La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati 1 Le reti di nuova generazione come motore di sviluppo del Mercato e del Paese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati 1 Le reti di nuova generazione come motore di sviluppo del Mercato e del Paese."— Transcript della presentazione:

1 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati 1 Le reti di nuova generazione come motore di sviluppo del Mercato e del Paese

2 2 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi VimercatiNGN Il processo di evoluzione e trasformazione delle reti di telecomunicazioni è caratterizzato da una crescente convergenza tra reti fisse e mobili, che richiede un continuo confronto tra operatori e industria. Il processo di evoluzione e trasformazione delle reti di telecomunicazioni è caratterizzato da una crescente convergenza tra reti fisse e mobili, che richiede un continuo confronto tra operatori e industria. In questo contesto assumono rilevanza sempre maggiore gli aspetti relativi alla interoperabilità delle reti, con lo scopo di fornire allutenza bande sempre più larghe. In questo contesto assumono rilevanza sempre maggiore gli aspetti relativi alla interoperabilità delle reti, con lo scopo di fornire allutenza bande sempre più larghe. La rete di accesso attuale, grazie alla fibra ottica, ma anche ai sistemi di accesso ADSL (ADSL2+), è in grado di fornire servizi IPTV di ottima qualità. Tuttavia la crescita del traffico potrebbe portare ad una congestione di alcuni segmenti di rete con conseguenti deterioramenti delle trasmissioni. Saranno quindi sempre più necessari interventi in grado di aumentare la capacità trasmissiva e di garantire la qualità del servizio. Per quanto riguarda la rete di accesso sono state studiate tecniche in grado di garantire allutenza finale una larga banda compatibile con servizi TV interattivi, anche ad alta definizione. La rete di accesso attuale, grazie alla fibra ottica, ma anche ai sistemi di accesso ADSL (ADSL2+), è in grado di fornire servizi IPTV di ottima qualità. Tuttavia la crescita del traffico potrebbe portare ad una congestione di alcuni segmenti di rete con conseguenti deterioramenti delle trasmissioni. Saranno quindi sempre più necessari interventi in grado di aumentare la capacità trasmissiva e di garantire la qualità del servizio. Per quanto riguarda la rete di accesso sono state studiate tecniche in grado di garantire allutenza finale una larga banda compatibile con servizi TV interattivi, anche ad alta definizione.

3 3 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Per un Paese più competitivo è necessaria una correlazione positiva tra: INNOVAZIONE PRODUTTIVA INNOVAZIONE DIGITALE MIGLIORAMENTO DELLA PERFORMANCE DELLE IMPRESE Le aree tecnologiche prioritarie per la competitività del Paese sono: EFFICIENZA ENERGETICA MOBILITÀ SOSTENIBILE SCIENZA DELLA VITA NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY TECNOLOGIE INNOVATIVE PER IL PATRIMONIO CULTURALE TECNOLOGIE DIGITALI ALLA BASE DEL PROCESSO MODERNIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE In Italia ci sono ancora circa 4,2 milioni di cittadini in digital divide (7,5% della popolazione totale), distribuiti in 2566 Comuni (32% del totale). Il digital divide è maggiore nel centro-nord ( abitanti) che nel mezzogiorno ( abitanti). Per incrementare la competitività - occorre accelerare non solo il processo di penetrazione infrastrutturale, ma anche luso sociale delle Rete. Levoluzione della Rete è direttamente proporzionale allevoluzione del territorio in cui si espande: internet raggiunge oltre un miliardo di utenti nel mondo e circa 24 milioni di persone in Italia. Ogni giorni nascono circa blog, per un totale di 100 milioni di blog in tutto il mondo. Competitività del Paese

4 4 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati EIS 2007 Lanalisi condotta dallo European Innovation Scoreboard 2007 suddivide gli Stati in quattro gruppi a seconda della loro performance dinnovazione: 1.Innovation leaders: Danimarca, Finlandia, Germania, Israele, Giappone, Svezia, Svizzera, Regno Unito e USA. 2.Innovation followers Austria, Belgio, Canada, Francia, Islanda, Irlanda, Lussemburgo e Paesi Bassi. Italia 3.Moderate innovator Italia, Spagna, Norvegia, Slovenia, Repubblica Ceca, Estonia, Australia e Cipro. 4.Catching-up countries: Bulgaria, Croazia, Grecia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Portogallo, Romania e Slovacchia La Svezia è il paese più innovatore, mentre la Turchia è il più arretrato. Il gap tra i paesi moderatamente innovatori e quelli leader nellinnovazione si sostanzia soprattutto nel campo della proprietà intellettuale.

5 5 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Rapporto ECTA Ma anche la bassa penetrazione della banda larga registrato in Italia non aiuta la crescita e linnovazione. La disomogeneità di tale crescita crea ora situazioni di particolare difficoltà. I dati rilevati dallECTA (European Competitive Telecommunications Association) rivelano che la penetrazione delle connessioni veloci viaggia a passo lento (+3% negli ultimi 6 mesi).

6 6 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi VimercatiWIMAX una cifra che non raggiunge affatto la media europea. Auspichiamo che il WIMAX aiuti a garantire presto una copertura totale del territorio e in particolare delle aree rurali. Lasta per lassegnazione delle frequenze WIMAX ha segnato il record dincassi europeo (più di 136 milioni di euro) e ha dato vita a due nuovi operatori nazionali: ARIADSL e Va AFT (LINKEM). Va sottolineato che lunico incumbent rimasto in gara è Telecom, che si è aggiudicato una parte rilevante di mercato ma non sullintera nazione. Fastweb, Mediaset, e wind, hanno infatti abbandonato la gara durante le 9 giornate di rilanci per laggiudicazione. Nel 2011 il banda larga sarà di fatto un servizio universale, senza più aree scoperte. Finora è coperta solo l87% della popolazione,

7 7 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Il Comitato banda larga: Liguria Il Comitato per la diffusione della banda larga (costituito dai Miniesteri delle Comunicazioni, degli Affari regionali e Autonomie Locali e da quello per le Riforme e Innovazioni nella P.A.) ha emanato le Linee guida per i Piani regionali per la banda larga, al fine di offrire alle Regioni un supporto metodologico uniforme e condiviso per il superamento del digital divide. La disponibilità di piani regionali confrontabili consentirà al Comitato di definire, in accordo con le Regioni, le priorità di investimento per lutilizzo delle risorse messe a disposizione dal Governo. Il comitato per la diffusione della banda larga ha preso accordi con i presidenti della regione Lazio e della Liguria per azzerare il digital divide almeno a livello locale entro il Il progetto in liguria costerà 16 milioni di euro, di cui 10 milioni saranno finanziati dal Ministero delle Comunicazioni tramite di Infratel e 6 milioni dalla Regione Liguria.

8 8 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Piano telematico Emilia-Romagna ( ) Dopo il successo ottenuto con il Piano telematico Regionale , è stato avviato una nuovo piano per il triennio ( ) volto ad agevolare lo sviluppo della società dellinformazione, realizzando la più grande community network della Pubblica Amministrazione. Il piano ambisce a definire il cosiddetto "Livello minimo di comunicazione" ovvero lindividuazione di quei servizi che è opportuno diventino patrimonio di tutti. Di fatto, il Piano telematico Regionale vuole essere il contributo dellanima informatica regionale al raggiungimento dei target dellAgenda di Lisbona. Rispetto al piano precedente aumenta lattenzione al tema del digital divide nelle zone ancora non provviste di connettività a larga banda (circa il 20% del territorio). La copertura regionale prevede lintegrazione di varie tecnologie xDSL, fibra ottica e wireless.

9 9 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Digital divide attuale in Sardegna popolazioni linee popolazionilinee Il piano di superamento del Digital Divide in Sardegna prevede un contributo che copra il cosiddetto market failure per gli operatori di TLC che investono nel territorio portando la banda larga. Linvestimento Fondi disponibili: euro delibera CIPE 83/ euro Regione Autonoma Sardegna Contributo: euro Centrali in cui èstata attivata lADSL: 143 Linee in cui èstata attivata lADSL: Nuovi comuni serviti: 105 è sottoposto ad un periodo di monitoraggio dopo il quale, se il market failure è inferiore a quello previsto, viene recuperata parte del contributo stesso. Oggi Copertura finale prevista

10 10 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Il Comitato banda larga

11 11 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Il Comitato banda larga DINAMICA DELLA COPERTURA PER TECNOLOGIA La disponibilità della tecnologia ADSL2+ - la seconda generazione broadband - è ancora limitata a poco più della metà della popolazione italiana (56% a metà 2007), ma è in rapida diffusione. LADSL2+ garantisce un significativo aumento delle prestazioni dei collegamenti (fino 20 Mbps in download, contro i 4-6 Mbps dellADSL. Fonte: Osservatorio Banda Larga – Between (giugno 2007)

12 12 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati RFID e IL PROGETTO GIAPPONESE Con la diffusione del Wi-Max, anche la tecnologia a radiofrequenza, linternet degli oggetti, acquisterà una maggiore immediatezza, poiché ogni cosa potrà essere sempre in Rete. I tag RFId (radio frequency identification) garantiscono non solo lottimizzazione dei processi insiti nella filiera produttiva, ma rappresentano anche una sicurezza per i consumatori, grazie alla tracciabilità dei prodotti. Il Governo giapponese sta sviluppando un progetto poderoso per il dispiegamento di infrastrutture di TLC che - anche mediante limpiego di RFID - siano capaci di dialogare fra loro, permettendo di connettere persone e oggetti tra di loro, ovunque, abbattendo il Digital Divide. Il progetto - che prende il nome di ubiquitous-Japa - promette di creare un business da 1500 miliardi di dollari (3/4 del PIL italiano e 1/3 di quello giapponese), un gran numero di posti di lavoro qualificati e la nascita di nuove professioni.

13 13 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Giappone: piano La maggiore criticità del progetto giapponese sembra essere la disconnessione tra investimenti e ricavi, perché il soggetto che investe non è quello che guadagna. Linvestimento nazionale è ingente, infatti, loperatore dominante di telecomunicazioni - la NTT – deve investire 50 miliardi di dollari, i ricavi attesi complessivi sono però 30 volte gli investimenti della NTT. Il Giappone ha già stilato un Piano di intervento per il , che prevede: Completamento dello sviluppo della rete di trasmissione ad alta e a ultra-velocità per il 100 per cento della popolazione. Fornire servizi di e-government per almeno l80 per cento della popolazione. Promuovere luso delle tecnologie e garantire all80 per cento della popolazione un uso facile.

14 14 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati Negli ultimi 3 anni è quadruplicata la diffusione di internet veloce: nel 2005 si registravano 800mila accessi e nel 2007 se ne contano 3,2 milioni (dati eMarketer). Il governo indiano ha dichiarato il 2007 «anno della banda larga» e promesso di offrire entro il 2010 internet veloce a tutti gli abitanti gratuitamente. Fino al 1997 le infrastrutture erano gestite dal governo, ora lo Stato controlla e affitta su richiesta i cavi alle principali compagnie telefoniche. Uno dei meriti della spinta economico-tecnologica del Paese è nell'aver istituito un fondo, chiamato Usof (Universal Service Obligation Fund) a cui i cittadini devono versare una quota pari al 5% dei loro guadagni. Attualmente l'Usof vanta un incalcolabile capitale che permetterà di realizzare ambiziosi progetti. Tuttavia, secondo il rapporto India Overview di eMarketer, si prospetta che l'India raggiungerà i 10.5 milioni di famiglie con la banda larga, (metà dell'obiettivo) "soltanto" entro il BANDA LARGA IN INDIA

15 15 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati BANDA LARGA IN AUSTRALIA Il governo laburista del premier Kevin Rudd ha promesso, durante la sua campagna elettorale dello scorso anno, un accesso a Internet cento volte più veloce di quella attuale, ovvero a una velocità di 25 megabit per secondo per il 98 per cento della popolazione urbana e rurale. L'ambizioso piano prevede un investimento di circa 4,7 miliardi di dollari australiani, provenienti da capitali statali e privati. APPLICAZIONI - Sulla linea telefonica di casa gli australiani potrebbero quindi presto sfruttare diverse applicazioni contemporaneamente, come per esempio, la tv via Internet ad alta definizione, videochiamate, telefonate in Voip, programmi, giochi e contenuti video. La velocissima rete sarà supportata dalla nuova tecnologia «Vdsl» (Very High Speed DSL). La nuova rete scelta dal governo Rudd sarà «fibre-to-the node», ovvero utilizzare la fibra ottica per una parte della connessione e il tradizionale doppino in rame per lultimo miglio. I primi lavori per interrare i cavi potrebbero iniziare già entro il 2008 per concludersi tra meno di cinque anni.

16 16 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati BANDA LARGA IN FRANCIA Il Presidente francese ha inoltre espresso il arrivare in due anni al 70% delle abitazioni francesi dotate di un PC. Nicolas Sarkozy ha promesso di portare entro il 2012 al 100% la percentuale dei francesi che avranno potenzialmente accesso alla banda larga. Il Presidente francese ha inoltre espresso il desiderio di arrivare in due anni al 70% delle abitazioni francesi dotate di un PC. Secondo l'Eliseo, oggi il 55% dei francesi è dotato di un PC, mentre la media europea si attesta al 70%, e il 40% dei francesi ha la possibilità di connettersi alla banda larga mobile. Secondo l'Eliseo, oggi il 55% dei francesi è dotato di un PC, mentre la media europea si attesta al 70%, e il 40% dei francesi ha la possibilità di connettersi alla banda larga mobile. La Francia e la Germania hanno richiesto congiuntamente alla conferenza mondiale delle radiocomunicazioni, che una parte delle frequenze libere dallo switch-over (fine della televisione analogica) possano essere destinate alla banda larga e alla "pianificazione numerica del territorio". La Francia e la Germania hanno richiesto congiuntamente alla conferenza mondiale delle radiocomunicazioni, che una parte delle frequenze libere dallo switch-over (fine della televisione analogica) possano essere destinate alla banda larga e alla "pianificazione numerica del territorio".

17 17 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati CONNECT AFRICA Per favorire e stimolare la crescita economica e lo sviluppo dellAfrica - lInternational and Telecommunication Union (ITU), lUnione Africana, la Banca Mondiale e lAlleanza mondiale delle Nazioni Unite per lICT e lo sviluppo, in partnership con la Banca Africana per lo Sviluppo e il Fondo Globale per la solidarietà digitale – hanno ideato e organizzato il progetto Connect Africa. Lidea di creare una partnership tra multi-stakeholder nasce dallesigenza di raccogliere risorse umane, finanziare e tecniche con lo scopo di incentivare la realizzazione di infrastrutture ICT in Africa, capaci di portare la connettività in tutto il territorio a una velocità tale da permettere anche lo sviluppo delle relative applicazioni a prezzi ragionevoli. Il progetto è stato annunciato e lanciato durante il Summit of Leaders, tenutosi a Kigali il 20 e 30 ottobre 2007, con il patrocinio della Presidenza del Rwanda e del Ghana.

18 18 Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati VII Programma Quadro La UE ha stanziato 9 miliardi di euro (la fetta più ampia delle risorse economiche) PROGETTI ICT lEuropa leader mondiale in materia di hi-tech.


Scaricare ppt "Sottosegretario di Stato, Professor Luigi Vimercati 1 Le reti di nuova generazione come motore di sviluppo del Mercato e del Paese."

Presentazioni simili


Annunci Google