La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Promozione Turistica Attività Produttive Rete commerciale presente sul territorio Demanio con finalità turistico ricreativa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Promozione Turistica Attività Produttive Rete commerciale presente sul territorio Demanio con finalità turistico ricreativa."— Transcript della presentazione:

1 1 Promozione Turistica Attività Produttive Rete commerciale presente sul territorio Demanio con finalità turistico ricreativa

2 2 AREE DI COMPETENZA DEL SERVIZIO NELLAMBITO COMMERCIALE: AREE DI COMPETENZA DEL SERVIZIO NELLAMBITO COMMERCIALE: Pubblici esercizi; Strutture ricettive: alberghi, campeggi e attività extralbrghiere; Esercizi di vicinato e medie strutture di vendita; Commercio su aree pubbliche; Artigianato; Produttori agricoli; Carburanti; Trasporti acquei e terrestri; Farmacie; Parcheggi e autorimesse; Circhi e Spettacoli viaggianti; Sale giochi; Manifestazioni ed eventi; Autorizzazioni e nulla osta igienico-sanitari; Rivendite di quotidiani e periodici;

3 3 LE ATTIVITA COMMERCIALI N. 225 pubblici esercizi di cui n.60 allinterno dei campeggi; N. 22 alberghi; N. 90 esercizi commerciali; N. 31 campeggi; N. 5 mercati.

4 4 COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Anno 2002 Piano del Commercio su aree pubbliche (Legge Regionale n.10 del 2001) CRITERI DEL PIANO: 1) valutazione delle caratteristiche economiche del territorio, della densità della rete distributiva e della presunta capacità della domanda della popolazione residente e fluttuante; 2) esigenza di assicurare la migliore funzionalità e produttività del servizio da rendere al consumatore con un adeguato equilibrio con gli esercizi di vicinato e le medie strutture; 3) esigenza di favorire i centri storici; 4) considerazione delle previsioni contenute negli strumenti urbanistici vigenti; 5) considerazione delle norme in materia di requisiti igienico – sanitario, di viabilità, di pubblica sicurezza, nonché delle limitazioni e dei divieti posti a tutela delle aree avente valore ambientale.

5 5 Attuazione del Piano Approvazione dei regolamenti dei mercati: Treporti, Cavallino estivo, Cavallino invernale; Istituzione del mercato estivo-serale del Cavallino in P.zza S.M. Elisabetta; Istituzione del mercatino dellantiquariato e del collezionismo.

6 6 Mercati Esistenti Treporti: 43 posteggi; Cavallino invernale: 43 posteggi; Cavallino estivo: 293 posteggi; Cavallino estivo-serale: 70 posteggi; Dellantiquariato e del collezionismo: 30 posteggi.

7 7 DEMANIO CON FINALITA TURISTICO-RICREATIVA Legge Regionale n.9/2001 (L.R. in materia di turismo nr. 33/2002): attivazione dellUfficio Demanio Trasferimento delle competenze della Regione del Veneto ai Comuni. Trasmissione di un centinaio di fascicoli dalla Capitaneria di Porto di Venezia al Comune di Cavallino-Treporti. Predisposizione del Piano Particolareggiato dellArenile.

8 8 Individuazione dellambito di applicazione delibera di Consiglio Comunale n. 43 del 29/08/2002 Affidamento incarico per la redazione del Piano Particolareggiato dellarenile e della Variante relativa ai complessi ricettivi allaperto alla Pro.tec.o. S.C.R.L.; PIANO PARTICOLAREGGIATO DELLARENILE

9 9 Fase transitoria: delibere di Consiglio Comunale di indirizzo sulle modalità di rilascio di concessioni, autorizzazioni, denuncie inizio attività e permessi di costruire valevoli sino alladozione dei predetti strumenti pianificatori e regolamentari previsti dalla legge; Adozione del Piano Particolareggiato deliberazione G.C. n.227del 2003 in attesa della fase di approvazione

10 10 Stato attuale n. 68 concessioni demaniali rilasciate; n. 20 autorizzazioni per attività di noleggio di mosconi e canoe; n. 100 nuove richieste di rilascio concessioni demaniali sospese in attesa dellapprovazione del Piano Particolareggiato dellArenile.

11 11 Attività sul Demanio Attività sul Demanio COMMERCIO ITINERANTE Disciplina: -Delibere di Giunta Regionale del Veneto n.1902/2002 e n.633/2003 -Piano del Commercio sulle Aree Pubbliche Individuazione, con deliberazione di Giunta Comunale, del numero di nulla osta da rilasciare per lo svolgimento di attività commerciali in forma itinerante.

12 12 Parametri concordati con le Associazioni di categoria: a)difesa del bene pubblico soggetto a un particolare regime giuridico; b)armonizzazione dellattività commerciale con luso del bene; c)mantenimento della destinazione turistico- ricreativa del bene e non di trasformazione commerciale; d)garanzia di godimento del bene a favore della collettività turistica, nonché qualificazione dellimmagine del litorale.

13 13 CURA E GESTIONE DEL LITORALE MARINO Intervento di pulizia generale dellArenile con finanziamento regionale; Approntamento di servizi di gestione del litorale marino: -pulizia degli edifici comunali di CaSavio e di CaBallarin; -pulizia arenile; -primo soccorso; -salvataggio.

14 14 Progetto per il futuro Esternalizzazione dellattività di gestione dei servizi sul litorale marino con affidamento alla Equilium S.p.A. Equilium è una società a capitale misto, per la realizzazione e la promozione di servizi ed attività diretti allorganizzazione, gestione e sviluppo di iniziative attinenti al turismo secondo un programma di attività. La selezione del socio privato, con il quale procedere alla costituzione della società, avviene tramite una procedura ristretta ad evidenza pubblica assimilabile alla licitazione privata in materia di appalti di pubblici servizi. Chi è Equilium?

15 15 Oggetto sociale: E articolato in più settori di attività, che si possono così sintetizzare: - gestione di servizi ed attività attinenti al turismo finalizzate allo sviluppo del litorale (quali, ad esempio, le attività di gestione e riqualificazione dellarenile e di aree di pregio ambientale e naturalistico, di stabilimenti balneari, ecc.); - gestione di servizi a supporto delle imprese turistiche locali e per la promozione turistica locale; - la gestione di strutture ed infrastrutture finalizzate alla promozione turistica del litorale; - la realizzazione di iniziative fieristiche e promozionali per il territorio; - la gestione di terminals e parcheggi pubblici.

16 16 Capitale Sociale Il capitale sociale di ,00.= euro sarà sottoscritto e versato, per il 55%, dal Comune di Cavallino- Treporti che, quindi, sarà il socio di maggioranza della società, mentre i soci privati, selezionati con la procedura accennata prima, sottoscriveranno e verseranno complessivamente il restante 45% del capitale sociale.

17 17 DISCIPLINA ATTIVITA BALNEARI Ambito di competenza comunale: - larenile; - dalla battigia fino a 500 mt. dalla costa. Contenuto: - prescrizioni generali sulle spiagge e sugli specchi acquei ad esse antistanti; - elenco delle attività vietate; - individuazione delle attività balneari soggette ad autorizzazione; - sanzioni. Predisposizione di apposita cartellonistica posizionata negli accessi al mare con i contenuti dellordinanza.

18 18 PROMOZIONE TURISTICA Il si apre il primo convegno sullo sviluppo del turismo, quale risorsa fondamentale per il territorio, in quanto sistema economico complesso e trasversale rispetto a tutti i settori.

19 19INTERSETTORIALITA acquisti effettuati dalle imprese turistiche e della ristorazione, nonché direttamente dagli stessi villeggianti, nel ramo alimentare, in particolare produzione agricola e pesca; acquisti effettuati dai villeggianti nel settore del commercio, domanda di prodotti industriali e relativi servizi artigianali di assistenza per strutture e impianti; servizi alla persona; servizi di trasporto; servizi pubblici; erogazione di stipendi ai dipendenti e inizio di un nuovo ciclo indotto di consumi, investimenti diretti in strutture di ospitalità, quindi attivazione del settore delle costruzioni.

20 20 Le Associazioni di categoria, presenti sul territorio, e lAmministrazione Comunale sottoscrivono un accordo per la realizzazione di un Piano Marketing Operativo per il Turismo. Associazione Assocamping; Associazione Albergatori; Confartigianato; Confesercenti; Confcommercio; Confederazione Italiana Agricoltori; Coldiretti; Associazione Approdi Turistici Marina di Cavallino; Associazione Esercenti Pubblici Esercizi. RISULTATI DEL CONVEGNO: Finanziatori del Piano:

21 21 IL PIANO MARKETING PRINCIPALI PUNTI DI FORZA: 1) destinazione adatta ad un pubblico di famiglie; 2) grande diffusione dellofferta sul mercato straniero; 3) posizione geografica vantaggiosa per lidentità ambientale e naturalistica; 4) strutture ricettive rinomate a livello europeo; 5) vicinanza a Venezia; 6) buona tradizione gastronomica; 7) forte integrazione tra turismo e agricoltura; 8) ricaduta economica del fatturato turistico sul ramo artigianale. 1° FASE: ANALISI

22 22 PUNTI DI DEBOLEZZA: 1) stagionalità corta; 2) scarsa notorietà del nome della località; 3) limitata informazione ai turisti sugli aspetti di tutela dellambiente; 4) flussi in uscita di clientela da Cavallino- Treporti per tutte le attività del tempo libero (parchi acquatici, vie dello shopping serale, spettacoli, cultura, discoteche, pub, luna park); 5) ristrettezza delle proposte organizzate per il tempo libero.

23 23 OPPORTUNITA

24 24 Sviluppo di dodici strategie per la realizzazione del PARCO TURISTICO DI CAVALLINO TREPORTI COMUNICAZIONE E IMMAGINE COORDINATA; ACCOGLIENZA; WEB PROMOTION; OSPITALITA DI QUALITA; NATURA E SPORT; SHOPPING; MARKETING LAB OSSERVATORIO; SENSIBILIZZAZIONE/MARKETING INTERNO; MEDIA LAB; MARKETING PASSAPAROLA; EVENTI; ENOGASTRONOMIA. 2° FASE: PROGETTI

25 25 PROGETTOIMMAGINE COORDINATA OBIETTIVO: - percezione di Cavallino Treporti come Parco Turistico; -creazione di unimmagine per il coordinamento delle attività di comunicazione degli operatori pubblici e privati di Cavallino Treporti; - ottimizzazione delle risorse disponibili per le attività di comunicazione; - maggiore notorietà e posizionamento di leadership nel mercato interno.

26 26 LOGICA DEL MARCHIO 1) Volatile protagonista del paesaggio locale; 2) le aree colorate ricordano il suo ambiente: il blu del mare, il verde della vegetazione, e locra lambivalenza della terra e della spiaggia; 3) la parte letterale riporta la sintesi del Piano Marketing. Il simbolo scelto per identificare i luoghi di Cavallino- Treporti è la Garzetta.

27 27 Da parte delle Associazioni di Categoria in accordo con lAmministrazione Comunale. CRITERI DI SCELTA : dare una comunicazione chiara del messaggio e della percezione del prodotto allesterno; creare unimmagine coordinata tra le varie realtà del territorio; capacità di veicolare anche aspetti di carattere emozionale; capacità di lettura del marchio; COME E STATO SCELTO? Per garantire il corretto utilizzo del Marchio MANUALE DUSO

28 28 IL LOGO DI CAVALLINO – TREPORTI SPICCA IL SALTO DALLA CAPITALE (Il Gazzettino ) IL CAVALLINO DIVENTA UNA GARZETTA, IN NOME DEL TURISMO (Corriere del Veneto ) UNA GARZETTA IL NUOVO MARCHIO (La Nuova Venezia )

29 29 Progetto:Qualità darea turistica Accordo di programma Partner: Regione Veneto, Provincia, Azienda Speciale della Camera di Commercio; Obiettivo: evidenziare le particolarità, gli aspetti positivi e i limiti della qualità darea turistica, Finalità: condivisione tra operatori e abitanti del progetto di promozione della qualità.

30 30 PROGETTI DI COMUNICAZIONE Adesione a Progetti editoriali: La Costa Veneziana PROMOTORI: Azienda di Promozione Turistica e Sindaci dei litorali. OBIETTIVO: rilancio dellofferta turistica delle spiagge dellintera Provincia. PUBBLICAZIONE: De Agostini Periodici Dove Dossier. LEO PROMOTORI: Comune di Venezia, Provincia di Venezia, VPT, ATVO, Consorzio Venezia Nuova, Save Aeroporto di Venezia, ACTV; OBIETTIVO: periodico di attualità e cultura rivolto agli operatori del turismo.

31 31Programmazione DOVE VACANZE ESTATE 2005 Editoriale per promuove la località in Italia e allEstero. Piano di distribuzione: copie su tutto il territorio nazionale, nel periodo da aprile a settembre. Presentazione della rivista alla Bit di Milano e alla Cbr di Monaco. Con la partecipazione e il contributo di operatori pubblici e privati.

32 32 Cosa cè dietro un evento? Un Atto dintesa tra il Comune di Cavallino Treporti e il Genio Civile di Venezia; Una relazione dincidenza per prevenire possibili impatti negativi su tratti di spiaggia individuati come SIC; La predisposizione di misure di sicurezza e di interventi straordinari di pulizia dellarenile; Il posizionamento di unapposita cartellonistica a tutela dellambiente;

33 33 Unattività di sensibilizzazione e coordinamento delle forze dellordine: - Polizia Municipale; - Carabinieri; - Polizia di Stato; - Guardia Costiera; - Vigili del Fuoco; - Servizio forestale; - Protezione Civile; - Servizio dordine privato. Lapprontamento di una recinzione temporanea per la salvaguardia delle dune.

34 34 Manifestazioni Festa della Sparesea; Palio Remiero delle Contrade; Luna Park; Sagra della Madonna dei Mari; Sagra del Tempeston; Sagra di Santa Filomena; Spettacolo Musicale e Pirotecnico di Ferragosto; Isola Pedonale di CaSavio; Prima Regata Da Mare.

35 35 Andamento delle spese sostenute nel campo turistico

36 36 FIERE PROMOZIONALI FOOD ON THE BEACH: valorizzare lofferta turistica con nuove iniziative che sfruttino il crescente interesse verso le produzioni alimentari tipiche delle varie regioni dItalia. Organizzatore: Confesercenti.

37 37 NATURE: promuove un appuntamento dedicato alla qualità della vita, al cibo, alla cura di sé e al modo di vivere più naturale possibile suddividendo la fiera in tre grandi aree tematiche: alimentazione, salute ed ambiente. - Organizzatore: Venezia Fiere.

38 38 ORTOFEST: INTERREG ITALIA/SLOVENIA promuove un appuntamento dedicato alla qualità e al confronto tra i prodotti orticoli di Cavallino Treporti e quelli prodotti in territorio sloveno. Pubblicazione: le Ricette della Tradizione. Organizzatore: Rivivi Natura.

39 39

40 40LORTICOLTURA Assessorato alle Attività Produttive e Agricoltura della Provincia di Venezia Studio di fattibilità: Lindagine sullOrticoltura nel Comune di Cavallino-Treporti: stato di fatto, potenzialità di sviluppo, per promuovere i servizi per il settore agricolo, a supporto alle attività di vendita, promozione, assistenza tecnica. Adesione al progetto Commercializzazione dei prodotti orticoli nel Veneziano: opportunità e strategie di mercato, il distretto agroalimentare.

41 41 Analisi del progetto PRINCIPALI PUNTI DI FORZA ottima qualità dei prodotti; intensivazione delle colture; professionalità degli agricoltori; prodotti conosciuti ed apprezzati sui mercati; attenzione allambiente.

42 42 PUNTI DI DEBOLEZZA Pochi figli continuano lattività familiare Alta età dei produttori

43 43 Difficoltà nellampliare le aziende e bassa disponibilità di terreni in affitto Difficoltà nel ritrovare personale avventizio

44 44 Assenza di informazioni ufficiali sullandamento del mercato Pochi investimenti strutturali

45 45 Azioni di sviluppo Interventi di formazione della forza lavoro con il concorso di Regione, Provincia e Comune da coordinarsi con gli enti formativi; Politiche territoriali per incentivare lo sviluppo e lampliamento delle imprese agricole, puntando ad un aumento della superficie lavorata; Costituzione di una Organizzazione Produttori con sede nel territorio per poter promuovere le proprie produzioni; Un piano operativo per ottimizzare le infrastrutture esistenti; Un piano marketing territoriale per la valorizzazione delle produzioni, per lo sviluppo dei marchi e per il ritrovamento di sinergie con il settore turistico.

46 46 ARTIGIANATO Analisi della realtà economica e sociale del territorio commissionata dalla Confartigianato di Venezia. CAVALLINO-TREPORTI: UNECONOMIA CHE ……….. GALOPPA!

47 47

48 48 Rapporto Turismo/Artigianato Da un lato la dipendenza dal turismo dellartigianato è evidente dal fatto che il 32% delle imprese si concentra nel segmento dei servizi alle persone condividendone landamento (es. stagionalità corta). Dallaltro lartigianato di produzione non è presente in maniera sufficiente da garantire unautonoma azione al settore.

49 49 PUNTI DI FORZA: - Aumento del numero delle sedi d impresa artigiana; - Professionalità degli artigiani. PUNTI DI DEBOLEZZA: - Difficoltà reperimento di manodopera qualificata; - Difficoltà di investimento; - Perdita di competitività; - Prezzi dei fornitori.

50 50 Potenziamento dellArtigianato Predisposizione di uno studio del territorio mirato al reperimento di strumenti finanziari ed economici quali: Fondi Europei; Fondi Regionali; Iniziative di sviluppo locali; da mettere direttamente a disposizione delle imprese artigiane o attraverso iniziative dellAmministrazione Comunale.

51 51PESCA Accordo di Programma tra Magistrato alle Acque e Comune di Cavallino-Treporti per la definizione di un sistema logistico di porto peschereccio a Punta Sabbioni

52 52 Azioni di sviluppo Indagine sulla consistenza della flotta peschereccia attualmente presente. Studio di fattibilità per la sistemazione logistica delle imbarcazioni.

53 53 Approvazione di un piano attuativo per unarea da adibire al ricovero delle attrezzature da pesca, alle foci del Sile


Scaricare ppt "1 Promozione Turistica Attività Produttive Rete commerciale presente sul territorio Demanio con finalità turistico ricreativa."

Presentazioni simili


Annunci Google