La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIREZIONE ENTI LOCALI PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI 2007/2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIREZIONE ENTI LOCALI PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI 2007/2010."— Transcript della presentazione:

1

2 DIREZIONE ENTI LOCALI PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI 2007/2010

3 DIREZIONE ENTI LOCALI PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI Responsabile: MAURIZIO GASPARIN Servizio Enti Locali e Controllo Atti Paolo Donato Silvia Zangirolami Cannaregio, VENEZIA Tel. 041/ Fax 041/ Servizio Persone Giuridiche

4 La missione Supporto alle azioni regionali di governance, partecipazione e sostegno alla costruzione di un sistema regionale veneto delle Autonomie Locali in coerenza con levoluzione legislativa e istituzionale dello Stato. Supporto agli organi istituzionali nellambito di specifiche gestioni di competenza regionale, di vigilanza, controllo, garanzia e partecipazione popolare. Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Supporto alle spese di gestione e alle attività di promozione e valorizzazione degli Enti Parco Regionali (competenza in capo alla Direzione sino a settembre 2010). Contributi per la realizzazione e la valorizzazione di Aree Protette Naturali di interesse locale (competenza in capo alla Direzione sino a settembre 2010).

5 Supporto tecnico ed operativo nei rapporti con le autonomie locali Consulenza agli Enti Locali Procedimenti referendari ed elettorali Gestione amministrativa della Rivista "Il Diritto della Regione Coordinamento e Comunicazione con gli Enti Locali (Portale Autonomie Locali e Newsletter) Contributi a favore degli Enti Locali e organismi di rappresentanza Contributi ai Comuni delle aree svantaggiate del Veneto Contributi agli Enti locali per lacquisizione-ristrutturazione immobili dismessi dal Ministero della Difesa Contributi esercizio associato di funzioni agli Enti Locali Finanziamenti agli Enti Locali per le funzioni conferite Monitoraggio interventi statali a favore Comuni aree di confine Controllo sugli atti degli Enti strumentali della Regione Progetti formativi a favore degli Enti Locali Nomina di Commissari ad acta in materia di Edilizia Riconoscimento della personalità giuridica delle Associazioni e Fondazioni Tenuta Registro Regionale Associazioni e Fondazioni Ricostituzione delle Regole Supporto e assistenza tecnica e giuridica alle funzioni della Conferenza Permanente Regione – Autonomie Locali Attività di Segreteria della Conferenza Permanente Regione - Autonomie Locali COMPETENZE IN CAPO ALLA DIREZIONE SINO A SETTEMBRE 2010: Promozione e valorizzazione dei Parchi regionali Concessione finanziamenti e costituzione e valorizzazione di parchi e Aree di interesse locale Supporto alla Giunta Regionale per l attività inerente la nomina degli Organi degli Enti parco Regionali LE PRINCIPALI COMPETENZE

6 La missione Supporto alle azioni regionali di governance, partecipazione e sostegno alla costruzione di un sistema regionale veneto delle Autonomie Locali in coerenza con levoluzione legislativa e istituzionale dello Stato. Supporto agli organi istituzionali nellambito di specifiche gestioni di competenza regionale, di vigilanza, controllo, garanzia e partecipazione popolare. Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Trasferimenti e assegnazioni di risorse Coordinamento e comunicazione con gli Enti Locali Supporto agli organi istituzionali e consulenza agli Enti Locali D.L.VO 267/2000 L.R 20/1997 L.R. 3/2003 L.R. 20/1997 Conferenza Permanente Regione-Autonomie Locali

7 La missione Supporto alle azioni regionali di governance, partecipazione e sostegno alla costruzione di un sistema regionale veneto delle Autonomie Locali in coerenza con levoluzione legislativa e istituzionale dello Stato. Supporto agli organi istituzionali nellambito di specifiche gestioni di competenza regionale, di vigilanza, controllo, garanzia e partecipazione popolare. D.P.R. 616/1977 D.P.R. 361/2000 COD. CIVILE artt. 14 e segg.. L.R. 53/1993 L.R. 1/1973 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Controlli Consultazioni elettorali e referendarie Riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato e attività di vigilanza e controllo

8 La missione Supporto alle spese di gestione e alle attività di promozione e valorizzazione degli Enti Parco Regionali Contributi per la realizzazione e la valorizzazione di Aree Protette Naturali di interesse locale Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Promozione e valorizzazione dei Parchi Regionali (competenza in capo alla Direzione sino a settembre 2010) L.R. 40/1984 Concessione di contributi agli Enti Locali (competenza in capo alla Direzione sino a settembre 2010)

9 Aree svantaggiate L.30/07 Forme associate Immobili dismessi della Difesa Conferimento di funzioni Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Trasferimenti e assegnazioni di risorse 2007/ , , / , / , , / , ,92 RISORSEEROGATEAGLIENTILOCALI

10 PRINCIPALI LINEE DI SPESA a)L.R. 25/1992 – art. 6 L.R. 2/ art. 8 L.R. 11/2001-Intesa CU. n. 936/2006 Promozione dellassociazionismo tra Enti Locali (Unioni di Comuni e forme associative tra Comuni ex art. 30 e 31 del D.L.vo 267/2000) I contributi regionali, assegnati annualmente da parte della Giunta Regionale, previa determinazione dei criteri di assegnazione approvati dalla Conferenza Regione – Autonomie Locali, sono rivolti ad incentivare lesercizio associato di funzioni e servizi tra Comuni tramite Unioni di Comuni o le forme associative di cui agli artt. 28,30 e 31 del D.L.vo 267/2000. Sono sostenute con contributo c/investimento le spese di primo impianto e di riorganizzazione dei servizi o funzioni.Il contributo ordinario regionale finanzia le spese di funzionamento di Unioni e Comunità Montane. Dal 2006 è attribuito alla Regione il riparto dei fondi statali per lassociazionismo. Nel triennio 2007/2010 sono stati erogati ,00 _ ________________________________________ b)art. 11 L.R. 11/2001 – art. 6 L.R. 2/2002 Trasferimenti di risorse per varie funzioni conferite agli Enti Locali (Province – Comuni – Comunità Montane ) Lattività concerne le procedure di riparto dei fondi indistinti per il decentramento amministrativo su parere della Conferenza Regione - Autonomie Locali, in relazione sia alle funzioni delegate agli Enti Locali anteriormente alla L.R. 11/2001, sia alle funzioni conferite (delegate, attribuite, trasferite) con la L.R. 11/2001 che non hanno uno specifico stanziamento di bilancio. I fondi sono assegnati alle Province, ai Comuni, alle Comunità Montane. Complessivamente sono stati assegnati ,00 nel 2007, ,00 nel 2008, ,00 nel 2009 e ,00 nel Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Trasferimenti e assegnazioni di risorse

11 c) L.R. n. 30/2007 Interventi a favore dei Comuni delle aree svantaggiate di montagna Gli interventi sono rivolti a unarea di 171 Comuni montani delle province di Belluno, Treviso, Verona e Vicenza. Nel 2007 sono stati finanziati progetti dinvestimento di 47 Comuni per complessivi ,00 ( n. 31 della provincia di BL, n. 11 della provincia di VI, n. 4 della provincia di VR e n. 1 della provincia di TV). Nel 2008 sono stati finanziati 65 Comuni ( n. 23 della provincia di BL, n. 9 della provincia di TV, n. 21 della provincia di VI, n. 12 della provincia di VR) per una spesa di ,00. Nel 2009 n. 71 Comuni sono risultati beneficiari di contributi per un totale di ,00. Sulla base dei criteri stabiliti dalla Giunta regionale in conformità della L.R. n. 30/2007 e con parere favorevole della Commissione consiliare competente, negli anni è stato assegnato un contributo annuale di ,00 a 14 Comuni con elevata situazione di svantaggio territoriale a sostegno delle spese di funzionamento di servizi essenziali. ___________________________________________ d) L.R. n. 30/2007 Interventi a favore dei Comuni ricadenti nellarea del Veneto Orientale e dei Comuni trevigiani confinanti con la Regione Friuli Venezia Giulia Con i fondi del 2007 e del 2008 di complessivi ,00 sono stati finanziati progetti di investimento presentati da 7 Comuni confinanti con la Regione Friuli Venezia Giulia. Nel 2008 in presenza di un ulteriore stanziamento di ,00 sono stati finanziati progetti dinvestimento a favore di 4 Comuni della Provincia di Treviso con meno di cinquemila abitanti e confinanti con la Regione Friuli Venezia Giulia. Sulla base dei criteri stabiliti dalla Giunta regionale negli anni 2009 e 2010 sono stati destinati rispettivamente ,00 e ,00 a favore dei 20 Comuni ubicati nellarea del Veneto Orientale e ai 4 Comuni della provincia di Treviso Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Trasferimenti e assegnazioni di risorse

12 e) L.R. 54/1999 Contributi agli Enti Locali per lacquisizione e/o la sistemazione di immobili dismessi dal Ministero della Difesa Gli incentivi regionali sono rivolti ad agevolare lacquisizione e la sistemazione da parte degli Enti Locali di immobili ceduti o dismessi dal Ministero della Difesa siti nel loro territorio. I contributi assegnati, previa determinazione dei criteri da parte della Giunta Regionale negli anni 2007 e 2009, hanno permesso lacquisizione di beni immobili da parte di Comuni di varie Province del Veneto, la ristrutturazione di beni immobili e la realizzazione di studi e ricerche da parte di un ente locale. Limporto complessivo assegnato ammonta nel biennio a ,00. ___________________________________________ f) Fondo statale per la valorizzazione e la promozione delle aree territoriali svantaggiate confinanti con le regioni a statuto speciale Nel corso del 2009 la Regione del Veneto ha firmato un Protocollo dIntesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per gli Affari Regionali che disciplina lattività di monitoraggio e di verifica della realizzazione degli interventi ammessi al finanziamento con le risorse del Fondo Letta relative allanno I 61 Comuni veneti beneficiari dei contributi sono stati informati sugli adempimenti richiesti per lattività di monitoraggio e si è proceduto alla raccolta dei moduli autenticativi previsti per il primo anno. L.R. 27/2008 art. 77 Contributi per la riduzione del prezzo della benzina e del gasolio per autotrazione nei territori regionali prossimi allAustria Nel corso del 2009 la direzione ha monitorato costantemente il prezzo dei carburanti di Italia e Austria e il livello di sconto massimo assegnabile ai possessori di carta sconto carburanti distribuite ai Comuni dellarea interessata. Sulla base delle carte sconto rilasciate la Giunta ha approvato il provvedimento per lerogazione di un acconto ai Comuni. TOT ,00 Trasferimenti e assegnazioni di risorse Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti

13 Gestioni associate al Forme associative N° gestioni associate % su gestioni associate N° Comuni coinvolti % sui Comuni coinvolti % sui Comuni del Veneto N° funzioni delegate % funzioni delegate Convenzioni attive119968%20837%36%13227% Consorzi95%10919%18%153% Comunità Montane1810%15527% 9319% Unioni di Comuni2817%96017% 24951% Totale lordo155100,0% ,0%98%489100,0% Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti

14 Le funzioni associate I servizi e le funzioni in gestione associata sono in prevalenza: i servizi o uffici tecnici per la gestione del territorio le funzioni amministrative contabili e gestionali i servizi informatici e il SIT i servizi sociali la polizia locale Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Riguardo alla forma di gestione: la forma Unione di Comuni viene utilizzata in prevalenza per i servizi tecnici di gestione del territorio, i servizi sociali, la polizia locale, i servizi scolastici; la delega alla Comunità Montana per la gestione del territorio e le funzioni amministrative; le convenzioni e i consorzi soprattutto per i servizi tecnici, i servizi informatici e la funzione di polizia locale.

15 d)organizzazione di seminari di studio / eventi in particolare: - convenzione con la Fondazione per la Sussidiarietà per la realizzazione di un progetto formativo Scuole di Sussidiarietà veneto 2010-Fisco e Sussidiarietà. Il cammino del federalismo fiscale - convenzione con la Fondazione CUOA per lorganizzazione del Percorso formativo 2010 in materia di gestione economica finanziaria - convenzione con la SSPAL per il progetto Verso una rete di SUAP -convenzione con il Centro G.Lago dellUniversità degli Studi di Padova per la realizzazione del 3°corso di formazione per funzionari e dirigenti degli Enti Locali in materia di Forme associative dei Comuni: strumenti e politiche Azioni a favore degli enti locali e organismi di rappresentanza Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti c) -in data 27 settembre si è tenuto a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta,un convegno realizzato in collaborazione con Anci Veneto sugli Stati generali dellassociazionismo intercomunale veneto -contributo ad Anci Veneto per la realizzazione della Assemblea Nazionale Anci tenutosi a Padova nei giorni novembre L.R. 43/1980 – L.R. 16/1993 a)Contributo agli organismi di rappresentanza (ANCI / UNCEM / UPI e A.I.C.C.R.E.) b)Contributo a favore della Conferenza Permanente dei Sindaci del Veneto orientale L.R. 30/1991 art. 2 lett. b) L.R. 30/1991 art. 2 lett. a)

16 a)L.R. 18/1999 e L.R. 3/2003, art. 4 Dopo la soppressione del CO.RE.CO. con lart. 4 della L.R. 3/2003, è stato mantenuto e potenziato il SERVIZIO DI CONSULENZA a favore degli Enti Locali: tra il 2007e il 2010 sono stati rilasciati 141 pareri di consulenza in diverse materie con prevalenza per quella relativa allAmministrazione Generale e i Servizi, nella quale sono ricompresi i quesiti inerenti il Personale, i Segretari Comunali, la Contabilità e i Tributi, gli Appalti e il Controllo, gli Organi Istituzionali e i Servizi Pubblici Locali, le forme associative tra enti locali ____________________________________________ b) Gestione amministrativa della rivista Il Diritto della Regione Nel corso del 2010 è stato sviluppato il progetto editoriale avviato nel 2009 con laffidamento del servizio di stampa e diffusione della rivista, alla Cleup di Padova. E proseguita lattività amministrativa di supporto al Comitato di redazione c) Attività di comunicazione La Direzione cura linserimento nel sito internet dei numeri della rubrica di Informazione Giuridica e predispone una Newsletter con indicazione delle attività e dei provvedimenti di rilievo per gli Enti Locali d) Altri supporti tecnico - operativi - alla prima Commissione Consiliare regionale (materie di interesse della struttura) - Conferenza dei Presidenti, Conferenza Stato–Regioni e Unificata (attuazione principio di riforma Titolo V Cost.) Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome Conferenza Permanente Stato - Regioni Consulenze agli Enti Locali e Supporto agli organi istituzionali

17 a)L.R. 20/1997 Supporto operativo e Segreteria della Conferenza permanente Regione – Autonomie Locali Questo tipo di attività si inserisce nel filone dei rapporti con gli Enti Locali. E stata curata tutta la funzione di segreteria dellorgano in senso stretto, per gli aspetti organizzativi e di verbalizzazione, nonché il supporto operativo di coordinamento con le strutture della Giunta e del Consiglio richiedente lintervento di tale organismo. Nel periodo che va dal 2007 al 2010 si registrano 23 sedute e lemanazione di 100 pareri. _________________________________________ b) Cod. Civ. Art. 25 Attività di controllo e vigilanza sulle Fondazioni Si sostanzia principalmente nellesame dei conti consuntivi di tali Enti, al fine di verificare se loperato degli stessi è conforme agli scopi statutari e ai principi della corretta gestione amministrativa e contabile. Si è proceduto allesame a campione dei conti consuntivi delle Fondazioni: - 30 nel corso dellanno 2007, 30 nel corso del 2008, 60 nel corso del nellanno 2010 i controlli sono stati effettuati su 50 bilanci consuntivi. Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Supporto agli organi istituzionali Tot. Sedute 23 Tot. Pareri 100 Tot. Controlli 170

18 a) L.R. 53/1993 La funzione riguarda lattività istruttoria di controllo e vigilanza a supporto della Giunta Regionale sugli atti degli Enti strumentali della Regione in base alle modalità previste dalla legge 53/93 e/o dalla legge istitutiva del singolo Ente. I controlli interessano gli Enti Parco Regionali, le Aziende territoriali per ledilizia residenziale, le Aziende regionali per il diritto allo studio universitario, lIstituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, lIstituto regionale per le Ville Venete, lEnte regionale Veneto Lavoro, lA.V.E.P.A., Veneto Agricoltura e i Consorzi di Bonifica e lARPAV b) Procedure elettorali e referendarie La Direzione nellanno 2010 ha seguito il procedimento elettorale in occasione delle elezioni regionali In particolare sono state predisposte la circolare e le direttive per la gestione delle spese elettorali e acquisita la modulistica per gli uffici elettorali Provinciali e Centrali presso i Tribunali. Sono stati inoltre disposti gli acconti, le liquidazioni e i rimborsi delle spese sostenute dai Comuni sulla base dei rendiconti presentati.. Controllo e Consultazioni elettorali Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti TOT

19 RICONOSCIMENTO DELLA PERSONALITA GIURIDICA DI DIRITTO PRIVATO a)D.P.R. 616/1977, art. 14 – D.P.R. 361/2000 – Cod. Civ. artt. 14 e seguenti - attività istruttoria su richieste di riconoscimento della personalità giuridica o di modifiche statutarie di ISTITUZIONI / FONDAZIONI e ASSOCIAZIONI ex art. 14 del Codice Civile; – iscrizioni nel Registro Regionale delle Persone Giuridiche di diritto privato delle nuove persone giuridiche nonché degli altri atti e fatti di cui allart. 4, comma 2, DPR 361/ certificazioni inerenti stati – atti – circostanze rappresentati nel Registro Regionale. - attività di controllo e vigilanza sulle Fondazioni. b)L.R. 26/ Riordino delle Regole Montane P rocedimenti di ricostituzione delle Regole Montane, relative incentivazioni e modifiche statutarie. - Procedimenti conseguenti laggiornamento dei beni costituenti patrimonio antico. c) L.R. 24/ Riordino delle IPAB Procedimenti di depubblicizzazione e riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato delle ex Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti TOT. 620 Riconoscimento della Personalità Giuridica di diritto privato TOTALE 553

20 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Registro Regionale delle Persone Giuridiche di diritto privato TOTALE DECRETI N. 267 Registro Regionale delle Persone Giuridiche di diritto privato Nel corso dellanno 2010 risultano effettuati n. 79 decreti suddivisi in: - n. 40 di riconoscimento della personalità giuridica - n. 24 di approvazione modifiche statutarie - n. 7 di estinzione - n. 2 di presa datto di scioglimento - n. 2 di cancellazione - n. 4 di diversa natura Iscrizioni - Nel corso dellanno 2010 risultano effettuate n. 203 iscrizioni relative a persone giuridiche nuove, ad altri atti e fatti riguardanti gli Enti iscritti di cui allart. 4, comma 2 del DPR 361/2000. TOTALE ISCRIZIONI N. 679

21 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Parchi Regionali e Aree protette di interesse locale (fino al 28/09/2010) Gestione Enti Parco Con DGR n. 53 del sono state attribuite le seguenti funzioni: - contributi annuali agli Enti di gestione di Parchi naturali per le spese di impianto e funzionamento (cap ) - iniziative per la valorizzazione dei Parchi Regionali (cap ) - spese di investimento e contributi per la realizzazione di Aree Naturali Protette di interesse locale (cap ). Tali funzioni sono state svolte dalla Direzione fino all 28/09/2010 (DGR n e n. 2361) Attività realizzate nel Borsa del Turismo Scolastico (Genova- novembre 2009) Fiera Cavalli (Verona- novembre 2009) - Completamento sito web - Protocollo di Intesa con lUfficio Scolastico Regionale del Veneto, per la programmazione di iniziative congiunte dedicate alla conoscenza e divulgazione del Sistema Parchi tra i Giovani. - Progetto Editoriale dedicato alla valorizzazione dei Parchi Regionali - Avvio Progetto CLASS-CAP INTERREG ITALIA-SLOVENIA - Protocollo dIntesa tra Regione Veneto/Provincia di Treviso/Comuni di Revine Lago e Tarzo per la gestione del Parco Naturale LAGHI DI REVINE-TARZO. Per tutte le attività sono stati impegnati complessivamente nel 2009 Euro ,00 così suddivisi: a) cap ,00 b) cap ,00 c) cap ,00 Parco regionale della Lessinia Parco regionale dei Colli Euganei Parco regionale del Delta del Po Parco Regionale delle Dolomiti dAmpezzo Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Parco Regionale del Fiume Sile PARCHI REGIONALI N. 6 (di cui uno istituito con Legge Nazionale) AREE PROTETTE NATURALI N. 22 Parco regionale dei Colli Euganei

22 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Parchi Regionali e Aree protette di interesse locale (fino al 28/09/2010) Attività realizzate nel Vacanze Week-end, Fiera di Padova, marzo Completamento del programma A scuola nei parchi avviato con il Protocollo di Intesa con lUfficio Scolastico Regionale del Veneto, per la programmazione di iniziative congiunte dedicate alla conoscenza e divulgazione del Sistema Parchi tra i giovani. - Avvio progetto CLASS-CAP INTERREG ITALIA-SLOVENIA - Manifestazione Premio Parchi del Veneto Edizione 2010: realizzazione e allestimento di una mostra fotografica itinerante dedicata al Parco Delta del Po con una sezione anche sugli altri Parchi Regionali; realizzazione e divulgazione di una brochure promozionale attraverso la stampa nazionale e locale. Per tutte le attività i fondi previsti complessivamente nel 2010, sono stati Euro ,00, così suddivisi: a) cap ,00 b) cap ,00 c) cap ,00 Parco regionale della Lessinia Parco regionale dei Colli Euganei Parco regionale del Delta del Po Parco Regionale delle Dolomiti dAmpezzo Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Parco Regionale del Fiume Sile PARCHI REGIONALI N. 6 (di cui uno istituito con Legge Nazionale) AREE PROTETTE NATURALI N. 22 Parco Regionale delle Dolomiti dAmpezzo Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Parco Regionale del Fiume Sile Parco regionale della Lessinia Parco regionale dei Colli Euganei Parco regionale del Delta del Po

23 Il futuro GOVERNANCE: VERSO GLI ENTI LOCALI REFERENDUM: INFORMAZIONE E SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA Supporto al consolidamento delle politiche di promozione dell'associazionismo tra Enti Locali, come previste nel PRS Supporto alle politiche di governance e sviluppo della cooperazione tra Regione ed Enti Locali/Associazioni di rappresentanza nell'attuazione dei processi di decentramento amministrativo e di federalismo fiscale Progetto di revisione e aggiornamento delle pubblicazioni e della modulistica relativa ai procedimenti referendari regionali (abrogativo, consultivo e statutario) in linea con l'evoluzione normativa/ giurisprudenziale statale e regionale. Informatizzazione del Registro Regionale delle Persone Giuridiche e del procedimento di acquisizione della personalità giuridica di diritto privato. Nuove linee guida per il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato di Associazioni e Fondazioni. PROMOZIONE DELLASSOCIAZIONISMO REGISTRO PERSONE GIURIDICHE: INTERVENTI DI ACCELERAZIONE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti

24 ATTIVITA DIREZIONE ANNO 2010

25 SERVIZIO ENTI LOCALI A) INIZIATIVE IN CORSO CONTRIBUTI PER LASSOCIAZIONISMO DEGLI ENTI LOCALI 1. Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti La Giunta, sentita la Conferenza Regioni-Autonomie locali, ha impegnato i fondi per lassegnazione, su richiesta, dei contributi per lassociazionismo degli Enti locali, così ripartiti: Contributo ordinario per le spese di funzionamento Unioni e Comunità Montane Domande pervenuteN°27 Unioni N° 18 Comunità M. Contributi c/Investimento - Unioni - Comunità Montane - Convenzioni fra Enti locali per la gestione associata Domande pervenuteN° 57 Contributo statale regionalizzato Importo defiito in sede di Conferenza Unificata Stato / Regione / Autonomie locali ,92Domande pervenuteN°27 Unioni N° 18 Comunità M. 2. La Giunta Regionale con delibera n. 347 del ha approvato la costituzione di un Portale delle Autonomie, da realizzarsi su un apposito sito web con sezioni tematiche specializzate come banche dati e come strumento di dialogo interattivo con le Autonomie locali (finanza locale, federalismo fiscale e amministrativo, associazionismo, Consulenze e Servizi, ecc.). Liniziativa è seguita da un Gruppo tecnico, che ha il compito di elaborare un progetto esecutivo. A seguito dellapprovazione del progetto esecutivo saranno determinati i costi e impegnati i fondi. PORTALE DELLE AUTONOMIE LOCALI

26 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti TRASFERIMENTO FONDI ALLE AUTONOMIE LOCALI PER LE FUNZIONI CONFERITE E DELEGATE La Giunta Regionale, sentita la Conferenza Regione – Autonomie locali, ha approvato i criteri per lassegnazione dei fondi per le funzioni conferite e delegate agli Enti locali (Comuni – Province – Comunità Montane) ai sensi della L.R. 11/2001. Con Decreto del Dirigente della Direzione Enti Locali sono stati impegnate le somme così suddivise: 3. Province Comuni Comunità Montane TOTALE La rendicontazione delle funzioni delegate agli Enti locali destinatari è da effettuarsi entro il SERVIZIO ENTI LOCALI MONITORAGGIO INTERVENTI STATALI A FAVORE DEI COMUNI DI CONFINE (FONDO LETTA) – FONDI E in fase di completamento la 2ª fase di monitoraggio sullo stato di realizzazione del progetto avviato dai Comuni con lutilizzo dei fondi statali del cosiddetto Fondo Letta, sulla base del Protocollo dIntesa sottoscritto con il Ministero degli Affari Regionali. I Comuni interessati sono 64 (29 confinanti con il Friuli – Venezia Giulia e 35 confinanti con Trentino Alto Adige) I fondi per il Veneto ammontano a ,00

27 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti SERVIZIO ENTI LOCALI DETERMINAZIONE CRITERI PER LASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AI COMUNI UBICATI NELLE AREE SVANTAGGIATE DI MONTAGNA E DEL VENETO ORIENTALE/COMUNI TREVIGIANI DI CONFINE La Giunta Regionale ha approvato i criteri e le modalità per assegnare i fondi della L. 30/07 per i 171 Comuni delle aree svantaggiate di montagna e per 25 Comuni dellarea del Veneto Orientale Gli stanziamenti sono i seguenti: Comuni montagna c/investimenti c/spese funzionamento Veneto Orientale e Comuni Trevigiani confinanti c/investimento B) INIZIATIVE IN CORSO FONDI BRANCHER 1 Sono in corso iniziative per dare attuazione ai progetti di valorizzazione dei territori veneti confinanti con le Province di Trento e Bolzano ai sensi dellart. 2 c. 187 della L. 191/2009

28 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti 2. SERVIZIO ENTI LOCALI 1. PROGETTO DI RIORDINO TERRITORIALE Il Progetto di Riordino Territoriale ha come obiettivo la definizione delle dimensioni ottimali per lesercizio delle funzioni degli enti locali (proprie e delegate) e lindividuazione delle relative forme giuridiche riconosciute a livello regionale (Unioni di Comuni, Comunità Montane, Consorzi, ecc.). Il disegno di legge si inserisce nel contesto delle riforme nazionali sulle funzioni fondamentali degli Enti locali e il Codice delle Autonomie Locali (DDL Calderoli). Il progetto è stato avviato con uninformativa alla Giunta Regionale che riporta le considerazioni del gruppo tecnico incaricato sul DDL Calderoli e sulle relative implicazioni a livello regionale. Per dare applicazione al D.L. n. 78/2010 convertito nella L. 122/2010 che rende obbligatoria la gestione associata per i Comuni fino a abitanti (per i Comuni montani fino a abitanti), è stato prevista in sede di Conferenza Regione-Autonomie Locali, la costituzione di una commissione mista Regione-Autonomie Locali SERVIZIO PERSONE GIURIDICHE Allinizio di ogni legislatura regionale è prevista la nomina dei componenti della Conferenza (art. 11 della L.R.20/97) e la stessa è stata costituita con provvedimenti del Presidente delle Giunta Regionale. Attività concertativa, consultiva e di raccordo con gli Enti Locali: nel 2010 si sono tenute n. 3 sedute della Conferenza e n. 3 sedute della Conferenza Complessivamente sono stati espressi 14 pareri. ATTIVITA RELATIVE ALLA CONFERENZA PERMANENTE REGIONE-AUTONOMIE LOCALI

29 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti ATTIVITA RELATIVE ALLE PERSONE GIURIDICHE DI DIRITTO PRIVATO istruttorie di richieste di riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato e la trattazione delle questioni giuridiche connesse di Fondazioni, Associazioni e Regole, ai sensi delle disposizioni del Codice Civile e delle leggi statali e regionali in materia. iscrizioni nel Registro Regionale dei dati inerenti le vicende giuridiche delle Associazioni e delle Fondazioni. controlli sulle Fondazioni (ex art.25 del codice civile). informatizzazione del Registro Regionale delle Persone Giuridiche con lavvio della procedura di trasferimento dei dati riferiti al pregresso e allo storico nel nuovo software. ATTIVITA DI GESTIONE DEGLI ENTI PARCO REGIONALI (competenza in capo alla Direzione fino a settembre 2010) Contributi annuali agli Enti di Gestione di parchi naturali per spese di impianto e funzionamento (Cap Stanziamento 2010 Euro ,00) Con DGR n. 693 del 9 marzo 2010 sono stati assegnati agli Enti Parco Regionali gli acconti dei contributi per le spese di gestione, per un ammontare complessivo di Euro ,00; successivamente è stata approvata la Deliberazione con la determinazione dei rispettivi saldi per un ammontare complessivo di Euro ,00. SERVIZIO PERSONE GIURIDICHE

30 Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti 3 ATTIVITA DI GESTIONE DEGLI ENTI PARCO REGIONALI (competenza in capo alla Direzione fino a settembre 2010) Contributi per la realizzazione di aree naturali protette di interesse locale (Cap Stanziamento 2010 Euro ,00) Con DGR n.871 del 15 marzo 2010 è stato approvato (pubblicato sul BURV n.26 del 26 marzo 2010) un bando che ha definito i criteri di assegnazione di contributi a Province ed Enti Locali per progetti inerenti listituzione di Parchi e Riserve di interesse locale (art.27 della Legge Regionale 16 agosto 1984, n. 40), con una prenotazione pari ad Euro ,00. Iniziative per la valorizzazione dei Parchi Regionali (Cap Stanziamento 2010 Euro ,00) Con DGR n. 572 del 2 marzo 2010 e DGR n del 23 marzo 2010 sono state approvate le seguenti iniziative: Partecipazione a Vacanze Weekend. Ed (Fiera di Padova 6 e 7 marzo 2010) Esecuzione del Protocollo dIntesa sottoscritto con lUfficio Scolastico Regionale per il Veneto che prevede la programmazione di visite guidate delle scuole per far conoscere il sistema parchi ai giovani, le peculiarità e attrattive del nostro territorio e incentivare una specifica educazione scolastica ambientale. Realizzazione del Premio Parchi del Veneto Ed. 2010, unimportante iniziativa che ha coinvolto il mondo della scuola, il mondo accademico e le Istituzioni maggiormente rappresentative in materia. In particolare levento, tenutosi presso il Parco Delta del Po le giornate dell8 e 9 ottobre 2010, ha visto lo svolgimento di un convegno tecnico istituzionale e di una tavola rotonda con rappresentanti di parchi internazionali e nazionali sulla comunicazione dei parchi e la biodiversità e la premiazione di soggetti appartenenti a diverse categorie (studenti, giornalisti, studiosi e tecnici), che si sono distinti nelle attività di promozione e valorizzazione dei parchi regionali, aree protette, riserve naturali. Per tale manifestazione il Presidente della Repubblica ha assegnato la medaglia presidenziale. Nel corso di tale manifestazione è stata allestita e inaugurata una mostra fotografica itinerante dedicata al Parco Delta del Po con una sezione anche sugli altri parchi regionali, di proprietà regionale e potrà essere messa a disposizione di altri parchi (regionali, nazionali ed esteri) e degli Istituti di Cultura Europei. SERVIZIO PERSONE GIURIDICHE

31 Assessore alle Politiche di Bilancio e agli Enti Locali Roberto Ciambetti Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti Maurizio Gasparin La dispensa è stata realizzata da: Paolo DONATO, Silvia ZANGIROLAMI, Elvia MONTAGNER, Emanuela MUNARETTI, Valeria MOTTERLE +locali


Scaricare ppt "DIREZIONE ENTI LOCALI PERSONE GIURIDICHE E CONTROLLO ATTI 2007/2010."

Presentazioni simili


Annunci Google