La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 UNA CITTA PER TUTTI PERCORSI PER LA SICUREZZA NELLA CITTA DI CERVIA FORUM PA ROMA 19 maggio 2010 Eleonora Ghedini Comune di Cervia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 UNA CITTA PER TUTTI PERCORSI PER LA SICUREZZA NELLA CITTA DI CERVIA FORUM PA ROMA 19 maggio 2010 Eleonora Ghedini Comune di Cervia."— Transcript della presentazione:

1 1 UNA CITTA PER TUTTI PERCORSI PER LA SICUREZZA NELLA CITTA DI CERVIA FORUM PA ROMA 19 maggio 2010 Eleonora Ghedini Comune di Cervia

2 2 Il territorio

3 3 La realtà locale km quadrati di territorio 158,21 mq di verde per abitante 9 km di spiaggia 1 porto turistico abitanti presenze turistiche registrate nella stagione alberghi - residence

4 4 Problemi sul territorio Abusivismo commerciale Delitti contro il patrimonio Sicurezza stradale Degrado urbano Prostituzione Spaccio di droga Aumento della popolazione straniera Disagio sociale / giovanile

5 5 Stranieri residenti …

6 6 Presenze turistiche PRESENZE TURISTICHE anno anno anno anno

7 7 Delitti denunciati 2004 – 2007 Dati forniti dal servizio statistico regionale su elaborazione dei dati elaborati e raccolti dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza - Banca dati Interforze

8 8 Andamento trimestrale delitti denunciati

9 9 Principali tipologie delittuose

10 10 Le difficoltà Fin dalla scorsa legislatura ( partita nel 2004) gli amministratori hanno programmato numerosi progetti per laccrescimento della sicurezza sul territorio comunale. Tali progetti però non avevano una propria identità ed una propria collocazione tra le azioni volte ad accrescere la sicurezza reale e quella percepita. In assenza di un coordinamento si sono verificati i seguenti problemi: Mancanza di chiarezza circa le competenze Mancanza di coordinamento delle singole attività svolte da diversi uffici / settori Perdita di occasioni

11 11 La ricerca di soluzioni E solo dal 2007 che è stato istituito un progetto di posizione organizzativa per dare un segno chiaro alla città sulle intenzioni dellAmministrazione circa la gestione delle politiche per la sicurezza

12 12 I progetti dellamministrazione Progetti mirati nei seguenti ambiti: Sicurezza stradale Video sorveglianza Rilevazione del traffico Riqualificazione urbana Eliminazione barriere architettoniche

13 13 I progetti dellamministrazione Attività di studio e ricerca Potenziamento delle forze dellordine Ricerca di finanziamenti per progetti speciali Integrazione sociale Interventi di protezione civile Comunicazione

14 14 Le sinergie Adesione a progetti regionali Collaborazione con lUniversità di Bologna Collaborazioni con il mondo associativo Collaborazione con il mondo del volontariato Scuole di ogni ordine e grado

15 15 Il ruolo della Regione e delle strutture create in Regione Nel 1994 la Presidenza della Giunta della Regione Emilia Romagna avvia il progetto Città Sicure e nel 1996 lo dota di una struttura tecnica. Nel 2002 viene costituito il servizio promozione e sviluppo delle politiche per la sicurezza e della polizia locale

16 16 Principali uffici per la sicurezza in Emilia Romagna

17 17 I RISULTATI

18 18 La collaborazione con lUniversità di Bologna Nel 2007 la necessità di capire quale fosse la sicurezza percepita dai residenti nel territorio comunale ha portato ad attivare un rapporto con il docente di metodologia e tecnica della ricerca sociale della Facoltà di Sociologia R.Ruffini – università di Bologna – sede di Forlì. È stato predisposto un questionario per indagare il senso di sicurezza percepito, sulla falsa riga di quello elaborato dalla Regione Emilia Romagna Il questionario, dopo essere stato approvato dalla Giunta comunale è stato somministrato ad un campione di cittadini residenti nel comune

19 19 Le opinioni dei cittadini Il quadro di preoccupazione si fa sempre più rarefatto passando dal generale (situazione in Italia) al concreto della zona di residenza; Gli intervistati hanno testimoniato una realtà limitata, per quanto riguarda i reali episodi di vittimizzazione, a criminalità predatoria La situazione sul territorio è generalmente buona e tale da non creare un ostacolo concreto alla vita quotidiana

20 20 Le opinioni dei cittadini Grado di fiducia nelle istituzioni locali e nelle forze dellordine discreto; Suggerimenti sui temi ai quali lamministrazione dovrebbe dedicare maggiore attenzione: Spaccio di droga Furti in appartamento Immigrazione irregolare Sorveglianza in scuole e giardini Sicurezza stradale

21 21 La collaborazione con lUniversità di Bologna Nel 2009 sono stati organizzati focus group attraverso docenti dellUniversità e la società S.I.V. (società italiana vittimologia) per sondare i problemi vissuti da: Associazioni di categoria del territorio Scuola

22 22 Le categorie produttive: i problemi vissuti Abusivismo commerciale Delitti contro il patrimonio Prostituzione Spaccio di droga Ciascuno di questi punti è stato collegato, dai partecipanti ai focus group, a luoghi caratteristici di Cervia: la spiaggia, la pineta, le seconde case.. e al tempo: estate/inverno – giorno/notte

23 23 Le categorie produttive: le proposte Potenziamento degli interventi di vigilanza, anche attraverso luso dei militari Realizzazione di impianti di videosorveglianza in specifiche aree del territorio Creazione di piani strategici pluriennali pubblico / privati per laccrescimento della sicurezza e la destagionalizzazione del territorio

24 24 La scuola e le proposte dei ragazzi I giovani che hanno partecipato ai focus group hanno evidenziato alcune esigenze in ambito educativo: lo sviluppo di attività di formazione sociale, culturale, di integrazione, di sensibilizzazione al vivere civile. Sono state avanzate richieste di supporto psicologico rivolto sia ai ragazzi che ai genitori

25 25 La scuola e le proposte dei ragazzi È stata proposta la stesura di un codice dei doveri dellalunno E la creazione di strutture sportive per coloro che, non eccellendo in specifiche attività, verso i 12 – 13 anni vengono estromessi dal circuito agonistico.

26 26 La scuola e le proposte dei ragazzi Listituzione locale è stata sollecitata a collaborare, a dare risposte o a inventare il modo per accrescere il benessere collettivo.

27 27 Adesione a progetti regionali Ricostituzione corpo polizia municipale ai sensi della legge Regione Emilia Romagna n. 24/2003 Con laccordo di programma sottoscritto con la Regione, lAmministrazione si è impegnata a raggiungere e mantenere gli standard regionali di riferimento. In questo ambito è stato emanato anche il nuovo Regolamento del corpo di Polizia Municipale, già approvato dalla Regione, adeguandolo alla realtà normativa attuale ed accorpando e modificando il regolamento sullarmamento.

28 28 Adesione a progetti regionali TETRA: rete regionale attivata per il funzionamento degli apparati radio e che permette linterazione tra tutti gli apparati delle Polizie locali della regione, il 118 e la protezione civile per un collegamento operativo ottimale garantendo la riservatezza delle comunicazioni

29 29 Adesione a progetti regionali Ril.Fe.Deur: sistema informatico che consente di censire, classificare, georeferenziare e memorizzare su un archivio centrale le segnalazioni riguardanti ogni fenomeno di degrado urbano, ricevute dagli operatori dellamministrazione tramite lettera, fax, telefonate, sia dai cittadini che da dipendenti comunali che operano sul territorio.

30 30 Ottenimento di finanziamenti su progetti di investimento L.133/2008: dicembre per la realizzazione di un impianto di video sorveglianza a Milano Marittima L.24/2003: dicembre 2009 di per lintervento di riqualificazione (ed installazione video sorveglianza) nel vialetto G. Boni a Castiglione di Cervia.

31 31 Interventi a contrasto dei fenomeni di criminalità e a garanzia della qualità della vita Apertura di posti di polizia e caserma carabinieri in coincidenza con la stagione estiva per un migliore presidio del territorio Attivazione di convenzioni con associazioni di volontariato in ambito protezione civile per il presidio del territorio Realizzazione del progetto Cervia città accessibile : rete di informazione su percorsi ed edifici accessibili a persone con problemi di mobilità

32 32 Messa in sicurezza del territorio e riqualificazione urbana 10 km di piste ciclabili realizzate tra il 2004 e il 2009 Miglioramento dei collegamenti viabili tramite realizzazione di sottopassi e soppressione di passaggi a livelli Implementazione illuminazione pubblica, installazione nuovi impianti semaforici e di rilevamento velocità Rotatorie Interventi di sistemazione arredi, illuminazione, aree verdi in ambito urbano

33 33 Il convegno del 19 ottobre 2010

34 34 Il convegno del 19 ottobre 2010

35 35 Il convegno del 19 ottobre 2010

36 36

37 37 Progetti per il futuro Realizzazione di un parco didattico per la sicurezza stradale Definizione di un sistema di raccolta, elaborazione dati e statistiche sullincidentalità stradale Nuovo convenzionamento con lUniversità di Bologna per attività di studio, ricerca, approfondimento sulle tematiche della sicurezza.

38 38 Progetti per il futuro Creare un ufficio stabilmente dedicato alla sicurezza sul modello di quello regionale Creare una sezione del sito internet del comune dedicata alle tematiche della sicurezza


Scaricare ppt "1 UNA CITTA PER TUTTI PERCORSI PER LA SICUREZZA NELLA CITTA DI CERVIA FORUM PA ROMA 19 maggio 2010 Eleonora Ghedini Comune di Cervia."

Presentazioni simili


Annunci Google