La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

· gli acidi grassi omega 3, che si trovano nei pesci grassi come le sardine, il salmone, il tonno, il merluzzo ecc., riducono il pericoloso LDL ed i trigliceridi,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "· gli acidi grassi omega 3, che si trovano nei pesci grassi come le sardine, il salmone, il tonno, il merluzzo ecc., riducono il pericoloso LDL ed i trigliceridi,"— Transcript della presentazione:

1

2 · gli acidi grassi omega 3, che si trovano nei pesci grassi come le sardine, il salmone, il tonno, il merluzzo ecc., riducono il pericoloso LDL ed i trigliceridi, aumentando lHDL benefico. aiutano a controllare la pressione e sono antidoti contro gli ictus COLESTEROLO

3 LLDL o colesterolo cattivo soltanto diventa nocivo quando soffre un processo di ossidazione, cioè, si combina con lossigeno in un processo simile a quello che causa la ruggine o che irrancidisce il burro. Il colesterolo LDL quando si ossida diventa tossico;......penetra le pareti dei vasi arteriosi, dando inizio alla formazione delle placche arteriosclerotiche che, una volta rotte, possono venire a formare un coagulo o trombo. COLESTEROLO

4 Attraverso lalimentazione è possibile ridurre lLDL, materia prima dellostruzione delle arterieaumentare lHDL che inghiotti lLDL per trasportarlo fino al fegato, dove avverrà leliminazione. Quanto più HDL e meno LDL, più sana sarà larteria.

5 Gli ACIDI GRASSI ESSENZIALI Non sono sintetizzati nellorganismo dei mammiferi ma,essendo indispensabili,devono essere introdotti con la dieta. Comprendono due famiglie con due precursori : OMEGA 6 : ac. Linoleico (LA) ( C 18:2 )(n-6) OMEGA 3 : ac. Alfalinolenico (ALA) ( C 18:3 ) (n-3)

6 LE CONSEGUENZE NUTRIZIONALI PER LUOMO Apporti di 1-1,5 gr/gg. di ALA(omega 3) per luomo adulto (secondo tabelle INRAN) Rapporto omega 6 / omega 3 = < 5

7 Acidi grassi polinsaturi omega 3 e omega 6 Denominati così per la presenza, nella catena di atomi di Carbonio dellacido grasso, del primo doppio legame in posizione 3 o 6

8 Acidi grassi omega 3 acido alfa linolenico (LNA) acido eicosapentaenoico (EPA): principale precursore delle prostaglandine serie 3, che hanno funzione anti aggregante piastrinica acido docosaesaenoico (DHA): prevale la funzione strutturale. Presente nei fosfolipidi delle membrane cellulari, cerebrali, nella retina > importante nello sviluppo cerebrale, retinico, dellapparato riproduttivo

9 Acidi grassi polinsaturi alcuni sono chiamati essenziali possiamo disporne solo con lalimentazione Acido linoleico (semi vegetali ed oli ricavati) > è un omega 6 acido alfa linolenico (LNA), particolarmente rappresentato nel mondo vegetale (legumi, soia, lino, noci, vegetali a foglia verde) > è un omega 3 acido arachidonico > è un omega 6

10 Fonti di Omega 3 Prodotti del mare Carni dei pesci di acqua fredda e del pesce azzurro particolarmente ricche di EPA e DHA aringa merluzzo sardina sgombro tonno trota

11 Fonti di Omega 3 Vegetali cereali legumi noci olio di lino olio di mais EPA e DHA possono anche formarsi nellorganismo in piccole quantità dallacido linolenico

12 Importanza degli acidi grassi essenziali in condizioni fisiologiche LARN Acidi grassi essenziali Omega 3 a catena lunga apporto importante nella prevenzione delle malattie circolatorie influenza positiva sul metabolismo lipidico

13 Fonti di Omega 3 Vegetali cereali legumi noci olio di lino olio di mais EPA e DHA possono anche formarsi nellorganismo in piccole quantità dallacido linolenico

14 Acidi grassi polinsaturi Omega 3 anni 70 - osservazioni epidemiologiche di: bassa mortalità per malattie cardiovascolari nelle popolazioni giapponese ed esquimese bassi tassi di colesterolo e trigliceridi, nonostante lingestione di importanti quantità di grassi dieta di questi popoli ricca di pesce e quindi ricca di grassi contenenti acidi grassi polinsaturi del tipo Omega 3

15 Acidi grassi polinsaturi Omega 3 Interessante parallelo tra Dieta mediterranea ricca di frutta e verdura, olio di oliva e pesce Dieta dei popoli nordici ricca di pesce Protezione da possibili malattie cardiovascolari e neoplastiche Entrambe ricche di acidi grassi protettivi

16 Azioni degli acidi grassi Omega 3 antiaterogena antitrombotica antinfiammatoria

17 Fabbisogno di acidi grassi essenziali in condizioni fisiologiche - LARN Quantità stimate Acidi grassi polinsaturi omega 3 Eccessiva assunzione omega 3 adulto 5 % delle calorie totali Fabbisogno stimato omega 3 adulto 0,2 - 0,5 % delle calorie totali Acidi grassi polinsaturi totali 3 e 6 adulto 15 % delle calorie totali

18 Ripartizione consigliata della quota lipidica grassi saturi % grassi monoinsaturi % grassi polinsaturi %

19 Fabbisogno di acidi grassi essenziali in condizioni fisiologiche - LARN Assunzione in gravidanza - favorisce laccrescimento fetale - in corso di alcune patologie Assunzione nel neonato - approvvigionamento avviene nella vita fetale e poi con lallattamento materno - crescita e sviluppo corporeo e dei tessuti retinico e cerebrale

20 RUOLO BIOLOGICO NELLUOMO OMEGA 6OMEGA 3 Regolazione della lipemia Riduzione della Colesterolemia Riduzione della trigliceridemia Coagulazione del sangue Effetto Pro-aggregante Regolazione delleffetto Pro-aggregante Altre funzioniFunzione riproduttiva Integrità epidermide Funzione immunitaria Risposta immunitaria Regolazione della funzione immunitaria e della risposta infiammatoria. Funzionamento del s.nervoso

21 LE PRINCIPALI FONTI DI AC.GRASSI ESSENZIALI PER GLI ANIMALI OMEGA 3 - ERBA GIOVANE (appena germinata) - LINO - COLZA - SOIA - OLIO DI PESCE (EPA;DHA) - LATTE MATERNO OMEGA 6 - MAIS - SOIA - GIRASOLE - LATTE MATERNO

22 GLI EFFETTI SULLA QUALITA DELLA CARNE C. NUTRIZIONALI C. ORGANOLETTICHE (odore,sapore,ten,succ.) C. MACRO-MICROSCOPICHE (tessitura,f.bianche,rosse) C. IGIENICO-SANITARIE (c.microbica,residui) C. TECNOLOGICHE (ph,W AC,colore,inf.grasso)

23 I FATTORI CONDIZIONANTI LA QUALITA DELLA CARNE Razza Sesso Età Alimentazione Strutture di allevamento Trasporto Macellazione Refrigerazione Frollatura Cottura Fattori intrinseci ed esterni allanimale

24 LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DELLA CARNE BOVINA - % DI ACQUA - % DI PROTEINE - % DI GRASSI O LIPIDI - COLESTEROLO - CONTENUTO IN VITAMINE - CONTENUTO IN MINERALI

25 ERA UNA PRATICA COMUNE DEL PASSATO INTEGRARE CON SEME DI LINO COTTO O BOLLITO LA RAZIONE DEGLI ANIMALI NEL PERIODO INVERNALE.

26 LA COMPOSIZIONE CHIMICA PER 100 GR. DI CARNE BOVINA Energia da 110 a 170 Kcal Proteine dal 20% al 23% con alto contenuto di AA Ramificati arginina, valina, metionina,isoleucina Vitamine B12 ; A – D - E Minerali Fe - Zn L carnitina 64 mg Colesterolo mg

27 PER RIASSUMERE Laggiunta di lino nella razione dei vitelloni ha migliorato nettamente il valore nutrizionale della carne per: Laumento fino a 2 volte di omega3 nel muscolo. Un rapporto tra (n-6)/(n-3) = 8,7 contro 19,1 Una riduzione degli ac.grassi saturi ed un aumento degli insaturi nel grasso intramuscolare. Nessuna differenza per quanto riguarda la % di grasso intramuscolare (2,2 –2,3) e la quantità di colesterolo (39-42)

28 CONCLUSIONI Le carni di bovino arricchite di omega3 rappresentano un modello di produzione dal campo alla tavola ovvero dalla forca alla forchetta. Produrre queste carni significa soddisfare le esigenze di un consumatore attento alla salute e ad un sano stile di vita. Preferiamo la carne made in Italy perché di qualità Superiore (c.organolettiche e nutrizionali) Nell ambito di una dieta equilibrata non rinunciamo al piacere della carne

29 LA QUANTITA DI OMEGA 3 NELLE CARNE

30 RUOLO BIOLOGICO NELLUOMO OMEGA 6OMEGA 3 Regolazione della lipemia Riduzione della Colesterolemia Riduzione della trigliceridemia Coagulazione del sangue Effetto Pro-aggregante Regolazione delleffetto Pro-aggregante Altre funzioniFunzione riproduttiva Integrità epidermide Funzione immunitaria Risposta immunitaria Regolazione della funzione immunitaria e della risposta infiammatoria. Funzionamento del s.nervoso


Scaricare ppt "· gli acidi grassi omega 3, che si trovano nei pesci grassi come le sardine, il salmone, il tonno, il merluzzo ecc., riducono il pericoloso LDL ed i trigliceridi,"

Presentazioni simili


Annunci Google