La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE CIVILTA DEL MEDITERRANEO Tra III e II millennio aC.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE CIVILTA DEL MEDITERRANEO Tra III e II millennio aC."— Transcript della presentazione:

1 LE CIVILTA DEL MEDITERRANEO Tra III e II millennio aC

2

3 Mediterraneo Originali forme di civiltà Creta Micene Fenici Non imperi centralizzati ma città stato Il mare fonte di prosperità

4 Mediterraneo Navigazione Commercio Uso della moneta Fondazione di colonie Creazione di scali e fondachi

5 Mediterraneo Potere centrale non assoluto ma condiviso con laristocrazia Creazione dellalfabeto fonetico

6 Civiltà cretese Tra il 2400 e il 1450 aC Minoica Il mito di Minosse, re di Cnosso Cnosso unificò lisola intorno al XVI sec

7 Le origini Inizio VI millennio aC primi insediamenti neolitici Fine IV millennio aC invasione popolazioni anatoliche Uso di stagno e rame, lavorazione del bronzo Intraprendenza Comunità urbane

8 La nuova civiltà cretese Scrittura chiamata Lineare A (Evans, fine 800) Impossibile da decifrare, era fonetica Altri tipi di fonti

9 Il Palazzo Elemento caratteristico di questa civiltà Allinterno diversi ambienti Periodi: -Prepalaziale ( ) -Protopalaziale ( ) -Neopalaziale ( )

10 Prepalaziale Esistenza di villaggi e di dimore in pietra

11 Protopalaziale Sorgono i primi palazzi, sede del re e della corte Cnosso Evoluta struttura architettonica, raffinate decorazioni Alto grado di sviluppo

12

13 Protopalaziale - economia Sviluppo dei commerci Export: cereali, manufatti in bronzo e ceramica, gioielli, statuette Import: materie prime (rame, stagno, oro, legname) Cretesi incontrastati padroni del Mediterraneo: talassocrazia

14 Protopalaziale – I crisi Crisi Distruzione simultanea di tutti i palazzi! Catastrofi naturali? Invasioni? Furono poi ricostruiti senza fortificazioni

15 Protopalaziale - società Fino al 1650 regni autonomi e indipendenti delle città stato Il re aveva autorità limitata, priva di prerogative divine, condizionato dalla aristocrazia commerciale Agricoltura, artigianato, commercio

16 Protopalaziale - società Semiservitù e schiavitù Prestigio delle donne Originale politeismo: culto del dio Toro (simbolo del rigoglio della natura, protettore del re) Tauromachie

17 Neopalaziale massimo splendore Notevole espansione politica e mercantile nellEgeo Ricostruzione di splendidi palazzi, sfarzo, complessità architettonica Supremazia di Cnosso sullisola: unificazione, forse confederazione

18 Neopalaziale – II crisi Avvisaglie crisi: dal XVI sec in Grecia si affermano gli Achei, stanziati a Micene e poi in tutta la Grecia centro meridionale Dapprima villaggi e agricoltura, poi navigazione e commercio Fondazione di colonie, controllo delle rotte per i traffici con Egitto e Asia Minore

19 La fine di Creta Metà XV sec i centri minoici vengono rasi al suolo Terribile maremoto per eruzione vulcano isola di Thera e invasione dei Micenei Cnosso governata fino al 1400 dagli Achei, che crearono la Lineare B

20

21 La civiltà micenea Micenei arrivano in Grecia intorno al 1600, bellicosi e guerrieri Origine sicuramente indoeuropea Contatto con i minoici Villaggi, poi città stato protette da mura Micene, Argo, Pilo, Tirinto

22 La civiltà micenea Metà XV sec conquista di Cnosso Inizi XII sec ( ?) spedizione contro Troia Causa: controllo rotte marittime che collegavano Egeo e Mar Nero Tra il 1400 e il 1200 soppiantano la talassocrazia minoica con la pax micenea

23

24

25 La civiltà micenea Fine XII sec crollo delle rocche e delle città stato micenee Tracce di assedi e incendi: rovinosa invasione preceduta da siccità, carestia Fonti scritte: calata dei Dori, o di un nemico proveniente dal mare Crollo potenza micenea

26 La civiltà micenea Schliemann intorno al 1870 individua le rovine di Troia, poi i resti di Micene e Tirinto Decifrazione Lineare B Pastorizia, agricoltura, commerci, metallurgia del bronzo

27 La civiltà micenea - società Città stato; il re possiede le terre, potere non assoluto; suprema autorità religiosa Capo dellaristocrazia micenea collabora col re e comanda lesercito Funzionari aristocratici amministrano le terre e riscuotono i tributi

28 La civiltà micenea - società Politeisti, articolato pantheon di divinità Poseidone, Zeus, Ermes, Artemide, Dioniso Il sovrano suprema autorità religiosa. Controlla i templi I sacerdoti semplici ministri del culto

29

30 La civiltà fenicia Origine semitica Phoinix, porpora Intorno al XVII sec nella regione siro palestinese Città stato: Tiro, Sidone, Biblo… Periodo aureo XII-VIII sec Alessandro M. rade al suolo Tiro nel 332 aC

31

32 La civiltà fenicia Città stato Ordinamento monarchico dinastico, non assoluto Marinai di straordinaria abilità Mercanti: subentrarono a Cretesi e micenei nella gestione degli scambi nel Mediterraneo

33 La civiltà fenicia - Apogeo XII-VIII sec Tiro, città egemone, guida espansione politica e commerciale Grande colonizzazione: Sardegna (Cagliari), Sicilia (Palermo, Mozia), Africa sett (Cartagine, Tangeri), Spagna (Cadice) Impero commerciale

34 Cartagine Fondata nel 814 da Tiro Impero africo – siculo - ispanico potentissimo (multietnico)

35

36 Cartagine Istituzioni politiche autonome e originali: senato (rappresentanti famiglie mercantili), 2 magistrati Dal VIII sec declino: ascesa imperi assiro, neobabilonese, persiano 332 A.M. la conquista

37 La civiltà fenicia - Economia Lavorazione del ferro Fabbricazione del vetro Estrazione della porpora Abilissimi mercanti, uso della moneta Monopolio della navigazione Riserve di legname No agricoltura intensiva

38 La civiltà fenicia - Società Apertura e tolleranza verso gli altri popoli Capacità di adattamento sotto gli stranieri Trattativa diplomatica e non scontri armati Politeisti, sincretismo; grandi santuari comuni a tutte le città

39 La civiltà fenicia - Alfabeto Alfabeto fonetico fissato fine XI sec 1 segno grafico per ogni suono consonantico In tutto 22


Scaricare ppt "LE CIVILTA DEL MEDITERRANEO Tra III e II millennio aC."

Presentazioni simili


Annunci Google