La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Basic Life Support BLS Supporto di base delle funzioni vitali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Basic Life Support BLS Supporto di base delle funzioni vitali."— Transcript della presentazione:

1 1 Basic Life Support BLS Supporto di base delle funzioni vitali.

2 2 Danno anossico cerebrale : E il danno che si instaura a seguito della mancanza di ossigeno al cervello. · Inizia dopo di assenza di circolo. · Dopo circa 10 si hanno lesioni cerebrali irreversibili.

3 3 Obiettivo del BLS : Prevenire i danni anossici cerebrali, nel soggetto con compromissione di una o piu funzioni vitali : · non e cosciente · non respira · non ha circolo

4 4 Arresto respiratorio : Interruzione completa della respirazione, linfortunato si presenta : · incosciente · non respira · il circolo puo essere ancora presente per qualche minuto.

5 5 Cause di arresto respiratorio : Ostruzione delle vie aeree da caduta della lingua nel soggetto non cosciente, da corpi estranei. Overdose da oppiacei.

6 6 Annegamento. Elettrocuzione, folgorazione. Trauma. Arresto cardiaco : e seguito immediatamente dallarresto respiratorio.

7 7 Arresto cardiaco : Cessazione improvvisa dellattivita di pompa da parte del cuore. LInfortunato : · non e cosciente · non respira · non ha circolo.

8 8 Cause cardiache : · Aritmie in corso di infarto miocardico acuto. · Aritmie primitive.

9 9 Cause extra – cardiache : · meccaniche : rottura di cuore, traumi gravi, emorragie imponenti, embolia polmonare massiva. · Da mancanza di ossigeno : arresto respiratorio,cause neurologiche (Ictus cerebrale).

10 10 Morte cardiaca improvvisa : cessazione brusca e inattesa dell attivita circolatoria e respiratoria, preceduta o no da segni premonitori, in soggetti con o senza malattia cardiaca.

11 11

12 12 Segni di allarme dellinfarto miocardico : dolore al centro del torace e/o alla mandibola, e/o alle braccia, o simile al mal di stomaco. difficolta di respiro e/o senso di debolezza. Possibile senso di nausea, vomito, sudorazione fredda.

13 13 Caratteristiche del dolore cardiaco : può comparire sotto sforzo o a riposo. non si modifica con il movimento. non si modifica con il respiro. può essere avvertito come un peso, una morsa. può dare un forte senso di angoscia.

14 14

15 15 Primo anello : Rapida identificazione di un emergenza sanitaria e accesso precoce al servizio di soccorso. Chiamata al 118 : non e cosciente, non respira, non ci sono segni di circolo.

16 16 Secondo anello : Immediata RCP eseguita dai testimoni. LRCP e in grado di fornire una modesta ma critica quantita' di sangue a cuore e cervello. lRCP aumenta la probabilita che la successiva defibrillazione, interrompa la fibrillazione ventricolare e consenta al cuore di recuperare un ritmo spontaneo organizzato.

17 17 L RCP immediata, raddoppia o triplica la sopravvivenza dei pazienti in arresto cardiaco da fibrillazione ventricolare.

18 18 Terzo anello : Defibrillazione precoce. Lefficacia dello shock elettrico è tempo dipendente ed è massima entro i primi minuti dallarresto cardiaco.

19 19 La più alta percentuale di soppravvivenza, si ottiene associando lRCP alla defibrillazione entro i 3 – 5 minuti dallesordio dellarresto.

20 20 Quarto anello : Il soccorso medico avanzato. Consiste nel mettere in atto procedure avanzate di gestione delle vie aeree, somministrazione di farmaci e altro.

21 21 Ai fini della sopravvivenza, è fondamentale la tempestività con cui i testimoni dellevento, mettono in atto i primi due anelli della catena.

22 22 Ed ora……L A B C….della rianimazione cardiopolmonare… Ma prima di tutto….siamo in sicurezza? Considera : ambiente e situazione/contesto.

23 23 A Valutazione dello stato di coscienza : Chiama e scuote Non cosciente Chiama aiuto! Posiziona la persona Apre le vie aeree

24 24 Iperestendi il capo e solleva il mento

25 25 B + C Valutazione del respiro e del circolo : GAS ( guarda, ascolta e senti) Cerca segni di circolo MOTORE ( movimenti, tosse, respiro)

26 26 Se incosciente, ma respira… Posizione laterale di sicurezza.

27 27 Se incosciente, non respira e non segni di circolo…… Telefona al 118 Inizia la rianimazione cardiopolmonare : Alterna 30 compressioni toraciche a 2 ventilazioni. Continua fino allarrivo del 118, senza interruzioni.

28 28 Area di compressione al centro del torace.

29 29 Compressioni toraciche esterne Compressione / rilasciamento : uguale Abbassamento sterno : 4 – 5 cm Frequenza di 100 compressioni al minuto.

30 30 Ventilazione bocca a bocca

31 31 Ventilazione bocca - maschera

32 32 Ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo.

33 33 Ostruzioni da corpo Estraneo ostruzione parziale dispnea, tosse, possibili sibili inspiratori ostruzione completa - impossibilità a parlare, respirare, tossire - segnale universale di soffocamento (mani alla gola) - rapida cianosi - possibile perdita di coscienza

34 34 SOGGETTO COSCIENTE 1.Se lostruzione è parziale incoraggia la vittima a tossire Non fare altro 2.Se la vittima diventa debole, smette di tossire o respirare -dai fino a 5 colpi dorsali fra le scapole - se i colpi non hanno effetto manovra di Heimlich (compressioni addominali) in piedi continua alternando 5 colpi dorsali e 5 compressioni addominali

35 35 SOGGETTO PERDE COSCIENZA 1.Accompagna a terra linfortunato 2.Allerta Sistema di Emergenza 3.Esegui 30 compressioni toraciche esterne 4.Controlla il cavo orale 5.Tenta 2 insufflazioni 6.Anche se non efficaci continua con BLS 30/2, controlla il cavo orale tra compressioni e ventilazioni

36 36 Domande?


Scaricare ppt "1 Basic Life Support BLS Supporto di base delle funzioni vitali."

Presentazioni simili


Annunci Google