La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Linguistica Approfondimento 1.Revisione di nozioni di base: Organi articolatori Articolazione dei suoni vocalici Articolazione dei suoni consonantici 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Linguistica Approfondimento 1.Revisione di nozioni di base: Organi articolatori Articolazione dei suoni vocalici Articolazione dei suoni consonantici 2."— Transcript della presentazione:

1 Linguistica Approfondimento 1.Revisione di nozioni di base: Organi articolatori Articolazione dei suoni vocalici Articolazione dei suoni consonantici 2. Elementi di Fonetica Acustica 3. Elementi di Fonetica Articolatoria (4. Elementi di Analisi Aerodinamica) (5. Nozioni sulla percezione linguistica)

2 Fonetica e Fonologia Fonetica: studio delle proprieta fisiche dei suoni (proprieta articolatorie, acustiche, fisiologiche e aerodinamiche che determinano la produzione, percezione e la co-occorrenza dei suoni). Fonologia: Studio del sistema linguistico di una lingua: –Fonemi linguistici (vocali e consonanti con funzione distintiva nella lingua) –Fonotattica della lingua (quali suoni possono combinarsi in sequenze linguistiche), –Regole linguo-specifiche (per es., raddoppiamento sintattico in italiano, riduzione vocalica in inglese, ecc.).

3 Fono, Fonema e Suono Fono: entita fisica, la cui realizzazione e percezione sono spiegabili studiando le caratteristiche del sistema fonatorio ed uditivo. Fonema: categoria mentale, elaborata a partire dal fono, a cui il parlante attribuisce un significato linguistico. (unita minima di significato in una data lingua) Suono: parola generica, non specifica alla linguistica.

4 Fonetica articolatoria: studia come lapparato fonatorio produce il segnale linguistico. Attraverso lo studio dei movimenti degli articolatori ipotizza i comandi cerebrali che ordinano tali movimenti. Fonetica acustica: studia il segnale linguistico (onde sonore) e ricostruisce i movimenti articolatori dalla forma dellonda per poi ipotizzare i comandi cerebrali che ordinano tali movimenti. Fonetica uditivo-percettiva: studia come il segnale acustico (onde sonore) viene percepito e decodificato linguisticamente. Fonetica

5 Fonetica sperimentale La verifica delle ipotesi fonetiche richiede lutilizzo di strumentazione appropriata: – per la registrazione e la misurazione di movimenti articolatori (per es., palatografo, articulografo, ecc.) –per la registrazione e lanalisi del segnale acustico –per gli esperimenti di percezione (tipicamente si creano degli stimoli sonori sintetici a partire da parlato registrato e si sottopongono al giudizio uditivo-percettivo del parlante-ascoltatore). Si richiedono conoscenze e metodi forniti da altre discipline (interdisciplinarieta)

6 Scopi della Fonetica sperimentale Lo scopo del metodo fonetico sperimentale e quello di visualizzare le produzioni vocaliche e di cercare di fissare alcuni aspetti del segnale vocale sulla carta o sul monitor del computer Oggi per quasi tutte le analisi si usa il computer –Lanalisi prodotta con il computer e piu semplice e facile che con altre strumentazioni, ma non necessariamente altrettanto accurata (per es., a confronto dei raggi X, dellelettromiografia, della mingografia, etc.)

7 Produzione della vocale [i] ai raggi X

8 Il Nasografo (1)

9 Il Nasografo (2)

10 Elettrorisonanza magnetica

11 Elettromiografia

12 Elettromiografia Figura 1: Esempio di procedura di Elettromiografia Laringale. Si lavora in squadra: lo specialista della voce posiziona gli elettrodi, il neurologo fa funzionare le macchine e legge le tracce sul monitor. Entrambi gli specialisti interpretano i risultati. Figura 2: Esempio di traccia da uno studio di elettromiografia laringale. Le tracce vengono interpretate per dare unidea di quanto avviene nei muscoli durante certi movimenti (o articolazioni). Fonte:

13 Studi aerodinamici Si utilizza una maschera con una partizione che permette di raccogliere il flusso orale e nasale separatamente. Ogni camera ha piccoli schermi di tela fitta, con fili elettrici che servono come pneumotacografi sensibili al flusso daria. In ciascuna camera sono inseriti dei cateteri che rilevano le varaizioni di pressione associate al flusso daria di passaggio. Allesterno della maschera e posizionato un microfono (che non si vede nella foto) per registrare I segnali audio. I segnali dei flussi daria vengono utilizzati per studiare i volumi dei polmoni nelle locuzioni. Un altro catetere (vd. foto) viene inserito attraverso la camera orale e posizionato nella bocca per rilevare la pressione dellaria orale.

14 Analisi acustica: forma donda della parola mamma Fonte: I colori della voce:

15 Analisi acustica: Forma donda della parola papa

16 La conoscenza dei meccanismi fonetici e di fondamentale importanza per la fonologia La fonetica non puo dare risposte ai suoi quesiti se non tiene conto della fonologia delle singole lingue. Fonetica e fonologia

17 Sui sistemi linguistici Gli organi per la produzione del linguaggio sono gli organi dellapparato articolatorio, o fonatorio, che vengono usati anche per la respirazione e la masticazione. Le lingue differiscono nel numero e tipo di suoni che vengono usati linguisticamente (fonemi)

18 Lapparato fonatorio Fonte: P. Denes & E. Pinson, The Speech Chain, New York, W.H. Freeman Company

19 La produzione dei suoni I suoni sono prodotti dallaria che esce dai polmoni e attraversa la gola, il naso e la bocca. Il flusso daria in uscita dai polmoni viene modificata dalla diversa conformazione della bocca, dovuta ai diversi movimenti articolatori. Le modificazioni del tratto vocale fanno risuonare laria in modi diversi.

20 Produzione fonica Respirazione: I polmoni costituiscono la fonte dellenergia: Fonazione: Le corde vocaliche convertono lenergia in suono udibile Articolazione: gli articolatori trasformano il suono in parlato intellegibile

21 Cavita polmonari Laringe (pieghe vocaliche e glottide) Tratto vocale –Faringe –Cavita nasali –Cavita orale Parti componenti lapparato di fonazione

22 Danno orgine alla fonazione. La fonazione avviene durante lespirazione –Nella respirazione, i polmoni aumentano di volume durante lispirazione e diminuiscono di volume durante lespirazione. Questa azione e regolata dal diaframma, un muscolo che si trova al di sotto dei polmoni. –Laumento di volume determina una diminuzione di pressione allinterno dei polmoni. La pressione polmonare diventa cosi inferiore a quella atmosferica. Questo determina uno spostamento dellaria atmosferica nei polmoni che porta al livellamento di pressione (legge di Boyle). Linverso avviene durante lespirazione. Cavita polmonari

23 Laria in uscita dai polmoni passa attraverso la trachea e giunge alla laringe Laringe Source:

24 La laringe contiene pliche muscolari, conosciute come pieghe o corde vocaliche. La parte interna della laringe e detta glottide Pieghe vocaliche e Glottide

25 Cosa avviene nella laringe Sotto lazione di muscoli adduttori, abduttori e tensori, le pieghe vocaliche possono essere accostate con forza luna allaltra, allontanate luna dallaltra, o tese ed allungate A seconda della configurazione delle pieghe vocaliche, la glottide puo assumere diverse conformazioni, che danno origine a foni diversi

26 Conformazioni della glottide –Respirazione: la glottide e aperta e laria passa liberamente. I foni caratterizzati da tale posizione sono detti sordi –Occlusione: la glottide e chiusa. In tale posizione vengono prodotte le consonanti occlusive glottidali. –Sonorita: le cartilagini sono accostate e laria in uscita provoca una vibrazione delle pieghe vocaliche che determina unalternanza periodica di aperture e chiusure della glottide. I foni prodotti in questo modo sono detti sonori. –Bisbiglio –Mormorio –Laringalizzazione: le pieghe sono accostate in punti/modi diversi e la chiusura della glottide e parziale.

27 Posizione delle corde vocaliche durante suoni sonori e sordi Source: Sonoro Sordo

28 Movimento delle corde vocali (Fonte: UCLA Phonetics lab) UCLA Phonetics Lab: Vocal Fold Animation

29 Cavita Faringale Si estende dalla laringe allinzio delle cavita nasali Ha la forma di un tubo di circa 15 cm, che si estende dalla parte posteriore delle cavita nasali alla laringe.

30 Cavita Nasali Si estendono dal velo pendulo (uvola o ugola) alle fosse nasali

31 Cavita Nasali Nella fonazione, possono essere escluse mediante il sollevamento o larretramento del velo pendulo verso la parete posteriore della faringe (foni orali). fonte:

32 Cavita Nasali Se, nella fonazione, il velo e abbassato, il passaggio rimane aperto e laria puo uscire dalle cavita nasali (foni nasali). fonte:

33 Cavita Orale La cavita orale si estende dalla faringe alla bocca, e comprende: –Labbra –Denti –Alveoli –Palato duro –Palato molle o velo pendulo –Ugola o uvola –Punta (apice o lamina) della lingua –Dorso della lingua –Post dorso della lingua –Radice della lingua.

34 Visualizzazione honetics1c.htmlhttp://www.ic.arizona.edu/~lsp/Phonetics/P honetics1c.html

35 Produzione Fonica La fonazione avviene attraverso la modificazione momentanea dellapparato di fonazione (dovuta alla mobilita degli organi articolatori). Le variazioni nella conformazione dellapparato di fonazione determinano e caratterizzano I singoli foni.

36 Come si caratterizza un fono Direzione del flusso daria - egressiva o ingressiva Produttore della spinta iniziale dellaria - polmoni, laringe, lingua Posizione della glottide - sonorita, respirazione, bisbiglio, etc. Posizione del velo pendulo - determina suoni orali o nasali Modo e luogo di articolazione - determina modificazioni dellaria nella cavita orofaringea

37 Qualè la differenza tra una vocale ed una consonante? Vocale: laria esce liberamente dal tratto vocalico senza incontrare ostacoli. Consonante: laria in uscita incontra un restringimento o una chiusura parziale o totale del tratto vocalico.

38 Le vocali Libera fuori uscita dellaria –La lingua non oltrepassa una linea immaginaria ad una certa distanza dal palato (oltre tale limite il restringimento provocherebbe un suono consonantico) –Una maggiore vicinanza o distanza della lingua dal palato determina vocali chiuse o aperte. –Posizioni avanzate o arretrate della lingua determinano vocali anteriori oposteriori. %

39 Le vocali Conformazione delle labbra differenzia tra vocali protruse o arrotondate e non. Posizione del velo pendulo (sollevato o no) distingue vocali orali e nasali.

40 Produzione vocalica ai raggi-x ( fonte: D. Brett, 2004, at: Notare: –Posizioni della lingua –Posizione delle labbra –Luvula è sollevata contro la faringe, le vocali sono orali. Visualizzazione

41 [i]

42

43 [æ][æ]

44 [a][a]

45 [u][u]

46 Posizioni della lingua e delle labbra nella produzione delle vocali Fonte: Barry, lezioni su Einführung in die Phonetik und Phonologie, Teaching/EinfPhonetPhonol.html

47 Dalla schematizzazione delle posizioni della lingua nella produzione delle vocali si ottiene il diagramma delle vocali cardinali (D. Jones, 1957) Tutti I suoni vocalici vengono prodotti allinterno di questo diagramma

48 Diagramma vocalico diviso per settori con posizione delle Vocali Cardinali e relativi simboli IPA

49 Materiale da guardare... s/VowelsandConsonants/vowels/contents.htmlhttp://hctv.humnet.ucla.edu/departments/linguistic s/VowelsandConsonants/vowels/contents.html –and in particular... Consonants/vowels/chapter3/chapter3.htmlhttp://hctv.humnet.ucla.edu/departments/linguistics/Vowelsand Consonants/vowels/chapter3/chapter3.html Consonants/vowels/chapter11/chapter11.htmlhttp://hctv.humnet.ucla.edu/departments/linguistics/Vowelsand Consonants/vowels/chapter11/chapter11.html


Scaricare ppt "Linguistica Approfondimento 1.Revisione di nozioni di base: Organi articolatori Articolazione dei suoni vocalici Articolazione dei suoni consonantici 2."

Presentazioni simili


Annunci Google