La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pisa, 25-26 marzo 2010 ASSOCIAZIONE ITALIANA DI VALUTAZIONE Congresso annuale 2010 dellAssociazione Italiana di Valutazione Valutare nella crisi. Idee,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pisa, 25-26 marzo 2010 ASSOCIAZIONE ITALIANA DI VALUTAZIONE Congresso annuale 2010 dellAssociazione Italiana di Valutazione Valutare nella crisi. Idee,"— Transcript della presentazione:

1 Pisa, marzo 2010 ASSOCIAZIONE ITALIANA DI VALUTAZIONE Congresso annuale 2010 dellAssociazione Italiana di Valutazione Valutare nella crisi. Idee, esperienze, problemi La cultura valutativa condivisa nei processi partecipativi di sviluppo locale Annunzi I., Moruzzo R.

2 Pisa, marzo 2010 Ricorso a modelli di governance di tipo partecipativo che hanno facilitato il coinvolgimento attivo degli stakeholders di ottimizzare lutilizzo delle risorse economiche, sempre più limitate di redigere programmi rispondenti alle reali necessità del territorio di esprimere tutti i bisogni dei portatori di interesse estendere gli sforzi di negoziazione anche alla fase di valutazione del ciclo di vita di un progetto di sviluppo Progettazione e valutazione partecipata diventano, quindi, fasi metodologicamente articolate di un unico processo progettuale di un numero ampio di soggetti che a diverso livello sono coinvolti nella realizzazione di un intervento di sviluppo locale La partecipazione nella costruzione di politiche di sviluppo locale

3 Pisa, marzo 2010 Presentazione ed analisi di un intervento di valutazione partecipativa realizzato nellambito del progetto Rete per lApprendimento, la Discussione, lInformazione e la Comunicazione in agrIcoltura multifunzionale e agro-ambientale (RADICI) Sviluppo di una serie di considerazioni relative ai risultati ottenuti, in termini di scelta di strumenti di valutazione partecipata impiegati, di investimento sulla partnership, di collaborazione con le aziende del territorio, di utilizzo di un esperto di valutazione inserito nel partenariato Riflessione su alcuni elementi qualificanti del progetto e analisi di ulteriori questioni ed elementi di discussione da prendere in esame per lo sviluppo futuro della valutazione partecipata nellambito dei progetti di sviluppo locale Articolazione dellintervento

4 Pisa, marzo 2010 Progetto RADICI (Rete per lApprendimento, la Discussione, lInformazione e la Comunicazione in agrIcoltura multifunzionale e agro-ambientale) Il progetto di comunicazione collettiva integrata è stato finanziato dalla provincia di Pisa (nellambito della L.R. 34/01 – Misura 4.2, sottomisura ) e ha avuto la durata di 1 anno (febbraio 2008-marzo 2009) Partners Le attività hanno consentito di creare una piattaforma agro-ambientale locale capace di legare, attraverso un lavoro partecipativo, le pratiche di campo, le espressioni di rappresentanza delle diverse componenti del mondo agricolo e le strutture di ricerca del territorio ed attive nel campo della eco-condizionalità, basandosi, in tutte le fasi, sui principi di: Partecipazione Collaborazione Valorizzazione delle competenze

5 Pisa, marzo 2010 Coordinatore del progetto OO.PPMondo della ricerca Esperto di valutazione partecipata Tecnici delle OO.PP Aziende testimonial Altre aziende agricole provinciali Aziende laboratorio Destinatari dellintervento Partners del progetto Altre istituzioni del territorio Co-partners non formali Le reti di relazioni generate nellambito della piattaforma agro-ambientale

6 Pisa, marzo 2010 migliorare operativamente e in corso dopera i prodotti del progetto far crescere il partenariato, facendogli acquisire capacità di lavorare assieme acquisire una prassi nella quale osservazione valutazione e riprogettazione diventino momenti del medesimo processo programmatorio creare una cultura valutativa condivisa da riutilizzare in progettualità future RADICI ha consentito la sperimentazione di una metodologia di valutazione partecipata in grado di:

7 Pisa, marzo 2010 La fruizione degli strumenti di valutazione Partner di progetto Altre istituzioni del territorio Tecnici delle OO.PP Aziende laboratorio Aziende testimonial Altre aziende agricole del territorio Questionario di valutazione partenariato Questionario di valutazione prodotti Questionario di valutazione dei focus Diagrammi di autovalutazione Schede di verifica Questionario di valutazione dellattività formativa Strumenti di qualità percepita Strumenti di riprogettazion Strumenti di relazione PRODOTTI Brochure su eco- condizionalità Materiale didattico Materiale divulgativo Schede percorsi di successo

8 Pisa, marzo 2010 I contributi offerti dagli strumenti partecipativi adottati StrumentoObiettivoCampioneMomentoPunti di forza/ debolezza Questionario valutazione partenariato Misurare il gradimento delle relazioni interne 16 soggettiEx-postCreazione di una rete di collaborazioni; tempi lunghi e necessità di trovare un linguaggio comune Questionario di valutazione prodotti Valutare il gradimento e la rispondenza dei prodotti ai bisogni 120 soggettiEx-postMisurare il valore aggiunto di un percorso partecipato e la rispondenza ai bisogni espressi Questionario di valutazione dei focus Valutare il gradimento e lefficacia dei focus 55 partecipantiIn-itinereCondivisione dei sapere; sforzi e tempi lunghi richiesti dal lavorare secondo un percorso comune Questionario di valutazione dellattività formativa Valutare lefficacia dellintervento formativo 5 partnerIn-itinereDifferenze nelle conoscenze iniziali Diagrammi di autovalutazione Effettuare una autodiagnosi aziendale 5 aziende laboratorio Ex-anteRiprogettazione; ottimizzazione tempo e risorse Schede di verificaVerificare le problematiche aziendali 25 aziende testimonial Ex-anteApprendimento, autoformazione; difficoltà nel confronto

9 Pisa, marzo 2010 permesso di affrontare problematiche complesse che nessun soggetto preso isolatamente avrebbe potuto sostenere consentito ai partner di prendere parte attiva alle fasi salienti di progettazione e di valutazione e di condividere le responsabilità riuscito ad aggregare soggetti con competenze e caratteristiche diverse, anche se la variabilità ha comportato una difficoltà relazionale in fase iniziale di avvio del progetto consentito una capitalizzazione delle conoscenze e delle pratiche applicative al termine dei lavori coinvolto altri soggetti che sono diventati parte integrante delle reti attivate a livello territoriale di aiuto al partenariato è stata la predisposizione di linee guida di lavoro e attività formative specifiche sulla gestione partecipata Linvestimento sulla partnership

10 Pisa, marzo 2010 consentito di tessere e rafforzare legami e reti sul territorio che hanno operato in modo sinergico realizzando obiettivi concreti e creando senso di appartenenza al progetto e responsabilità condivisa permesso di sistematizzare gruppi di lavoro con ruoli, competenze, differenziati, riconosciuti ed integrati il coinvolgimento attivo anche dei destinatari dellintervento Lelemento di innovatività è rappresentato dal fatto che il progetto nel suo complesso si è fatto carico di entrambi i punti di vista (partenariato e aziende come destinatari dellintervento) cogliendo la necessità di una integrazione fra istanze diverse La collaborazione fra stakeholders

11 Pisa, marzo 2010 avuto innanzitutto un ruolo di mediazione fra il partenariato e i destinatari dellintervento coordinato le attività valutative con il coinvolgimento di tutti gli stakeholders coinvolto il gruppo di lavoro nella messa a punto degli strumenti di valutazione Il ruolo dellesperto di valutazione garante della metodologia valutativa e progettuale, per supportare il partenariato nella realizzazione dei processi e strumenti partecipativi facilitatore di processi comunicativi tali da consentire al gruppo di realizzare i propri obiettivi e di superare gli ostacoli che spesso emergono come dinamiche di un gruppo di lavoro

12 Pisa, marzo 2010 la precisazione e ladozione di metodologie appropriate e comuni di lavoro attraverso la predisposizione di specifici materiali di supporto, utili per agevolare la partecipazione attiva dei presenti la definizione di azioni di monitoraggio e valutazione capaci di esemplificare il processo di gestione delliniziativa ed i suoi esiti intermedi e finali la logica partecipativa e condivisa del progetto tra competenze e professionalità distinte e complementari la creazione di luoghi di discussione e presentazione (piattaforma agro-ambientale e aziende laboratorio) che potranno assicurare continuità al progetto anche al termine della sua durata concordata la stretta ed effettiva collaborazione in tutte le fasi progettuali Gli aspetti innovativi dellesperienza

13 Pisa, marzo 2010 la presenza di vincoli interni legati a diversi interessi da parte dei soggetti e la necessità dunque di mediare fra gli stessi la difficoltà nel definire un linguaggio comune fra i diversi stakeholders che mostravano competenze diverse la difficoltà di passare da un approccio tradizionale verticistico a un approccio decisionale consensuale la necessità di potenziare i momenti di formazione sulle tecniche di gestione dei gruppi al fine di facilitare i momenti di confronto fra i diversi stakeholders Le difficoltà e le limitazioni emerse

14 Pisa, marzo 2010 consentito la realizzazione di una esperienza diretta di analisi valutativa sul campo gettato le basi per la diffusione di una cultura valutativa partecipata messo a disposizione della committenza (oltre che una serie di prodotti previsti da progetto) un nuovo metodo di lavoro attraverso il quale sperimentare un percorso valutativo negoziato e creare altresì unoccasione strutturata di confronto e lavoro congiunto tra stakeholders diversi del territorio Si tratta dunque di una logica di raccordo che indubbiamente richiede di essere adeguatamente sviluppata e consolidata nonché dotata di una sua organicità ma che appare comunque coerente con gli scenari che si stanno prospettando nellambito della costruzione dei processi decisionali negoziati Riflessioni conclusive


Scaricare ppt "Pisa, 25-26 marzo 2010 ASSOCIAZIONE ITALIANA DI VALUTAZIONE Congresso annuale 2010 dellAssociazione Italiana di Valutazione Valutare nella crisi. Idee,"

Presentazioni simili


Annunci Google