La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lorganizzazione territoriale dellattività motoria sportiva scolastica LAquila 10 Marzo 2006 – Facoltà di Scienze Motorie DallEducazione Fisica alle Scienze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lorganizzazione territoriale dellattività motoria sportiva scolastica LAquila 10 Marzo 2006 – Facoltà di Scienze Motorie DallEducazione Fisica alle Scienze."— Transcript della presentazione:

1 Lorganizzazione territoriale dellattività motoria sportiva scolastica LAquila 10 Marzo 2006 – Facoltà di Scienze Motorie DallEducazione Fisica alle Scienze Motorie: quale futuro? PROF. GIOVANNI BIAGIOTTI DIRETTORE TROFEO CITTÀ DI PRATO

2 Associazione Sportiva Dilettantistica, che promuove iniziative finalizzate alla partecipazione degli studenti delle scuole della Provincia di Prato ad attività motorie Sportive Espressive Ambientali TROFEO CITTÀ DI PRATO Attivate in sinergia con Enti Locali Istituti Scolastici Federazioni ed Enti di promozione sportiva Società Sportive Associazioni di Volontariato

3 BREVE STORIA 1959 : prima indagine ISTAT sulla partecipazione sportiva 1998 :Decreto legislativo 31/3 n° 112 (conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni e agli Enti Locali, in attuazione del capo 1° L. 15/3/97 n° 59) 1960 : Olimpiadi di Roma 1962 : a Prato nasce il C.G.F.S : Prato città italiana con il miglior rapporto impianti sportivi/residenti 1978 : a Prato nasce il Comitato promotore Trofeo Città di Prato 1999 : D.P.R. 275 Istituzione dellAutonomia Scolastica 2004 : Il TCP si trasforma in Associazione Sportiva Dilettantistica

4 Evitare la monosportività, la specializzazione precoce, labbandono, favorendo la crescita di una coscienza critica verso tutti i fenomeni di intolleranza, violenza e doping Obiettivi dellAssociazione Realizzare il diritto alleducazione motorio-sportiva per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado Programmare attività che siano attente e solidali con le fasce svantaggiate al fine di renderle autonome nella vita sociale consentendo loro di vivere in piena autonomia anche lo sport agonistico Sostenere lo sviluppo della personalità del bambino/adolescente, sviluppandone le potenzialità e favorendone lespressione Proporre attività attente agli aspetti salutistici della pratica motorio-sportiva ed alla prevenzione del disagio Organizzare momenti di aggregazione, partecipazione sociale, scambio culturale, in collaborazione con lassociazionismo territoriale Favorire la pratica del maggior numero di attività motorio-sportive affinchè ciascuno possa ricavarne esperienze di vissuto positivo

5 LOfferta Formativa CONSULENZE LABORATORI MULTIDISCIPLINARI/SPECIALI MANIFESTAZIONI ED EVENTI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE

6 Scuola dInfanzia e Primaria AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE Corsi e laboratori rivolti ai Docenti ed agli Operatori CONSULENZE Le scuole usufruiscono della consulenza di un operatore TCP che affianca il docente nelle fasi di Programmazione Incontri diretti con la classe Verifica e/o realizzazione dellevento finale LABORATORI MULTIDISCIPLINARI E SPECIALI Programmi realizzati in contesti specifici per linterazione di più discipline, o programmi sperimentali a fronte di particolari situazioni di disagio, per il coinvolgimento di ciascun bambino.

7 Scuola Secondaria di 1° e 2° grado AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE CONSULENZE Offerta alle scuole di ore di consulenza su attività nuove e diversificate LABORATORI MULTIDISCIPLINARI E SPECIALI Attività ambientate in contesti specifici, per favorire linterazione disciplinare e gli scambi sportivi o programmi speciali per il coinvolgimento e lespressione di tutti i ragazzi, compresi i diversamente abili. MANIFESTAZIONI ED EVENTI Giornate e campionati che valorizzino le esperienze annuali relative alle diverse discipline e favoriscano lorientamento sportivo Corsi e laboratori rivolti agli Operatori, ai Docenti, ai Tecnici federali

8 LE PROPOSTE PER LA SCUOLA SECONDARIA Lofferta è segmentata come segue: Attività Sportive: Aerobica Atletica Badminton Baseball Calcio a 5 Basket Pallavolo Nuoto Attività Espressive Danza Educativa Giocoleria Danza latino americana Break Dance Hip Hop Poid Pois Attività sportive ambientali Aquilonismo Arrampicata Mountain Bike Pesca Sportiva Orienteering Trekking Ultimate frisbee Pallamano Rugby Tennistavolo Judo Yoga Tai chi Pallatamburello

9 Laboratori Multidisciplinari e Speciali Bisenzio Bike Il Bosco e il fuoco Arte e movimento Suono e movimento Vele in mare Colazione a Scuola

10 EVENTI, GARE E MANIFESTAZIONI Teen square Corsa Campestre Triathlon Tornei Giochi di squadra Atletica Indoor Ultimate Frisbee Tennistavolo

11 LA FORMAZIONE E LAGGIORNAMENTO Lobiettivo di fondo è quello di individuare, pur nel rispetto delle singole autonomie, elementi comuni di ordine metodologico e pedagogico-didattico che portino alla creazione di valore per lintero sistema sportivo scolastico pratese. Organizzazione annuale di percorsi di formazione destinati a Docenti di Educazione Fisica, Insegnanti della Scuola dInfanzia e Primaria, Operatori del TCP e del CGFS, Tecnici di Federazioni e Società. Anno 2005/06: Proposte dAutore organizzato da TCP-CGFS-CONI-CSA

12 I NOSTRI STAKEHOLDERS CHI OPERA Amministratori Tecnici CHI CONTRIBUISCE Soci finanziatori Università di Firenze Sponsors Partners CHI BENEFICIA Istituti scolastici Studenti/utenti Insegnanti Famiglie Operatori

13 ORGANIGRAMMA Staff Tecnico Assemblea dei Soci Presidente C.d.A. Revisore dei Conti Organi Statutari Direttore Responsabile Scuola Infanzia e Primaria Responsabile Scuola Secondaria Responsabile Progettazioni e risorse Responsabile Amministrativo Comitato Scientifico

14 LE RISORSE UMANE Diplomati I.S.E.F. Laureati in Scienze Motorie Studenti in Scienze Motorie Tecnici delle F.S.N. Ad oggi operano nella struttura circa 100 insegnanti

15 I RISULTATI I RISULTATI COSEGUITI Il seguente quadro evidenzia i numeri relativi alla partecipazione, nellanno scolastico 2004/2005, degli alunni e delle scuole che hanno concorso alle attività organizzate dal T.C.P. nonché il numero delle attività svolte, delle giornate di gara e delle manifestazioni conclusive. Scuola dellInfanzia Scuola Primaria Scuole secondarie primo grado Scuole secondarie secondo grado TOTALE Ordine Scuole ScuoleAlunniAttività Giornate gara Manifestazioni Lezioni aperte


Scaricare ppt "Lorganizzazione territoriale dellattività motoria sportiva scolastica LAquila 10 Marzo 2006 – Facoltà di Scienze Motorie DallEducazione Fisica alle Scienze."

Presentazioni simili


Annunci Google