La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sabina Polidori Osservatorio Nazionale per il Volontariato - Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - ISFOL Bilancio sociale e legami.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sabina Polidori Osservatorio Nazionale per il Volontariato - Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - ISFOL Bilancio sociale e legami."— Transcript della presentazione:

1 Sabina Polidori Osservatorio Nazionale per il Volontariato - Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - ISFOL Bilancio sociale e legami di comunità

2 Metafora dello specchio(*) BILANCIO SOCIALE = STRUMENTO CHE PORTA LORGANIZZAZIONE A VEDERE SE STESSA COME UNIMMAGINE RIFLESSA (*) Viviani Mario, Specchio Magico. Il bilancio sociale e levoluzione delle imprese, Il Mulino, Bologna, 1999

3 La metafora dellimmagine riflessa incorpora ed evidenzia gli elementi considerati distintivi del BS Il bilancio sociale ha quindi, la funzione di completare le informazioni numeriche in parte desumibili dalla lettura dei rendiconti della gestione, e di illustrare ai terzi quei dati e quei valori che poco si prestano alla rappresentazione numerica

4 Processo di costruzione del BS per gli enti TSBENEFICIARI/UTENTI MAPPA DEI PORTATORI DI INTERESSE CARTA ETICA VISIONE INDICATORI PER LO SCHEMA DI RENDICONTO VALORE AGGIUNTO DICHIARAZIONE DI MISSIONE POLITICA DEL BS

5 Il tema della redazione di un bilancio sociale Il tema della redazione di un bilancio sociale è diventato attuale anche per gli enti del terzo settore, poiché oggi sussiste una nuova forma di responsabilità sociale: dimostrare che si è fatto un uso efficace ed efficiente delle risorse, non solo in termini economici, ma anche in termini di ricaduta sociale. il perseguimento concreto dei presupposti etici che stanno a fondamento dellorganizzazione. Lobiettivo non è il mero rispetto di regole amministrativo-contabili, ma il perseguimento concreto dei presupposti etici che stanno a fondamento dellorganizzazione. BS E TERZO SETTORE

6 necessità di una duplice rendicontazione che superi i sistemi tradizionali della comunità di riferimento oTutti gli enti del terzo settore hanno la necessità di una duplice rendicontazione che superi i sistemi tradizionali e che porti a una ricerca di trasparenza e chiarezza nei confronti di alcune categorie di stakeholder, dei finanziatori in primis, ma anche della comunità di riferimento (e, non a caso, da qualche anno lesigenza di un bilancio sociale comincia ad affermarsi anche nelle amministrazioni pubbliche) (**). (**) Per un approfondimento, cfr. Sergio Ricci, «Bilancio di rendicontazione sociale: le prime linee guida», in Terzo Settore n. 5/2006, pag. 44.

7 Gli enti del terzo settore hanno il dovere di riferire sugli obiettivi che si propongono e per i quali hanno ricevuto delle risorse da parte della comunità, per cui la loro rendicontazione deve assumere una connotazione non solo economica, ma anche sociale. La finalità principale del bilancio sociale è quindi presentare pienamente il ruolo sociale e quindi dinteresse pubblico dellattività svolta da parte dellorganizzazione non lucrativa.

8 Ma come si possono raccontare le azioni e i risultati degli enti del terzo settore in relazione ai contesti nei quali operano mostrandone lutilità, lincremento di ricchezza e di benessere sociale che esse producono? Con il bilancio sociale = strumento che consente di monitorare i comportamenti di unorganizzazione e di informare gli interlocutori interni ed esterni dei traguardi sociali raggiunti fornendo dati e informazioni necessari per un governo democratico

9 ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E BS ? Siamo allinizio del processo, SOPRATTUTTO PER LE PICCOLE

10 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Sabina Polidori Osservatorio Nazionale per il Volontariato - Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - ISFOL Bilancio sociale e legami."

Presentazioni simili


Annunci Google