La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA VALLE DAOSTA Alessandra Russo Valentina Venuti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA VALLE DAOSTA Alessandra Russo Valentina Venuti."— Transcript della presentazione:

1 LA VALLE DAOSTA Alessandra Russo Valentina Venuti

2 LAMBIENTE Il territorio della Valle dAosta, situato nellestrema parte nord-occidentale dellItalia, è interamente montuoso. Troviamo imponenti montagne alpine considerate tra le più belle, elevate e famose dEuropa. Superficie: 3263 km2 La regione è situata al punto di congiunzione tra le Alpi occidentali (Graie) e le Alpi centrali (Pennine). Delle Graie fanno parte i massicci del Gran Paradiso ( m) e del Monte Bianco (4.810 m); delle Pennine il Cervino (4.478 m) e il Monte Rosa (4.634 m). Tra i ghiacciai del Monte Bianco i maggiori sono quelli del Miage e della Brenva. I valichi alpini in territorio valdostano non sono né numerosi né particolarmente agevoli; i più importanti sono il passo del Piccolo San Bernardo (2.188 m) e il passo del Gran San Bernardo (2.468 m). Oltre la valle principale, si distiguono sei valli di sinistra orografica e nove di destra orografica per le quali sono state predisposte singole presentazioni. Dal punto di vista idrografico, il fiume principale è la Dora Baltea (160 km complessivi di corso) verso cui confluiscono, dalle valli laterali, i diversi affluenti. I laghi sono in parte di origine glaciale e in parte artificiale per lo sfruttamento dellenergia idroelettrica. Clima: alpino con precipitazioni scarse. Vegetazione: nei versanti fino a circa m vi sono castagneti, boschi, latifoglie; fino a m circa crescono faggi e conifere; oltre il limite dei 3000 m piante alpine e arbusteti. Fauna: è richissima, in particolare marmotte, camosci, volpi, tassi e aquila reale. Lesemplare più notevole, protetto nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, è lo stambecco.

3 LA POPOLAZIONE Abitanti: con (dati 2007) è la regione meno popolata dItalia. Densità: con 38,6 ab./km2 risulta essere la più bassa dItalia a causa della natura montuosa del territorio. IL 4% della popolazione è straniero, di origine maghrebina impiegati nella pastorizia; un altro 4% è immigrato dal Sud Italia, soprattutto dalla provincia di Reggio Calabria. Incremento demografico: pressoché nullo (per es. nel 2007 la natalità è stata di 1250 e la mortalità di 1242). Le lingue parlate sono litaliano e il francese. I dialetti sono francoprovenzali, tranne il Walser, di origine tedesca, nelle valli di Ayas e Gressoney La Valle gode di autonomia di governo, cioè ha leggi speciali. Aosta: il numero di abitanti è di circa 35.00; la densità è di abitanti per km2.

4 LECONOMIA Settore primario; Discreta attività agricola: vite, patate, cereali (tuttavia il 35% del territorio agricolo è lasciato improduttivo). Lallevamento, soprattutto bovino, è lattività più consistente. Agricoltura, silvicoltura e pesca costituiscono l1% sul Prodotto interno lordo della regione e circa il 2% sul Pil nazionale; assorbono il 2,9% dellintera popolazione. : Settore secondario: In crisi: attività mineraria (carbone, ferro); industria metallurgica e siderurgica. In crisi: attività mineraria (carbone, ferro); industria metallurgica e siderurgica. In crescita: produzione di energia idroelettrica. In crescita: produzione di energia idroelettrica. Lattività industriale costituisce l11% sul Pil regionale, il 18% di quello nazionale; assorbe il 12,7% dellintera popolazione. Lattività industriale costituisce l11% sul Pil regionale, il 18% di quello nazionale; assorbe il 12,7% dellintera popolazione. Settore terziario: Settore terziario: Ottime le vie di comunicazione. Ottime le vie di comunicazione. Turismo: fondamentale, dovuto soprattutto alla maestosità delle Alpi, ai castelli medievali, al Parco nazionale. Turismo: fondamentale, dovuto soprattutto alla maestosità delle Alpi, ai castelli medievali, al Parco nazionale. Il terziario costituisce il 49% del prodotto regionale e il 51% di quello nazionale; assorbe il 28,7% dellintera popolazione. Il terziario costituisce il 49% del prodotto regionale e il 51% di quello nazionale; assorbe il 28,7% dellintera popolazione.


Scaricare ppt "LA VALLE DAOSTA Alessandra Russo Valentina Venuti."

Presentazioni simili


Annunci Google