La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comune di Desio, 18 dicembre 2007. S.I.Ter. S.r.l. - VAS STRUTTURA DEL PROCESSO DI VAS Caratterizzazione ambientale del contesto territoriale Definizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comune di Desio, 18 dicembre 2007. S.I.Ter. S.r.l. - VAS STRUTTURA DEL PROCESSO DI VAS Caratterizzazione ambientale del contesto territoriale Definizione."— Transcript della presentazione:

1 Comune di Desio, 18 dicembre 2007

2 S.I.Ter. S.r.l. - VAS STRUTTURA DEL PROCESSO DI VAS Caratterizzazione ambientale del contesto territoriale Definizione del campo dazione del piano Azioni del piano e obiettivi di sostenibilità DOCUMENTO DI SCOPING Valutazione ambientale delle azioni del piano Individuazione delle criticità Proposte di azioni correttive e compensative Programma di monitoraggio RAPPORTO AMBIENTALE Partecipazione e consultazione Proposte dintegrazione e correttive PGT

3 S.I.Ter. S.r.l. - VAS SCOPING: IL CONTESTO AMBIENTALE Caratteri considerati: Aria Suolo e sottosuolo Ambiente idrico Verde Rumore Radiazioni non ionizzanti Rifiuti Energia Fonti delle informazioni: Inemar Archivio qualità aria (ARPA) SIT Regione Lombardia RSA 2005/2006 (ARPA) PTR Regione Lombardia PTCP Milano Fonti comunali Studi preesistenti Studio geologico, idrogeologico e ambientale, a supporto del P.R.G. vigente,

4 S.I.Ter. S.r.l. - VAS SCOPING: SINTESI DEL QUADRO CONOSCITIVO Alto indice di urbanizzazione Alta densità di popolazione Assetto urbano consolidato e compatto Scarsità di aree boscate Reticolo idrico pressoché assente Ambiente naturale antropizzato con scarse aree di naturalità Recupero pressoché totale delle aree dismesse Presenza di attività produttive in diminuzione Qualità delle acque sotterranee in miglioramento Inquinamento atmosferico elevato Emissioni prevalentemente provenienti da traffico e riscaldamento Media incidenza della raccolta differenziata dei rifiuti Presenza di un termovalorizzatore con recupero energetico (teleriscaldamento) Pressoché nullo utilizzo di energie rinnovabili (solare termico e fotovoltaico, biomasse)

5 S.I.Ter. S.r.l. - VAS SCOPING: LE TEMATICHE E GLI OBIETTIVI DEL PIANO 3 tematiche: 1.Sistema insediativo 2.Sistema della mobilità 3.Sistema ambientale 5 macro-obiettivi: TUTELA, CONSERVAZIONE E RECUPERO DEI NUCLEI E DEGLI ELEMENTI STORICI VALORIZZAZIONE DEL SISTEMA DELLE RELAZIONI SALVAGUARDIA E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO MODELLO DI SVILUPPO SOSTENIBILE PER IL FUTURO DELLA CITTÀ SPECIFICAZIONE, ALLA SCALA COMUNALE, DELLE STRATEGIE DEL PTCP PER LINTEGRAZIONE CON LE POLITICHE SOVRALOCALI

6 S.I.Ter. S.r.l. - VAS SCOPING: GLI OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ GLI OBIETTIVI INDIVIDUATI DALLUNIONE EUROPEA Riduzione dellimpiego di risorse non rinnovabili Impiego di risorse rinnovabili nei limiti di rigenerazione Uso e gestione corretta, dal punto di vista ambientale, delle sostanze e dei rifiuti pericolosi / inquinanti Conservazione e miglioramento dello stato della flora e della fauna selvatiche, degli habitat e dei paesaggi Conservazione e miglioramento della qualità dei suoli e delle risorse idriche Conservazione e miglioramento delle risorse storiche e culturali Conservazione e miglioramento della qualità dell'ambiente locale Protezione dell'atmosfera Sensibilizzazione alle problematiche ambientali, sviluppo dellistruzione e della formazione in campo ambientale Promozione della partecipazione del pubblico alle decisioni che comportano uno sviluppo sostenibile

7 S.I.Ter. S.r.l. - VAS SCOPING: GLI OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ 1.Ridurre progressivamente linquinamento atmosferico e lemissione di gas serra. 2.Contenere il consumo di suolo e compattare la forma urbana 3.Garantire la massima compatibilità ambientale e paesaggistica, nonché consentire la programmazione dellassetto finale delle aree interessate da cave e discariche e il loro riuso. 4.Valorizzazione del bosco come struttura di supporto al disegno del paesaggio ed allo sviluppo di attività ricreative e produttive 5.Diffondere la consapevolezza dei valori paesistici e la loro fruizione da parte dei cittadini. 6.Ottimizzare e potenziare le operazioni di riutilizzo, recupero e riciclaggio dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata e potenziare la stessa. Ridurre le quantità specifiche di rifiuti prodotte. 7.Ridurre i consumi specifici di energia migliorando lefficienza energetica e promuovendo interventi per luso razionale dellenergia. 8.Promuovere limpiego e la diffusione capillare sul territorio delle fonti energetiche rinnovabili, potenziando al tempo stesso lindustria legata alle fonti rinnovabili stesse.

8 S.I.Ter. S.r.l. - VAS LA VALUTAZIONE: STRUTTURA E LOGICA DEL PROCESSO Obiettivi di sostenibilità Azioni di piano MATRICE DI VALUTAZIONE SCHEDE DI APPROFONDIMENTO Proposte di mitigazione e compensazione INDICATORI Piano di monitoraggio Analisi di coerenza interna ed esterna

9 S.I.Ter. S.r.l. - VAS

10 LA COERENZA ESTERNA Rapporto degli obiettivi del piano con quelli dei piani sovraordinati Nel nostro caso verifica di coerenza principalmente con: 1.PTR 2.Piani Regionali settoriali (PTPR, PTUA, PER, PSR) 3.PTCP di Milano LA MANCANZA DI COERENZA ESTERNA COMPORTA LA MODIFICA DELLE STRATEGIE E DEGLI OBIETTIVI DEL PIANO

11 S.I.Ter. S.r.l. - VAS LA COERENZA INTERNA Ad ogni obiettivo di piano deve corrispondere almeno unazione Ogni azione deve essere volta al perseguimento di un obiettivo dichiarato nel piano Ogni obiettivo deve relazionarsi con almeno un indicatore Ad ogni azione deve essere associato almeno un indicatore Non-ridondanza ed esaustività degli indicatori LA MANCANZA DI COERENZA INTERNA DETERMINA LA RIVISITAZIONE GLOBALE DEL PROCESSO DI PIANO

12

13

14 Criticità ambientali Qualità dellaria ed emissioni atmosferiche Condizioni meteo-climatiche sfavorevoli ampia prevalenza, nel corso dellanno, di giornate con inversioni termiche frequenti fenomeni di nebbie e caligini e scarsità di venti di velocità significativa Nellultimo triennio peggioramento qualità dellaria PM 10, NO x, O 3 e precursori O 3 Scarso impatto emissioni di natura produttiva Emissioni prevalentemente da traffico e combustione Autostrada Pedemontana ?

15 Tracciato previsto dellAutostrada Pedemontana in Comune di Desio

16 Criticità ambientali Rumore Piano di azzonamento acustico del 2001 Limiti di zona, specie notturni, frequentemente superati Livelli di pressione acustica non particolarmente elevati Zone di classe I limitate Traffico Autostrada Pedemontana ?

17 Criticità ambientali Radiazioni non ionizzanti Nessun problema per radiotelediffusione e telefonia mobile Elettrodotti ?

18 Criticità ambientali Energia Teleriscaldamento da termovalorizzatore Scarso o nullo impiego di energie rinnovabili (solare termico e fotovoltaico, biomasse) Mancanza di norme nella legislazione comunale in materia di risparmio energetico Necessità di promuovere un uso corretto e razionale dellenergia

19 Criticità ambientali Consumo e/o trasformazione di suolo Nuovo consumo di suolo da minimizzare Aree agricole da rivitalizzare e riqualificare Corridoi verdi da costruire / ampliare Aree dismesse pressoché tutte recuperate

20 Criticità ambientali Valorizzazione del verde Verde pubblico pro-capite da incrementare Aree verdi di pregio o a vocazione naturalistica Corridoi verdi, aree boscate e piantumate Reticolo verde

21 Criticità ambientali Salvaguardia delle acque sotterranee Minimizzazione dei consumi idrici pro-capite Restituzione in falda delle acque piovane non contaminate Miglioramento e adeguata manutenzione della rete fognaria Necessità di promuovere un uso corretto, razionale e responsabile dellacqua


Scaricare ppt "Comune di Desio, 18 dicembre 2007. S.I.Ter. S.r.l. - VAS STRUTTURA DEL PROCESSO DI VAS Caratterizzazione ambientale del contesto territoriale Definizione."

Presentazioni simili


Annunci Google