La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Gianfranco Colitti

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Gianfranco Colitti"— Transcript della presentazione:

1 A cura di Gianfranco Colitti
Le tecnologie per il Made in Italy (moda, design-arredamento, illuminotecnica) A cura di Gianfranco Colitti Convegno AIRI/Tecnoprimi – Milano, 28 ottobre 2008

2 Made in Italy: eccellenza e innovazione
Le “4 A” dell’eccellenza manifatturiera italiana: Abbigliamento-moda Arredo-casa Automazione-meccanica Alimentari e bevande Oltre imprese 3 milioni di addetti 65% dell’occupazione manifatturiera Saldo commerciale con l’estero (2007): 113 miliardi € Abbigliamento-Moda-Cosmetica Arredo-Casa Automazione-Meccanica-Plastica Alimentazione Totale 22,2 12,5 75,2 3,1 113 19,6% 11,1% 66,5% 2,7% 100%

3 Dimensione di impresa Dimensione media delle imprese:
Made in Italy: 7,7 addetti per impresa Industria Manifatturiera: 9,0 addetti per impresa Automazione-meccanica: 9,4 addetti per impresa Imprese da 1 a 49 addetti = 98,1% del totale 250 imprese con più di 500 addetti → Questione dimensionale: da fattore positivo (“piccole è bello”) a fattore di debolezza competitiva

4 Distretti industriali
Circa 220 distretti, di cui 96 attivi nei settori del Made in Italy, con oltre 850mila addetti L’organizzazione in distretti ha consentito: ottimizzazione dei costi di produzione per filiera condivisione di servizi e facilities nascita di centri servizi specialistici diffusione delle conoscenze e delle tecnologie

5 Spesa per R&S delle imprese per attività economica (2004)
settori Totale (milioni €) % Alimentare 83,1 1,6 Tessile 40,0 0,8 Abbigliamento 13,1 0,2 Pelli e cuoio 15,5 0,3 Mobili 51,4 1,0 Macchine e impianti 798,2 15,2 SubTotale Made in Italy 1.001,3 19,1 Altre Manifatturiere 4.243,0 80,9 Totale Industria manifatturiera 5.244,3 100,0

6 La contraddizione del Made in Italy: innovazione senza ricerca
Come spiegare questa contraddizione? Il fattore dimensionale/settoriale Non rilevazione delle spese in R&S “informale” attuata dalle pmi Innovazione design-driven Fattori di successo: Qualità imprenditoriali Innovatività spontanea, basata sulla ricerca informale più che sull’innovazione di tipo scientifico-tecnologico

7 Tessile-abbigliamento, pelletteria, calzature, accessori
Il sistema moda Tessile-abbigliamento, pelletteria, calzature, accessori

8 Il sistema moda 58mila imprese 513mila occupati Fatturato: 54 mld €
Export: 28 mld € Focus strategico: da Manifattura a Componenti “immateriali” Globalizzazione Nuovi fattori di successo Manifattura Progettazione, Design, Comunicazione, Qualità, Strategie commerciali

9 Le componenti immateriali
della filiera

10 Tecnologie e innovazione
Settori Traiettorie tecnologiche Le fibre La leggerezza Attenzione all’ambiente: sia come processo che come uso di materie prime Tecnologie al plasma Le Nanotecnologie Le macchine tessili Contenimento dei consumi di acqua e di energia Sistemi di controllo e gestione degli impianti Aumento della produttività Integrazione con tecnologie di contorno Applicazioni speciali: impiego di laser per ottenere effetti speciali, di taglio, traforo (ricamo), decolorazione a piacere … Gli ausiliari Stampa digitale Comfort Rifinizioni speciali: legate alla moda di fascia alta (stropicciature, gommature, bolle, tessuti doppi, spalmatura, calandrature, effetti metallizzati, ecc.) Prestazioni funzionali: (antimacchia, coibenti, traspiranti, ecc.) Trattamenti con ozono I servizi Le reti del sistema moda Le strutture di servizio tecnico Le tecnologie anticontraffazione Le tecnologie di salvaguardia ambientale e razionalizzazione dei consumi energetici Le tecnologie ICT Le tecnologie di automazione

11 Il sistema mobile-arredamento

12 Profilo del settore 36.000 imprese 330.000 addetti
Fatturato: 32,5 miliardi € Export: 9,5 miliardi € La leadership della industria italiana del mobile e arredamento si basa su: componente di design dei prodotti qualità del prodotto livello di servizio (gamma di prodotti, capacità di adattare e personalizzare, flessibilità nelle forniture, rapidità delle consegne) rapporto prezzo/qualità molto competitivo

13 Fattori trainanti dell’innovazione
Fattori collegati alla domanda: Problematiche ambientali e uso delle risorse (ecosostenibilità, Ecodesign, smaltimento, ecc.) Cambiamento demografico ed evoluzione delle esigenze di spazio abitativo (famiglie mononucleari, riduzione degli spazi) Aumentano i nuovi consumatori (classe media: +4 mld persone nel 2018) Aumentano i “ricchi” nel mondo Fattori collegati all’offerta: Opportunità d’impiego di nuovi materiali (ad es: polimerico Corion, pannello Doluflex) Integrazione tra progetto strutturale, architettonico, impiantistico e di arredamento (progettazione digitale) Modularizzazione dei componenti (mass customization)

14 Principali linee di sviluppo dell’arredo
Integrazione di elementi cinetici e interattivi per adattare il mobile alle esigenze dell’utente Multifunzionalità Integrazione con l’elettronica e l’informatica

15 illuminotecnica

16 Profilo del settore 3 aree di business:
Apparecchi di illuminazione (Italia leader) Circa 500 imprese, con oltre addetti Oltre 2 mld € di fatturato, export 1,2 mld € Sorgenti luminose (Multinazionali straniere) Sistemi di controllo

17 Apparecchi di illuminazione Driver dell’innovazione
Applicazione delle nuove sorgenti luminose a basso consumo (LED, OLED, ecc.) Risparmio energetico e problematiche ambientali → sostituzione 50% lampade a incandescenza → risparmio 7 miliardi € Lighting design  luce come componente architettonica e portatrice di benessere psicofisico Progettazione integrata

18 Il made in italy a Milano
Struttura occupazionale (2001) Industria manifatturiera: Milano città 13% Provincia di Milano 30% Provincia di Milano (Milano esclusa) 45% Made in Italy – numero di imprese: 2007 Milano città 4.673 Milano “allargata” 5.803 Sistema Moda 3.727 65% Macchine e controlli 1.066 18% Mobili e arredamento 833 14% Illuminotecnica 177 3% TOTALE 5.803 100%

19 Servizi alle imprese (1)
design, fotografia, pubblicità, pubbliche relazioni, organizzazioni mostre, fiere, consulenza di mercato, informatica imprese A Milano le imprese attive nei settori del Made in Italy sono circa : servizi 5.803 manifattura

20 Servizi alle imprese (2)
Attività di formazione: Sistema Moda (17 scuole) con circa studenti Design (164 corsi universitari e 203 professionali) con circa studenti Attività di R&S collegate: Materiali Nanotecnologie Sistemi di produzione

21 CONCLUSIONI

22 per il made in italy a milano (1)
Nuove tecnologie per il made in italy a milano (1) Linee di tendenza del mercato globale Capacità competitive del Made in Italy Presenza a Milano del Made in Italy

23 TECNOLOGIE DI SERVIZIO
Nuove tecnologie per il made in italy a milano (2) SETTORI TECNOLOGIE TECNOLOGIE DI SERVIZIO DI PROCESSO DI PRODOTTO FORMAZIONE E-COMMERCE Sistema Moda Macchine tessili Ausiliari Stampa digitale Materiali Bio-derivati Biocatalisi Nuove fibre Nanotecnologie Mobile/Design Nuovi materiali Progettazione digitale Automazione Mass customization Eco-design Multifunzionalità Illuminotecnica = Nuovi prodotti per tecnologie LED e OLED


Scaricare ppt "A cura di Gianfranco Colitti"

Presentazioni simili


Annunci Google