La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 ISISS Novelli di Marcianise. 2 D.P.R. 122/2009 art. 14 comma 7 Valutazione finale degli studenti a.s. 2010/2011. Criteri di deroga al limite dei tre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 ISISS Novelli di Marcianise. 2 D.P.R. 122/2009 art. 14 comma 7 Valutazione finale degli studenti a.s. 2010/2011. Criteri di deroga al limite dei tre."— Transcript della presentazione:

1 1 ISISS Novelli di Marcianise

2 2 D.P.R. 122/2009 art. 14 comma 7 Valutazione finale degli studenti a.s. 2010/2011. Criteri di deroga al limite dei tre quarti dellorario annuale personalizzato di frequenza scolastica necessaria allo scrutinio finale.

3 3 Si vuole ricordare che il comma 7 dellArticolo 14 del D.P.R. 122 del 22 Giugno 2009 così recita testualmente : 7. A decorrere dallanno scolastico di entrata in vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dellanno scolastico, compreso quello relativo allultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dellorario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta lesclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o allesame finale di ciclo.

4 4 Orario annuale personalizzato Innanzitutto si precisa che per orario annuale personalizzato si intende un monte ore annuale pari al numero di ore di lezione settimanale previsto dal piano di studi per la singola classe, moltiplicato per il numero di settimane di scuola che convenzionalmente viene fissato pari a trentatrè settimane. Esempio Per esempio le classi TERZE del Liceo Pedagogico hanno un orario annuale pari a : 30 ore settimanali x 33 settimane di lezione = 990 ore. Quindi lorario annuale delle classi Terze del Liceo Pedagogico è pari a 990 ore.

5 5 Validità dellanno scolastico Il D.P.R.122/09 sancisce che ai fini della validità dellanno scolastico è necessaria la frequenza di almeno i ¾ dellorario annuale personalizzato. Quindi il D.P.R. 122/09 stabilisce che il tetto massimo di assenze previsto affinché lanno scolastico possa essere valido è di ¼ dellorario annuale ( in altre parole il 25% dellorario annuale).

6 6 Esempio Relativamente allesempio delle classi Terze del Liceo Pedagogico, per la validità dellanno scolastico è necessaria la frequenza di almeno i ¾ di 990 ore ovvero di almeno 742 ore e mezza. E dunque in tal caso il tetto massimo di assenze previsto affinché lanno possa essere valido è pari a 247 ore e mezza (25% di 990 ore).

7 7 Calcolo del monte ore annuale di assenze effettuate da un allievo Come si fa a calcolare il monte ore annuale di assenze effettuato da un allievo? 1) Per ciascuna disciplina si sommano le ore di assenza relative al 1° e al 2° quadrimestre ottenendo le ore di assenza annuali per ogni disciplina. 2)Si sommano le ore di assenza annuali di tutte le discipline ottenendo il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo.

8 8 A questo punto possono verificarsi due soli casi : 1)il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo NON supera ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato 2)il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo supera ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato.

9 9 1° Caso : 1° Caso : il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo NON supera ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato Se il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo non supera ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato, allora per lallievo in questione vi sarà la validità dellanno scolastico e si passa allo scrutinio dellallievo stesso.

10 10 Se il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo supera la quota di ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzi di studi considerato, il D.P.R. prevede la possibilità di derogare alle assenze effettuate in caso di assenze documentate e continuative. 2° Caso : 2° Caso : il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo SUPERA ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato

11 11 Significa che dal monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo, nel caso in cui si deliberino le deroghe, devo andare a sottrarre tutte le assenze documentate e continuative. In che modo? Andando a conteggiare, per ogni giorno di assenza derogato, il numero di ore di lezione effettuato in quel giorno. Per esempio se un allievo ha effettuato 3 giorni di assenze dovute a malattia e tale assenza è debitamente certificata, si devono conteggiare le ore di lezione effettuate in quei 3 giorni e sottrarle al monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo. Che significa possibilità di effettuare deroghe in caso di assenze documentate e continuative ?

12 12 Ma quali sono le tipologie di assenze che possono essere derogate ? Il Collegio nella seduta del 25 Febbraio 2011 ha deliberato le seguenti tipologie di assenze che possono essere derogate

13 13 Le tipologie di assenze che possono essere derogate sono : a)motivi di salute documentati da apposita certificazione medica b) motivi personali e/o di famiglia

14 14 Assenze, debitamente certificate, dovute a : Malattia, di almeno 2 giorni, debitamente certificate Gravi patologie che comportano assenze anche di 1 solo giorno Ricoveri in struttura ospedaliere o case di cura Day Hospital Visite mediche specialistiche Tipologia a) : motivi di salute documentati da apposita certificazione medica

15 15 Tipologia b) : motivi personali e/o di famiglia Assenze, debitamente certificate, dovute a : Motivi di studio e/o formazione Gravidanza Partecipazione a competizioni sportive di livello agonistico Problematiche relative al lavoro di uno dei due genitori o del tutore legale dellallievo Gravi patologie dei componenti il nucleo familiare dellallievo entro il 2° grado Lutto di componenti il nucleo familiare dellallievo entro il 2° grado ( si considerano solo i periodi di assenza immediatamente successivi al lutto) Problematiche relative alla separazione dei genitori Provvedimenti dellautorità giudiziaria Rientro al paese dorigine per motivi legali

16 16 Abbiamo detto che se il monte ore annuale di assenze effettuato dallallievo SUPERA ¼ del monte orario della classe considerata e dello specifico indirizzo di studi considerato, si devono sottrarre da tale monte ore annuale di assenze tutte quelle ore di assenza per cui è stata deliberata la deroga. A questo punto due sono i casi possibili :

17 17 1)Pur scorporando le deroghe dal monte ore annuale di assenze effettuate, lallievo supera il tetto massimo di assenze consentito ovvero il 25% dellorario annuale. In tal caso per lallievo non vi è la validità dellanno scolastico e dunque lalunno NON può essere scrutinato (Lallievo non è ammesso alla classe successiva o agli Esami di Stato) 1)Scorporando le deroghe al monte ore annuale di assenze effettuate, lallievo NON supera il tetto massimo di assenze consentito ovvero il 25% dellorario annuale. In tal caso è demandata al Consiglio di Classe la decisione di ritenere valido o non valido, per lallievo, lanno scolastico ovvero di procedere o meno allo scrutinio dellallievo

18 18 FINE


Scaricare ppt "1 ISISS Novelli di Marcianise. 2 D.P.R. 122/2009 art. 14 comma 7 Valutazione finale degli studenti a.s. 2010/2011. Criteri di deroga al limite dei tre."

Presentazioni simili


Annunci Google