La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FORUM PA COMUNE DI SPOLETO www.comune.spoleto.pg.it PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO DEL COMUNE DI SPOLETO RESPONSABILE: DIRETTORE GENERALE D R. ROBERTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FORUM PA COMUNE DI SPOLETO www.comune.spoleto.pg.it PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO DEL COMUNE DI SPOLETO RESPONSABILE: DIRETTORE GENERALE D R. ROBERTO."— Transcript della presentazione:

1 FORUM PA COMUNE DI SPOLETO PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO DEL COMUNE DI SPOLETO RESPONSABILE: DIRETTORE GENERALE D R. ROBERTO AMERICIONI

2 FORUM PA INTRODUZIONE CARATTERISTICHE ASSUNTE DAL CONCETTO DI INTEGRAZIONE E COERENZA DEGLI INTERVENTI TRA DI LORO LINTEGRAZIONE QUI E DA INTENDERSI: LINTEGRAZIONE QUI E DA INTENDERSI: 1) NELLACCEZIONE INTERSETTORIALE LA REALIZZAZIONE DEL S.U.C.I. (S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE), CIOE DI UN FRONT OFFICE UNICO, E IL LA REALIZZAZIONE DEL S.U.C.I. (S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE), CIOE DI UN FRONT OFFICE UNICO, E IL FRUTTO DI UNA COMPLESSIVA INTEGRAZIONE TRA I VARI FRONT LINE ESISTENTI, NONCHE DELLE FUNZIONI DI BACK OFFICE FRUTTO DI UNA COMPLESSIVA INTEGRAZIONE TRA I VARI FRONT LINE ESISTENTI, NONCHE DELLE FUNZIONI DI BACK OFFICE E DEI SERVIZI DI BACK OFFICE A SUPPORTO DEI FRONT LINE. E DEI SERVIZI DI BACK OFFICE A SUPPORTO DEI FRONT LINE. 2) NELLACCEZIONE DI COINVOLGIMENTO INTERORGANIZZATIVO, PER QUANTO ATTIENE ALLE INTERRELAZIONI CON ALTRI SOGGETTI - IL S.U.C.I. PERMETTE LACCESSO AI SERVIZI ACCESSIBILI ANCHE TRAMITE PROFESSIONISTI (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEO- - IL S.U.C.I. PERMETTE LACCESSO AI SERVIZI ACCESSIBILI ANCHE TRAMITE PROFESSIONISTI (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEO- METRI CONSULENTI DEL LAVORO, ecc.) O ASSOCIAZIONI, PATRONATI E SINDACATI, CON APPOSITA FORMAZIONE E PROVVISTI METRI CONSULENTI DEL LAVORO, ecc.) O ASSOCIAZIONI, PATRONATI E SINDACATI, CON APPOSITA FORMAZIONE E PROVVISTI DI UNA SORTA DI BOLLINO DI QUALITA CHE LO FA RICONOSCERE E LO ABILITA A GESTIRE LE ISTRUTTORIE DI PRATICHE INE- DI UNA SORTA DI BOLLINO DI QUALITA CHE LO FA RICONOSCERE E LO ABILITA A GESTIRE LE ISTRUTTORIE DI PRATICHE INE- RENTI LAMMINISTRAZIONE COMUNALE. RENTI LAMMINISTRAZIONE COMUNALE. - LA RIORGANIZZAZIONE DELL A. SE. ( A ZIENDA SERVIZI S POLETO S.P. A.) E STRUTTURATA IN MODO TALE CHE SIA RAFFORZATO - LA RIORGANIZZAZIONE DELL A. SE. ( A ZIENDA SERVIZI S POLETO S.P. A.) E STRUTTURATA IN MODO TALE CHE SIA RAFFORZATO IL RUOLO DI CONTROLLO DA PARTE DEL COMUNE. IL RUOLO DI CONTROLLO DA PARTE DEL COMUNE. 3) TRA I DUE PROGETTI DEL P.I.C. (P IANO I NTEGRATO DEL C AMBIAMENTO ) - LATTIVAZIONE DI UN CALL CENTER UNICO (IN CORSO DI DEFINIZIONE) SUL TERRITORIO COMUNALE CONSENTE LEROGAZIONE - LATTIVAZIONE DI UN CALL CENTER UNICO (IN CORSO DI DEFINIZIONE) SUL TERRITORIO COMUNALE CONSENTE LEROGAZIONE DI UN SERVIZIO INTEGRATO AGLI UTENTI DEI SERVIZI PUBBLICI. DI UN SERVIZIO INTEGRATO AGLI UTENTI DEI SERVIZI PUBBLICI. - CONSIDERANDO LINTERVENTO DELLAMMINISTRAZIONE NEL SUO INSIEME, LINTEGRAZIONE SI REPUTA REALIZZABILE GRAZIE - CONSIDERANDO LINTERVENTO DELLAMMINISTRAZIONE NEL SUO INSIEME, LINTEGRAZIONE SI REPUTA REALIZZABILE GRAZIE ALLA RIORGANIZZAZIONE DELLENTE SECONDO UN MODELLO A MATRICE. ALLA RIORGANIZZAZIONE DELLENTE SECONDO UN MODELLO A MATRICE. CONTINUA …

3 FORUM PA INTRODUZIONE OBIETTIVI PERSEGUITI RAZIONALIZZAZIONE DEI TEMPI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI. RAZIONALIZZAZIONE DEI TEMPI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI. SEMPLIFICAZIONI DEI RAPPORTI CON I CITTADINI/CLIENTI. SEMPLIFICAZIONI DEI RAPPORTI CON I CITTADINI/CLIENTI. REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO ED UNA COMUNICAZIONE MIGLIORI, CIOE MAGGIORMENTE EFFICACI E DI QUALITA. REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO ED UNA COMUNICAZIONE MIGLIORI, CIOE MAGGIORMENTE EFFICACI E DI QUALITA. CONTENIMENTO DEI COSTI SIA PER LAMMINISTRAZIONE CHE PER IL DESTINATARIO FINALE DELLAZIONE AMMINISTRATIVA. CONTENIMENTO DEI COSTI SIA PER LAMMINISTRAZIONE CHE PER IL DESTINATARIO FINALE DELLAZIONE AMMINISTRATIVA. RUOLO DA PROTAGONISTA DEL FRUITORE DEL SERVIZIO PUBBLICO. RUOLO DA PROTAGONISTA DEL FRUITORE DEL SERVIZIO PUBBLICO. RAFFORZAMENTO DELLOTTICA STRATEGICA A MOVIMENTO DELLA MACCHINA COMUNALE. RAFFORZAMENTO DELLOTTICA STRATEGICA A MOVIMENTO DELLA MACCHINA COMUNALE. CONTINUA … … SEGUE

4 FORUM PA INTRODUZIONE IL PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO SECONDO LE PRIORITA INDIVIDUATE DAL D.F.P. (D IPARTIMENTO DELLA F UNZIONE P UBBLICA ) IL PROGETTO NEL SUO INSIEME RISPETTA LE PRIORITA EVIDENZIATE DAL D.F.P. ; IN PARTICOLARE: IN PARTICOLARE: LA REALIZZAZIONE DI UNA AMMINISTRAZIONE LEGGERA: IL PROGETTO PREVEDE UNA SEMPLIFICAZIONE ORGANIZZATIVA LA REALIZZAZIONE DI UNA AMMINISTRAZIONE LEGGERA: IL PROGETTO PREVEDE UNA SEMPLIFICAZIONE ORGANIZZATIVA CON LA DEFINIZIONE DI UN LIVELLO DI PROGRAMMAZIONE (BACK OFFICE) E UN LIVELLO DI EROGAZIONE DEI SERVIZI ANCHE AMMI- CON LA DEFINIZIONE DI UN LIVELLO DI PROGRAMMAZIONE (BACK OFFICE) E UN LIVELLO DI EROGAZIONE DEI SERVIZI ANCHE AMMI- NISTRATIVI (FRONT OFFICE). NISTRATIVI (FRONT OFFICE). IL MIGLIORAMENTO DEL POLICY MAKING: LA NUOVA ORGANIZZAZIONE PROPOSTA PREVEDE UN LIVELLO DI PROGRAMMAZIO- IL MIGLIORAMENTO DEL POLICY MAKING: LA NUOVA ORGANIZZAZIONE PROPOSTA PREVEDE UN LIVELLO DI PROGRAMMAZIO- NE DELLE POLITICHE PUBBLICHE LOCALI CHE NON DOVRA ANCHE ACCOLLARSI LE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE EROGAZIONI DEI NE DELLE POLITICHE PUBBLICHE LOCALI CHE NON DOVRA ANCHE ACCOLLARSI LE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE EROGAZIONI DEI SERVIZI. SERVIZI. GOVERNARE IL CAMBIAMENTO: IL PROGETTO STESSO E FRUTTO DELLA ATTENZIONE POSTA DALLAMMINISTRAZIONE COMUNA- GOVERNARE IL CAMBIAMENTO: IL PROGETTO STESSO E FRUTTO DELLA ATTENZIONE POSTA DALLAMMINISTRAZIONE COMUNA- LE ALLINNOVAZIONE CONTINUA DELLA MACCHINA COMUNALE, IN QUANTO LORGANIZZAZIONE PROPOSTA TENDE AD ACCENTUARE IL LE ALLINNOVAZIONE CONTINUA DELLA MACCHINA COMUNALE, IN QUANTO LORGANIZZAZIONE PROPOSTA TENDE AD ACCENTUARE IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO. GOVERNO DEL CAMBIAMENTO. RAFFORZARE LO SPIRITO DI SQUADRA: TALE PRIORITA E PRESUPPOSTO INDISPENSABILE DEL PROGETTO STESSO CHE PRE- RAFFORZARE LO SPIRITO DI SQUADRA: TALE PRIORITA E PRESUPPOSTO INDISPENSABILE DEL PROGETTO STESSO CHE PRE- VEDE LINTRODUZIONE DI MODERNE TECNICHE DI CREAZIONE E GESTIONE DELLO SPIRITO DI SQUADRA (e.g. IL TEAM BUILDING). VEDE LINTRODUZIONE DI MODERNE TECNICHE DI CREAZIONE E GESTIONE DELLO SPIRITO DI SQUADRA (e.g. IL TEAM BUILDING). CONTINUA … … SEGUE

5 FORUM PA INTRODUZIONE IL PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO SECONDO LE PRIORITA INDIVIDUATE DAL D.F.P. … SEGUE LE RETI DI RELAZIONE COME RISORSA DEL CAMBIAMENTO: IL PROGETTO PREVEDE LA REALIZZAZIONE DI NUMEROSE RE- LE RETI DI RELAZIONE COME RISORSA DEL CAMBIAMENTO: IL PROGETTO PREVEDE LA REALIZZAZIONE DI NUMEROSE RE- TI DI RELAZIONE CHE COINVOLGERANNO SIA LE ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, SIA I PROFESSIONISTI, SIA I CITTADINI, IN TI DI RELAZIONE CHE COINVOLGERANNO SIA LE ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, SIA I PROFESSIONISTI, SIA I CITTADINI, IN QUANTO IL CUORE DEL SISTEMA PROGETTATO E PROPRIO LA CREAZIONE E GESTIONE DI STRUMENTI CHE PERMETTONO LA FACILE QUANTO IL CUORE DEL SISTEMA PROGETTATO E PROPRIO LA CREAZIONE E GESTIONE DI STRUMENTI CHE PERMETTONO LA FACILE TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO. TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO. …

6 FORUM PA S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE AFFIDAMENTO ALL A. SE. DI SERVIZI TECNICO GESTIONALI COMUNE DI SPOLETO

7 FORUM PA S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE COORDINAMENTO TECNICO D R. Massimo RAPASTELLA SOMMARIO 1. IL PROBLEMA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE 3. GLI OBIETTIVI E INDICATORI DI RISULTATO 4. FATTORI DI SUCCESSO E CRITICITA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE 6. RISORSE FINANZIARIE 7. ALTRE RISORSE

8 FORUM PA 1. IL PROBLEMA DA: EROGAZIONE DEI SERVIZI PRESSO SPORTELLI ATTULMENTE DISLOCATI SUL TERRITORIO PASSAGGIO A: EROGAZIONE DEI SERVIZI PRESSO UN UNICO SPORTELLO (FRONT OFFICE) COSTI NASCOSTI SULLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COSTI LEGATI AD UNORGANIZZAZIONE FRAMMENTATA E CHE NON TIENE CONTO DELLE ECONOMIE DI SCALA SUI CITTADINI E LE IMPRESE COSTI LEGATI A DISPENDIO DI TEMPO, ALLE MODIFICHE DELLE PROPRIE ORGANIZZAZIONI IN VIRTU DI CO- ME E ORGANIZZATA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ecc. S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE

9 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE POLITICA DI ONE STOP GOVERNMENT DIMINUISCE AL MASSIMO I MOVIMENTI DELLUTENTE PER: ACCEDERE ALLE INFORMAZIONI ACCEDERE AI SERVIZI AVERE CONTATTI CON LAMMINISTRAZIONE COMUNICARE IL PROPRIO GRADIMENTO DEI SERVIZI E DELLE INFORMAZIONI CONTINUA … S.U.C.I. FRONT OFFICE : LO SPORTELLO CHE FISICAMENTE RICEVERA LUTENZA (ANCHE TELEMATICO) BACK OFFICE : LINSIEME DEGLI UFFICI COMUNALI CHE CON SINERGIA DI FORZE ELABORANO LE INFORMAZIONI AL FINE DI GARANTIRE I SERVIZI EROGATI AL FRONT OFFICE LUTENTE NON PERCEPISCE LESISTENZA DEL BACK OFFICE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE

10 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. FRONT OFFICE : LO SPORTELLO CHE FISICAMENTE RICEVERA LUTENZA (ANCHE TELEMATICO) BACK OFFICE : LINSIEME DEGLI UFFICI COMUNALI CHE CON SINERGIA DI FORZE ELABORANO LE INFORMAZIONI AL FINE DI GARANTIRE I SERVIZI EROGATI AL FRONT OFFICE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE E NECESSARIO INDIVIDUARE DEI FLUSSI INFORMATIVI, CHE CHIAMEREMO RAPPORTI, CHE DEVONO ESSERE ATTIVATI SIA DAI CITTADINI-UTENTI, SIA DAGLI OPERATORI DEL S.U.C.I. CONTINUA … … SEGUE

11 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE RAPPORTI (QUALCHE ESEMPIO)RAPPORTI (QUALCHE ESEMPIO) CON TUTTI I SERVIZI COMUNALI: (CITTADINI E IMPRESE) VISIBILITA DELLO STATO DELLA PROPRIA PRATICA PRESENTATA AL CON TUTTI I SERVIZI COMUNALI: (CITTADINI E IMPRESE) VISIBILITA DELLO STATO DELLA PROPRIA PRATICA PRESENTATA AL FRONT OFFICE COMUNALE O TRAMITE INVIO POSTALE. FRONT OFFICE COMUNALE O TRAMITE INVIO POSTALE. SISTEMA DI PAGAMENTO DEI SERVIZI COMUNALI: E GENERALIZZATO, CIOE IN GRADO DI ACCETTARE E GESTIRE PAGAMENTI SISTEMA DI PAGAMENTO DEI SERVIZI COMUNALI: E GENERALIZZATO, CIOE IN GRADO DI ACCETTARE E GESTIRE PAGAMENTI PER TUTTI I SERVIZI COMUNALI (IN PRIMA BATTUTA VERRA REALIZZATO PER I SERVIZI DI EDILIZIA PRIVATA, DI POLIZIA MUNCIPALE PER TUTTI I SERVIZI COMUNALI (IN PRIMA BATTUTA VERRA REALIZZATO PER I SERVIZI DI EDILIZIA PRIVATA, DI POLIZIA MUNCIPALE E DIRITTI DI SEGRETERIA E COPIA). E DIRITTI DI SEGRETERIA E COPIA). CON I SERVIZI CHE SI OCCUPANO DI EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA: (CITTADINI E IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTAN- CON I SERVIZI CHE SI OCCUPANO DI EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA: (CITTADINI E IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTAN- ZE E DICHIARAZIONI PRATICHE EDILIZIE, PAGAMENTO SPESE PRATICHE EDILIZIE, VISIBILITA STATO PROPRIE PRATICHE EDILIZIE. ZE E DICHIARAZIONI PRATICHE EDILIZIE, PAGAMENTO SPESE PRATICHE EDILIZIE, VISIBILITA STATO PROPRIE PRATICHE EDILIZIE. CON I SERVIZI CHE SI OCCUPANO DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO: (IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTANZE DI OCCUPA- CON I SERVIZI CHE SI OCCUPANO DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO: (IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTANZE DI OCCUPA- ZIONE/MANOMISSIONE SUOLO PUBBLICO; (CITTADINI E IMPRESE) VISIBILITA STATO OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO. ZIONE/MANOMISSIONE SUOLO PUBBLICO; (CITTADINI E IMPRESE) VISIBILITA STATO OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO. CON IL SERVIZIO TRIBUTI: (CITTADINI E IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTANZE E DICHIARAZIONE I.C.I., VISIBILITA STATO PROPRI CON IL SERVIZIO TRIBUTI: (CITTADINI E IMPRESE) PRESENTAZIONE ISTANZE E DICHIARAZIONE I.C.I., VISIBILITA STATO PROPRI OGGETTI NELLA BANCA DATI COMUNALI DELLI.C.I., CALCOLO DELLI.C.I. E ISTRUZIONI ON-LINE (GIA IN ATTO). OGGETTI NELLA BANCA DATI COMUNALI DELLI.C.I., CALCOLO DELLI.C.I. E ISTRUZIONI ON-LINE (GIA IN ATTO).

12 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE RAPPORTI (QUALCHE ESEMPIO)RAPPORTI (QUALCHE ESEMPIO) CON IL SERVIZIO FINANZE: (IMPRESE) VISIBILITA PROPRIO ESTRATTO CONTO CON IL COMUNE. CON IL SERVIZIO FINANZE: (IMPRESE) VISIBILITA PROPRIO ESTRATTO CONTO CON IL COMUNE. CON IL SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE: (CITTADINI) ACCETTAZIONE ISCRIZIONI SCOLASTICHE, AL SERVIZIO MENSA, AL SER- CON IL SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE: (CITTADINI) ACCETTAZIONE ISCRIZIONI SCOLASTICHE, AL SERVIZIO MENSA, AL SER- VIZIO TRASPORTO ALUNNI E AGLI ASILI NIDO COMUNALI. VIZIO TRASPORTO ALUNNI E AGLI ASILI NIDO COMUNALI. CON IL SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE: (CITTADINI E IMPRESE) PAGAMENTO MULTE, DOMANDE DI ACCESSO ALLA Z.T.L., VISI- CON IL SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE: (CITTADINI E IMPRESE) PAGAMENTO MULTE, DOMANDE DI ACCESSO ALLA Z.T.L., VISI- BILITA (DATI E IMMAGINI DEI VERBALI) DELLE MULTE POSTE A RUOLO. BILITA (DATI E IMMAGINI DEI VERBALI) DELLE MULTE POSTE A RUOLO. CON I SERVIZI DEMOGRAFICI: (CITTADINI) VISIBILITA DATI PROPRIA FAMIGLIA, AUTO-DICHIARAZIONI ON-LINE, PRATICHE DI CON I SERVIZI DEMOGRAFICI: (CITTADINI) VISIBILITA DATI PROPRIA FAMIGLIA, AUTO-DICHIARAZIONI ON-LINE, PRATICHE DI IMMIGRAZIONE ON-LINE, RAPPORTI CON LUFFICIO INVALIDI; (CITTADINI) VISIBILITA DELLO STATO DELLA PROPRIA PRATICA. IMMIGRAZIONE ON-LINE, RAPPORTI CON LUFFICIO INVALIDI; (CITTADINI) VISIBILITA DELLO STATO DELLA PROPRIA PRATICA. CON LUFFICIO CIMITERI: (CITTADINI) VISIBILITA DATI DEI DEFUNTI, PRESENTAZIONE ISTANZE PER OPERAZIONI CIMITERIALI, CON LUFFICIO CIMITERI: (CITTADINI) VISIBILITA DATI DEI DEFUNTI, PRESENTAZIONE ISTANZE PER OPERAZIONI CIMITERIALI, PAGAMENTO DIRITTI CIMITERIALI. PAGAMENTO DIRITTI CIMITERIALI. …

13 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. FRONT OFFICE : LO SPORTELLO CHE FISICAMENTE RICEVERA LUTENZA (ANCHE TELEMATICO) BACK OFFICE : LINSIEME DEGLI UFFICI COMUNALI CHE CON SINERGIA DI FORZE ELABORANO LE INFORMAZIONI AL FINE DI GARANTIRE I SERVIZI EROGATI AL FRONT OFFICE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE SERVIZI COMPLESSI SERVIZI IMMEDIATI ALTRI SERVIZI NON RICHIEDONO PARTICOLARI ELABORAZIONI, EFFETTUATI SEDUTA STANTE DIRETTAMENTE ALLO SPORTELLO NON POTRANNO ESSERE GARANTITI ALLUTENTE NELLIMMEDIATEZZA DEL FRONT OFFICE, COMUNQUE EROGATI RAPIDAMENTE

14 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE SERVIZI IMMEDIATI DEL SETTORE POLIZIA MUNICIPALE: (CITTADINI E IMPRESE) AUTORIZZAZIONE DI ACCESSO ALLE Z.T.L., PAGAMENTI DEI VER- DEL SETTORE POLIZIA MUNICIPALE: (CITTADINI E IMPRESE) AUTORIZZAZIONE DI ACCESSO ALLE Z.T.L., PAGAMENTI DEI VER- BALI. BALI. DEL SETTORE DEMOGRAFICO: (CITTADINI) RILASCIO CERTIFICAZIONI, ATTIVITA DI STATO CIVILE, MODIFICHE ANAGRAFICHE; DEL SETTORE DEMOGRAFICO: (CITTADINI) RILASCIO CERTIFICAZIONI, ATTIVITA DI STATO CIVILE, MODIFICHE ANAGRAFICHE; (CITTADINI E IMPRESE) AUTOCERTIFICAZIONI. (CITTADINI E IMPRESE) AUTOCERTIFICAZIONI. DEL SETTORE COMMERCIO: (IMPRESE) ACCETTAZIONE E VERIFICA FORMALE DICHIARAZIONI DI INIZIO ATTIVITA, RILASCIO DI DEL SETTORE COMMERCIO: (IMPRESE) ACCETTAZIONE E VERIFICA FORMALE DICHIARAZIONI DI INIZIO ATTIVITA, RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI CHE NON COMPORTANO PARTICOLARI PASSAGGI BUROCRATICI. AUTORIZZAZIONI CHE NON COMPORTANO PARTICOLARI PASSAGGI BUROCRATICI.

15 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE SERVIZI COMPLESSI DEL SETTORE DEMOGRAFICO: (CITTADINI) ATTIVITA E SERVIZI DI STATO CIVILE, CAMBI DI RESIDENZE E MODIFICHE ANAGRA- DEL SETTORE DEMOGRAFICO: (CITTADINI) ATTIVITA E SERVIZI DI STATO CIVILE, CAMBI DI RESIDENZE E MODIFICHE ANAGRA- FICHE, NUMERAZIONE CIVICA. FICHE, NUMERAZIONE CIVICA. DEL SETTORE POLIZIA MUNICIOPALE: (CITTADINI E IMPRESE ) OCCUPAZIONI DEL SUOLO PUBBLICO, AUTORIZZAZIONI INVALI- DEL SETTORE POLIZIA MUNICIOPALE: (CITTADINI E IMPRESE ) OCCUPAZIONI DEL SUOLO PUBBLICO, AUTORIZZAZIONI INVALI- DI. DI. DEL SETTORE EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA: (CITTADINI E IMPRESE) CONCESSIONI E AUTORIZZAZIONI EDILIZIE, CER- DEL SETTORE EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA: (CITTADINI E IMPRESE) CONCESSIONI E AUTORIZZAZIONI EDILIZIE, CER- TIFICAZIONI URBANISTICHE. TIFICAZIONI URBANISTICHE. DEL SETTORE COMMERCIO: (IMPRESE) VERIFICHE DICHIARAZIONI DI INIZIO ATTIVITA, RILASCIO AUTORIZZAZIONI VARIE CON DEL SETTORE COMMERCIO: (IMPRESE) VERIFICHE DICHIARAZIONI DI INIZIO ATTIVITA, RILASCIO AUTORIZZAZIONI VARIE CON PASSAGGI INTERNI O LEGATE COMMISSIONI. PASSAGGI INTERNI O LEGATE COMMISSIONI. DEL SETTORE SOCIALE: (CITTADINI) PENSIONI INVALIDI CIVILI, LEGGE 104. DEL SETTORE SOCIALE: (CITTADINI) PENSIONI INVALIDI CIVILI, LEGGE 104. DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI: (CITTADINI E IMPRESE) RIMBORSI TERREMOTO; (CITTADINI) AUTORIZZAZIONI VARIE. DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI: (CITTADINI E IMPRESE) RIMBORSI TERREMOTO; (CITTADINI) AUTORIZZAZIONI VARIE.

16 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … … SEGUE ALTRI SERVIZI SERVIZI TURISTICI VIA WEB SERVIZIO DI ISTRADAMENTO AUTOMATICO DELLE RICHIESTE PRESENTATE VIA WEB INTERAGIRE CON I SETTORI SENZA ANDARE FISICAMENTE IN COMUNE. INTERAGIRE CON I SETTORI SENZA ANDARE FISICAMENTE IN COMUNE. ISTRADAMENTO DELLA RICHIESTA PUR NON CONOSCENDO IL SETTORE ISTRADAMENTO DELLA RICHIESTA PUR NON CONOSCENDO IL SETTORE DESTINATARIO. DESTINATARIO. POSSIBILITA DI MANIFESTARE LA PROPRIA SODDISFAZIONE SUI TEMPI POSSIBILITA DI MANIFESTARE LA PROPRIA SODDISFAZIONE SUI TEMPI E MODI DELLE RISPOSTE. E MODI DELLE RISPOSTE. IL FRONT OFFICE TELEMATICO ASSIEME ALLO SPORTELLO UNICO, IMPLEMENTANO IL FRONT OFFICE FRONT OFFICE DI MODO CHE IL S.U.C.I. SIA ANCHE RIVOLTO AI SOGGETTI NON RESIDENTI

17 FORUM PA 2. I CONTENUTI DELLINTERVENTO E IL PRODOTTO FINALE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE LA REALIZZAZIONE DEL S.U.C.I. PRESUPPONE UNA RIORGANIZZAZIONE DELLASSETTO DELLENTE. CIO IMPLICA ANCHE INTERVENTI SUI PROCESSI ORGANIZZATIVI, SULLA RETE DI RELAZIONI INTERNE ED ESTERNE, LATTIVAZIONE DI PERCORSI IN CUI LE INFORMAZIONI POSSANO CIRCOLARE ED ESSERE SCAMBIATE IN MODO CONTINUO e.g. LA RIORGANIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE IL TRASFERIMENTO DEL PERSONALE GIA PRESENTE EFFETTUATA DAI RESPONSABILI DEL PROGETTO, IN UNA STRUTTURA COSI IMMAGINATA: #1 DIRIGENTE #2 FUNZIONARI #20 IMPIEGATI

18 FORUM PA 3. GLI OBIETTIVI E INDICATORI DI RISULTATO S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE CONTINUA … GLI OBIETTIVI UN FRONT OFFICE UNICO DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE CON SERVIZIO ALLUTENZA DEMANDATO/DECENTRATO/INSERITO AL UN FRONT OFFICE UNICO DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE CON SERVIZIO ALLUTENZA DEMANDATO/DECENTRATO/INSERITO AL FRONT OFFICE. FRONT OFFICE. SEMPLIFICAZIONE DEI RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE E TERZI. SEMPLIFICAZIONE DEI RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE E TERZI. COMUNICAZIONE E SERVIZIO, VERSO I DESTINATARI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA, EFFICACI, SNELLI, RAPIDI E DI QUALITA. COMUNICAZIONE E SERVIZIO, VERSO I DESTINATARI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA, EFFICACI, SNELLI, RAPIDI E DI QUALITA. MINORI COSTI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA, SIA PER IL COMUNE CHE PER I SOGGETTI CUI ESSA E VOLTA. MINORI COSTI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA, SIA PER IL COMUNE CHE PER I SOGGETTI CUI ESSA E VOLTA. ELIMINAZIONE DEL MECCANISMO DI DUPLICAZIONE DI ALCUNE FUNZIONI (CHE GENERAVA UN MAGGIOR NUMERO DI PERSONALE AD- ELIMINAZIONE DEL MECCANISMO DI DUPLICAZIONE DI ALCUNE FUNZIONI (CHE GENERAVA UN MAGGIOR NUMERO DI PERSONALE AD- DETTO AL RICEVIMENTO DEL PUBBLICO, DUPLICAZIONE DEL LAVORO AMMINISTRATIVO, PIU RACCORDI CON IL BACK OFFICE, ecc. ). DETTO AL RICEVIMENTO DEL PUBBLICO, DUPLICAZIONE DEL LAVORO AMMINISTRATIVO, PIU RACCORDI CON IL BACK OFFICE, ecc. ). DIMINUZIONE DEGLI SPOSTAMENTI DELLUTENTE (SECONDO UNA POLITICA DI ONE STOP GOVERNMENT). DIMINUZIONE DEGLI SPOSTAMENTI DELLUTENTE (SECONDO UNA POLITICA DI ONE STOP GOVERNMENT).

19 FORUM PA 3. GLI OBIETTIVI E INDICATORI DI RISULTATO S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE GLI INDICATORI DI RISULTATO INDICE DI GRADIMENTO DELLUTENZA: PERMETTE DI VALUTARE COME LUTENTE PERCEPISCE IL NUOVO SERVIZIO E LEFFETTI- INDICE DI GRADIMENTO DELLUTENZA: PERMETTE DI VALUTARE COME LUTENTE PERCEPISCE IL NUOVO SERVIZIO E LEFFETTI- VO GRADIMENTO IN RELAZIONE ALLA VECCHIA STRUTTURA. E RAPPRESENTATIVO INTRODURRE LA RILEVAZIONE DEL NUMERO DI AC- VO GRADIMENTO IN RELAZIONE ALLA VECCHIA STRUTTURA. E RAPPRESENTATIVO INTRODURRE LA RILEVAZIONE DEL NUMERO DI AC- CESSI (SECONDO LA LOGICA DI ANTICIPAZIONE DELLE ESIGENZE IL GRADIMENTO E INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL NUMERO DI CESSI (SECONDO LA LOGICA DI ANTICIPAZIONE DELLE ESIGENZE IL GRADIMENTO E INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL NUMERO DI ACCESSI). ACCESSI). INDICE DI VALUTAZIONE DEI TEMPI E MODI DI EROGAZIONE DEI VARI SERVIZI: PERMETTE DI VALUTARE LEFFETTIVA INDICE DI VALUTAZIONE DEI TEMPI E MODI DI EROGAZIONE DEI VARI SERVIZI: PERMETTE DI VALUTARE LEFFETTIVA DIMINUZIONE DEI TEMPI DEI SERVIZI EROGATI. DIMINUZIONE DEI TEMPI DEI SERVIZI EROGATI. INDICE DI VALUTAZIONE DEI TEMPI SULLA CITTA: PERMETTE DI VALUTARE LEFFETTIVO RISPARMIO DEI TEMPI PER GLI U- INDICE DI VALUTAZIONE DEI TEMPI SULLA CITTA: PERMETTE DI VALUTARE LEFFETTIVO RISPARMIO DEI TEMPI PER GLI U- TENTI DEL S.U.C.I. TENTI DEL S.U.C.I. CONTABILITA ECONOMICA DEL S.U.C.I. : CREAZIONE DI UNA CONTABILITA ECONOMICA PER IL CENTRO DI COSTO RELATIVO CONTABILITA ECONOMICA DEL S.U.C.I. : CREAZIONE DI UNA CONTABILITA ECONOMICA PER IL CENTRO DI COSTO RELATIVO AL S.U.C.I.. AL S.U.C.I.. BILANCIO SOCIALE: CREAZIONE DI UN SISTEMA DI VALUTAZIONE COSTI-BENEFICI LEGATI AL S.U.C.I.. BILANCIO SOCIALE: CREAZIONE DI UN SISTEMA DI VALUTAZIONE COSTI-BENEFICI LEGATI AL S.U.C.I.. … SEGUE ANCORA IN CORSO DI DEFINIZIONE DA PARTE DEL RESPONSABILE DEL P.I.C. E DEL COORDINATORE TECNICO DEL PROGETTO

20 FORUM PA 4. FATTORI DI SUCCESSO E CRITICITA S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE LA REALIZZAZIONE DI UNA ADEGUATA ARCHITETTURA TECNOLOGICA. LA REALIZZAZIONE DI UNA ADEGUATA ARCHITETTURA TECNOLOGICA. LA COLLABORAZIONE DI TUTTI I DIRIGENTI E I RESPONSABILI DEI SETTORI. LA COLLABORAZIONE DI TUTTI I DIRIGENTI E I RESPONSABILI DEI SETTORI. LINTERVENTO SUI PROCESSI ORGANIZZATIVI E SULLA RETE DI RELAZIONI (INTERNE ED ESTERNE). LINTERVENTO SUI PROCESSI ORGANIZZATIVI E SULLA RETE DI RELAZIONI (INTERNE ED ESTERNE). LA DEFINIZIONE DI NUOVI MODELLI DI GESTIONE DEL LAVORO. LA DEFINIZIONE DI NUOVI MODELLI DI GESTIONE DEL LAVORO. LA RIORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO COME CONTINUUM CHE RISPONDA NON SOLO A REQUISITI DI PIENA ACCESSIBILITA, MA AN- LA RIORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO COME CONTINUUM CHE RISPONDA NON SOLO A REQUISITI DI PIENA ACCESSIBILITA, MA AN- CHE DI ACCOGLIENZA E DI CONFORT. CHE DI ACCOGLIENZA E DI CONFORT. LATTIVITA DI INFORMAZIONE/FORMAZIONE DELLUTENTE. LATTIVITA DI INFORMAZIONE/FORMAZIONE DELLUTENTE. LA REVISIONE DELLORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI IN UNOTTICA DI QUALITA TOTALE, ANCHE ATTRAVERSO UNA METODOLOGIA SI- LA REVISIONE DELLORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI IN UNOTTICA DI QUALITA TOTALE, ANCHE ATTRAVERSO UNA METODOLOGIA SI- STEMATICA DI AUDIT DELLA QUALITA DEL S.U.C.I. IN TERMINI DI CUSTOMER SATISFACTION. STEMATICA DI AUDIT DELLA QUALITA DEL S.U.C.I. IN TERMINI DI CUSTOMER SATISFACTION. LA REVISIONE DELLA GESTIONE DEL FLUSSO DOCUMENTALE INTERNO E SUA COMPLETA AUTOMAZIONE, DAL PROTOCOLLO GENERALE LA REVISIONE DELLA GESTIONE DEL FLUSSO DOCUMENTALE INTERNO E SUA COMPLETA AUTOMAZIONE, DAL PROTOCOLLO GENERALE ALLARCHIVIO STORICO, COORDINATA CON LA GESTIONE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI. ALLARCHIVIO STORICO, COORDINATA CON LA GESTIONE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI. LE CRITICITA SONO IMPLICITE NEI PUNTI PRECEDENTI, NEL SENSO CHE I FATTORI PRECEDENTI SONO REPUTATI COME NECESSARI ALLA REALIZZAZIONE DEL DISEGNO DEL S.U.C.I., CONSIDERATI I BENEFICI CHE DA ESSO DEVONO TRARSI

21 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE CONTINUA … S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE IL PIANO DI PROGETTO VA DAL AL DAL AL ALCUNE ATTIVITA SONO IN CORSO DI SVOLGIMENTO (GLI OBIETTIVI DI PROGETTO SONO OBIETTIVI CHE IL COMUNE STA CONCRETAMENTE PERSEGUENDO E NON SOLO PROGETTANDO) AZIONETEMPIRESPONSABILE INDIVIDUAZIONE DI UN GRUPPO DI PROGETTO COMPOSTO DA UN FUNZIONARIO PER OGNI SETTORE ÷ COORDINATORE TECNICO CREAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO ÷ COORDINATORE TECNICO, GRUPPO DI PROGETTO RICERCA DI LOCALI IDONEI E LORO RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO ALLE ESIGENZE ÷ COORDINATORE TECNICO INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE DA TRASFERIRE AL S.U.C.I ÷ COORDINATORE TECNICO

22 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESEAZIONETEMPIRESPONSABILE FORMAZIONE DEL PERSONALE DA TRASFERIRE AL S.U.C.I ÷ COORDINATORE TECNICO DEFINIZIONE DI TUTTE LE NUOVE PROCEDURE ÷ COORDINATORE TECNICO, CONSULENZA INFORMATICA REINGEGNERIZZAZIONE DELLE NUOVE PROCEDURE ÷ COORDINATORE TECNICO, CONSULENZA INFORMATICA ADATTAMENTO DEL S.I.C. ALLE ESIGENZE DEL S.U.C.I ÷ COORDINATORE TECNICO, CONSULENZA INFORMATICA … SEGUE … DEFINIZIONE DELLE STRUTTURE FISICHE ÷ COORDINATORE TECNICO APERTURA DEL S.U.C.I COORDINATORE TECNICO CONTINUA …

23 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESEAZIONETEMPIRESPONSABILE ATTIVAZIONE DEL CALL CENTER ÷ COORDINATORE TECNICO, CONSULENZA INFORMATICA ADEGUAMENTO A REGIME DI TUTTE LE PROCEDURE ÷ COORDINATORE TECNICO, CONSULENZA INFORMATICA VERIFICA DEL RITORNO DA PARTE DELLUTENZA ÷ COORDINATORE TECNICO VERIFICA ED ADEGUAMENTO DELLE PROCEDURE ÷ COORDINATORE TECNICO … SEGUE … ENTRATA A REGIME DEL S.U.C.I COORDINATORE TECNICO CONTINUA …

24 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE ATTIVITA RITENUTE FONDAMENTALI AI FINI DELLA DEFINIZIONE DELLE NUOVE PROCEDURE ANALISI TESA ALLADOZIONE DI METODOLOGIE PROGETTUALI COMUNI PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AL FINE DELLADEGUA- ANALISI TESA ALLADOZIONE DI METODOLOGIE PROGETTUALI COMUNI PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AL FINE DELLADEGUA- MENTO AGLI STANDARD INTERNAZIONALI E ALLE LINEE GUIDA DEL D.P.F., MIGLIORANDONE DIVERSI INDICI DI MISURAZIONE QUA- MENTO AGLI STANDARD INTERNAZIONALI E ALLE LINEE GUIDA DEL D.P.F., MIGLIORANDONE DIVERSI INDICI DI MISURAZIONE QUA- LI: TRASPARENZA AMMINISTRATIVA, QUALITA DEI SERVIZI, ACCESSO E INTERATTIVITA, INTERAZIONI E RELAZIONALITA, LI: TRASPARENZA AMMINISTRATIVA, QUALITA DEI SERVIZI, ACCESSO E INTERATTIVITA, INTERAZIONI E RELAZIONALITA, MARKETING TERRITORIALE. MARKETING TERRITORIALE. ANALISI TESE ALLATTIVAZIONE DI INTERVENTI DI STANDARDIZZAZIONE TECNICA E DI CONTENUTI DEI SERVIZI RESI DAGLI UFFICI/ ANALISI TESE ALLATTIVAZIONE DI INTERVENTI DI STANDARDIZZAZIONE TECNICA E DI CONTENUTI DEI SERVIZI RESI DAGLI UFFICI/ SERVIZI CHE RIMARRANNO NEL BACK OFFICE; DEFINIZIONE DI UNO STANDARD GENERALE ED ATTIVITA DI FORMAZIONE E INFORMA- SERVIZI CHE RIMARRANNO NEL BACK OFFICE; DEFINIZIONE DI UNO STANDARD GENERALE ED ATTIVITA DI FORMAZIONE E INFORMA- ZIONE CONNESSA. ZIONE CONNESSA. CONTINUA …

25 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE ATTIVITA RITENUTE FONDAMENTALI AI FINI DELLA DEFINIZIONE DELLA ARCHITETTURA TECNOLOGICO-FUNZIONALE PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN CALL CENTER CHE, OLTRE AI SERVIZI DI PRIMA INFORMAZIONE, INSTRADA- PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN CALL CENTER CHE, OLTRE AI SERVIZI DI PRIMA INFORMAZIONE, INSTRADA- MENTO TELEFONATE E ACCETTAZIONE RECLAMI, OFFRA I SERVIZI DEL FRONT OFFICE OVE QUESTI SIANO AFFRONTABILI/RISOLVIBILI MENTO TELEFONATE E ACCETTAZIONE RECLAMI, OFFRA I SERVIZI DEL FRONT OFFICE OVE QUESTI SIANO AFFRONTABILI/RISOLVIBILI PER VIA TELEMATICA. PER VIA TELEMATICA. PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN CANALE DI COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE TRA IL CITTADINO E I SERVIZI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN CANALE DI COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE TRA IL CITTADINO E I SERVIZI DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE PER LINSTRADAMENTO AUTOMATICO DELLE ISTANZE/MESSAGGI TRAMITE LO SPORTELLO UNICO DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE PER LINSTRADAMENTO AUTOMATICO DELLE ISTANZE/MESSAGGI TRAMITE LO SPORTELLO UNICO O TRAMITE IL WEB. O TRAMITE IL WEB. PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA LACCESSO ED IL PAGAMENTO VIA WEB (UTILIZ- PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA LACCESSO ED IL PAGAMENTO VIA WEB (UTILIZ- ZANDO IL PORTALE COMUNALE) PER UN SOTTOINSIEME SIGNIFICATIVO DI SERVIZI COMUNALI, UTILIZZANDO UNO DEI MECCANISMI ZANDO IL PORTALE COMUNALE) PER UN SOTTOINSIEME SIGNIFICATIVO DI SERVIZI COMUNALI, UTILIZZANDO UNO DEI MECCANISMI PREVISTI A SECONDA DEL LIVELLO DI SICUREZZA RICHIESTO (UTENTE PASSWORD, C.I.E. O CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI, CERTIFICA- PREVISTI A SECONDA DEL LIVELLO DI SICUREZZA RICHIESTO (UTENTE PASSWORD, C.I.E. O CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI, CERTIFICA- TO DIGITALE X.509, FIRMA DIGITALE). TO DIGITALE X.509, FIRMA DIGITALE). CONTINUA …

26 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE ATTIVITA RITENUTE FONDAMENTALI AI FINI DELLA DEFINIZIONE DELLA ARCHITETTURA TECNOLOGICO-FUNZIONALE PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA LACCESSO AI SERVZI ACCESSIBILI ANCHE TRA- PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA LACCESSO AI SERVZI ACCESSIBILI ANCHE TRA- MITE PROFESSIONISTI (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEOMETRI CONSULENTI DEL LAVORO, ecc.) O ASSOCIAZIONI, PATRONATI E SIN- MITE PROFESSIONISTI (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEOMETRI CONSULENTI DEL LAVORO, ecc.) O ASSOCIAZIONI, PATRONATI E SIN- DACATI. DACATI. PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA DI FORNIRE DIRETTAMENTE AL CITTADINO LIN- PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UN SUPPORTO CHE CONSENTA DI FORNIRE DIRETTAMENTE AL CITTADINO LIN- FORMAZIONE DELLA QUALE CHIEDE DI ESSERE AMMESSO A CONOSCENZA CON DIVERSI MEDIA, QUALI GLI S.M.S.. FORMAZIONE DELLA QUALE CHIEDE DI ESSERE AMMESSO A CONOSCENZA CON DIVERSI MEDIA, QUALI GLI S.M.S.. CONTINUA … STUDIO DEGLI AMBIENTI PER I QUALI IL CITTADINO PUO DESIDERARE UN INVIO DI NOTIZIE O VIA WEB O VIA S.M.S. DA PARTE DELLA STUDIO DEGLI AMBIENTI PER I QUALI IL CITTADINO PUO DESIDERARE UN INVIO DI NOTIZIE O VIA WEB O VIA S.M.S. DA PARTE DELLA AMMINISTRAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO NECESSARIO E ATTIVAZIONE DELLO STESSO. PER QUESTO ULTIMO AMMINISTRAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO NECESSARIO E ATTIVAZIONE DELLO STESSO. PER QUESTO ULTIMO AMBIENTE RISULTA NECESSARIA UNA STRETTA COLLABORAZIONE CON LUFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE. AMBIENTE RISULTA NECESSARIA UNA STRETTA COLLABORAZIONE CON LUFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE. …

27 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE ATTIVITA RITENUTE FONDAMENTALI AI FINI DELLA DEFINIZIONE DELLA ARCHITETTURA TECNOLOGICO-FUNZIONALE PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UNA INFRASTRUTTURA PER LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UNA INFRASTRUTTURA PER LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UNA INFRASTRUTTURA CHE CONSENTA AD UNA RETE DI SPECIALISTI ESTERNI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DI UNA INFRASTRUTTURA CHE CONSENTA AD UNA RETE DI SPECIALISTI ESTERNI (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEOMETRI, ASSOCIAZIONI, SINDACATI, PATRONATI, ecc.) DI INTERAGIRE DIRETTAMENTE CON LUTEN- (AVVOCATI, COMMERCIALISTI, GEOMETRI, ASSOCIAZIONI, SINDACATI, PATRONATI, ecc.) DI INTERAGIRE DIRETTAMENTE CON LUTEN- TE CON CONTINUE VERIFICHE E RILASCIO DI UNA CERTIFICAZIONE DI QUALITA CHE ABILITA IL PROFESSIONISTA O LASSOCIAZIONE TE CON CONTINUE VERIFICHE E RILASCIO DI UNA CERTIFICAZIONE DI QUALITA CHE ABILITA IL PROFESSIONISTA O LASSOCIAZIONE AD INTERAGIRE DIRETTAMENTE CON LAMMINISTRAZIONE COMUNALE PER CONTO DELLUTENTE. AD INTERAGIRE DIRETTAMENTE CON LAMMINISTRAZIONE COMUNALE PER CONTO DELLUTENTE. CONTINUA … …

28 FORUM PA 5. MODALITA DI ATTUAZIONE E GESTIONE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE ATTIVITA RITENUTE FONDAMENTALI AI FINI DELLA DEFINIZIONE DELLO ADATTAMENTO DEL S.I.C. ( S ISTEMA I NFORMATIVO C OMUNALE ) ALLE ESIGENZE DEL S.U.C.I. PROGETTAZIONE TESA ALLINTRODUZIONE SUL PORTALE COMUNALE DI AMBIENTI IPERTESTUALI ADATTIVI BASATI SULLE TECNOLO- PROGETTAZIONE TESA ALLINTRODUZIONE SUL PORTALE COMUNALE DI AMBIENTI IPERTESTUALI ADATTIVI BASATI SULLE TECNOLO- GIE W3C E SULLA STRUTTURAZIONE DELLINFORMAZIONE UTILIZZANDO UN FORMATO STANDARD DI DESCRIZIONE DEI DATI E DEI GIE W3C E SULLA STRUTTURAZIONE DELLINFORMAZIONE UTILIZZANDO UN FORMATO STANDARD DI DESCRIZIONE DEI DATI E DEI SERVIZI BASATO SU XML. IL PROGETTO DA REALIZZARE E QUELLO DI PROGETTARE UN AMBIENTE IPERTESTUALE ADATTIVO NEL CAM- SERVIZI BASATO SU XML. IL PROGETTO DA REALIZZARE E QUELLO DI PROGETTARE UN AMBIENTE IPERTESTUALE ADATTIVO NEL CAM- PO DEL TURISMO, PARTICOLARMENTE ORIENTATO ALL AREA DELLA CULTURA, CHE E PARTICOLARMENTE RICCA DI LEGAMI ASSO- PO DEL TURISMO, PARTICOLARMENTE ORIENTATO ALL AREA DELLA CULTURA, CHE E PARTICOLARMENTE RICCA DI LEGAMI ASSO- CIATIVI COMPLESSI DA GESTIRE CON OPPORTUNI LIVELLI DI METAINFORMAZIONE. CIATIVI COMPLESSI DA GESTIRE CON OPPORTUNI LIVELLI DI METAINFORMAZIONE.

29 FORUM PA 6. RISORSE FINANZIARIE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO PER LA REALIZZAZIONE DEL 1° ANNO DI FUNZIONAMENTO DEL S.U.C.I. SPESE CORRENTI SPESE PER INVESTIMENTI VOCIEUROPERSONALE ,00 BENI DI CONSUMO ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZIO ,00 UTILIZZO BENI DI TERZI ,00 CONTRIBUTI2.000,00 IMPOSTE E TASSE ,00 ONERI STRAORDINARI 2.000,00 AMMORTAMENTI20.000,00 TOTALE ,00 VOCIEURO ACQUISTO DI BENI MOBILI ED ATTREZZATURE ,00 RISORSE PER SPESE CORRENTI IN PARTE COPERTE DIRETTAMENTE DAL BILANCIO CO- RISORSE PER SPESE CORRENTI IN PARTE COPERTE DIRETTAMENTE DAL BILANCIO CO- MUNALE, IN PARTE DAI RISPARMI OTTENUTI DALLE ECONOMIE DI SCALA. MUNALE, IN PARTE DAI RISPARMI OTTENUTI DALLE ECONOMIE DI SCALA. PREVISTO FINANZIAMENTO AGGIUNTIVO DALLA EROGAZIONE DEI SERVIZI PER CONTO PREVISTO FINANZIAMENTO AGGIUNTIVO DALLA EROGAZIONE DEI SERVIZI PER CONTO DI ORGANISMI ESTERNI (ENEL, TELECOM, V.U.S., ecc.). DI ORGANISMI ESTERNI (ENEL, TELECOM, V.U.S., ecc.). LINTRODUZIONE DEGLI AMMORTAMENTI PERMETTERA DI REALIZZARE DEI FONDI LINTRODUZIONE DEGLI AMMORTAMENTI PERMETTERA DI REALIZZARE DEI FONDI DESTINATI AL NECESSARIO AGGIORNAMENTO CONTINUO DELLE ATTREZZATURE E SI- DESTINATI AL NECESSARIO AGGIORNAMENTO CONTINUO DELLE ATTREZZATURE E SI- STEMI SOFTWARE. STEMI SOFTWARE. IL FINANZIAMENTO SARA A CARI- IL FINANZIAMENTO SARA A CARI- CO DEL BILANCIO COMUNALE VI- CO DEL BILANCIO COMUNALE VI- GENTE. GENTE.

30 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE CONTINUA … S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE SERVIZI APPLICAZIONI MULTI-CANALE PER I CITTADINI E LE IMPRESE APPLICAZIONE WEB DI GESTIONE PER GLI OPERATORI ARCHITETTURA TECNOLOGICO-FUNZIONALE TECNOLOGICO-FUNZIONALE APPLICAZIONI ESTERNE FRAMEWORK DI BASE

31 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE CONTINUA … APPLICAZIONI ESTERNE SISTEMA DI PAGAMENTO PER I SERVIZI CHE RICHIEDONO UN PAGAMENTO ON-LINE. SISTEMA DI PAGAMENTO PER I SERVIZI CHE RICHIEDONO UN PAGAMENTO ON-LINE. SISTEMA DI SICUREZZA PER LIDENTIFICAZIONE CERTIFICATA DELLUTENTE. SISTEMA DI SICUREZZA PER LIDENTIFICAZIONE CERTIFICATA DELLUTENTE. APPLICAZIONI LEGACY DEI SERVIZI APPLICATIVI DA EROGARE. APPLICAZIONI LEGACY DEI SERVIZI APPLICATIVI DA EROGARE. I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI, POSSONO COMPORTARE DIVERSE TIPOLOGIE DINTEGRAZIONE CON LE APPLICAZIONI LEGACY: I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI, POSSONO COMPORTARE DIVERSE TIPOLOGIE DINTEGRAZIONE CON LE APPLICAZIONI LEGACY: - INTEGRAZIONE ON-LINE; - INTEGRAZIONE ON-LINE; - INTEGRAZIONE OFF-LINE. - INTEGRAZIONE OFF-LINE. ESISTONO, POI, DEI SERVIZI CHE NON RICHIEDONO INTEGRAZIONI CON NESSUNA APPLICAZIONE ESISTENTE, AVENDO DATI AUTO- ESISTONO, POI, DEI SERVIZI CHE NON RICHIEDONO INTEGRAZIONI CON NESSUNA APPLICAZIONE ESISTENTE, AVENDO DATI AUTO- SUFFICIENTI PER COMPLETARE LA PROPRIA FUNZIONE. SUFFICIENTI PER COMPLETARE LA PROPRIA FUNZIONE. CERTIFICATION AUTHORITY PER LAUTENTICAZIONE CON CERTIFICATO DIGITALE E PER FIRMA DIGITALE DI TRANSAZIONI. CERTIFICATION AUTHORITY PER LAUTENTICAZIONE CON CERTIFICATO DIGITALE E PER FIRMA DIGITALE DI TRANSAZIONI.

32 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE CONTINUA … FRAMEWORK DI BASE AUTENTICAZIONE ED AUTORIZZAZIONE: PER IL RICONOSCIMENTO DELLUTENTE UTILIZZANDO UNO DEI MECCANISMI PRE- AUTENTICAZIONE ED AUTORIZZAZIONE: PER IL RICONOSCIMENTO DELLUTENTE UTILIZZANDO UNO DEI MECCANISMI PRE- VISTI (UTENTE PASSWORD, C.I.E. O CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI, CERTIFICATO DIGITALE X.509, FIRMA DIGITALE). VISTI (UTENTE PASSWORD, C.I.E. O CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI, CERTIFICATO DIGITALE X.509, FIRMA DIGITALE). GESTIONE MENU: PERMETTE DI COSTRUIRE IL MENU DINAMICAMENTE IN BASE AL PROFILO OPERATIVO DELLUTENTE COLLE- GESTIONE MENU: PERMETTE DI COSTRUIRE IL MENU DINAMICAMENTE IN BASE AL PROFILO OPERATIVO DELLUTENTE COLLE- GATO AI SERVIZI DISPONIBILI; INOLTRE, PERMETTE DI GESTIRE MENU A PIU LIVELLI E SCATENA IL SERVIZIO LEGATO ALLA VOCE GATO AI SERVIZI DISPONIBILI; INOLTRE, PERMETTE DI GESTIRE MENU A PIU LIVELLI E SCATENA IL SERVIZIO LEGATO ALLA VOCE DI MENU ATTIVATA. DI MENU ATTIVATA. GESTIONE LOG: MEMORIZZA LE ATTIVITA SVOLTE DAGLI UTENTI O DALLE STESSE APPLICAZIONI. LE INFORMAZIONI MEMORIZ- GESTIONE LOG: MEMORIZZA LE ATTIVITA SVOLTE DAGLI UTENTI O DALLE STESSE APPLICAZIONI. LE INFORMAZIONI MEMORIZ- ZATE SONO DI TIPO CONTABILE, OPERATIVO E STATISTICO. ZATE SONO DI TIPO CONTABILE, OPERATIVO E STATISTICO. GESTIONE NOTIFICHE: PERMETTE DI GENERARE NOTIFICHE ASINCRONE, VIA , A FRONTE DEL VERIFICARSI DI EVENTI GESTIONE NOTIFICHE: PERMETTE DI GENERARE NOTIFICHE ASINCRONE, VIA , A FRONTE DEL VERIFICARSI DI EVENTI PREDEFINITI, SIA VERSO IL GESTORE DI SISTEMA, SIA VERSO GLI ENTI CHE VERSO LUTENTE (CITTADINO O IMPRESA). PREDEFINITI, SIA VERSO IL GESTORE DI SISTEMA, SIA VERSO GLI ENTI CHE VERSO LUTENTE (CITTADINO O IMPRESA).

33 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE FRAMEWORK DI BASE GESTIONE PAGAMENTO: SI OCCUPA DI INTERFACCIARE IL SISTEMA DI PAGAMENTO. LA COMPONENTE PERMETTE DI DISACCOP- GESTIONE PAGAMENTO: SI OCCUPA DI INTERFACCIARE IL SISTEMA DI PAGAMENTO. LA COMPONENTE PERMETTE DI DISACCOP- PIARE LA GESTIONE DELLORDINE DAL SISTEMA E DAL METODO DI PAGAMENTO, SI OCCUPA QUINDI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE PIARE LA GESTIONE DELLORDINE DAL SISTEMA E DAL METODO DI PAGAMENTO, SI OCCUPA QUINDI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE AL COMPLETAMENTO DELLOPERAZIONE CHE PUO ESSERE COSTITUITA DA UNO (CONTABILIZZAZIONE IMMEDIATA) O DA DUE PASSI AL COMPLETAMENTO DELLOPERAZIONE CHE PUO ESSERE COSTITUITA DA UNO (CONTABILIZZAZIONE IMMEDIATA) O DA DUE PASSI (AUTORIZZAZIONE E CONTABILIZZAZIONE IN DIFFERITA), CONSENTENDO LA PERSONALIZZAZIONE DELLE SINGOLE INTERFACCE U- (AUTORIZZAZIONE E CONTABILIZZAZIONE IN DIFFERITA), CONSENTENDO LA PERSONALIZZAZIONE DELLE SINGOLE INTERFACCE U- TENTE PER I DIVERSI METODI DI PAGAMENTO (PER ESEMPIO CARTA DI CREDITO, ADDEBITO IN CONTO, RID ON-LINE). TENTE PER I DIVERSI METODI DI PAGAMENTO (PER ESEMPIO CARTA DI CREDITO, ADDEBITO IN CONTO, RID ON-LINE). GESTIONE ORDINI: SI OCCUPA DI PREPARARE TUTTI I DATI RELATIVI AD UNA TRANSAZIONE DI PAGAMENTO E INTERAGISCE GESTIONE ORDINI: SI OCCUPA DI PREPARARE TUTTI I DATI RELATIVI AD UNA TRANSAZIONE DI PAGAMENTO E INTERAGISCE CON LA GESTIONE PAGAMENTO E CON LA GESTIONE DEL SERVIZIO PER MANTENERE LINTEGRITA E LA CONGRUENZA DEL PAGAMEN- CON LA GESTIONE PAGAMENTO E CON LA GESTIONE DEL SERVIZIO PER MANTENERE LINTEGRITA E LA CONGRUENZA DEL PAGAMEN- TO IN CORSO. TO IN CORSO. GESTIONE FIRMA DIGITALE: SI OCCUPA DEGLI ASPETTI APPLICATIVI LEGATI ALLE TRANSIZIONI FIRMATE DIGITALMENTE; IN- GESTIONE FIRMA DIGITALE: SI OCCUPA DEGLI ASPETTI APPLICATIVI LEGATI ALLE TRANSIZIONI FIRMATE DIGITALMENTE; IN- TERFACCIA UN MODULO DI FIRMA ESTERNO, TIPICAMENTE FORNITO DAL CERTIFICATORE SCELTO ED INTERAGISCE CON LA CERTIFI- TERFACCIA UN MODULO DI FIRMA ESTERNO, TIPICAMENTE FORNITO DAL CERTIFICATORE SCELTO ED INTERAGISCE CON LA CERTIFI- CATION AUTHORITY PER VERIFICARE LA VALIDITA DEI CERTIFICATI DIGITALI UTILIZZATI. CATION AUTHORITY PER VERIFICARE LA VALIDITA DEI CERTIFICATI DIGITALI UTILIZZATI. … GESTIONE SESSIONI: PERMETTE DI GESTIRE TUTTI I DATI COLLEGATI ALLE SESSIONI ATTIVE IN UN DATO MOMENTO. GESTIONE SESSIONI: PERMETTE DI GESTIRE TUTTI I DATI COLLEGATI ALLE SESSIONI ATTIVE IN UN DATO MOMENTO. CONTINUA …

34 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE CONTINUA … SERVIZI COSTITUISCONO LOBIETTIVO FINALE DELLA SOLUZIONE E DEVONO POTER ESSERE SVILUPPATI NEL MODO PIU SEMPLICE E VELOCE POSSIBILE. I MODULI CHE IMPLEMENTANO UN SERVIZIO DEVONO OCCUPARSI SOLO DELLA LOGICA APPLICATIVA INTRINSECA AL SERVIZIO, MENTRE PER LE FUNZIONALITA GENERALI DEVONO ATTINGERE ALLE COMPONENTI FUNZIONALI MESSE A DISPOSIZIONE DAL FRAMEWORK DI BASE.

35 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE CONTINUA … APPLICAZIONI WEB DI GESTIONE PER GLI OPERATORI (GESTORI DI SISTEMA, PERSONALE INTERNO ALLENTE) STRUMENTI CON I QUALI E GESTITA LOPERATIVITA COMPLETA DELLA SOLUZIONE. GLI OPERATORI ABILITATI SONO QUELLI DELLO SPORTELLO DEL CITTADINO.

36 FORUM PA 7. ALTRE RISORSE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE … SEGUE APPLICAZIONI MULTI-CANALE PER I CITTADINI E LE IMPRESE SONO LE INTERFACCE CON CUI SONO EROGATI I SERVIZI SUI DIVERSI CANALI (WEB, CHIOSCHI SELF SERVICE, CALL CENTER). IN GENERALE, FARANNO USO DELLA COMPONENTE DI AUTENTICAZIONE ED AUTORIZZAZIONE PER LIDENTIFICAZIONE DELLUTENTE E DELLA COMPONENTE DI GESTIONE MENU PER LA DEFINIZIONE DELLE MODALITA DI NAVIGAZIONE.

37 FORUM PA FINE

38 S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE S.U.C.I. – S PORTELLO U NICO PER IL C ITTADINO E LE I MPRESE AFFIDAMENTO ALL ASE DI SERVIZI TECNICO GESTIONALI COMUNE DI SPOLETO


Scaricare ppt "FORUM PA COMUNE DI SPOLETO www.comune.spoleto.pg.it PIANO INTEGRATO DEL CAMBIAMENTO DEL COMUNE DI SPOLETO RESPONSABILE: DIRETTORE GENERALE D R. ROBERTO."

Presentazioni simili


Annunci Google