino 2006, levento più visto al mondo nel 2006 Oltre 2 miliardi di telespettatori in 123 Paesi In February 2006, the city of Turin offered us magnificent Olympic Winter Games, showing the world an image of universality and sporting excellence. Jacques Rogge – President IOC

15 Schenker Italiana S.p.A GRAZIE THANK YOU alberto salini


Scaricare ppt "Schenker Italiana S.p.A..2008 1 La facilitazione al commercio, un esempio concreto : Giochi Olimpici invernali di Torino 2006 Schenker Italiana S.p.A."

Presentazioni simili


Annunci Google