La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Torna alla prima pagina Strumenti per lanalisi linguistica e strutturale dei documenti giuridici Antonio Cammelli Catania, 8 - 9 giugno 2001 Istituto per.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Torna alla prima pagina Strumenti per lanalisi linguistica e strutturale dei documenti giuridici Antonio Cammelli Catania, 8 - 9 giugno 2001 Istituto per."— Transcript della presentazione:

1 Torna alla prima pagina Strumenti per lanalisi linguistica e strutturale dei documenti giuridici Antonio Cammelli Catania, giugno 2001 Istituto per la documentazione giuridica Consiglio Nazionale delle Ricerche via Panciatichi 56/16 Firenze

2 Torna alla prima pagina Analisi Linguistica testuale n 1° tappa: aiuto alla decisione n 2° tappa: per la documentazione n Internet e diritto: u nuove modalità per la documentazione giuridica

3 Torna alla prima pagina Analisi linguistica per la decisione giuridica n Intelligenza artificiale e diritto n rappresentazione della conoscenza giuridica n analisi logica del documento: n valutazione dellinformazione giuridica,congruità, lacune, ambiguità.

4 Torna alla prima pagina Analisi linguistica per la documentazione giuridica n il documento giuridico in una base di dati n Concetto di modellizzazione, indicizzazione, marcatura. n Banche dati giuridiche oggi

5 Torna alla prima pagina Internet e diritto n dalle banche dati giuridiche al diritto on-line n Disponibilità ed accessibilità n Metasistema informativo per la raccolta e la fruibilità di tutto il materialegiuridico prodotto da più siti con differenti modalità.

6 Torna alla prima pagina Analisi linguistico- letteraria n norma - proposizione- linguaggio n lingua giuridica o lingua del diritto n prescrittività / descrittività n modalità espressive della prescrizione, es.: Chi uccide è punito n rigore lessicale (caccia,attività venatoria)

7 Torna alla prima pagina Linguaggio giuridico e compiti del giurista n non è rigoroso, compito del giurista renderlo tale n non è completo, compito del giurista completarlo n non è ordinato, compito del giurista ridurlo a sistema n (Norberto Bobbio)

8 Torna alla prima pagina Analisi linguistica n Art. 2 del c.c.: La maggiore età è fissata al compimento del diciottesimo anno. Con la maggiore età si acquista la capacità di compiere tutti gli atti per i quali non sia stabilita unetà diversa. n Dal testo naturale al modello formale n analisi intratestuale ed extra testuale

9 Torna alla prima pagina Analisi linguistica n atto linguistico di comunicazione: trasmittente, ricevente, codice. n Scelta di una base enunciativa (Guastini), cioè enucleare una serie finita di enunciati rilevanti che dovrà garantire la base prescrittiva del documento. n Formalizzazione del testo: n normalizzazione della struttura logica, formalizzazione della struttura sintattica, formalizzazione degli aspetti prescrittivi.

10 Torna alla prima pagina Analisi logica del documento normativo n Rappresentazione formale e ambiguità del linguaggio delle norme. n Art. 84 del c.c. e sua rappresentazione formale: n if età soggetto < 18 then soggetto minorenne n if eta del soggetto >=18 then soggetto è maggiorenne n if età del soggetto < 16 then matrimonio è vietato n if età soggetto >=16 and autorizzazioe tribunale concessa n then requistito età è soddisfatto

11 Torna alla prima pagina La lingua delle norme n 1) ambito testuale n 2) ambito extratestuale n Ambito testuale: lessico e frase (strumenti linguistici) n Ambito extratestuale: n analogia, principi generali, casistica (scienza della comunicazione giuridica)

12 Torna alla prima pagina Analisi logica del testo n testo normativo=insieme di norme n gestione del testo>metanorme>sistema normativo n Struttura complessa -difficoltà di lettura linguistica n testo normativo=atto comunicativo n particolarità: pluralità di destinatari

13 Torna alla prima pagina Analisi logica del testo n Classificazione di norme: primarie, secondarie. n Dalla norma incondizionata ai consigli, n raccomandazioni a valenza prescrittiva nulla. Es. DM , par 14: devono essere adottate tutte le misure atte a contenere n le emissioni di polveri dalle camere di combustione in base allo stato attuale della tecnica.

14 Torna alla prima pagina Analisi logica del testo n scomposizione testuale con laiuto di tecniche di IA: n riproduzione dei ragionamenti mediante simboli n lorganizzazione strutturata di detti simboli costituisce un modello di un determinato ambito di realtà,nel nostro caso riproduce la conoscenza di un testo normativo. Condizione necessaria: espressività del linguaggio simbolico

15 Torna alla prima pagina Formalizzazione del testo n Linguaggio naturale e linguaggio formalizzato. n Si tratta di riprodurre il testo in un modello formale, logico, astratto, semanticamente esaustivo tale da mantenere lespressività del testo naturale mapossa essere gestito da procedure di calcolo informatico n formalismi di rappresentazione plurimi per aderire alla complessità del testo giuridico

16 Torna alla prima pagina Formalismi di rappresentazione n Esempio elementare di regole di produzione n If costruzione di un nuovo impianto è sì u and impianto è senza autorizzazione n then penalità è arresto da due mesi a due anni con ammenda da lire cinquecentomila a due milioni.

17 Torna alla prima pagina Formalismi di rappresentazione n Reti semantiche - Frames n Strutture idonee alla rappresentazione di stereotipi. Le frames è strutturata in livelli (slots) che descrivono aspetti, elementi propri della situazione descritta e valori reali (fillers). Vi possono essere anche valori di default, ovviamente variabili. E particolarmente utile quando cè da formalizzare una situazione che permetta leredità di valori attraverso una gerarchia. Le informazioni delle frames superiori vengono ereditate da quelle inferiori mediante il legame isa.

18 Torna alla prima pagina Esempio di rappresentazione a frame n 1.frame impianto n 2.frame i-combustione lt__50MW is a kind of impianto n default utilizzo is produzione di energia n 3. frame i-combustibile_unico is a kind of i_combustione_lt_50MW n 4. frame_combustione_solida is a kind of i_combustibile_unico n default valore_riferimento is 11% se legno, 6% per altri combustibili and default ossido_azoto is 65omg/m3 and default ossido di zolfo is 2000mg/m3

19 Torna alla prima pagina Formalismi di rappresentazione n Come si può notare abbiamo 4 livelli a partire da impianto. I successivi tre impianti, in particolare, ereditano le caratteristiche del livello superiore. n Frames e regole di produzione possono essere usate in combinazione per formalizzare un testo normativo. Ad esempio le sanzioni sono generalmente rappresentate da regole di produzione

20 Torna alla prima pagina Analisi suppletiva: semantica casistica n processo analogico n utilizzo della casistica per u una via di uscita interpretativa logica (evitare lo stallo interpretativo) u colmare una lacuna testuale n Concetto di sistema documentario assistito: accanto al testo originario possibilità di fruizione di una casistica articolata ed eventualmente di documentazione dottrinaria sul tema

21 Torna alla prima pagina Analisi del testo e tipologia dei destinatari n Sistema documentario per diversi operatori giuridici, spesso antagonisti, di fronte alla interpretazione della norma.Lanalisi di un testo giuridico finalizzato ad un sistema documentario è finalizzata alla decisione, cioè allapplicazione della norma al caso concreto. n Concetto di sistema aperto, vale a dire lordinamento influenza la semantica del singolo documento che, inseritovi, può portare a conflitti tra norme, abrogazioni implicite, lacune ulteriori.

22 Torna alla prima pagina Esame delle soluzioni possibili n analisi logico-linguistica testi ambigui. n art. 4 legge 194/77: donna che accusa circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la sua salute fisica e psichica, in relazione o al suo stato di salute, o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alla circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie o malformazioni del concepito

23 Torna alla prima pagina Esame delle soluzioni possibili n art. 9, c. 4 legge 194/77: n gli enti ospedalieri e le case di cura autorizzate sono tenuti in ogni caso ad assicurare lespletamento delle procedure previste dallart. 7 e leffettuazione degli interventi di interruzione di gravidanza richiesti secondo le modalità previste dagli articoli 5, 7 e 8. n e se tutti gli operatori invocassero lobiezione di coscienza?

24 Torna alla prima pagina Documentazione giuridica in rete n il documento giuridico: n 1) base primaria di un processo interpretativo u Informatica giuridica decisionale n 2) risorsa di rete u informatica giuridica documentaria n Compito del giurista documentalista: costruire una efficiente base di conoscenza da una immensa ed eterogenea base di dati.

25 Torna alla prima pagina Documentazione giuridica in rete n Analisi della documentazione giuridica presente in rete n Configurazione e ruolo dei fornitori (produttori) dei servizi esistenti. n Analisi delle esigenze informative: profilo degli utenti.

26 Torna alla prima pagina Accesso allinformazione giuridica in rete n a) accesso a basi di dati testuali omogenei indipendenti dalle esigenze di distribuzione in rete (protocollo Telnet) n b) interrogazione, mediante compilazione di appositi moduli elettronici (Query Forms) di basi di dati omogenei n c) consultazione di siti o pagine HTML attraverso la rete n d) la ricerca mediante i motori di ricerca (Search Engines) e visualizzazione mediante i programmi interpreti (Browesers) dei siti giuridici, ovvero delle pagine HTML dinteresse giuridico.

27 Torna alla prima pagina Accesso allinformazione giuridica in rete n La grande massa di dati eterogenei presenti in rete rende necessario approntare strumenti linguistici per la ricerca delle informazioni giuridiche. n a) Motori di ricerca per termini n b) Indice per soggetti

28 Torna alla prima pagina Accesso allinformazione giuridica in rete n Ricerca per termini pesati: n La frequenza delle occorrenze di un termine (term frequency TF) allinterno di un documento è rapportata allinverso della frequenza dello stesso termine allinterno della collezione complessiva dei documenti che costituiscono la relativa base di dati (inverse document frequency ITF).

29 Torna alla prima pagina Gli indici per soggetti n Indici sistematici, cataloghi ragionati in cui linsieme dei siti archiviati è organizzato per categorie. n Liste di descrittori (Authority List) n Thesauri n Classificazione materiale giuridico (Classification Tables)

30 Torna alla prima pagina Accesso allinformazione giuridica in rete n Localizzazione delle risorse informative in rete: n URL (Uniform Resource Locations) n URNs (Uniform Resource Names) n Purls (Permanent Uniform Resource Locations)

31 Torna alla prima pagina Il documento di un sistema giuridico in rete n Document Type Definition (DTD) u strutturazione del documento n Metainformazione u analisi e verifica del contenuto informativo del documento

32 Torna alla prima pagina DTD per i documenti normativi n Con DTD sintende un modello con cui il documento normativo viene esaminato in base alla: u a) struttura ufficiale dellatto; u struttura formale dellatto u struttura funzionale dellatto

33 Torna alla prima pagina DTD: struttura ufficiale dellatto n La struttura ufficiale consta di una intestazione che contiene la denominazione giuridica dellatto, la data di promulgazione, il numero dordine (quando previsto), il titolo, la formula di promulgazione, il preambolo, il testo degli articoli, il luogo di promulgazione. n I linguaggi di marcatura (HTML)

34 Torna alla prima pagina Esempio di marcatura n n D.P.R n.70 - regolamento recante disciplina del telelavoro nelle pubbliche amministrazioni, a norma dellarticolo 4, comma 3, della legge 16 giugno 1998, n. 191 n Pubblicato su G.U. della repubblica italiana - serie generale, n. 70 del

35 Torna alla prima pagina DTD: Struttura formale n la struttura formale è composta dallarticolato, cioè dallinsieme delle disposizioni normative. La partizione può essere rappresentata da: libro, parte. titolo, capo, sezione, articolo, comma, lettera, numero. n Ovvio che larticolo in un documento normativo è obbligatorio, la sezione, ad esempio, no.

36 Torna alla prima pagina DTD: Struttura funzionale n Atti linguistici regolativi (disposizioni) u Analisi logica degli enunciati u rappresentazione della conoscenza degli enunciati u Elementi di metainformazione presenti negli enunciati n Leggibilità giuridica del documento n Equilibrio tra aspetto formale (articolo) e aspetto funzionale (disposizione)

37 Torna alla prima pagina DTD: Struttura funzionale n Controllo del linguaggio naturale: lessico controllato e vigilato n Fonti normative diverse: il documento giurisprudenziale: u competenza, materia, diversa natura autorità emittente u il testo integrato: problemi linguistici e problemi documentari. n Documento dottrinale: valutazione critica nella elaborazione del diritto effettivo

38 Torna alla prima pagina Metainformazione e documento giuridico n metadati: sono tutti gli elementi informativi implicitamente richiamati nellanalisi e nella descrizione del documento giuridico. Informazione ulteriore derivata dal testo. n Struttura testuale (intestazione, titolo, testo, ecc.) n Struttura informativa che riguarda il documento, la materia. n Documento elettronico: la sintesi delle due strutture.

39 Torna alla prima pagina Metainformazione testuale n URI-URN identificativo standardizzato n Autorità emittente (Ministeri, tribunale, ecc.) n Natura del provvedimento (D.P.R., circolare, ecc) n Materia (normativa europea, statale, regionale).

40 Torna alla prima pagina Metainformazione giuridica in rete n Data una risorsa distribuita in rete dai metadati possono ricavarsi informazioni su: u a) autore e suoi diritti u b) contenuto (riassunto, parole chiave, codici di classificazione) u c) modalità di presentazione formale (formato, copie eventuali, versioni) u d) relazioni con altre informazioni (rinvii ad altre versioni, collegamenti con altre informazioni, o con programmi per il pieno utilizzo della risorsa individuata). u Resource Description Framework (RDF)

41 Torna alla prima pagina Controllo del contenuto delle risorse giuridiche in rete n Platform for Internet Content Selection (PICS) n Azione di filtro e verifica tra la etichetta del documento in arrivo con le etichette segnalate dallutente. n Superamento del controllo centralizzato: accordo tra produttori e gestori di siti e utenti. n problemi relativi alla gestione della firma elettronica e alla proprietà intellettuale. n Catalogazione dei documenti giuridici in rete: legislazione, giurisprudenza, dottrina. n predisposizione di uno schema che classifichi contenuti e funzioni del documento elettronico a cura degli autori delle pagine WEB

42 Torna alla prima pagina Thesauri e schemi di classificazione n strumento idoneo per il lessico del diritto per: n a) recupero dinformazione di una base di dati; n b) dizionario autonomo strutturato di un set di lemmi giuridici n Esperienza di THES GIUR

43 Torna alla prima pagina THES GIUR: struttura n Relazioni lessicali: n Equivalenti EQ u Adottare, adottato, adozione, adottante, adottabilità n Omografia OM u appalto 1, appalto2, rispettivamente riferite al termine accollo o rivendita

44 Torna alla prima pagina THES GIUR: struttura n Relazioni semantiche n Sinonimia SN u denuncia/denunzia (stretta sinonimia) n Superiorità, BT n Inferiorità, NT n Termini relati,RT u sinonimi parziali o tutti gli inferiori di un dato iperonimo

45 Torna alla prima pagina Conclusioni n Lanalisi linguistica di un testo normativo può giovarsi delle tecniche di informatica giuridica nella misura in cui si crea un equilibrio virtuoso tra linguaggio naturale e linguaggio formalizzato per il calcolo. Questo era vero anni fa nel periodo della documentazione giuridica classica. Oggi ancor di più con una meta base di dati dove è prioritaria la scelta di strumenti idonei di information retrieval. n Lapplicazione di strumenti informatici per lanalisi dei documenti giuridici trova pesanti ostacoli nel lessico impiegato e nella struttura consueta del documento normativo (discrezionalità dellinterprete).

46 Torna alla prima pagina Conclusioni n Analisi linguistico-strutturale per: u a) tappa del processo interpretativo (dottrinario o decisionale); u b) tappa per la creazione di documentazione giuridica fruibile; u c) dare contenuti al diritto allinformazione che è insito nel concetto di documentazione giuridica; n la comunità civile come destinataria naturale del documento normativo

47 Torna alla prima pagina Conclusioni n LA CERTEZZA DEL DIRITTO? n Interpreti: operatori del diritto, cittadini, tecnici della comunicazione, informatici. n Se lieto fine ci sarà sarà solo se prenderà il sopravvento in questa affollata e storica compagnia un interprete nuovo: il giurista informatizzato, cioè il giurista aggiornato che rimane centrale nel processo giuridico che va dallelaborazione della norma astratta alla sua applicazione al caso concreto. Solo così si potranno sconfiggere certi atteggiamenti mutuati dal mondo del common law tesi a fare del processo giuridico una semplice tecnologia.


Scaricare ppt "Torna alla prima pagina Strumenti per lanalisi linguistica e strutturale dei documenti giuridici Antonio Cammelli Catania, 8 - 9 giugno 2001 Istituto per."

Presentazioni simili


Annunci Google