La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le Camere di Commercio toscane. Ufficio Stdi Le infrastrutture della mobilità e della logistica in Toscana Firenze, 9 maggio 2006 Riccardo Perugi Unioncamere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le Camere di Commercio toscane. Ufficio Stdi Le infrastrutture della mobilità e della logistica in Toscana Firenze, 9 maggio 2006 Riccardo Perugi Unioncamere."— Transcript della presentazione:

1 Le Camere di Commercio toscane

2 Ufficio Stdi Le infrastrutture della mobilità e della logistica in Toscana Firenze, 9 maggio 2006 Riccardo Perugi Unioncamere Toscana - Ufficio Studi

3 Fonte: Elaborazioni CONFETRA su dati UNCTAD Ufficio Studi Traffico di container sulle principali rotte mondiali Valori assoluti in miliardi di TEU

4 Ufficio Studi Corridoi trans-europei programmati sul territorio italiano Fonte:

5 Ufficio Studi Modalità di trasporto delle merci nell'Unione Europea (UE 15) Fonte: Elaborazioni Uniontrasporti su dati Eurostat 2003

6 Ufficio Studi Trasporto intraregionale su strada e principali flussi interregionali Fonte: Istat, Indagine trasporto merci su strada Flussi interregionali (milioni di tonnellate) Fino a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 15 Da 15 a 20 Oltre 20 Percentuale di trasporto intraregionale sul totale con origine nella regione (tra parentesi: numero di regioni per classe) Fonte: elaborazione Uniontrasporti su dati Conto Nazionale dei Trasporti, 2003/2004

7 Ufficio Studi Indice di dotazione infrastrutturale (Italia = 100) Fonte: Istituto Guglielmo Tagliacarne

8 Ufficio Studi Le strutture di nodo presenti in Toscana Fonte: Uniontrasporti

9 Ufficio Studi La rete ferroviaria toscana e i distretti industriali Fonte: Uniontrasporti

10 Ufficio Studi La rete stradale toscana e i distretti industriali Fonte: Uniontrasporti

11 Ufficio Studi Principali interventi programmati: Rete stradale Fonte: Uniontrasporti-Unioncamere Toscana A1 Milano-Napoli: in corso il completamento della variante di valico (2010) e l'adeguamento a tre corsie del tratto Barberino-Incisa A11 Firenze-Pisa: in corso i lavori per il nuovo svincolo di Lucca (2007) e approvato il progetto di adeguamento dello svincolo di Montecatini A12 Genova-Viareggio: in corso i lavori per i nuovi caselli di Viareggio, Massarosa e Lucca San Donato (2006) e in corso procedura VIA per la realizzazione della terza corsia nel tratto La Spezia-Viareggio Completamento autostradale Cecina-Civitavecchia: a marzo la Commissione interministeriale competente ha stabilito che il tracciato costiero del collegamento, proposto dalla regione Toscana d'intesa con gli Enti locali, è quello che presenta il minor impatto ambientale E78 Grosseto-Fano: ammodernamento di alcune tratte E45 Orte-Ravenna: adeguamento e messa in sicurezza del tratto toscano SS429 Empoli-Poggibonsi: avviati i lavori per il decongestionamento del traffico dei centri urbani attraversati

12 Ufficio Studi Principali interventi programmati: Rete ferroviaria Fonte: Uniontrasporti-Unioncamere Toscana Potenziamento infrastrutturale: Firenze-Pistoia-Lucca-Pisa San Rossore ; Pisa-Livorno ; Firenze-Empoli-Siena-Chiusi ; La Spezia-S. Stefano-Aulla-Parma Potenziamento tecnologico: Genova-Livorno-Roma ; Pisa-Collesalvetti- Vada; Bologna-Firenze-Roma (adeguamento agli standard nuove linee AV/AC) Realizzazione della tratta di Alta Velocità/Alta Capacità Firenze- Bologna, che permetterà di ridurre il tempo di percorrenza dei passeggeri e delle merci dagli attuali 59 minuti a 30 minuti (2008) e della nuova stazione sotterranea a Firenze Belfiore, per l'attraversamento del nodo di Firenze (a dicembre 2005 pubblicato bando di gara per appaltare gli interventi previsti) Empoli-Siena-Chiusi: in corso il potenziamento infrastrutturale, nel 2006 dovrebbe concludersi il raddoppio del tratto Certaldo-Poggibonsi La Spezia-Parma: in corso di approvazione i progetti preliminari per il raddoppio del tratto Chiesaccia-Pontremoli e la realizzazione di un nuovo tratto di valico dell'Appennino Tosco-Emiliano Pistoia-Lucca-Viareggio: in fase di progettazione il raddoppio delle tratte Pistoia-Montecatini, Lucca-Altopascio, Altopascio-Montecatini, la velocizzazione della linea Montecatini-Lucca, il sottoattraversamento di Montecatini

13 Ufficio Studi Principali interventi programmati: Porti Fonte: Uniontrasporti-Unioncamere Toscana Porto di Livorno: In corso la messa in sicurezza di emergenza del canale industriale (2006) e progetto per la realizzazione del molo Italia interventi per migliorare l'accessibilità al porto, per rispondere alle accresciute esigenze di traffico merce da e verso il porto, con ampliamento e ristrutturazione dei raccordi ferroviari Porto di Piombino: realizzazione di nuovi banchinamenti (circa m 1.100), di nuovi fondali adeguati e differenziati, di un'area retrobanchina (m ), di una grande vasca di contenimento collegamento con la linea ferroviaria nazionale Porto di Marina di Carrara: realizzazione di un waterfront (progettazione preliminare) e utilizzo di pannelli fotovoltaici per i magazzini esterni creazione di una via di accesso dedicata al porto per separare il traffico cittadino da quello pesante

14 Ufficio Studi Principali interventi programmati: Aeroporti Fonte: Uniontrasporti-Unioncamere Toscana Aeroporto di Pisa: sviluppo del terminal passeggeri (spazi di attesa ed aree commerciali) ed ampliamento del piazzale aeromobili (avviati i lavori di cantiere) creazione di connessioni funzionali dall'accesso all'area aeroportuale (sia su gomma che su ferro) all'imbarco sugli aerei realizzazione di spazi pubblici di relazione per armonizzare l'insediamento aeroportuale con la città Aeroporto di Firenze (ultimati): lavori di completa riqualifica della pista di volo lavori di miglioramento e potenziamento dell'accoglienza dell'aerostazione Aeroporti minori: come fattore comune, si rileva l'esigenza di migliorare la pista di decollo e di apportare miglioramenti all'aerostazione in genere

15 Ufficio Studi Principali interventi programmati: Centri di servizi intermodali Fonte: Uniontrasporti-Unioncamere Toscana Il Piano Regionale della Mobilità e della Logistica della Toscana (2003) contiene un elenco di scali merci e di centri di smistamento merci da realizzare sulla rete ferroviaria al fine di incentivare l'intermodalità e di servire la crescente domanda di trasporto merci registrata negli ultimi anni, fra cui in provincia di Grosseto: Braccagli, Orbetello Scalo e Paganico (nodi scambiatori); Livorno: località Fiorentina (per servire il porto di Piombino); Lucca: Tassignano, Valle del Serchio (San Pietro a Vico); Pisa: San Miniato, San Agostino; Siena: Chiusi, sona industriale Badesse. Nella proposta di adeguamento del Piano di Indirizzo Territoriale (2005), la Regione Toscana ha inserito nuove previsioni di localizzazione dei futuri centri intermodali e scali merci, per meglio servire i distretti industriali presenti sul territorio e favorire l'intermodalità. In particolare, gli ambiti interessati sono l'Area del Marmo, della Val di Cornia, della Lucchesia (solo terminale intermodale), l'Area Grossetana, Senese e Aretina. Per l'Interporto di Livorno è infine previsto fra gli altri il completamento delle opere di urbanizzazione di 1 a fase, ed è in corso la realizzazione del raccordo ferroviario tra il terminal e la linea Pisa-Livorno (nella stazione Livorno Calambrone) e di un magazzino generale di logistica (m ).


Scaricare ppt "Le Camere di Commercio toscane. Ufficio Stdi Le infrastrutture della mobilità e della logistica in Toscana Firenze, 9 maggio 2006 Riccardo Perugi Unioncamere."

Presentazioni simili


Annunci Google