La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NOVITÀ DOGANALI NEGLI SCAMBI CON LESTERO Dott. Massimiliano Mercurio Doganalista A.E.O. 10 Febbraio 2010 HERMES Validating & Consulting.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NOVITÀ DOGANALI NEGLI SCAMBI CON LESTERO Dott. Massimiliano Mercurio Doganalista A.E.O. 10 Febbraio 2010 HERMES Validating & Consulting."— Transcript della presentazione:

1 NOVITÀ DOGANALI NEGLI SCAMBI CON LESTERO Dott. Massimiliano Mercurio Doganalista A.E.O. 10 Febbraio 2010 HERMES Validating & Consulting

2

3 HERMES Validating & Consulting

4 Obiettivo: gestione comune dei rischi ed un livello equivalente di controlli doganali in tutto il territorio comunitario Selezionare degli operatori che soddisfano determinate condizioni, tali da farli considerare partner affidabili della catena logistica Certificato di Operatore Economico Autorizzato HERMES Validating & Consulting

5 Certificazioni AEO: AEOC – Semplificazioni Doganali AEOS – Sicurezza AEOF – Semplificazioni Doganali/Sicurezza HERMES Validating & Consulting

6 metodo COMPACT AEO (Documento TAXUD 2006/1452) 1. approccio globale di valutazione del rischio delloperatore 2. metodo della mappatura dei rischi doganali 3. analisi dei rischi potenziali e dei rischi effettivi HERMES Validating & Consulting

7 Una adeguata attività di audit è necessaria per ottenere le informazioni relative al grado di rischio doganale e di sicurezza delloperatore ai fini della concessione delle semplificazioni o agevolazioni doganali: A) nella fase preventiva al rilascio dello status (pre-audit) B) dopo il rilascio status (post-audit) HERMES Validating & Consulting

8 Un adeguato pre-audit delloperatore richiede: esame dellattività delloperatore individuazione degli obiettivi da raggiungere identificazione dei rischi (potenziali ed effettivi) valutazione dei rischi (probabilità e impatto) attività volte alla riduzione, eliminazione o trasferimento dei rischi HERMES Validating & Consulting

9 La compilazione è facoltativa Permette agli operatori di valutare lo stato di adeguamento della propria struttura agli standard fissati dalle norme comunitarie Riduce i tempi necessari allAutorità Doganale per effettuare il Pre-Audit Consente una migliore organizzazione dellattività di Audit HERMES Validating & Consulting

10 Il questionario di autovalutazione non è obbligatorio Non fornire informazioni già note alle Autorità HERMES Validating & Consulting

11 Le autorità doganali hanno accesso diretto a molte delle informazioni sul richiedente, specie se questo è titolare di una autorizzazione di procedura semplificata Limitarsi a fornire solo le informazioni strettamente indispensabili allaudit Limitarsi a fornire solo le informazioni strettamente indispensabili allaudit Non fornire informazioni che potrebbero confliggere con quelle rese alle autorità in precedenti occasioni Non fornire informazioni che potrebbero confliggere con quelle rese alle autorità in precedenti occasioni HERMES Validating & Consulting

12 Presentazione della domanda allUfficio delle Dogane competente per territorio Verifica della completezza della domanda Se positiva, trasmissione allo URDF presso lAgenzia centrale Se negativa, lUfficio concede 30 gg per regolarizzare Entro 10 gg. lURDF informa le altre dogane UE della domanda LUfficio delle dogane inizia lattività di audit (60 gg) Esito finale: se le dogane UE non hanno comunicato elementi ostativi e laudit è stato favorevole viene rilasciata la certificazione (max 120 gg + 60 gg. eventuali dalla domanda) HERMES Validating & Consulting

13 Laudit viene svolto dalle Autorità doganali in rapporto di partenariato con gli operatori economici: Istanza di parte Piano di lavoro concordato – Giorni – Attività Piano di audit con azioni correttive Iter procedurale HERMES Validating & Consulting

14 Iter dellistanza Ricezione e accettazione dellistanza – Eventuale richiesta di documentazione al fine di completare la pratica Fase di Audit – Richiesta anticipata di documentazione – Piano di audit in accordo con loperatore – Interviste ai responsabili delle differenti funzioni e test sul campo relativamente alle aree: Doganale Controllo interno Solvibilità finanziaria Sicurezza – informatica, – logistica, – in relazione ai partner commerciali – in relazione alle politiche del personale. Iter procedurale HERMES Validating & Consulting

15 informazioni sullattività aziendale precedenti fiscali e rispetto della normativa esame del sistema contabile e logistico solvibilità finanziaria requisiti di sicurezza HERMES Validating & Consulting

16 Vantaggi diretti: Vantaggi diretti: Riduzione dei controlli fisici e documentali Trattamento prioritario delle spedizioni se selezionate per essere sottoposte a controlli Scelta del luogo dei controlli Numero ridotto di dati per le dichiarazioni sommarie Notifica preventiva dellesito positivo del circuito doganale di controllo Semplificazioni rilasciate più facilmente Vantaggi indiretti: Vantaggi indiretti: Migliori relazioni con le autorità doganali Riconoscimento come partner commerciale sicuro Riconoscimento reciproco Alcuni benefici HERMES Validating & Consulting

17 Scarsa partecipazione di funzioni aziendali non strettamente coinvolte nel processo di (pre)audit Difficoltà nel reperire la documentazione Errori di compilazione del questionario Mancanza di procedure formalizzate Mancanza di funzioni interne Sottovalutazione del requisito sicurezza HERMES Validating & Consulting

18

19 Il controllo delle esportazioni di tecnologia e di materiali duali, a differenza dell'armamento convenzionale, fa pressoché esclusivo riferimento a normative comunitarie e ad intese internazionali in materia (in particolare le linee guida dei vari Regimi di non proliferazione) che, pur non formalmente inserite nel contesto di specifiche disposizione normative nazionali, costituiscono il necessario presupposto ed il naturale riferimento del controllo stesso. HERMES Validating & Consulting

20 In pratica la regolamentazione comunitaria nel settore ha operato un processo di graduale e costante sostituzione della disciplina nazionale, tanto che oggi si può affermare che sostanzialmente tutte le disposizioni di fonte primaria in materia fanno capo esclusivamente a Regolamenti e Decisioni dell'Unione europea. HERMES Validating & Consulting

21 Nel complesso la disciplina comunitaria ha tradotto in obblighi comuni tutti gli impegni internazionali che i singoli Stati erano già in precedenza tenuti a rispettare, senza introdurre alcunché di sostanzialmente nuovo. In particolare: la non proliferazione dei mezzi di distruzione di massa l'applicazione delle "linee guida" internazionali il rispetto degli Accordi, Trattati e Convenzioni la difesa della stabilità e della pace nel mondo il recepimento delle liste dei prodotti controllati dai vari regimi internazionali ladozione di misure cautelative nel rilascio delle autorizzazioni. HERMES Validating & Consulting

22 Detta disciplina, attualmente riferibile al regolamento comunitario n delregolamento comunitario n del 22 giugno giugno 2000 ed al relativo decreto legislativo di attuazione n. 96 del 9 apriledecreto legislativo di attuazione n. 96 del 9 aprile , risulta caratterizzata da alcuni aspetti principali: criteri comuni da applicare nei procedimenti autorizzativi; forme di consultazione preventiva tra i Paesi membri con scambio informativo sui vari dinieghi di autorizzazione emessi; autorizzazione allesportazione di tutti i materiali riportati nellallegato I di cui, da ultimo, al regolamento (CE) n. 1167/2008 del 24 ottobre 2008; regolamento (CE) n. 1167/2008 del 24 ottobre 2008 differenti tipologie di autorizzazione di natura specifica individuale, globale individuale e generale nazionale e comunitaria; sottoposizione ad autorizzazione anche di prodotti non inclusi nella lista comunitaria, quando ricorrano determinate circostanze, sulla base dello strumento normativo denominato clausola catch-all; tutela penale delle disposizioni con la previsione di tre principali tipologie di sanzioni. HERMES Validating & Consulting

23 Il 27 agosto 2009 è entrato in vigore il nuovo Regolamento CE n. 428/2009 (Regime comunitario di controllo) concernente il controllo all'esportazione di beni a duplice uso (prodotti di altissima tecnologia, prodotti per la missilistica, prodotti nucleari, ecc.)Regolamento CE n. 428/2009 Le maggiori innovazioni riguardano le fattispecie del transito, e della intermediazione di tali beni, che potranno anch'esse sottostare ad autorizzazione preventiva da parte del Ministero dello Sviluppo Economico. La nuova normativa è reperibile sul sito del Ministero (www.mincomes.it).www.mincomes.it HERMES Validating & Consulting

24 HERMES Validating & Consulting

25 HERMES Validating & Consulting

26 HERMES Validating & Consulting

27 HERMES Validating & Consulting

28 HERMES Validating & Consulting

29 HERMES Validating & Consulting Le esportazioni, il trasferimento, l'intermediazione e il transito di prodotti a duplice uso sono controllati a livello comunitario in base al regolamento n. 428/2009 del Consiglio, regolamento che è volto a rendere più agevoli gli scambi legittimi e favorire il concentrarsi delle risorse sul controllo delle esportazioni, dei trasferimenti, dell'intermediazione e del transito sensibili dei prodotti a duplice uso e sulla lotta alle frodi, e che comprende i seguenti elementi principali:

30 HERMES Validating & Consulting il regolamento stesso, il quale, tra l'altro: - fornisce la definizione (nell'articolo 2) di "prodotti a duplice uso" (inclusi il software e le tecnologie), "esportazione", "esportatore", "dichiarazione d'esportazione" "intermediario" e "servizi di intermediazione", "transito" "autorizzazione generale di esportazione della Comunità" e altri tipi di autorizzazione di esportazione che possono essere concessi a livello nazionale; - descrive l'ambito di applicazione del regolamento: - in aggiunta ai prodotti a duplice uso elencati nell'allegato I del regolamento, l'articolo 4, noto come "disposizione onnicomprensiva" richiede un'autorizzazione per l'esportazione di qualsiasi prodotto che è o può essere destinato ad una utilizzazione collegata con armi di distruzione di massa, nonché con armi convenzionali se queste ultime devono essere esportate in paesi soggetti ad un embargo sugli armamenti;

31 HERMES Validating & Consulting il regolamento stesso, il quale, tra l'altro: - fornisce la definizione (nell'articolo 2) di "prodotti a duplice uso" (inclusi il software e le tecnologie), "esportazione", "esportatore", "dichiarazione d'esportazione" "intermediario" e "servizi di intermediazione", "transito" "autorizzazione generale di esportazione della Comunità" e altri tipi di autorizzazione di esportazione che possono essere concessi a livello nazionale; - descrive l'ambito di applicazione del regolamento: - in aggiunta ai prodotti a duplice uso elencati nell'allegato I del regolamento, l'articolo 4, noto come "disposizione onnicomprensiva" richiede un'autorizzazione per l'esportazione di qualsiasi prodotto che è o può essere destinato ad una utilizzazione collegata con armi di distruzione di massa, nonché con armi convenzionali se queste ultime devono essere esportate in paesi soggetti ad un embargo sugli armamenti;

32 HERMES Validating & Consulting il regolamento stesso, il quale, tra l'altro: - crea un'autorizzazione generale di esportazione della Comunità (articolo 9, paragrafo 1 e allegato II) per tutti i prodotti a duplice uso elencati ad eccezione dei più sensibili per sette paesi terzi "con identità di vedute"; - per tutte le altre esportazioni per le quali è necessaria un'autorizzazione ai sensi del regolamento, lascia alle autorità nazionali la decisione finale in merito all'opportunità di concedere una licenza di esportazione nazionale, globale o specifica (articolo 9, paragrafo 2), trovando così un punto di equilibrio tra il principio della competenza comunitaria e i legittimi interessi degli Stati membri a mantenere il controllo delle questioni relative alla sicurezza nazionale;

33 HERMES Validating & Consulting il regolamento stesso, il quale, tra l'altro: - stabilisce norme per lo scambio di informazioni e le consultazioni tra Stati membri relativamente alle decisioni di concedere licenze d'esportazione, ecc. (articolo 13); - istituisce un "gruppo di coordinamento" (articolo 23) presieduto dalla Commissione, nel quale è rappresentato ciascuno Stato membro, al fine di esaminare le questioni riguardanti l'applicazione del regolamento. Ai sensi dell'articolo 23, paragrafo 2, il gruppo di coordinamento può consultare le organizzazioni che rappresentano gli esportatori interessati dal regolamento.

34 HERMES Validating & Consulting gli allegati: -allegato I Elenco comune dei prodotti a duplice uso soggetti a controlli. Quest'elenco, stilato in piena conformità con gli obblighi e gli impegni accettati dagli Stati membri all'atto dell'adesione ai pertinenti regimi internazionali di non proliferazione e di controllo delle esportazioni (ivi compresa l'intesa di Wassenaar), al regime di non proliferazione nel settore missilistico, al Gruppo dei fornitori nucleari e al Gruppo Australia o all'atto della ratifica dei pertinenti trattati internazionali (quali la Convenzione sulle armi chimiche), è aggiornato conformemente agli sviluppi di tali regimi, accordi e trattati internazionali.

35 HERMES Validating & Consulting gli allegati: - allegato II Autorizzazione generale di esportazione della Comunità, in base alla quale tutti i prodotti a duplice uso elencati, ad eccezione di quelli più sensibili, vengono esportati in Australia, Canada, Giappone, Nuova Zelanda, Norvegia, Svizzera e Stati Uniti.

36 HERMES Validating & Consulting gli allegati: - allegato IIIa Modello ad uso di tutti gli Stati membri per le autorizzazioni d'esportazione nazionali, globali e specifiche. -allegato IIIb Modello ad uso di tutti gli Stati membri per i formulari di autorizzazione ai servizi di intermediazione. -Allegato IIIc Elementi comuni per la pubblicazione delle autorizzazioni generali d'esportazione. -allegato IV Sottopone a controlli i trasferimenti intracomunitari dei prodotti a duplice uso più sensibili di cui all'allegato I.

37 HERMES Validating & Consulting Qui di seguito la lista delle principali categorie merceologiche interessate: Prodotti delle industrie chimiche e delle industrie connesse Materie plastiche Lavori ceramici Metalli Macchine ed apparecchi, materiale elettrico, apparecchi per la registrazione del suono, delle immagini, apparecchi per la televisione e loro parti, macchine per l'elaborazione dell'informazione e loro parti Materiale da trasporto (veicoli, vetture - navigazione marittima o area) e relative parti Strumenti di ottica, per fotografia, cinematografia, di misura, di controllo, di precisione e relative parti Circuiti integrati Software

38 HERMES Validating & Consulting Se si effettuano spedizioni di prodotti che rientrano nelle categorie sopra descritte, è assolutamente necessario (laddove ve ne sia ovviamente certezza) che si indichi nella fattura commerciale che accompagna la spedizione la seguente dichiarazione: "Ai fini del regolamento CE 428/2009 che istituisce un regime comunitario di controllo delle esportazioni di prodotti e tecnologie a duplice uso, si dichiara che la merce inclusa nel presente documento è costituita da …… (esempio: parti per macchine per la lavorazione delle paste alimentari, etc) e pertanto destinata ad esclusivo uso civile."

39 HERMES Validating & Consulting QUESTIONARIO COMUNITARIO SUI PRODOTTI A DUPLICE USO Il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipto. Per lImpresa e linternazionalizzazione, con Comunicato 2/2009 del , ha reso noto che la Commissione CE ha chiesto agli Stati Membri di divulgare presso tutti gli operatori interessati un questionario concernente la proposta di una nuova Autorizzazione Generale Comunitaria in materia di computer, al fine di acquisire opinioni e valutazioni delle imprese comunitarie. La nuova Autorizzazione Generale Comunitaria affiancherebbe quella già esistente e disciplinata dall'art. 2.9 del vigente Regolamento CE n. 428/2009 e rappresenterebbe una ulteriore facilitazione e semplificazione delle esportazioni di prodotti a duplice uso (civile e militare). Tutti i soggetti interessati sono invitati a collegarsi al link della Commissione sottospecificato, per rispondere direttamente:

40 HERMES Validating & Consulting Info (in lingua inglese) su ctoral/industry/dualuse/index_en.htm

41 NOVITÀ DOGANALI NEGLI SCAMBI CON LESTERO Dott. Massimiliano Mercurio 10 Febbraio 2010 HERMES Validating & Consulting Grazie per lattenzione.


Scaricare ppt "NOVITÀ DOGANALI NEGLI SCAMBI CON LESTERO Dott. Massimiliano Mercurio Doganalista A.E.O. 10 Febbraio 2010 HERMES Validating & Consulting."

Presentazioni simili


Annunci Google