La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Leconomia del mondo industrializzato 1945-1973 Un sistema a cambio fisso Commercio liberalizzato Il petrolio a buon prezzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Leconomia del mondo industrializzato 1945-1973 Un sistema a cambio fisso Commercio liberalizzato Il petrolio a buon prezzo."— Transcript della presentazione:

1 Leconomia del mondo industrializzato Un sistema a cambio fisso Commercio liberalizzato Il petrolio a buon prezzo

2 Keynes & Harry Dexter White

3 Dalla £ al $ Bretton Woods Conferenza di Bretton Woods 1944 Cambio fisso $35 = 1oz oro $ convertibile FMI Mai implementato Problema iniziale? Liquidità

4 Dollar diplomacy Piano Marshall Spese militari (Europa occidentale, Giappone, Korea) Aiuto per i paesi strategici (Grecia, Turchia, paesi dellAmerica latina) Economia aperta Tolleranza per il protezionismo giapponese ed europeo. $ principale mezzo di pagamento

5 $ The Mighty Dollar Economia americana molto forte. Bilancio dei pagamenti positivo nonostante le spese americane. Impegno americano a mantenere il cambio fisso Le riserve auree Ironia? Più dollari nelle banche centrali straniere, meno stabile il sistema. Dal 1960 le riserve auree sono inferiori alle riserve in dollari dei principali partners commerciali.

6 Gli anni 60 Group of Ten dal dicembre 1961 EEC + GB + USA + Canada +Svezia + Giappone. Gold Pool. La guerra nel Vietnam e la politica espansionistica di Lyndon B. Johnson mettono il dollaro sotto pressione. Inflazione. Nel 68 molta richiesta per loro. Fuga dal dollaro. Politica governo francese / Governo tedesco. Creazione di SDRs – paper gold. Una moneta virtuale gestita dal FMI. Principale problema? Gli USA si stavano comportando in modo improprio per il funzionamento del sistema.

7 La politica commerciale Gli anni 30 – protezionismo. Nazionalismo economico = nazionalismo politico. Cordell Hull The only nation capable of taking the initiative in promoting a worldwide movement toward the relaxation of trade barriers is the United States. Havana Charter (1947). Propone la creazione dell International Trade organization (ITO). Labolizione di ogni sistema preferenziale (ad es. il Commonwealth). Ostacolato dal Congress, fallisce nel 1950.

8 GATT (1947)

9 Principi General Agreement on Trade and Tariffs: Non-discrimination – no bilateralism national treatment – once through customs dumping and subsidies No quotas

10 J.F. Kennedy

11 Risultati? Stati Uniti promotrice. Riduzione delle tariffe. Convergenza sui livelli americani. Nel 1967, la tariffa media sui prodotti industriali americana era il 9.9% (St U); 8.6% (CEE); 10.8% (GB); 10.7% (Giappone). enforcement Agricoltura – servizi – Unioni doganali (e.g. CEE) – nessuna possibilità di enforcement.

12 Trade Negotiation Rounds 1947: Geneva paesi 1949: Annecy paesi 1950: Torquay paesi 1956: Geneva paesi Dillon paesi Kennedy paesi

13 Trade progress….

14 Pluralismo Nel 1945, gli S.U. dominavano leconomia globale. Nel 1970, la situazione è diversa. La CEE Il Giappone Il blocco sovietico EFTA + Svizzera. La CEE attirava linvestimento americano. Ford, General Motors, le multinazionali: The American Challenge (Servan-Schreiber). Flusso di $$$ verso lEuropa.

15 Richard M. Nixon and John Connally 15 August 1971: US Policy changes

16 Qualche citazione... la mia filosofia è che tutti gli stranieri sono determinati a fregarci ed è il nostro lavoro di fregare loro per primi. [cit. Diane Kunz 1997: 218] E incredibilmente importante che noi siamo i numero uno economicamente perché altrimenti non possiamo essere i numeri uno a livello diplomatico o politico. [Nixon] Così agli altri paesi non piace. E allora? [Connally, cit. Kunz 1997: 204]

17 Defending the Dollar?

18 US problems…government debt and the trade deficit

19 Il Petrolio

20 Perché? Le sette sorelle (Standard Oil (Esso) – Chevron – Gulf – Mobil – Texaco – BP – Shell). Producevano e distribuivano il petrolio pagando una royalty ai paesi arabi (il 50% dei profitti). Producers cartel. Negli anni il cartel incontra nuovi concorrenti. Algeria, Libya, Nigeria incominciano a produrre; aziende quali Eni e Total diventano produttori importanti… Nel 1960 si crea lOPEC – Iran, Iraq, Kuwait, Saudi Arabia e Venezuela. Entro 1970, 13 paesi che rappresentavano l85% della produzione del mondo non-comunista. Vogliono aumenti nel prezzo: una royalty decente. Vulnerabilità dei paesi industrializzati. Il petrolio è sempre più la fonte energetica principale ma lEuropa deve importare quasi tuttil greggio di cui ha bisogno. Idem il Giappone. Anche gli Stati Uniti, pur essendo un grande produttore, dovevano importare molto.

21 Political Spillover Year of Europe Arab-Israeli conflict October 1973 Carter presidency


Scaricare ppt "Leconomia del mondo industrializzato 1945-1973 Un sistema a cambio fisso Commercio liberalizzato Il petrolio a buon prezzo."

Presentazioni simili


Annunci Google