La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA"— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Piazza s. Francesco da Sales - Tel. e Fax 0965/ ministeriale: P.O.F / 2007

2 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
INDICE La nostra identità Il contesto territoriale Dimensione progettuale Organizzazione L’Istituto Comprensivo in cifre Organizzazione educativa e didattica: Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1° grado Offerta formativa: curricolo obbligatorio curricolo opzionale/facoltativo Attività extracurriculari Curricoli verticali Aspetti dell’organizzazione didattica: Responsabilità Continuità Collaborazione Valutazione

3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
DOVE ANDIAMO DOVE SIAMO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GALLINA CHI SIAMO:Scuole Orari COME OPERIAMO

4 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
DOVE SIAMO IL PAESE L’Istituto Comprensivo ricade nell’immediata cintura periferica sud della città di Reggio Calabria, a ridosso della fascia precollinare, la vicinanza alla città ha fatto sì che Gallina diventasse negli ultimi anni una delle zone residenziali della città. La popolazione attiva è occupata prevalentemente nel settore terziario e in misura minore nell’agricoltura. Nel paese ha sede la Stazione dei Carabinieri, la Pretura e il Giudice di Pace, gli Uffici Circoscrizionali, l’Ufficio Postale e la Farmacia, tantissime attività commerciali che rendono il paese autosufficiente. Sono presenti le seguenti strutture sportive: Una palestra polivalente Due campi da calcio Un campo da calcetto Un bocciodromo Campi da tennis e squash Equitazione Tiro al piattello Circoli ricreativi Scuola di ballo RISORSE DEL TERRITORIO RELIGIOSE Chiese Associazioni religiose: Azione Cattolica, S. Vincenzo, Caritas, Apostolato di preghiera, Oratorio Parrocchiale “don Bosco”. SOCIALI Comunità terapeutica “Casa del Sole” Comunità agricola “S. Arsenio” Comunità “Cereso” Gruppo teatrali parrocchiali CULTURALI Associazione “Trapezomata”

5 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
MISSION: Scuola di tutti e di ciascuno LE SCELTE EDUCATIVE: Sapere, per saper essere, pre saper fare L’ISTITUTO COMPRENSIVO DI GALLINA PROPONE IL SEGUENTE POF PER REALIZZARE UNA: Scuola fondata sul rispetto dei diritti di tutti e di ognuno Scuola attenta ai soggetti più deboli Scuola che prumuova le potenzialità di ciascuno alunno attraverso interventi educativi-didattici volti a favorire il successo formativo Scuola che riconosca e valorizzi le diversità utili al successo formativo Scuola fondata sul dialogo e la collaborazione Scuola attenta ai tutte le componenti la comunità scolastica scuola che miri alla formazione integrale dei ragazzi mediante l’ampliamento dell’offerta formativa vasta e articolata

6 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Il nostro Istituto intende proporsi come servizio educativo orientato alla formazione di personalità solide, autonome, critiche, consapevoli della loro identità, capaci di gestire un loro progetto di vita, dotati di mezzi e strumenti essenziali per orientarsi e inserirsi attivamente nel contesto sociale, economico e culturale che li circonda. Nel rispetto dell’integrità della persona che apprende e della sua personale modalità d’apprendimento, ritiene che sia suo compito sviluppare i seguenti punti del PECUP (legge n. 53/2003) e le finalità educative d’Istituto: 1) L’IDENTITA’ COME: conoscenza di sé relazione con gli altri Orientamento 2) LA CONVIVENZA CIVILE COME: Consapevolezza dei propri diritti Responsabilità ed autonomia Conoscenza essenziale degli orientamenti nazionali ed internazionali Gestione delle proprie emozioni e dei propri stadi affettivi Rispetto degli altri Rispetto dell’ambiente 3) GLI STRUMENTI CULTURALI COME: Conoscenza del proprio corpo Padronanza della lingua italiana Uso funzionale della lingua inglese Conoscenza ed utilizzazione dei linguaggi extraverbali Orientamento nello spazio geografico e nel tempo storico Conoscenza delle competenze matematiche Esplorazione della realtà con gli strumenti della scienza Uso delle moderne tecnologie Per l’attuazione di tali finalità, l’Istituto considera importanti le seguenti tematiche: Potenziamento delle capacità comunicative Considerata l’importanza della comunicazione, la scuola cerca di sviluppare tutte le forme espressive (verbale, scritta, corporea, musicale, artistica, …) per mettere l’alunno nelle condizioni di relazionarsi agli altri in modo adeguato e completo. Educazione alla legalità e all’intercultura In una realtà in continua evoluzione in cui emergono situazioni complesse e problematiche, riveste particolare importanza educare gli alunni al rispetto delle regole della convivenza civile ed abituarli al rispetto della diversità non come ostacolo ma come risorsa. Educazione ambientale e alla salute La scuola cerca di promuovere la maturazione di una buona coscienza ecologica, di far acquisire comportamenti corretti per la tutela dell’ambiente e della propria salute anche attraverso attività motorie. La scuola tende a far emergere le attitudini degli alunni, a potenziare le capacità, a recuperare gli insuccessi, a renderli consapevoli di ciò che sanno e di ciò che sanno fare in modo da operare scelte consapevoli. Educazione ai linguaggi multimediali La scuola nell’offrire agli alunni la frequenza ai laboratori informatici, tende ad offrire a loro la possibilità di acquisire competenze in ambito informatico tali da potersi orientare nella società moderna utilizzando un linguaggio adeguato.

7 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
CHI SIAMO Il Dirigente: Carmela Lucisano Docenti Scuola primaria G, Moscato Arangea Docenti Scuola dell’Infanzia Armo Arangea ORGANIZZAZIONE Genitori Presidente Cons. Ist. Componenti Cons Ist. Rappresentanti di sezioni/classi Docenti Scuola Sec. 1° grado Gallina Oliveto Personale ATA Direttore Amm.vo Assistenti Amm.vi Collaboratori scol.

8 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
IL PERCORSO SCOLASTICO NELL’I.C. GALLINA DAI 3 AI 14 ANNI LEGGE DI RIFORMA N. 53/2003 DURATA 3 ANNI SCUOLA DELL’INFANZIA Armo Arangea L’orario settimanale è di 40 ore, ripartite in sei giorni DURATA 5ANNI SCUOLA PRIMARIA Moscato Arangea È suddivisa in 1^ classe, 1° biennio, 2° biennio. L’orario settimanale è di 27 ore obbligatorie + 3 ore opzionali-facoltative DURATA 3 ANNI SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO Gallina Oliveto L’orario settimanale è di 29 ore obbligatorie, + 2h nella 1A e 1B e 1h nelle 2^ e 3^ di opzionali-facol.

9 NUMERO E TIPOLOGIA DELLE CLASSI NUMERO E TIPOLOGIA DEGLI INSEGNANTI
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA NUMERO E TIPOLOGIA DELLE CLASSI SCUOLA DELL’INFANZIA 71 ALUNNI 3 SEZIONI SCUOLA PRIMARIA 295 ALUNNI 16 CLASSI SCUOLA SECONDARIA 1° G. 176 ALUNNI 10 CLASSI TOTALE 542 ALUNNI 29 SEZ/CLASSI NUMERO E TIPOLOGIA DEGLI INSEGNANTI SCUOLA DELL’INFANZIA 6 INSEGNANTI +2 RELIG.+3 SOSTEGNO SCUOLA PRIMARIA 21 INSEGNANTI +3 RELIG.+2 ING.+2 SOST. SCUOLA SECOND. 1° G. 23 INSEGNANTI +2 RELIG. +2 SOST. TOTALE 67 INSEGNANTI

10 Direttore servizi Generali ed Amministrativi: Rita Dato
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA PERSONALE ATA Direttore servizi Generali ed Amministrativi: Rita Dato COLLABORATORI SCOLASTICI SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SEC. 1° G. 5 4 ASSISTENTI AMM. SEGRETERIA TOTALE 19 GENITORI PRESIDENTE CONSIGLIO D’ISTITUTO: CONSIGLIO D’ISTITUTO GENITORI DIRIGENTE SCOLASTICO DOCENTI PERSONALE ATA 1 CONSIGLI D’INTERS. CONSIGLI D’INTERCLAS. CONSIGLI DI CLASSE SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SEC. 1° G. 2 4 12

11 SINTESI ORGANIZZATIVA
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA SINTESI ORGANIZZATIVA DIRIGENTE SCOLASTICO LUCISANO CARMELA STAFF DI COORDINAMENTO CORRADO SERAFINA MOSCATO M. GIUSI SURACE GIOVANNA DELFINO CONSOLATA MALARA DOMENICO DATTOLA ROSA RESPONSABILI FUNZIONI STRUMENTALI AL POF MOSCATO M. GIUSI AREA 1 SURACE GIOVANNA AREA 2 DELFINO CONSOLATA AREA 3 MALARA DOMENICO AREA 4 COMMISSIONE GLH REF. DATTOLA ROSA REFERENTI DI PLESSO Scuola dell’Inf. Armo: scuola dell’Inf. Arangea:Dattola R. scuola primaria “Moscato” Moscato MG scuola primaria Arangea: Lo Schiavo R. scuola sec. 1° G. Gallina: Delfino C. scuola sec: 1° G. Oliveto:Nettuno ORGANI COLLEGIALI CONSIGLI INTERSEZIONE CONSIGLI INTERCLASSE CONSIGLI CLASSE COLLEGIO DOCENTI CONSIGLIO D’ISTITUTO

12 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLE SEZIONI ALUNNI INSEGNANTI ORARIO ARANGEA 2 53 Bertucci Fran. Pane Teresa Laganà Angela Punzo Rita Caserta C. (Sos.) Dattola R.(Sos.) Greco M. (relig.) Dal lunedì Al venerdì 7,45-15,45 Tot. h 40 sett. ARMO 1 18 Napoli Ester Surace Rossana Privitera M. (sos.) Sartiani F. (relig.) Dal lunedì al venerdi 8,00-16,00

13 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Scuola dell’Infanzia Gli obiettivi generali sono: Maturazione dell’identità personale Conquista dell’autonomia Sviluppo di competenze Tali obiettivi saranno raggiunti attraverso quattro grandi ambiti. Ambiti La loro funzione è quella di organizzare logicamente gli obiettivi ritenuti indispensabili per lo sviluppo delle competenze dell’alunno e importanti sotto il profilo culturale. Il sé e l’altro: è l’area nella quale si determina l’apertura del bambino all’altro, non rinunciando, con questo, alla propria “unicità”, ma affermandola proprio attraverso il processo d’interazione con gli altri. Utilizzo e produzione dei messaggi: mira a potenziare le capacità comunicative dei bambini iniziando ad individuare su di sé e per gli altri, le caratteristiche che differenziano gli atti del parlare e dello scrivere, distinguendo tra segno delle parole, dell’immagine, del disegno e della scrittura, tra significato e significante. . Esplorare, conoscere e progettare: permette al bambino di appropriarsi di un linguaggio “ingenuo” e di assumere un metodo di continua ricerca, proprio del pensiero scientifico, per tendere verso tappe sempre più stabili di conoscenza. Corpo, movimento e salute: aiuta il bambino a scoprire, conoscere ed utilizzare il proprio corpo per avvicinarsi agli altri accompagnandolo verso una crescita completa e corretta che mira a star bene con se stessi e con gli altri, vivendo con gioia, cercando di crescere, curare il proprio benessere fisico e psichico in uno stato di tranquillità, di serenità, protetto e guidato dall’adulto

14 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
SCUOLA PRIMARIA PLESSO G. MOSCATO CLASSI ALUNNI INSEGNANTI ORARIO Dal lunedi al sabato 8,30- 13,30 Tot. h 30 set. 27 obblig. + 3 opz./facol. 1A 17 Ielo Caterina (prev.) Verduci Antonietta (mat) Bagnato Maria (inglese) Meduri Giovanna (relig.) 1B 22 Di Blasi Rita (prev.) Verduci Antonietta (mat) 2A Cutrupi Maria (prev,) Surace Giovanna (mat.) Bagnato Maria (inglese) Meduri Giovanna (relig 2B 15 Iatì Lorenza (prev.) Surace Giovanna (mat.) Nucera (inglese) Meduri giovanna (relig.) 2C 16 Pangallo Antonia (prev.) Saraceno Antonia (mat.) Nucera (inglese) Meduri Giovanna (relig.) 3A Moscato M. Giusi (prev.) Surace Giovanna (mat.) 3B 14 Libero Teresa (prev) Barreca Maria (mat.) Nucera (inglese) Meduri Giovanna (relig.) 4A Saraceno Antonia (prev.) Corrado Serafina (mat.) Naim Antonella (sost.) 4B 23 Nava Isabella (prev.) Barreca Maria (mat.) Bagnato Maria (inglese) Meduri giovanna (relig.) 5A 19 Adduci Aless. (prev.) Verduci Antonia (mat.) 5B Fiorenza Marisa (prev) Barreca Maria (mat)

15 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
PLESSO ARANGEA CLASSI ALUNNI INSEGNANTI ORARIO Dal lunedi al sabato 8,30- 13,00 Tot. h 30 set. 27 obblig. + 3 opz./facol. 1A 22 Putortì Carmela (prev.) Sgrò Maria (mat.) Nucera (inglese) Versace Angela (relig.) Libri Giovanna (sostegno) 2A 17 Lo Schiavo Rita (prev.) Filloramo Anna (prev.) 3A 24 Di Lorenzo Gugliel. (prev) Filloramo Anna (mat.) La Corte (relig.) 4A 21 Pustorino Vincenza (prev) 5A 16 Spinella Giuseppa (prev.) Sgrò Maria (mat.)

16 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Scuola Primaria Sulla base dell’accurata rilevazione dei bisogni formativi gli insegnanti della scuola primaria ritengono che ci debba essere coordinamento e coerenza fra i vari insegnamenti, sia nell’adozione d’atteggiamenti e modelli educativi comuni che nel proporre contenuti. Nella scelta degli argomenti gli insegnanti terranno conto dei programmi ministeriali, del curricolo verticale locale, delle potenzialità e degli interessi degli allievi, sfruttandone le particolari esperienze e la naturale curiosità. Nel piano di lavoro si stabilirà la programmazione dettagliata delle unità didattiche e le uscite che si ritengono più opportune per il conseguimento degli obiettivi specifici delle singole discipline. Il 20% del curricolo obbligatorio è destinato all’attuazione del progetto “L’ambiente che c’è in me,” poiché si ritiene che la conoscenza del proprio ambiente, naturale e storico, sia il modo migliore per recuperare il giusto senso di appartenenza e che questa sia una strada per contribuire a sviluppare una maggiore consapevolezza dei comportamenti individuali e collettivi nei confronti dell’ambiente esterno.

17 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO SCUOLE CLASSI ALUNNI INSEGNANTI ORARIO GALLINA OLIVETO 1A 2A 3A 1B 2B 3B 2C 1D 2D 3D 20 23 21 18 11 10 9 Mesiano Dom. (lettere) Milicia Cat. lettere) Vilasi Dem.( S. Mat. F.) Pellicanò C. (Ed. T.) Malara D. (Ed. Mus.) Cama Anna (Ed. Art.) Delfino Al. (Ed. Fis.) Musarella C. (Relig.) Squillaci P. (Ingl.) Ligato Anna (Franc.) Ligato M. (Sost.) Delfino Cons. (Lettere) Malavenda M.B. (Lett.) Amodeo G. (Sc. Mat.) Romeo C. C. (Sc. Mat.) Pellicanò C. (Ed. Tec.) Malara Dom. (Ed. Mus.) Cama Anna (Ed. Art.) Squillaci P. (Ingl.) Ligato Anna M, (Franc.) Ligato M. (Sost.) Calabrò Gius. (Lettere) Amodeo Ges. (Sc. Mat.) Chirico Aldo (Ed. TTec.) Foti Santina (Inglese) Ligato Anna M, (Franc.) Nettuno Sav. (Lettere) Pellicanò A. M. (Lettere) Chirico A. S.(Sc. Mat.) Chirico Aldo (Ed. Tec.) Malara Dom. (Ed. Mus.) Romeo G.(Ed. Mus.) Cama Anna (Ed. Art.) Calabrò P. (Ed. Art.) Delfino Al. (Ed. Fis.) Veccia Maria (Ed. Fis.) Musarella C. (Relig.) Falduto M. (Relig.) Laganà Fr. (Francese) Miliardi Lucia (Sost.) Dal lunedì al sabato 8,00- 13,00 Mercoledì la 1A Uscirà alle 14,00

18 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Scuola secondaria di I°grado Gli insegnanti della scuola secondaria di 1° grado ritengono necessario che ci sia coordinamento e coerenza tra i vari insegnamenti nell’adozione d’atteggiamenti educativi comuni; che i consigli di classe costruiscano ed attivino percorsi formativi idonei a favorire la crescita culturale e la maturazione personale degli alunni; che i consigli di classe adattino gli obiettivi educativi e didattici stabiliti dal collegio dei docenti alla realtà della classe. Piano attività per la Convivenza Civile: (iniziative che coinvolgeranno tutte le classi o classi parallele) attività di Educazione alla Salute, con particolare attenzione alla informazione ed alla prevenzione sui pericoli da consumo di alcool e droghe, alla prevenzione di malattie legate ad una alimentazione non corretta (tale corso sarà svolto in collaborazione con l’ U.O. di Educazione alla salute e Medicina Scolastica ASL 11 R.C., CE.RE.SO. Centro Reggino di Solidarietà) partecipazione al “PROGETTO ICARO” per la promozione dell’Educazione stradale fra i giovani celebrazione della GIORNATA DELLA SHOA (22 gennaio) con attività preparatorie percorsi di Educazione Ambientale, celebrazione della FESTA DELL’ALBERO (21 marzo) in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato partecipazione alla Commemorazione del Giudice Falcone ( Palermo 23 maggio)

19 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
DOVE ANDIAMO Il POF intende: 1) Dare a livello educativo, didattico, organizzativo, una risposta concreta ai bisogni reali e ai problemi dell’utenza, traducendo operativamente l’offerta formativa e tenendo sotto controllo gli esiti. 2) Presentare un progetto formativo che esplicita i livelli essenziali di prestazione: acquisire e sviluppare le conoscenze e competenze di base; apprendere i nuovi mezzi espressivi; educare ai principi fondamentali della convivenza civile in cui si valorizzano le risorse, si attivano i processi, si oggettivano i risultati, attraverso un monitoraggio a cadenza prefissata.

20 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
OFFERTA FORMATIVA PIANI DI STUDIO BISOGNI COMPETENZE DI BASE

21 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
I BISOGNI La società nella quale i nostri ragazzi si muovono, è oggi caratterizzata da una crisi di valori e di punti di riferimento. In relazione a ciò e all’età degli alunni che frequentano la scuola, emergono in linea generale i seguenti bisogni: Il bisogno d’identità, di confrontarsi, di competere, di misurarsi con gli altri per capire i propri limiti e le proprie capacità; Il bisogno d’autonomia e di sicurezza che si soddisfa valorizzando il positivo che si trova in ogni persona; Il bisogno di appartenere, di sentirsi parte di un gruppo, di stabilire rapporti sereni (star bene con se stessi e con gli altri). Compito della scuola è: Mettere in atto situazioni formative in cui l’alunno diventa soggetto attivo, sperimenta le proprie abilità, scopre i propri limiti, si confronti con gli altri nell’operatività, acquisisce competenze.

22 ATTIVITA’ OPZIONALI FACOLTATIVE
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA ATTIVITA’ OPZIONALI FACOLTATIVE I SAPERI La legge di Riforma n. 53/2003 prevede che l’alunno diventi consapevole del suo apprendimento. Perciò prevede che accanto al percorso curriculare obbligatorio la scuola proponga delle attività opzionali facoltative che amplino e rafforzino le competenze acquisite. La tabella che segue illustra le scelte dell’Istituto. SCUOLA PRIMARIA ATTIVITA’ OPZIONALI FACOLTATIVE LABORATORIO SCIENTIFICO LABORATORIO LINGUISTICO LABORATORIO DI LINGUA INGLESE (classe prima) SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO TEATRO GIORNALISMO MATEMATICA Tutte le attività si svolgeranno utilizzando la didattica del laboratorio per soddisfare le motivazioni alla fantasia, all’avventura, al movimento, all’esplorazione, alla costruzione, al far da sé. AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA “Lucki Volley a Scuola” Pallavolo scuola secondaria 1° (solo prime classi orarario curriculare) “A scuola di gioco sport” attività sportive per la scuola primaria di Arangea

23 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
ATTIVITA’ EXTRACURRICULARI L’istituto comprensivo, sempre attento ai bisogni e alle problematiche attuali, anche con le attività extracurriculari contribuisce a radicare nei ragazzi atteggiamenti positivi della personalità: impegno, responsabilità, entusiasmo, cooperazione, rispetto, coinvolgendoli in pratiche vitali che li interessino, l’impegnino e li orientino facendone emergere desideri e creatività. SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO PROGETTO PSICOMOTRICITA’ RECUPERO “G. MOSCATO” ARANGEA “CORO DELLA SCUOLA” TEATRO “FIABE IN MUSICA” ARANGEA CARNEVALE PELLARESE “G. MOSCATO” GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI “ALIMENTARSI BENE, PER VIVERE BENE” PROG. ED. ALIMENTARE “TEATRO E MUSICA A SCUOLA” “RAGAZZI IN…OPERA”

24 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
PROGETTO PSICOMOTRICITA’ Il progetto nasce dal desiderio di accompagnare i bambini della Scuola dell’Infanzia alla scoperta del corpo come espressione della personalità, come conoscenza di sé e come strumento privilegiato per la relazione con sé e con gli altri. La ricerca pedagogica ha dimostrato come un come un corretto sviluppo psicomotorio influenzi sensibilmente l’apprendimento scolastico: facilitando e potenziando le capacità espressive, agevolando l’apprendimento logico-matematico, favorendo l’acquisizione di tutte le nozioni che vanno sotto il nome di prerequisiti della lettura e della scrittura. Inoltre, l’educazione psicomotoria diventa un momento fondamentale di attività, finalizzata a migliorare le capacità individuali e ad accrescere lo sviluppo fisico e mentale. PROGETTO “MUSICANDO” La scuola primaria e la secondaria di 1° grado, sempre privilegiando la comunicazione attraverso le diverse forme espressive attuano un progetto di “Canto corale” che prevederà la costituzione del “Coro stabile della scuola”. Il progetto si articolerà in un percorso di 20 incontri dalla durata di 2 ore ciascuno. PROGETTO “TEATRO” Il Progetto Teatro mira a favorire il processo di maturazione ed il consolidamento della capacità di relazionarsi in modo consapevole con gli altri, sviluppando la socializzazione, lo spirito di collaborazione e di accettazione reciproca. L’uso di linguaggi verbali e non verbali e della comunicazione mimico-gestuale e musicale, il rispetto delle regole, di se stessi, degli altri, e l’attività di drammatizzazione svilupperanno negli alunni le capacità espressive e operativo-motorie e una maggiore conoscenza di sé, delle proprie capacità, dei propri limiti, potenziando l’autocontrollo e l’autostima.

25 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
PROGETTO “ALEMENTARSI BENE, PER CRESCERE BENE” Il progetto di educazione alimentare, destinato agli alunni delle classi prime e seconde, intende promuovere una riflessione sull’alimentazione in età giovanile, attraverso un approccio sia conoscitivo che pratico. Ha il fine d’informare e formare gli alunni, per porre le premesse di un comportamento alimentare consapevole degli adulti di domani e la comunicazione immediata delle informazioni da scuola a casa, per trasformare,così, le famiglie in poli di diffusione di concetti nutrizionali corretti e aggiornati. PROGETTO “RAGAZZI IN…OPERA” Il progetto destinato agli alunni delle classi terze e del secondo biennio della scuola primaria, si pone come obiettivo la conoscenza, da parte del ragazzo, delle varie forme d’arte. Partendo dalla lettura approfondita di brani scelti dalla migliore tradizione letteraria italiana, si cercherà di “colorare” i testi attraverso l’espressività, la mimica, la gestualità per trasportare i bambini in un gioco in cui sia possibile esternare sentimenti ed emozioni, misurandosi nelle relazioni con gli altri in ruoli e situazioni sempre diversi. PROGETTO “TEATRO E MUSICA A SCUOLA” Il progetto ha come fine la presa di coscienza reale delle diverse culture, il recupero di eventuali dispersioni offrendo percorsi alternativi, perché la musica e il teatro sono considerati corsie preferenziali per sollecitare l’interesse e la partecipazione attiva alla vita scolastica in prospettiva della formazione prima e del lavoro dopo. E’ di primaria importanza lo stretto rapporto che la musica ha con gli altri linguaggi. Portare il Teatro a Scuola significa stimolare i ragazzi a dare risposte concrete alle innumerevoli problematiche che scaturiscono nell’iter della formazione e della crescita generale. CARNEVALE PELLARESE L’associazione “Carnevale Pellarese” propone e collabora con il nostro Istituto, per l’allestimento di un carro allegorico per la festa del Carnevale Reggino Questa esperienza rappresenterà un’ulteriore opportunità formativa per i nostri ragazzi, in quanto la sua realizzazione consentirà di avviare l’insegnamento della lavorazione della cartapesta e la valorizzazione dell’artigianato tradizionale ed artistico. Il carro avrà come titolo “la regina di Asprea”. GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI Seguendo il percorso didattico iniziato nel secondo biennio della scuola primaria e in un’ottica di continuità formativa all’interno dell’Istituto Comprensivo, viene proposta l’elaborazione di un progetto di Pallavolo come attività sportiva scolastica che coinvolge le tre classi della scuola secondaria di primo grado e, in particolare, le 2 e le 3 classi. La pallavolo sport completo sotto tutti gli aspetti, da quello educativo a quello fisico psicologico, è anche uno sport propedeutico iniziatore e mai controproducente nei riguardi di altri sport. L’attività prevista si svolgerà in orario extracurriculare.

26 COMPETENZE DISCIPLINARI VERTICALI
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA COMPETENZE DISCIPLINARI VERTICALI ITALIANO STORIA GEOGRAFIA Ascolta, comprende, comunica oralmente. Legge e comprende testi di tipo diverso. Produce, rielabora testi scritti, riconosce la struttura della lingua e arricchisce il lessico. Si orienta e colloca nel tempo e nello spazio fatti ed eventi. Conosce, costruisce e comprende eventi e trasformazioni storiche. Si orienta e colloca nello spazio fatti ed eventi. Osserva, descrive e confronta paesaggi geografici con l’uso di carte e rappresentazioni. SCIENZE E. ALLA CONVIVENZA MATEMATICA Osserva e pone domande, formula ipotesi e le verifica. Riconosce e descrive fenomeni fondamentali del mondo fisico, biologico e tecnologico. Progetta e realizza esperienze concrete ed operative. Conosce, comprende regole e forme della convivenza democratica e dell’organizzazione sociale, anche in rapporto a culture diverse. Padroneggia abilità di calcolo orale e scritto. Riconosce, rappresenta e risolve problemi. Opera con figure geometriche, grandezze e misure. Utilizza linguaggi logici e procedure informatiche. I CURRICULI VERTICALI I docenti dell’Istituto Comprensivo, consapevoli che la realtà del loro contesto scolastico permetteva una scansione educativa e disciplinare unitaria, hanno deciso di elaborare un curricolo verticale dalla scuola dell’Infanzia alla scuola secondaria di 1° grado. Esso si è articolato in una progettazione educativa (vedi allegato) che è stata attivata negli anni precedenti ed alla quale hanno lavorato i docenti dei tre ordini di scuola.

27 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
COSA FACCIAMO RESPONSABILITA’ CONTINUITA' COLLABORAZIONE VALUTAZIONE RESPONSABILITA’ Coinvolgimento: consigli d’intersezione, d’interclasse, di classe, d’Istituto, assemblee, colloqui (vedi prospetto). Regole: regolamento d’Istituto (Allegato)

28 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
PIANO DELLE ATTIVITA’ ATTIVITA’ DATA Inizio lezioni Termine lezioni Termine 1° quadrimestre Termine 2° quadrimestre Elezioni degli organi collegiali Consigli d’intersezione Scuola dell’Infanzia Consigli interclasse Scuola primaria Colloqui e consegna schede (Cons.schede 1° q.) (cons. schede) Consigli di classe Scuola secondaria di 1° grado 25/26/ 5/6/ 15/16/ 6/7/ (Cons. schede 1° q.) 18/19/ 16/17/

29 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
CONTINUITA’ Progetti verticali d’Istituto Commissioni di lavoro (docenti dell’infanzia, primaria, secondaria di1° grado). Attività comuni negli anni ponte COLLABORAZIONE Tra alunni Tra docenti e personale scolastico Con i genitori Con Enti e Associazioni SCUOLA E TERRITORIO Attività d’avviamento allo sport Attività lingue straniere (con relativa certificazione) Patentino Patente europea computer Documentare la storia (IRRE) La scuola, per andare incontro alle famiglie, d’intesa con il Comune, garantisce per le scuole dell’infanzia il servizio mensa e per gli altri ordini di scuola il servizio di pre e post scuola e il trasporto. INTERVENTI PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI A norma dell’art. 13 della legge n.104/ 92 e dell’art. 126 del D.L.vo 297 /94, la programmazione educativa prevede forme d’integrazione e di sostegno a favore degli alunni portatori di handicap utilizzando docenti in possesso di particolari titoli di specializzazione. Per questi alunni sono assicurati la necessaria integrazione specialistica e il servizio socio-psico-pedagogico. Il sostegno è riferito alla classe che accoglie l’alunno portatore di handicap e il docente di sostegno partecipa alla programmazione e alla valutazione riferita a tutti gli alunni della classe. L'intervento educativo deve avere, dunque, come finalità oltre l'acquisizione delle abilità scolastiche di base, la possibilità di: - rafforzare l'autostima del ragazzo; - coinvolgerlo attivamente nel progresso di crescita, rendendolo cosciente delle sue reali capacità e dei progressi fatti; - mettere il ragazzo nelle condizioni di superare positivamente le difficoltà incontrate, aiutandolo a sviluppare adeguate strategie di soluzione; - creare una motivazione al suo impegno e al suo lavoro. SCUOLA NUMERO ALUNNI Scuola infanzia Armo 2 Scuola infanzia Arangea Scuola primaria “G. Moscato” 3 Scuola primaria Arangea 1 Scuola secondaria 1° grado Gallina 4 Scuola secondaria 1° grado Oliveto

30 STRUMENTI DI VALUTAZIONE
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA STRUMENTI DI VALUTAZIONE Il percorso educativo e didattico sarà valutato attraverso: Prove formali: test a carattere oggettivo interrogazioni, relazioni grafici disegni. Prove informali: osservazioni sugli aspetti comportamentali degli alunni; colloqui orai informali lavori di gruppo attività di laboratorio attività di convivenza VALUTAZIONE La valutazione assumerà carattere sommativi e formativo e terrà conto: del livello culturale di partenza delle personali doti intellettive del risultato delle verifiche e delle osservazioni sistematiche dell’impegno scolastico delle competenze raggiunte in rapporto al curricolo contenuto nel POF

31 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
PARAMETRI COMUNI PER L’ATTRIBUZIONE DEI LIVELLI OTTIMO Livello tassonomico: sintesi – valutazione Piena acquisizione delle competenze nella gestione dei contenuti disciplinari Capacità di trasferire conoscenze e competenze in sistemi diversificati per individuare nuovi procedimenti risolutivi in situazioni problematiche diverse. Produttivo ed autonomo metodo di lavoro Capacità di rielaborazione e valutazione critiche DISTINTO Livello tassonomico: analisi - sintesi Acquisizione completa e stabile dei contenuti Consapevole gestione dei contenuti disciplinari Organizzazione autonoma del lavoro BUONO Livello tassonomico: applicare - analizzare Acquisizione completa dei contenuti e delle strutture fondanti della disciplina Autonomia operativa SUFFICIENTE Livello tassonomico: conoscere - comprendere Acquisizione sostanziale dei contenuti Capacità di utilizzare i contenuti in maniera sistematica e non generica Metodo di lavoro coerente agli input ricevuti NON SUFFICIENTE livello tassonomico: conoscere Conoscenza limitata e non consolidata dei contenuti disciplinati Metodo di lavoro dispersivo e scarsamente strutturato Obiettivi raggiunti solo parzialmente

32 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
Per le valutazioni delle prove oggettive, come stabilito in ogni Collegio di Classe ed approvato dal Collegio dei docenti, si procederà all’assegnazione di un punto per ogni passaggio logico-operativo o risposta corretta e ci si riferirà alla seguente tabella: LIVELLO Con l’introduzione di questo sistema di correzione si giungerà ad un’omogeneità nella valutazione tra tutti i docenti del C. d. C. nonché dell’intero Istituto. O (OTTIMO) Dal 100% al 95% del punteggio fissato D (DISTINTO) Dal 95% al 80% del punteggio fissato B (BUONO) Dal 80% al 65% del punteggio fissato S (SUFFICIENTE) Dal 65% al 45% del punteggio fissato NS (NON SUFF.) Dal 45% al 0% del punteggio fissato

33 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
OBIETTIVI MINIMI INDIVIDUATI DAL CONSIGLIO DI CLASSE AREA NON COGNITIVA: Presta attenzione alle attività S’interessa alle attività che ritiene più adatte Rispetta generalmente le consegne E’ sempre provvisto di materiale Sa quasi sempre organizzare tempo, materiali, informazioni Esegue le consegne in modo completo anche se non accurato Produce lavori corretti anche se non sempre impostati autonomamente E’ ben inserito nel gruppo classe Collabora con i compagni Rispetta le norme stabilite

34 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA
CONCLUSIONI Al fine di rendere il presente Piano dell’Offerta Formativa maggiormente rispondente ai bisogni e alle richieste formative degli alunni, alle attese dei genitori e alle esigenze emerse dalla lettura del contesto culturale, sociale ed economico del territorio, periodicamente sarà monitorato per verificare l’efficacia e l’efficienza, ai fini del conseguimento dei risultati prefissati. FINE Ins. Maria Giuseppina Moscato


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GALLINA"

Presentazioni simili


Annunci Google