La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LO SCIAMANESIMO: LA PRATICA SCIAMANICA Corso di Antropologia Culturale MARTEDI 17 APRILE 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LO SCIAMANESIMO: LA PRATICA SCIAMANICA Corso di Antropologia Culturale MARTEDI 17 APRILE 2012."— Transcript della presentazione:

1 LO SCIAMANESIMO: LA PRATICA SCIAMANICA Corso di Antropologia Culturale MARTEDI 17 APRILE 2012

2 Chi diventava sciamano Trasmissione ereditaria Comportamenti devianti era il più malvagio e selvaggio tra i figli Anomalie fisiche

3 L apprendistato dello sciamano Iniziazione in sogno e incontro con uno spirito in particolare: la madre- animale

4 Fine dellapprendistato = far volare ritualmente la propria anima prestito di forme animali per il viaggio VIAGGIO nel mondo degli spiriti Acquisizione di uno spirito- adiutore o elettore

5 Ivan lo scemo (Ivan durak), personaggio del folklore russo dai tratti sciamanici. È un trickster: personaggio comune a molti miti di diverse parti del mondo. E un buffone, pasticcione, sporco, volgare, ma allo stesso tempo ha caratteristiche da eroe culturale: inventa il fuoco Similitudini tra Ivan lo scemo e lo sciamano

6 Lo sciamano e Ivan lo scemo Ivan durak (dur, durman = stramonio Idea del letargo, sonnolenza Stupidità di Ivan = qualcosa che gli manca, mancanza iniziale Durante il suo percorso, Ivan acquista la capacità di parlare con gli animali

7 Padre morente: donatore, maestro nel caso dello sciamano Cavallo magico: dono ma anche similitudine con acquisizione di spiriti

8 Sciamani e altri specialisti Sciamani familiari o bianchi = Legati allallevamento, culto più recente e maggiormente contaminato, membri del clan Sciamani professionali (definizione di M.Czaplicka, 1914) o neri = legati ai culti venatori estranei ai clan Guaritori, indovini, osteopati, extrasens Cerimonie comuni, cerimonie per la caccia, divinazione, guarigione Cerimonie di propiziazione delle forze della natura, della fertilità, dei clan AZIONE NEL MONDO DEGLI SPIRITI PER RISTABILIRE LEQUILIBRIO IN QUELLO TERRENO

9 Lo sciamanesimo bianco e nero

10 SCIAMANESIMO BIANCO A CAVALLO TRA IL XIX E IL XX SECOLO «Più ideale che reale, più sognato che vissuto» (Hamayon) Bianco associato al cielo e alle divinità protettrici ajyy = Potenza e superiorità, nuovo ordine del mondo, fondamenta per creazione di una nazione sola Si intensifica ripartizione tra bianco/nero = bene/male

11 GLI SCIAMANI BIANCHI ERANO SCIAMANI A TUTTI GLI EFFETTI? 1 Sciamani bianchi cantavano le invocazioni SOLO alle divinità protettrici, avevano un tamburo e una mazza ( a volte) ma non viaggiavano nei tre mondi, non avevano contatti con il mondo inferiore e nero, popolato dagli spiriti degli animali, vegetali e defunti Volontà di mantenere lo sciamanesimo, a condizione di trasformarlo Sciamano nero rimane lunico ad essere realmente presente nella pratica popolare

12


Scaricare ppt "LO SCIAMANESIMO: LA PRATICA SCIAMANICA Corso di Antropologia Culturale MARTEDI 17 APRILE 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google