La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stress e burn-out nellinsegnamento. Il ruolo dellinsegnante… ???

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stress e burn-out nellinsegnamento. Il ruolo dellinsegnante… ???"— Transcript della presentazione:

1 Stress e burn-out nellinsegnamento

2 Il ruolo dellinsegnante… ???

3 I lavoratori della conoscenza e la complessità

4 Variabili sociali: il ruolo della scuola Ideologia sociale sulla funzione della scuola e dellinsegnamento Lo scopo della istituzione scuola negli intenti iniziali della scolarizzazione di massa (più di un secolo fa) Lo scopo della istituzione scuola negli intenti iniziali della scolarizzazione di massa (più di un secolo fa) Lo scopo e la finalità della scuola attualmente (scolarizzazione totale e formazione dell uomo ideale) Lo scopo e la finalità della scuola attualmente (scolarizzazione totale e formazione dell uomo ideale)

5 Variabili psicologiche: le aspettative sul ruolo e la percezione di sè Come si percepisce il proprio ruolo (allinterno della scuola, e nella società)?

6 Il fenomeno dello stress lavorativo e del burn-out Definizione generale di stress: Lo stress è la risposta non specifica dellorganismo a qualsiasi richiesta proveniente dallambiente (H. Selye, 1975)

7 Il fenomeno dello stress lavorativo e del burn-out Definizione di stress organizzativo: Possiamo definire lo stress organizzativo come il modo di reagire di un individuo a richieste che gli provengono dallambiente organizzativo in cui è inserito, che egli percepisce come una minaccia per il proprio benessere psicofisico

8 IL MODELLO PERSON/ENVIRONMENT DELLO STRESS ORGANIZZATIVO PERSONA OGGETTIVA Caratteristiche professionali oggettive(es.insegnante) AMBIENTE SOGGETTIVO Percezione delle richieste dellorganizzazione PERSONA SOGGETTIVA Percezione delle proprie caratteristiche professionali AMBIENTE OGGETTIVO Richieste oggettive dellorganizzazione CONTATTO CON LA REALTÀ ADATTAMENTO OGGETTIVO (coping) ACCURATEZZA DELLAUTOPERC EZIONE ADATTAMENTO SOGGETTIVO (difese psicologiche) DISTRESS

9 Il burn-out nellinsegnamento Il burn out è un particolare fenomeno psicopatologico che definisce il crollo emotivo, e talvolta anche fisico, che può coinvolgere le professionalità che svolgono lavori di cura, che si fondano sulla relazione daiuto (insegnanti, infermieri, volontari, educatori, psicologi, etc…). Questo crollo psicofisico avviene per eccesso di stress

10 Il burn-out nellinsegnamento Il fenomeno del burn-out nellinsegnamento si articola nella relazione di tre aspetti: - Ideologia sociale legata al ruolo dellinsegnante, alla sua funzione nella società - La sensibilità personale dellindividuo che svolge attività di insegnamento - Contesto scolastico concreto in cui si trova ad operare

11 Le fonti di stress nellinsegnamento Eventi Stressanti… Circostanze percepite come fonti di stress nellinsegnamento Fonti di stress fisico-sociali: c Fonti di stress fisico-sociali: carenze di sussidi e materiali, mancanza di locali … Fonti di stress relazionali: r Fonti di stress relazionali: rapporti conflittuali o problematici con colleghi, studenti, preside

12 Le fonti di stress nellinsegnamento In ogni caso la principale minaccia alla salute fisica e psichica degli insegnanti, nonché la maggiore fonte di ansia e tensione, è emerso essere la completa e totale responsabilità della classe.

13 Le fonti di stress nellinsegnamento: il conflitto e lambiguità di ruolo conflitto tra ruolo e cultura; conflitto tra ruolo e cultura; conflitto tra la concezione autonomistica che linsegnante ha della sua professione e limiti posti ad essa dalle caratteristiche dei sistemi scolastici (es. esigenze burocratiche, routine, etc…); conflitto tra la concezione autonomistica che linsegnante ha della sua professione e limiti posti ad essa dalle caratteristiche dei sistemi scolastici (es. esigenze burocratiche, routine, etc…); discrepanza tra la percezione dellinsegnante di quelle che ritiene essere le aspettative da parte della società e le effettive esigenze del suo ruolo lavorativo; discrepanza tra la percezione dellinsegnante di quelle che ritiene essere le aspettative da parte della società e le effettive esigenze del suo ruolo lavorativo; discrepanza tra le aspettative che linsegnante ha nei confronti del suo ruolo e effettive caratteristiche del suo lavoro discrepanza tra le aspettative che linsegnante ha nei confronti del suo ruolo e effettive caratteristiche del suo lavoro

14 Qual è la conseguenza della dissociazione tra gli obiettivi che linsegnante dovrebbe raggiungere in teoria, e i risultati che effettivamente consegue? Qual è la conseguenza della dissociazione tra gli obiettivi che linsegnante dovrebbe raggiungere in teoria, e i risultati che effettivamente consegue?Responsabilità: - istituzione - se stesso

15 Qualche dato… I disturbi emotivi e della personalità a carico del personale docente sono in aumento: -nel triennio : 44,5% - nel triennio 2001 – 2003: 56,9% Secondo una recente ricerca, i Collegi medici hanno sancito linabilità allinsegnamento nel 90% dei casi (27% temporanea, 63% definitiva) Lambiente lavorativo appare essere, nel fenomeno del burn-out, una concausa importante. I dati sono ricavati da unintervista pubblicata da Repubblica.it il 14 Settembre 2004

16 Come si fronteggiano lo stress e le situazioni problematiche: il coping

17 Definizione di coping … unosforzo cognitivo e comportamentale in costante cambiamento per gestire specifiche richieste esterne o interne che il soggetto valuta possano mettere alla prova o eccedere le risorse della persona … uno sforzo cognitivo e comportamentale in costante cambiamento per gestire specifiche richieste esterne o interne che il soggetto valuta possano mettere alla prova o eccedere le risorse della persona (Lazarus, Folkman, 1984) coping orientato al problema coping orientato allemozione affrontare la situazioneevitamento della situazione stessa Molte sfumature delle strategie di coping sono state inventariate in letteratura (Fridenberg, 1997): le due dimensioni più citate fanno riferimento da un lato alla distinzione tra coping orientato al problema e coping orientato allemozione (Folkman, Lazarus, 1988), dallaltro tra azioni che implicano affrontare la situazione e azioni di evitamento della situazione stessa.

18 Tratti distintivi regolazione dello stress - il coping ha molte funzioni, includendo (ma non limitandosi a) la regolazione dello stress e la gestione delle sue cause (Parker, Endler, 1996); influenzata dalla valutazione del contesto - la percezione di poter fronteggiare una situazione problematica è influenzata dalla valutazione del contesto stressante, inclusa la sua controllabilità (Baum, Fleming, Singer, 1983); influenzato dalle disposizioni personali - il coping è influenzato dalle disposizioni personali (Carver, Scheier, 1999; Hewitt, Flett, 1996) tra le quali, in particolare, lottimismo, il nevroticismo e lestroversione; elevare il benessere personale - il coping ha come obiettivo quello di elevare il benessere personale (Hobfoll, 1998), pur se non sempre le strategie adottate sono efficaci nel breve o nel lungo periodo (Zeidner e Saklofske, 1996).

19 La letteratura sul coping distingue tra : aspetti del sé come lautostima o le risorse ambientali disponibili (altri significativi …) RISORSE DI COPING STILI DI COPING tendenza ad agire in modo coerente in determinate situazioni / strategie più frequenti STRATEGIE DI COPING azioni cognitive e comportamentali intraprese da un individuo

20 Altre definizioni di coping Weisz, 1982, 1995 Azione motivazionale, diretta a un obiettivo: mantenere, aumentare o alterare il controllo sul contesto e sul sé. Si può configurare anche come abbandono di ogni tentativo di coping. Insieme di sforzi cognitivi e comportamentali per gestire specifiche richieste interne o esterne. Processuale e legato al contesto. Lazarus, 1966, 1991 Skinner e Wellborne, 1994 Skinner e Wellborne, 1994 Regolazione dello stress, in termini di risposte volontarie, involontarie e automatiche. Include processi di information seeking e problem solving.

21 Altre definizioni di coping Frydenberg, 1997 Risposte (pensieri, sentimenti, azioni) che un individuo utilizza per far fronte alle situazioni problematiche, risolvendo il problema o adattandosi ad esso. Sottoinsieme della più ampia categoria di regolazione dello stress, suddiviso in 3 aspetti: regolazione dellemozione, della situazione o dei comportamenti guidati dalle emozioni. Eisenberg, Fabes, Guthrie, 1997 Compas, 1998 Sforzo consapevole e volontario per regolare lemozione, il pensiero, il comportamento, la fisiologia e il contesto, in risposta a eventi o circostanze stressanti.

22 Strategie di coping 2. Autocolpevolizzazione/autocritica 2. Autocolpevolizzazione/autocritica – fa riferimento alla tendenza del soggetto a non affrontare la situazione esprimendo sentimenti di inadeguatezza o incapacità. La persona sente di essere responsabile della difficoltà in cui si trova e pensa di non avere gli strumenti per fronteggiarla in maniera adeguata. In letteratura sono state individuate diverse strategie di coping (Frydenberg, 1997): si possono prendere in considerazione in special modo 4 modalità principali di fronteggiamento: 1. Analisi e valutazione della situazione 1. Analisi e valutazione della situazione – è una strategia fortemente centrata sul problema che implica unazione sistematica, ma anche impegno, ambizione e industriosità, e si fonda su di una puntuale definizione della situazione: il problema è direttamente e consapevolmente preso in carico dalla persona.

23 Strategie di coping 4. Evasione/evitamento 4. Evasione/evitamento – è la strategia che implica un rifiuto del problema che appare impossibile da risolvere: questa è la soluzione di evitamento, per così dire, allo stato puro. Fa riferimento anche alla tendenza ad evitare il problema concentrandosi su di unattività piacevole, fisica o intellettuale: il rifiuto, in questi casi, non è esplicito ma si innesca unazione sostitutiva e piacevole per la persona. 3. Ricerca del supporto sociale 3. Ricerca del supporto sociale – sottende la tendenza a condividere il problema con altri, siano essi amici o persone qualificate, professionisti, per cercare una soluzione al problema stesso. Il problema viene affrontato, ma attraverso laiuto richiesto ad altri, ai quali si può domandare sia un aiuto concreto, sia un sostegno affettivo.

24 Autoefficacia e benessere: lautoefficacia professionale Percezione del soggetto di essere professionalmente competente

25 Le conseguenze dello stress nella relazione insegnante - alunno …

26 Quali rimedi?


Scaricare ppt "Stress e burn-out nellinsegnamento. Il ruolo dellinsegnante… ???"

Presentazioni simili


Annunci Google